Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Il Condor sogna...

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Il Condor sogna...

Messaggioda Jocondor » 23/10/2017, 12:14

Il Tandem-serpente?

Questo è uno dei sogni di un paio di notti fa:
Mi trovo con X. a Bergamo per fare assieme a Lui un giro sui monti sopra Bergamo ( un giro che ricorre nei miei sogni anche se con la normale mtb) che non rispecchia cmq la realtà delle strade e dei luoghi. Ma questa volta ho in uso una stranissima bici, simile ad un tandem ma con un lunghissimo palo tra il pilota e la spinta che li separa di almeno 100 metri, con la possibilità di aggiungere una o più selle tra i due ma senza che gli eventuali passeggeri intermedi abbiano un manubrio cui poggiare le mani e nemmeno dei pedali per appoggiare i piedi o anche pedalare. Per arrivare da Bergamo al primo luogo di tappa che è un piccolo BeB che ricorre in altri sogni, e si trova all' inizio della salita dura verso il Passo S. marco ( al confine con la Valtellina) dobbiamo risalire una strada e una valle molto larga. Il traffico è inesistente ma ogni tanto vediamo alcune persone al lato opposto della strada che aspettano dei bus di linea per scendere a valle. Il mio amico X. è alla guida del tandem ed io sono di spinta in fondo e quando il tandem deve affrontare qualche curva o tornante sono io che in qualche modo gestisco una strana caratteristica di quel tandem che imprime al telaio di essere come snodato e adatta la curvatura a quella della strada che sta percorrendo; come fosse un serpente o un treno sui binari! Per questa caratteristica del tandem, noi non invadiamo mai la carreggiata opposta della strada ma mentre stiamo incrociando il terzo gruppetto di persone al lato opposto e che aspettano il bus di linea, vengo raggiunto da uno di loro ( un signore sui 50 anni con la barba grigia ben vestito) che pacatamente ma decisamente mi redarguisce perchè secondo LUI, con quello strano tandem lunghissimo, ostacolerei l' arrivo dei Bus di linea che loro stanno aspettando. Io gli faccio notare che il mio tandem anche se sembra ingombrante, per le sue caratteristiche serpentine NON ostacola per niente il traffico che scende, ma potrebbe semmai ostacolare il sorpasso di coloro che salgono come Noi. Ma fino ad allora non abbiamo visto nessuno che saliva e tanto meno che si lamentava perchè non potevano sorpassare. Lui continua a discutere con me, ma con sempre minor foga che diventa a poco poco interesse, seguendo la nostra strada anche perchè in quel momento stiamo spingendo a mano il tandem. Finalmente arriviamo al BeB sede di tappa base. Il gestore del BeB che mi conosce per esserci stato altre volte mi saluta calorosamente ma mi dice che per quella notte non ha posto in quanto le pochissime stanze che ha sono tutte occupate e mi chiede perchè NON ho prenotato.
A questo punto il signore con la barba sparisce e il mio amico comincia a preoccuparsi guardandomi anche un po storto per averlo portato in quella situazione avventurosa e non programmata bene.
Io faccio finta di non sentire le sue paure e lamentele ed indico al gestore una scaletta a pioli ( come quelle che si usavano nei fienili) appoggiata a lato della sua casa BeB e che porta appunto ad una piccola porta di una specie di abbaino-soffitta, che per entrarci devi farlo in ginocchio. Io salgo sulla scala e anche se brontolando un po, vedo che anche il mio amico comincia a salire la scaletta e ci diamo appuntamento al giorno dopo per quella che sarà una giornata dura di bici per arrivare al Passo S. Marco e ridiscendere poi in Valtellina per raggiungere poi il Lago e chiudere il Giro tornando a Bergamo.
Avatar utente
Jocondor
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 23/10/2017, 11:12
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti