Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > diario di olrac

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: diario di olrac

Messaggioda dixit » 13/01/2021, 13:33

olrac ha scritto:[..]
Sono già fuori dal corpo e fluttuo in un ambiente buio. Percepisco la presenza di alcuni p.o. sotto di me ma non ci faccio molto caso. Sono due genitori giovani con un bambino in braccio, stanno chiaramente litigando, ma in uno stato simile a quello ipnotico. Si accusano di varie cose, ad esempio di varie dimenticanze. ..
Ad un tratto vedo il bambino (sui 2 anni circa) che lentamente cade a terra, mentre i suoi genitori continuano a litigare e non si accorgono di nulla...
Il bimbo è nudo, cade in un torrente d'acqua, non sa nuotare...e annaspa: sta per affogare!
Scendo giù per affermarlo, allungo la mano e tiro fuori la sua testolina dall'acqua...il bimbo tossisce e butta fuori acqua ma è salvo.
Lo prendo in braccio e lo tiro fuori dal torrente, il piccolo mi si avvicina al viso e mi da' un bacino in fronte e sorride :)
Fluttuo e lo riporto dai suoi genitori che stanno ancora bisticciando.
'Non dovete più litigare! Vostro figlio stava annegando!', dico loro mentalmente ma sembra che non mi vedano. Ora si accusano a vicenda del fatto che il bimbo non è stato lavato accuratamente dopo aver fatto pupu'...
'Non avete capito proprio niente, non è importante tenerlo pulito se poi lo abbandonate ! , dico loro ma senza essere ascoltato.
Riporto comunque il bimbo nelle braccia dei genitori e lo saluto. Prima di andarmene lui mi sorride e mi fa capire che sta bene.
Vado via non senza provare un pò di pena per questa sciagurata situazione...

Chissà cosa sarebbe successo, se ti fossi buttato anche nel tu nel torrente. Magari finivi in qualche posto interessante :-)
Avatar utente
dixit
 
Messaggi: 4725
Iscritto il: 31/01/2008, 14:01
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 146 volte
'Mi piace' ricevuti:: 680 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 14/01/2021, 10:54

dixit ha scritto:
olrac ha scritto:[..]
Sono già fuori dal corpo e fluttuo in un ambiente buio. Percepisco la presenza di alcuni p.o. sotto di me ma non ci faccio molto caso. Sono due genitori giovani con un bambino in braccio, stanno chiaramente litigando, ma in uno stato simile a quello ipnotico. Si accusano di varie cose, ad esempio di varie dimenticanze. ..
Ad un tratto vedo il bambino (sui 2 anni circa) che lentamente cade a terra, mentre i suoi genitori continuano a litigare e non si accorgono di nulla...
Il bimbo è nudo, cade in un torrente d'acqua, non sa nuotare...e annaspa: sta per affogare!
Scendo giù per affermarlo, allungo la mano e tiro fuori la sua testolina dall'acqua...il bimbo tossisce e butta fuori acqua ma è salvo.
Lo prendo in braccio e lo tiro fuori dal torrente, il piccolo mi si avvicina al viso e mi da' un bacino in fronte e sorride :)
Fluttuo e lo riporto dai suoi genitori che stanno ancora bisticciando.
'Non dovete più litigare! Vostro figlio stava annegando!', dico loro mentalmente ma sembra che non mi vedano. Ora si accusano a vicenda del fatto che il bimbo non è stato lavato accuratamente dopo aver fatto pupu'...
'Non avete capito proprio niente, non è importante tenerlo pulito se poi lo abbandonate ! , dico loro ma senza essere ascoltato.
Riporto comunque il bimbo nelle braccia dei genitori e lo saluto. Prima di andarmene lui mi sorride e mi fa capire che sta bene.
Vado via non senza provare un pò di pena per questa sciagurata situazione...

Chissà cosa sarebbe successo, se ti fossi buttato anche nel tu nel torrente. Magari finivi in qualche posto interessante :-)


...se mi fossi buttato nel torrente (che è sicuramente un elemento onirico creato dalle discussioni accese della giovane coppia) sarebbe successo quello che mi succede quando entro in un elemento liquido (mare, laghi,a volte specchi), cioè il lucido 'cambia di livello' ed entro in paralisi del corpo oppure se non ho abbastanza energia cambio semplicemente scenario.
Però in quel momento il mio scopo era di aiutare (ultimamente esprimo questo intento prima di dormire), quindi non mi veniva proprio in mente. E poi la dolcezza e vulnerabilita' di quel bimbo era tale da doverlo aiutare. Avendo due figli piccoli forse è scattato l'istinto paterno...hahaha :)
olrac
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 807 volte
'Mi piace' ricevuti:: 426 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 08/02/2021, 14:38

Bene, sto facendo in questo periodo degli esperimenti sul mio corpo fisico, molto semplici: sto aumentando il mio peso corporeo assumendo anche carne bianca, rossa (poca) e altre proteine che avevo completamente bandito dalla mia dieta fino a poco tempo fa. Il mio nuovo obiettivo?...
Entrare più facilmente nel basso astrale, dove posso contattare più da vicino le entità basse e le persone (presunte) dormienti che, presumibilmente, si trovano in questo 'livello' con maggiore certezza. O almeno così sembra.
Per questo sto facendo esattamente il contrario di quello che viene consigliato di solito per fare sogni lucidi, ad esempio mangio molto prima di andare a letto. Questo stato del corpo effettivamente mi fa 'stare più vicino al mondo fisico e al mio corpo fisico', e non mi fa proiettare troppo in là verso mondi lontani e avventure di altro tipo.
Ovviamente...QUESTA È LA MIA STRADA, che NON CONSIGLIO A NESSUNO se non a coloro che si sono allenati fino a massacrarsi di esercizi ed esperimenti onirici.Anzi, consiglio di fare ESATTAMENTE IL CONTRARIO di quello che sto facendo io attualmente, perché non so dove mi porterà questa strada.

