Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda dixit » 05/11/2017, 12:59

Bella trasformazione. Ma era volontaria? : Flexion :
Avatar utente
dixit
 
Messaggi: 4436
Iscritto il: 31/01/2008, 14:01
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 110 volte
'Mi piace' ricevuti:: 587 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 07/11/2017, 13:10

ciao dixit!
no la trasformazione è stata del tutto involontaria: mi pare di capire che guardandosi allo specchio queste situazioni si verifichino abbastanza spesso, penso a certi sogni di Olrac per esempio..
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 198
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 129 volte
'Mi piace' ricevuti:: 84 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 28/12/2017, 9:45

Mi addormento dopo aver fatto yoga nidra con l'intento di fare sogni lucidi.
Mi accorgo di essere per strada in una città non identificata e sono lucido, i dettagli sono ottimi al punto da chiedermi se per caso non sia sveglio. Mi ricordo però di essere a letto e addormentato.
Mi avvicino ad un'auto parcheggiata e tocco i paraurti che al tatto sembrano del tutto reali. Mi voglio divertire e strappo il paraurti posteriore insieme ad un pezzo di portiera. Non faccio quasi nessuno sforzo anche se al tatto la lamiera non perde consistenza. Poi decido di assaggiare i rottami che ho staccato: appallottolo con una certa fatica un pezzo di lamiera e me la caccio in bocca :shock:
Il sapore non è ben definito, non sento praticamente niente e purtroppo anche il sogno comincia a vacillare... Recupero lucidità e poi accade qualcos'altro che purtroppo non ricordo :|
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 198
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 129 volte
'Mi piace' ricevuti:: 84 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 21/01/2018, 20:46

Mi sveglio verso le 5 del mattino e tento di praticare un esercizio di OBE visualizzandomi in un luogo lontano dal mio corpo come descritto nei libri di Buhlman. Dopo circa mezz'ora decido di visualizzare delle ipnagogiche e lentamente me ne lascio avvolgere.
Sto sorvolando un campo di grano e mi rendo conto di essere lucido, sono contento ma ho bisogno di mantenere la lucidità perchè il sogno comincia subito a vacillare. Mi ritrovo a volare su un altro prato e ancora mi accorgo che lucidità resta vacillante.
Scivolo nel sonno...
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 198
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 129 volte
'Mi piace' ricevuti:: 84 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda Alrescha » 22/01/2018, 19:58

cetaceon ha scritto:appallottolo con una certa fatica un pezzo di lamiera e me la caccio in bocca :shock:
Il sapore non è ben definito, non sento praticamente niente e purtroppo anche il sogno comincia a vacillare... Recupero lucidità e poi accade qualcos'altro che purtroppo non ricordo :| [/color]


Ciao cet! Quando hai appallottolato la lamiera hai fatto fatica. Quando l'hai masticata ha cambiato consistenza? Non riesco proprio ad immaginarmi nel dover masticare un pezzo di lamiera.
Psicologicamente parlando è un'immagine che mi fa troppo male perché anche al solo pensarci sento già la sensazione dei bordi taglienti e del freddo del materiale sui denti. :lol:
Se fosse stato un pezzo di legno mi avrebbe fatto un altro effetto probabilmente
"Tal fu la mia follia da fermarmi per la bestia
Di cenere macchiata e del dono portatore
chiedendomi cosa cotal creatura fosse
<<parla inquieto spirito
di qual sorte t’ha vinto,
e rivela la mia
per cui possa gioire
o versar pianto>> "


-se tu non sarai lucida ti spianerò la via, se lo sarai ti aiuterò, se farai un sltc andremo oltre i confini della scienza. promesso-
NebulaWa


Virtualmente affine ad Alkimist
Avatar utente
Alrescha
 
Messaggi: 841
Iscritto il: 03/05/2012, 23:17
Ha  fatto 'Mi piace': 240 volte
'Mi piace' ricevuti:: 353 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda Searig » 23/01/2018, 11:46

Alrescha ha scritto:Ciao cet! Quando hai appallottolato la lamiera hai fatto fatica. Quando l'hai masticata ha cambiato consistenza? Non riesco proprio ad immaginarmi nel dover masticare un pezzo di lamiera.


Ciao, mi introduco nella conversazione anche non avendo letto la parte precedente :oops: ; almeno per esperienza personale, ti posso dire che le cose nei sogni lucidi sono "mangiabili" senza troppi problemi indipendentemente dal materiale di cui sono fatte, nel senso che al al momento di doverle mangiare, cambiano la consistenza adattandola a qualcosa di "commestibile", ad esempio, io una volta ho mangiato il cemento del muro di una casa che stava accanto a me. Il cemento era solido, ma quando ho fatto per prenderne un pezzo per mangiarlo, il pezzo che ho preso è diventato morbido come una pasta e quindi ho potuto mangiarlo senza problemi; stessa cosa con dei sassi in un altro sogno. Penso che sia stato lo stesso con la lamiera di cetaceon, forse... In alcuni casi può anche non essere, una volta, sempre in un lucido, volevo addentare il ramo di un albero accanto a me, ma poi ho rinunciato perché appariva duro come un vero pezzo di legno; quindi non c'è una regola fissa, ma in genere però riesce di mangiare un po' di tutto...
Searig
 
Messaggi: 2770
Iscritto il: 16/06/2015, 16:39
Ha  fatto 'Mi piace': 270 volte
'Mi piace' ricevuti:: 398 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda Alrescha » 23/01/2018, 23:53

Searig ha scritto:una volta, sempre in un lucido, volevo addentare il ramo di un albero accanto a me, ma poi ho rinunciato perché appariva duro come un vero pezzo di legno; quindi non c'è una regola fissa, ma in genere però riesce di mangiare un po' di tutto...


Era qui che volevo arrivare infatti! :lol: Nel senso che è ovvio che si possa mangiare tutto in sogno...ma quanto la psicologia influenza quello che proviamo a mangiare in sogno e delle sensazioni che ci provoca? Io per esempio non mi sono mai sbilanciata a mangiare cose non commestibili, probabilmente più per un fattore psicologico che non per altro.
Se penso di dover mangiare della lamiera mi disgusta perché richiamo subito alla mente la sensazione del freddo, del metallo, del duro e quindi mi riuscirebbe difficile farlo anche se me lo imponessi, probabilmente avrei un rifiuto da parte del cervello
"Tal fu la mia follia da fermarmi per la bestia
Di cenere macchiata e del dono portatore
chiedendomi cosa cotal creatura fosse
<<parla inquieto spirito
di qual sorte t’ha vinto,
e rivela la mia
per cui possa gioire
o versar pianto>> "


-se tu non sarai lucida ti spianerò la via, se lo sarai ti aiuterò, se farai un sltc andremo oltre i confini della scienza. promesso-
NebulaWa


Virtualmente affine ad Alkimist
Avatar utente
Alrescha
 
Messaggi: 841
Iscritto il: 03/05/2012, 23:17
Ha  fatto 'Mi piace': 240 volte
'Mi piace' ricevuti:: 353 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 31/01/2018, 18:02

Alrescha e Searig scusate se rispondo solo adesso, ma questa settimana ho letto il libro di Ensitiv "Esperienze di un viaggiatore astrale".
E' un periodo in cui sto cercando di indurre OBE per mi leggo queste cose.
Lo conoscete per caso?

Per rispondere alla domanda di Alrescha, purtroppo è passato parecchio tempo dal quel sogno, ma credo che il fatto di masticare la lamiera abbia contribuito alla instabilità del sogno: probabilmente a livello psicologico c'e' stata una sorta di "rifiuto" di masticare una lamiera.
Purtroppo non ricordo altro :oops:
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 198
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 129 volte
'Mi piace' ricevuti:: 84 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 18/02/2018, 10:25

Utilizzo la tecnica dello yoga nidra e delle OBE di Buhlman.
Ho ricordato il sogno al risveglio stamane e mi sono concentrato per capire se avevo fatto un sogno lucido oppure se avevo sognato di aver fatto un sogno lucido.
Ovvero ho avuto la strana sensazione che il mio inconscio, all'interno di un sogno normale mi abbia dato l'illusione di fare un sogno lucido, mentre invece si è forse trattata di una bolla di pseudo consapevolezza all'interno di un sogno normale.
E' una constatazione che mi preoccupa perché si potrebbe estendere anche ad altri ambiti della mia vita: per esempio, sto effettivamente percorrendo un faticoso percorso verso la consapevolezza oppure è solo un'illusione creata della mente mentre resto sempre profondamente addormentato?
Di seguito il sogno.