Vivido
Prima di andare a dormire richiedo al mio 'sé' superiore' di 'voler aiutare qualcuno che ha bisogno del mio aiuto'.

...sono in compagnia di una bella ragazza che mi intrattiene con discorsi spirituali e mi fa vedere cosa fa nella sua vita attuale.
Mi diverto molto ma mi arriva ad un certo punto una...richiesta di aiuto telepatica (R.A.T.)
Arriva un ragazzo magro, capelli neri corti con pizzetto, sui 18 anni. Lo osservo e capisco che devo aiutarlo...
"Hey ciao! Vieni qui, hai bisogno di aiuto", gli dico. Lui si avvicina e passeggiamo insieme lungo i sentieri di un giardino pubblico.
"Ho capito che cosa hai. ..le gente ti giudica per le tue tendenze...omosessuali...", gli dico con delicatezza.
"Si , risponde e diventa triste. Io mi avvicino e gli metto una mano sulla spalla, da amico.
"Io ti capisco. ..La gente di questa città non è ancora pronta per accettare la tua tendenza sessuale: devi aspettare". Lui mi guarda e si illumina...è improvvisamente allegro e mi sorride. Sembra essersi sollevato da un grosso peso.
"Bene, ora vado perché mi aspettano la mia famiglia e i miei bimbi", gli dico. Mi guarda e percepisco che vorrebbe anche lui una famiglia che non ha e vedo che ha un momento di esitazione. Ci salutiamo.

Vivido
Sono in paralisi, poi si forma uno scenario: sono in macchina con una donna di fianco che non conosco e dietro di me nel sedile posteriore c'è una vecchia signora con un naso da befana e accanto a lei, nel sedile, c'è un bimbo piccolo. Una informazione telepatica mi dice che la vecchia è in qualche modo parente del bimbo ed e' responsabile della sua vita.
La donna offre al bimbo un pezzo di cioccolata ma la vecchia se lo prende e lo mangia golosamente. Di nuovo la donna riprova e la vecchia strega ne approfitta. Mi irrito molto e urlo:
"Ma che fai? Lascia mangiare il bimbo, ha fame! La cioccolata non è per te!".
La vecchia mi guarda con sufficienza e se ne frega. Io le urlo ancora dietro e lei si ritrae dentro il suo vestito con cappuccio...La sua testa entra dentro il vestito come se rimpicciolisse.
"Guarda che prima o poi anche tu dovrai morire", le dico e lei si ferma e mi guarda. Incrocia le braccia e mi lancia delle occhiate terribili. È incazzatissima e offesa.
C'è un cambio di livello e ci guardiamo per sfidarci. Io uso come al solito 'l'arma' più potentle braccia e invio amore, lei mi butta addosso emanazioni di rabbia tremende. .
L'ambiente si dissolve mentre ci scarichiamo addosso due energie molto potenti...

Obe locale
Esco da un lucIdo intermedio, mi ritrovo in paralisi sul letto. La paralisi è così reale che devo sforzarmi di credere che non sono nella realtà fisica. Rotolo per uscire dal corpo ma alla fine mi alzo con uno strappo deciso.
L'ambiente è così reale da mettere i brividi! :)
Richiedo chiarezza e mi stabilizzo nell'ambiente toccando delle sedie al buio.
Vedo arrivare i miei bimbi che vogliono giocare, come al solito.
"Ora non ho tempo per giocare, ho da fare cose molto importanti", dico loro.
Mi guardo allo specchio e non c'è nessuna differenza con la realtà. Penso ad una task che mi gira per la mente da un po, quella di provare a far uscire dal corpo le persone che dormono nel proprio letto (sono proprio un rompiscatole! :) )
Poco dopo aver espresso il mio intento arriva la persona X che cercavo. Stavolta sembra abbastanza sveglia.
"Hey ciao X!, ti stavo cercando", le dico e lei mi sorride.
"Vieni, dobiamo fare una cosa...", e la faccio sdraiare sul letto con delicatezza.
"Ora sdraiati e stai tranquilla, ora provo a farti uscire dal corpo".
"Ahh...bene, che bello!", dice X, e fa delle espressioni buffe di contentezza, come se gioisse al pensiero di uscire.
Le prendo delicatamente le mani e parlo chiamando i miei 'amici'...
"Angeli, ora Aiutatemi a farla uscire dal corpo!", dico ad alta voce guardando verso l'alto.
Appena dico la parola 'angeli' (termine che ho usato genericamente senza NESSUNA valenza religiosa) c'è un potente cambio di livello...
X sembra rapita in estasi e tutto l'ambiente si dissolve nella luce...
Perdo il contatto con X e torno nel corpo con una sensazione di grande gioia.


Domanda: perché quando arrivano 'Loro' io perdo il contatto con i miei assistiti? Che rapporto c'è fra il loro arrivo sulla scena e il mio livello di consapevolezza?

Vivido e breve lucido. Incontro con D.
Sto aiutando delle persone a raggiungere un luogo, so come ci si arriva perché è un posto che ho visitato in sogno altre volte.
"Venite con me, so come arrivare", dico loro ma solo uno di loro mi segue. Lo guardo bene in volto. ..e lo riconosco...lo riconosco! È il mio carissimo amico D., esperto esoterico che ho seguito in obe dopo il suo trapasso.
"D. sei tu! Non ci credo, da quando tempo! Ma questo è un sogno", e mi commuovo, mi vienecda piangere di gioia, mi sembra di non rivederlo da molti anni...
Comincio a prendere lucidità. Ma nel momento in cui divento lucido e sto per avvicinarmi lo scenario cambia e io comincio a fluttuare in aria...senza poter stabilizzarmi. Vedo lo sguardo grave di D. che mi guarda un po triste...io che cerco di avvicinarmi e una potente ondata di energia mi ributta fuori dallo scenario...
Perdo il contatto con D.
Domanda: perché il livello del sogno è cambiato quando mi sono accorto che avevo trovato il mio carissimo amico? Ho la strana sensazione che qualcosa...qualche tipo di situazione 'nell'al di la' ' non mi voglia permettere di incontrarlo.
Forse perché potrei portarlo in un focus 27 piuttosto che dov'e' ora? Perché potrei...liberarlo?...

Lucido breve
Prendo lucidità mentre gironzolo per una città di mare, vedo dei cantieri aperti e mi intrufolo. Nessuno mi vede e io posso camminare di fianco agli operai che continuano a fare il loro lavoro, stanno costruendo una pista ciclabile è una stradina asfaltata che va verso il mare. Io osservo i lavoratori e penso che 'è questo che prova un angelo', posso andare dove voglio e aiutare chiunque ma senza essere visto. In una trave a terra appare un santino con una madonna che era rimasto incastrato...
Esco dal cantiere trapassando la struttura in legno e vado verso una zona luminosissima...penso che 'sto andando verso il paradiso'.

Lucido breve
Prendo lucidità e inizio istintivamente a volare rasoterra a grande velocità. Vedo una città davvero bizzarra con macchine che sembrano personaggi lego e costruzioni eccentriche e colorate. Mentre volo noto che...alcuni elementi dello scenario...ricorrono sempre uguali, con una strana sequenza che...mi ricorda...ma certo! Sto vedendo una sequenza della 'legge dell'ottava' di gurdjieff!!
Continuo a volare e osservo con attenzione: conto in ordine 3 strani veicoli rossi...e poi...un veicolo completamente diverso (la pausa fra mi e fa), poi di nuovo 4 veicoli uguali...e infine uno diverso dagli altri! È la sequenza 3 - 4 - 1, quella che viene spiegata nella quarta via. Pazzesco!
Provo ancora ad osservare case, veicoli ed elementi nella loro successione e di nuovo ritrovo la sequenza.
Davvero interessante questa 'scoperta', non c'è che dire! :)

E se la sequenza fosse alla base degli elementi che ricorrono nella struttura degli scenari nei miei lucidi?...

Obe locale da sogno lucido. Metodo: ADA

Sono dentro il solito ambiente intermedio, prendo lucidità accorgendomi di essere nella mia camera. Non voglio rimanere in un lucido normale quindi provo ad uscire da questo livello di sogno andando verso il letto, mi sdraio e sento una bella scarica di energia...
Mi ritrovo sospeso nel vuoto...ruoto di lato ed esco anche dal secondo corpo. Credo di essere solo un punto di coscienza in uno spazio indefinito, poi ricordo la mia task e affermo ad alta voce: 'voglio sapere perché X non riesce a dormire bene in questo periodo' (la task deriva dalla mia volontà di sperimentare la possibilità di aiutare le persone che conosco mediante 'esperienze oniriche').
Passa qualche secondo e il mio corpo fa una leggera rotazione e viene attirato verso il basso...Mi sento come un liquido che scende in verticale da un contenitore...Poi mi fermo. Mi arrivano una serie di immagini come risposta, provo a descriverle:
vedo (o qualcuno mi fa vedere) un grande ripostiglio...o armadio bianco, a quattro grandi ante. Dentro ci sono coperte e lenzuoli pulitissimi e appena lavati. C'è un piccolo cartello che indica che i tessuti sono stati trasportati da una nave con un lungo viaggio...e fanno parte di un carico speciale (?). Al momento non capisco il messaggio...poi penso che potrebbe essere un semplice consiglio: 'per dormire bene cambia più spesso le lenzuola di X'. Il messaggio voleva dire questo? ...


Dopo questo tipo di esperienze mi viene sempre in mente di provare ad accettare questi 'consigli'.

Vivido
Esperienza vivida spettacolare: sono dietro ad una finestra di un palazzo, vedo in lontananza un evento catastrofico incredibile...Vedo una scogliera di ghiaccio e dietro delle onde colossali di...20 o 30 metri d'altezza...che si infrangono sulle montagne di ghiaccio distruggendole...
Con me ci sono altre persone che vedono questo spettacolo terrificante...Io non ho paura ma solo curiosità, non mi sento per niente minacciato da questo pericolo.

Lucido

Prendo lucidità mentre sto camminando in mezzo ad uno scenario fantastico: intorno a me un prato verde brillante che si estende a perdita d'occhio, il cielo è limpido e pulito, di un azzurro estivo. Il vento mi accarezza i capelli e la mia faccia ed e' una sensazione di indescrivibile libertà...
In alto non vedo nuvole, segno di una serenità infinita, poi mi accorgo che i campi sono circondati da colline e alberi, come se il posto in cui mi trovo è protetto da qualsiasi pericolo. Vedo ad una distanza di circa un kilometro delle villette e vari tipi di costruzioni umane. Vedo una bellissima villetta stile primi novecento rosa, con alberi intorno, poi vedo una casa a poca distanza fatta di mattoni crudi e rocce bianche, poi ancora vedo una bella villetta con giardino in stile inglese. È una visione paradisiaca...mi chiedo cosa possa errese questo luogo e mi arriva una risposta telepatica: 'ogni anima ha costruito qui il suo luogo ideale per soggiornare in pace' (traduzione mia).
Mi commuovo e penso che vorrei rimanere ancora qui per una settimana! :)
Cammino nell'erba e mi godo il sole sulla pelle, poi osservo uno...sciame...o gruppetto di...'farfalle-rondini' che volano intorno. Mi si avvicina una farfalla rondine e io riesco a toccarla prendendola delicatamente nelle mani...è magnifico! Il volatile ha la forma di una grossa farfalla con antenne, ha il corpo a strisce gialle e nere tigrate...ed e' morbida al tatto. La lascio libera di volare...(forse è un prodotto della fantasia degli esseri che abitano questo meraviglioso luogo?)
Cammino ancora e vedo l'interno di una costruzione medievale simile ad un ingresso di castello, dentro osservo esseri umanoidi che giocano e si divertono. Esploro strade e ed altre costruzioni antiche...mi perdo nella bellezza di questi luoghi...