Sono nel cortile della mia vecchia casa a B.
Improvvisamente inizio a sollevarmi dal cortile volando e mi accorgo che tutti i colori ed i dettagli del bosco che circondano la casa sono diventati splendidamente nitidi, mi rendo conto allora che sto sognando, sono lucido.
Svolazzando mi sollevo fino all'altezza di una strada di campagna ed inizio ad incamminarmi verso alcune bancarelle che si affacciano sui lati. Mi fermo all'altezza di un carretto che contiene diversi libri, all'apparenza piuttosto vecchi e consumati. Il venditore mi pare sia un uomo anziano e piccolino, ma non ricordo i dettagli dell'aspetto.
Con stupore noto un piccolo volume, un libretto che riconosco come un importante testo di sapienza esoterica.
Sono stupito che sia finito sul carretto di un ambulante. Chiedo il prezzo e pago, facendo notare che il costo è troppo basso per un libro così prezioso.
Tornando indietro lungo la strada, il paesaggio si trasforma e mi ritrovo in una zona industriale, nei pressi di un supermercato: i dettagli e la consapevolezza del sogno sono instabili e mi sembra di scivolare nuovamente in un sogno normale, finché non raggiungo una piazzetta in mezzo alla quale chiacchierano alcune ragazze.
Mi avvicino al gruppo ed adocchio la più carina che però non mi considera e continua a parlare con un'amica: allora mi piazzo davanti a lei e con la forza di volontà la costringo a guardarmi.
Lei interrompe la conversazione e mi osserva sorridendo. Capisco che posso approfittare della situazione, ma poi la lucidità crolla.
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 198
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 129 volte
'Mi piace' ricevuti:: 84 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda olrac » 18/02/2018, 15:00

cetaceon ha scritto:Utilizzo la tecnica dello yoga nidra e delle OBE di Buhlman.
Ho ricordato il sogno al risveglio stamane e mi sono concentrato per capire se avevo fatto un sogno lucido oppure se avevo sognato di aver fatto un sogno lucido.
Ovvero ho avuto la strana sensazione che il mio inconscio, all'interno di un sogno normale mi abbia dato l'illusione di fare un sogno lucido, mentre invece si è forse trattata di una bolla di pseudo consapevolezza all'interno di un sogno normale.
E' una constatazione che mi preoccupa perché si potrebbe estendere anche ad altri ambiti della mia vita: per esempio, sto effettivamente percorrendo un faticoso percorso verso la consapevolezza oppure è solo un'illusione creata della mente mentre resto sempre profondamente addormentato?
Di seguito il sogno.

Sono nel cortile della mia vecchia casa a B.
Improvvisamente inizio a sollevarmi dal cortile volando e mi accorgo che tutti i colori ed i dettagli del bosco che circondano la casa sono diventati splendidamente nitidi, mi rendo conto allora che sto sognando, sono lucido.
Svolazzando mi sollevo fino all'altezza di una strada di campagna ed inizio ad incamminarmi verso alcune bancarelle che si affacciano sui lati. Mi fermo all'altezza di un carretto che contiene diversi libri, all'apparenza piuttosto vecchi e consumati. Il venditore mi pare sia un uomo anziano e piccolino, ma non ricordo i dettagli dell'aspetto.
Con stupore noto un piccolo volume, un libretto che riconosco come un importante testo di sapienza esoterica.
Sono stupito che sia finito sul carretto di un ambulante. Chiedo il prezzo e pago, facendo notare che il costo è troppo basso per un libro così prezioso.
Tornando indietro lungo la strada, il paesaggio si trasforma e mi ritrovo in una zona industriale, nei pressi di un supermercato: i dettagli e la consapevolezza del sogno sono instabili e mi sembra di scivolare nuovamente in un sogno normale, finché non raggiungo una piazzetta in mezzo alla quale chiacchierano alcune ragazze.
Mi avvicino al gruppo ed adocchio la più carina che però non mi considera e continua a parlare con un'amica: allora mi piazzo davanti a lei e con la forza di volontà la costringo a guardarmi.
Lei interrompe la conversazione e mi osserva sorridendo. Capisco che posso approfittare della situazione, ma poi la lucidità crolla.


...quale testo hai osservato Cetaceon? Riesci a descriverlo meglio? :)
olrac
 
Messaggi: 464
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 567 volte
'Mi piace' ricevuti:: 288 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite


cron