Mi sveglio e mi sento completamente rigenerato. Il sole e l'aria buona dei lucidi ha proprio un effetto notevole sul mio apparato psico-fisico! E pensare che qui fuori, nella realtà, c'è una gran nebbia e un gran freddo! :)
olrac
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 807 volte
'Mi piace' ricevuti:: 426 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 14/03/2021, 16:03

Lucido breve

Sto cercando di riparare la tapparella di casa che sembra bruciata da qualcosa...Tutto a un tratto sento uno schiaffo dietro alla schiena e di colpo, per la rabbia, acquisisco lucidità, purtroppo per breve tempo. Mi giro di scatto e vedo qualcosa simile ad un'ombra che scompare nel salotto, e intorno vedo i miei famigliari che sembrano non essersi accorti di nulla...
Urlo ad alta voce: 'Ma dove sei?! Dove sei??', ma l'entità se n'è andata e si è presa gioco di me. 'Io ti distruggo!', urlo ancora e per la rabbia l'ambiente si surriscalda e tutto si blocca. Lo sforzo di tipo fisico mi riporta nel corpo.


So da dove arriva quell'essere, l'ho sfidato a presentarsi mentre ero vigile, il giorno prima. Ma e' una lunga storia, molto personale, che non voglio condividere perché troppo delicata.

Lucido.

Prendo lucidità mentre esploro una scuola, cammino per il corridoio principale e penso: 'ma è ovvio che questo è un sogno!', e tutto l'ambiente sembra stabilizzarsi. Non vedo nessun p.o., dovrei ricordare qualche task che avevo preventivato...qualcosa di 'alto e nobile', ma...stavolta NON HO VOGLIA DI FARE NULLA, e sento un certo tipo di richiamo corporeo di tipo sensuale...
Non voglio fare nient'altro che cercare un piacere di tipo fisico, e cammino in cerca di p.o. sulle quali fare 'test di densità onirica' (termine elegante per dire che voglio soddisfare semplici fantasie), entro in quella che sembra una sala insegnanti e vedo delle giovani signore...
Cerco le più belle e comincio i miei test...
Tralascio i contenuti e annoto la tendenza di ogni personaggio ad assecondare ogni mio volere. Il realismo è notevole come al solito, e i p.o. non sembrano addormentati o ipnotizzati, semplicemente si fermano nelle loro attività e mi fanno ascolto.
Decido di far terminare questo lucido così banale e un'ultimo stimolo corporeo mi riporta con la coscienza dentro il mio 'veicolo biologico'.


Lucido

Cammino salendo su una collinetta di campagna e cerco di telefonare alla mia famiglia ma il telefono è scarico. Mi arrabbio e questo mi fa acquisire lucidità, scaglio il telefonino contro una specie di basamento di forma cubica che vedo sulla sommità e l'oggetto si frantuma in centinaia di frammenti colorati simili a cristalli.
"Ma è ovvio che sono dentro un sogno!", urlo e mi viene da ridere. Devo scaricare la mia rabbia del vivido di prima e sferro un grosso pugno al piano verticale del basamento, facendolo spaccare in pezzi, poi sferro un pugno in verticale e distruggo in mille pezzi il blocco facendo tremare tutta la collina...
La mia rabbia è al culmine e mi giro verso la vallata e penso che 'potrei sferrare un pugno e devastare l'intero scenario', e mi concentro...sferrando un doppio pugno verticale...che dopo qualche secondo fa tremare tutta la terra con una specie di gigantesca onda d'urto che fa letteralmente vacillare tutto lo scenario. Non ho distrutto nulla (per fortuna) ma ho fatto tremare la terra :)

Poi comincio a ricordare la mia task...quella di andare da X e aiutarla a superare certi suoi problemi. X ha incubi notturni e fa fatica a dormire con continui risvegli notturni. Cosa voglio fare? Non so di preciso ma mi concentro e penso a X...e dopo un po' l'ambiente si dissolve e io mi ritrovo sospeso nel buio. Comincio a sentire la presenza di X...non la vedo ma ho la sensazione di poter parlare con lei.
Mi arrivano immagini di una bellezza incredibile: vedo e sento il suono del mare e vedo da vicino una sabbia dorata con piccoli puntini di cristalli splendenti...Sento il calore della sabbia e provo a comunicare...
"X, volevo dirti che...che ce la farai, non perderti d'animo. Vedrai che supererai questi momenti...", dico, con dolcezza.
Non so se mi abbia sentito ma mi sento pervaso da ondate di energie amorevoli...e mi godo questi momenti...il calore della sabbia dorata...e questa luce meravigliosa.

X, spero che tu abbia ricevuto il mio messaggio in qualche modo :)

Lucido

Sono all'interno di un palazzo, in compagnia di alcuni ragazzi che non conosco. Mi accorgo di stare sognando, pensando che 'è ovvio che questo sia un sogno!', poi osservo i ragazzi e chiedo loro se sanno di stare sognando ma mi sembrano dei normali p.o. in stato ipnotico...
Lascio il gruppo e comincio ad esplorare il palazzo con lo scopo di...divertirmi! :)
Passo da una stanza all'altra trapassando con facilità le pareti, e trovo cose piuttosto bizzarre, come un gruppetto di buffe scimmie che hanno occupato un ufficio...Ad un certo punto dell'esplorazione ho un impulso di tipo sensuale...allora mi fermo e mi viene d'istinto l'idea di mettere le mani dentro un muro di cemento...poi tocco qualcosa...delle braccia nude, un corpo...e tiro fuori dalla parete una...ragazza nuda tutta azzurra!
Ha un bellissimo viso e un bel corpo, quindi faccio dei 'test di densità onirica' e placo i miei istinti. Non voglio perdere lucidità, quindi lascio la donna che rimane in stato di ipnosi e decido di uscire dal palazzo. Trapasso la finestra, salgo sul balcone e mi lancio in volo...
Volo ed osservo in basso, ad una distanza da terra di una cinquantina di metri, e vedo una bellissima chiesa del settecento con campanile a pianta ottagonale, poi vedo atre case e palazzi, intorno vegetazione.
Scendo a terra e blocco una macchina che passa, la spingo un po' di lato e vedo dentro al finestrino quattro ragazzi giovani.
"Lo sapete che siamo in un sogno?!", urlo, e loro sembrano confusi. Forse stavano semplicemente girando la città ...:)
Volo e mi sento benissimo, l'aria è fresca e il cielo limpido. Quando mi stanco di volare decido di realizzare una mia importante task: aiutare qualcuno a distanza...
Atterro dentro un grande palazzo, attraverso le pareti e mi ritrovo all'interno di un ambiente che sembra essere fermo nel tempo passato.
Vedo un ufficio-bureau stile inizi novecento, poi carte e fogli con documenti, dappertutto. C'è una signora sui 50 anni, molto ben vestita, un vestito rosso e oro ricamato, con collane e capelli molto ben acconciati. Sembra una professoressa ma un messaggio telepatico mi informa che si tratta di una...avvocatessa (?) dentro il suo studio.
Il mio obiettivo era di trovare X e aiutarla, chiederle come fare e avere informazioni utili su di lei. Quindi mi concentro e chiedo di vedere X...poco dopo fa il suo ingresso nella stanza una signora bionda più giovane dell'altra, io la afferro delicatamente per le braccia e lei sembra essere in uno stato di leggera ipnosi. Non perdo tempo e le chiedo di voler parlare con X, la ragazza non capisce e rimane immobile, allora mi concentro e il volto della ragazza si modifica...in altre ragazze...e infine diventa il volto di X!
È proprio lei, ma ha un vestito molto elegante stile anni trenta del novecento. X sembra abbastanza presente.
"X come posso aiutarti? " chiedo. La ragazza ha un bagliore negli occhi, come un ricordo importante e dice:
"Ho creduto di poter...'comprare' il suo fidanzamento...", dice, con tristezza. Dopo qualche secondo mi arriva una codificazione di quello che lei intende che riassumo così: 'In quella vita passata ho creduto di poter avere amore da qualcuno offrendogli dei soldi, pagando il suo amore'.
Sono certo che X si sta riferendo ad una sua esperienza di vita passata finita male, senza amore, appunto. O almeno è quello che ho codificato io.
Per non dimenticare questa frase e per memorizzarla senza modifiche faccio apparire un pennarello rosso e scrivo sul pavimento quelle parole.
Riesco a scrivere la frase in corsivo e la memorizzo bene. È un buon sistema :)
Infine lascio la ragazza perché non sembra più presente, e non ho più voglia di indagare. Esco da una finestra attraversando la parete, poi mi fermo davanti ad una grande scala antincendio di metallo. Mi rimpicciolisco fino a passare dentro le grate ed esco fuori...
Voglio ancora volare e divertirmi...senza pensieri. Mi lancio in aria a pancia in su e mi godo il volo mattutino...mi sento leggero e riposato...
Volo e dimentico i pensieri stressanti della vita quotidiana, pronto però a fare ritorno nella mia vita attuale :)



obe da sogno lucido. ore 10 circa

Mi addormento e poco dopo vedo la mia mano penzolare dal letto, è trasparente, comincio a prendere consapevolezza e addenso la mia mano che comincia a materializzarsi. Entro nel pavimento e sprofondo...infine mi ritrovo in paralisi.
Mi sollevo per mettermi seduto e noto che sono ancora un po' appiccicato al corpo fisico, quindi uso la 'tecnica della proiezione' (quella che uso anche per gli ipersalti) e mi metto in piedi. E' piuttosto buio intorno, sono nella mia stanza, esprimo con forza e ad alta voce il mio intento:
"Voglio vedere l'entità che sta dando fastidio ad X! Voglio vederla di fronte a me", urlo.
Dopo mezzo secondo la mia percezione si acuisce e come un puntatore automatico mi giro verso sinistra: c'è una tenda scura...un leggero chiarore lunare...e, di fronte a me, a circa 5 metri, la sagoma scura di un uomo, basso, tarchiato, senza capelli, in controluce.
La sua presenza non è ostile ma tetra e angosciante. Non perdo un minuto e mi scaglio contro questo essere...
Purtroppo perdo la calma e per spaventare l'entità strattono una sbarra di metallo con violenza, poi assalto l'essere mettendogli le mani addosso...
"Da quanto tempo ti cercavo!", urlo, e gli blocco le mani, ma la sensazione del tatto è cosi' reale che ho un momento di confusione...
Lascio la presa perchè sento che se uso il mio corpo per combatterlo rischio di tornare indietro nel fisico, quindi mi concentro ed esprimo tutta la mia ostilità verso il mio ospite...sgradito. Gli comunico che deve andarsene via perchè qui non è per niente accetto. L'essere si modifica...si butta per terra e io vedo che ha la forma di un...demone di almeno due metri, nero e rosso, con ali da pipistrello e artigli ai piedi.
Gli invio tutto il mio disappunto per la sua presenza e alla fine l'essere sparisce lasciando solo una parte della sua corazza nera che io calcio via col piede!
Sembra sparito nel nulla...quindi penso che dovrei fare un giretto per casa per vedere se gli altri dormienti stanno bene. Attraverso la parete e mi ritrovo nella stanza di Y. Durante il passaggio nella parete mi rimane un po' di vapore sugli...occhiali (?), che tolgo e butto a terra...e la visione migliora! :) Mi avvicino al letto di Y che sta dormendo, c'è una strana tenda sottilissima sul letto, di quelle usate per le zanzare. La scosto e lei si sveglia e sembra un po' confusa, farfuglia qualcosa e io cerco di calmarla...
" Y, stai bene? Stai tranquilla...", la rassicuro e lei ritorna a dormire.
La stanza è piuttosto luminosa, ma per sicurezza io riformulo l'affermazione precedente:
"C'è qualche entià che sta dando fastidio ad Y in questa stanza??", dico ad alta voce. Nessuna risposta, nessun nuovo segnale. Molto bene.
Lascio l'appartamento e torno alla Base :)


Al risveglio chiedo a tutti se stanotte hanno dormito bene senza incubi e senza problemi e la risposta è affermativa. Tutti hanno avuto sogni positivi e rassicuranti e piuttosto significativi.

Lucido

Acquisisco lucidità mentre sto camminando, di notte, per i sentieri ghiaiosi di una bellissima isola.
Decido di non fare nessuna task, voglio solo divertirmi ed esplorare l'ambiente, così piacevole e rilassante. Non mi va di volare, voglio solo camminare e sentire il rumore della ghiaia sotto i piedi, poi vedo piante e cespugli di una vegetazione molto rigogliosa...
Noto che sto camminando su una leggera salita fiancheggiando un muretto dal quale mi sporgo e...sotto vedo il mare! Penso che se mi butto rischio di entrare in obe e questo mi porterebbe via da questo posto splendido, poi salgo ancora e osservo che sono solo, si sente solo il rumore dei miei passi, in piena notte. La camminata mi distende e cammino non so per quanto tempo...
Poi arrivo di fronte ad un altro muretto e un vicolo stretto, lo oltrepasso e c'è un leggero calo di stabilità dell'ambiente, quindi osservo bene la mia mano destra che si ricompattare mi ristabilizzo nel lucido.
Cammino ancora e arrivo dentro un pa specie di palazzo o castello medievale, entro e trovo giardini, alberi e piccole fontane. Epoca? Circa 1200 d.C. Penso che a questo punto mi piacerebbe trovare un nemico da abbattere, come un mostro di fine livello dei videogiochi e osservo che il mio pensiero ha provocato un intorbidimento dell'acqua della fontana e una trasformazione delle piante acquatiche che ora sembrano mostri rossi con tentacoli! Hahaha:) Che buffo! Poi tutto ritorna tranquillo. Non ci sono pericoli qui, perché dovrei alterare questa serenità? :)
Cammino ancora e finalmente vedo dei bambini che giocano, poi mi rilasso ascoltando il suono delle acque che sgorgano dalle cannelle i metallo...
Penso che sono rimasto in questo lucido per molto tempo...mi lascio andare all'indietro e torno alla Base.


Vivido. Presunta vita passata, inizio secolo scorso.

Arrivo in un ambiente estremamente luminoso, un palazzo nobiliare in stile inizi novecento. Mentre cammino per le sale maestose e decorate d'oro una voce mi informa che 'questa volta sei tornato a vivere in questa reggia non come nobile ma come servitore, in modo da comprendere il ruolo dell'umiltà verso gli altri'. Vedo la sala del the in cui riconosco una edicola dove un tempo i nobili e gli invitati prendevano caffè e altre bevande nel pomeriggio. Il ricordo è chiaro nella mia mente è credo faccia parte di quella vita. Poi mi ferma una giovane signora nobile vestita in modo eccentrico, da artista. Mi accompagna a vedere una stanza dove c'è un quadro fatto con una figura femminile al centro di un bosco, vestita con abiti molto particolari. Mi racconta della sua arte e della sua passione per i vestiti. Mi fa vedere un quadro e mi dice:
"Vedi dove il pittore ha dipinto quelle strisce grigie nel tessuto dei vestiti? Ecco, in quel momento era completamente cieco" (?)
Immagino che intendesse che in quei segni l'artista avesse creato qualcosa di molto originale.

Lucido e obe? Ore 4 circa

Prendo lucidità mentre sono nudo a letto con un p.o. identico a mia moglie.
"Ma lo sai che noi siamo in un sogno?", dico. Lei mi guarda negli occhi e fa un sorriso accondiscendente, sembra leggermente in stato di ipnosi.
"Lo sai che abbiamo un corpo fisico che sta dormendo in questo momento?...", e lei sembra capire ma non dice nulla.
Faccio alcuni 'test di densita' su questo p.o. e al momento in cui la cosa comincia a diventare sensuale, mi fermo e lascio stare per evitare di perdere la lucidità. 'Ho altro da fare', penso. Cerco una finestra e la attraverso, salgo sul balcone e mi lancio nel vuoto, a circa una cinquantina di metri da terra...
Volo per un po' su un paesaggio mozzafiato: sotto di me un mare che si estende all'infinito...non lontano vedo strane navi, scogliere bianche e dei pesci azzurri che nuotano in cerchio sott'acqua...e un sole meravigliosamente luminoso, un cielo splendido...
Ma penso che se mi metto ad esplorare questo scenario così invitante, perderò una occasione per realizzare una task più importante, quindi faccio in volo una rotazione completa su me stesso e affermo mentalmente di voler andare dalla persona X. Lo scenario si offusca...leggera vibrazione...poi una rotazione breve verso il basso e mi fermo sospeso nel buio. Aspetto con pazienza e comincio a vedere uno scenario che però non mi convince molto, non vedo traccia di X, quindi ruoto ancora e stesso procedimento di prima, leggera rotazione e mi fermo.
Comincio a percepire un ambiente sotto di me, vedo dei bambini, fluttuo verso di loro, poi per stabilizzarmi afferro con decisione un personaggio e batto le mani sul pavimento. Mi materializzo bene nello scenario, sono in una scuola o orfanotrofio per bambini.
Cerco X e incontro personaggi che le somigliano un po' ma hanno facce un po' diverse da vicino, poi vedo letti e culle intorno. Mi irrito molto e affermo a voce alta:'Voglio vedere X!'...Lo scenario sembra vibrare e percepisco la presenza di X nei paraggi. Affermo ancora ad alta voce la mia richiesta e mi viene spontaneo di chiudere gli occhi per un secondo...
Li riapro e mi guardò intorno, di fianco compare X in piena forma che mi sorride. Mi avvicino e provo una vecchia task di verifica: chiedo ad X di ricordare una parola. Le afferro delicatamente la testa e le sussurro all'orecchio...
"X, ricordati questa parola...ricordati 'cavallo...bianco'. Domani quando ti svegli devi ricordarti questa parola che io ti chiederò...", le dico con attenzione. Lei mi guarda e sembra capire ma non dice nulla, mi fa solo un piccolo cenno con la testa.
Insisto ancora nel ricordarle la parola e alla fine penso che sia più che sufficiente così.
Non mi vengono in mente altre cose da fare, quindi cerco una uscita, vedo una finestra, la attraverso e mi lancio dal balcone...
Volo e penso che forse dovrei tornare 'a casa' per trascrivere l'esperienza invece di andarmene in giro. Mi lascio andare all'indietro e torno alla Base.


Lucido

Divento lucido mentre esploro un locale, ci sono tavoli e sedie in legno stile country, alcuni p.o. seduti e un bel giardino intorno. Mi arriva una informazione telepatica che siamo nei pressi di Reggio Emilia. Esco e c'è un vialetto e un altro locale di fronte. Memorizzo tutto e mentre cammino comincio a fluttuare e mi ritrovo in aria, poi vuoto assoluto. Voglio provare a ritornare ESATTAMENTE nello scenario di prima...
Quindi affermo: "voglio tornare dove ero prima!"...e il mio corpo vibra poi ruota in avanti e poi si ferma. Poi ho la sensazione di scendere...
Richiedo chiarezza e...sono nel locale di prima! Stessi oggetti e posizione degli elementi, stessa luce e colori.
Prendo un bicchiere e ne verifico la densità, poi mi diverto girando per i tavoli e facendo cadere gli oggetti...che fanno rumore di cristalli e posate di metallo. A poco a poco cominciano ad apparire i p.o. e nel giro di qualche secondo i tavoli sono al completo.
Cammino fra i tavoli e mi accorgo che i coperti sono di nuovo tutti al loro posto! È un chiaro Ambiente di Condivisione dove i p.o. ripristinano gli elementi dello scenario con la loro presenza.
Mi avvicino ad un tavolo di giovani, stanno comunicando ma in modo sommesso, come se la mia presenza li bloccasse. C'è una bella p.o. che è ferma immobile come sotto ipnosi...Mi avvicino e faccio un test di densità... Il realismo è davvero notevole.
Lascio il locale ed esco nel giardino per verificare che anche l'esterno sia identico a quello di prima, infatti è tutto lì: il sentiero, l'altro locale, ogni elemento è nel punto di prima. Cammino e passeggio fra p.o. inconsapevoli...mi godo il paesaggio e non faccio nulla di particolare
.
olrac
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 807 volte
'Mi piace' ricevuti:: 426 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda cetaceon » 02/04/2021, 18:50

Ciao Olrac,
ti scrivo perché sono un appassionato lettore dei tuoi sogni da anni e ho sentito la necessità di scriverti.
Intanto ti ringrazio per aver citato Bruce Moen nei tuoi racconti, perché mi sono comprato su Amazon i suoi 2 libri tradotti in italiano e li ho letti tutto di un fiato.. e poi ho deciso di fare un seminario online del Monroe Institute nel prossimo week end.
Dunque leggendo proprio Moen, nel suo primo libro, viene citata la tecnica "Lo vedi che non c'e'".
Questa tecnica fa riferimento al fatto che quando ci si confronta con una forma pensiero o un'energia che ci intralcia, se ci opponiamo questa esercita una resistenza.
Rebecca, il Maestro di Bruce, in molti suoi viaggi astrali, gli insegna questa tecnica dicendo che invece di lottare contro un'energia ostile o bloccante, si può esprimere l'intento che essa semplicemente non esista. :)
E Bruce si accorge che funziona!
E funziona anche per me, quando la applico a pensieri molesti : "lo vedi che non c'e'!".

Nei tuoi sogni, da circa un anno e correggimi se sbaglio, c'e' un tema ricorrente che riguarda la presenza di una energia negativa che ostacolerebbe "E" e/o "X".
Forse questa caccia all'energia negativa, comporta la sintonizzazione su frequenze molto vicine al fisico, nel basso astrale, al punto che tu negli ultimi sogni hai iniziato a mangiare forse carne per abbassare la frequenza del tuo corpo astrale e anche lavorare più facilmente, se ho capito, al tema che ti sei scelto in questo periodo.
Forse la tecnica di "Rebecca" ti può dare una mano.
Chissà ;)

Un abbraccio!
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 204
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 154 volte
'Mi piace' ricevuti:: 92 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 03/04/2021, 23:37

cetaceon ha scritto:Ciao Olrac,
ti scrivo perché sono un appassionato lettore dei tuoi sogni da anni e ho sentito la necessità di scriverti.
Intanto ti ringrazio per aver citato Bruce Moen nei tuoi racconti, perché mi sono comprato su Amazon i suoi 2 libri tradotti in italiano e li ho letti tutto di un fiato.. e poi ho deciso di fare un seminario online del Monroe Institute nel prossimo week end.
Dunque leggendo proprio Moen, nel suo primo libro, viene citata la tecnica "Lo vedi che non c'e'".
Questa tecnica fa riferimento al fatto che quando ci si confronta con una forma pensiero o un'energia che ci intralcia, se ci opponiamo questa esercita una resistenza.
Rebecca, il Maestro di Bruce, in molti suoi viaggi astrali, gli insegna questa tecnica dicendo che invece di lottare contro un'energia ostile o bloccante, si può esprimere l'intento che essa semplicemente non esista. :)
E Bruce si accorge che funziona!
E funziona anche per me, quando la applico a pensieri molesti : "lo vedi che non c'e'!".

Nei tuoi sogni, da circa un anno e correggimi se sbaglio, c'e' un tema ricorrente che riguarda la presenza di una energia negativa che ostacolerebbe "E" e/o "X".
Forse questa caccia all'energia negativa, comporta la sintonizzazione su frequenze molto vicine al fisico, nel basso astrale, al punto che tu negli ultimi sogni hai iniziato a mangiare forse carne per abbassare la frequenza del tuo corpo astrale e anche lavorare più facilmente, se ho capito, al tema che ti sei scelto in questo periodo.
Forse la tecnica di "Rebecca" ti può dare una mano.
Chissà ;)

Un abbraccio!


Ciao Cetaceon!
Fai benissimo a provare i seminari del Monroe Institute, grande! :)
Grazie per il tuo consiglio, molto interessante che tu applichi quella tecnica ai pensieri negativi. Nel mio caso non sto cercando di annullare le entità ostili ma vorrei accompagnarle verso dei livelli di coscienza più adatti a loro (Focus), ma ecco il mio problema: mi irrito quando li vedo e non riesco a controllare la mia furia rabbiosa. Invece di aiutare le entità a spostarsi, come ho fatto già altre volte con i miei 'recuperi' (Moen docet), li maltratto e caccio via dalla mia vista, invece di instaurare con loro un...dialogo. Forse c'è un fattore di eccessiva emotività alla base in questo periodo...Forse ipotizzo anche l'assunzione di carne e proteine animali che su di me alterano spesso l'umore...chissà..

Comunque, come al solito...per aiutare qualcuno bisogna conoscere meglio se stessi :)

E comunque riguardo alla 'caccia ai fantasmi notturni' ci sono novità, che ho trascritto nel prossimo post che pubblicherò :)
olrac
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 807 volte
'Mi piace' ricevuti:: 426 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 16/04/2021, 7:41

Obe locale. Metodo ADA. Ore 11 circa

Sono in strada con un carrello della spesa vuoto, mi viene da vomitare e sento uno stimolo fortissimo...
Sputo fuori della robaccia verde liquida...e lo sforzo mi fa acquisire lucidità! Pazzesco! Penso 'ma perché sto rimettendo? Sono dentro un sogno!',
e la cosa buffa è che per un po' continuo a rimettere anche da lucido, come se...dovessi svuotarmi da pensieri e volessi 'purificarmi' :)
Non è la prima volta che mi succede.
Esprimo l'intento di entrare in obe e sento il mio corpo che si muove all'indietro...poi percepisco di essere in camera mia e sento una presenza ostile che mi attraversa! L'entità si muove davanti a me ma non mi attacca, semplicemente mi vuole bloccare.
"Ecco, ti ho beccato! Ora ti distruggo!", urlo ad alta voce per spaventarlo, ma l'essere non molla la presa. Io sento che ho poco tempo e sto per tornare nel corpo a causa della mia rabbia incontrollata e mi concentro: l'essere lascia la presa...io mi libero e mentalmente abbraccio l'intera stanza...e lancio la mia arma più potente...
"Io ti amo, ti abbraccio con tutto il mio Amore!", e l'ambiente si illumina...Poi percepisco una sensazione di pace nella stanza.
L'entità non c'è più, non so se l'ho beccata col mio 'raggio d'amore'...Ad ogni modo la stanza ora è ripulita. O almeno credo.


Nota importante: le persone che ho cercato di aiutare andando da loro per cercare di liberarli da entità e incubi notturni che si presentavano sistematicamente...beh...non hanno avuto più problemi e da circa 3 settimane dormono più sereni. Sarà un caso o no, la cosa è sicuramente molto curiosa. Ovviamente, se ho avuto qualche tipo di merito, non mi illudo di aver 'cacciato via' definitivamente i loro 'ospiti sgraditi' e mi aspetto che prima o poi succeda altro.
Quindi, almeno ore il momento concludo la caccia ai fantasmi e mi concentro su un'altra vecchia serie di obbiettivi: verificare che i defunti che ho accompagnato in altri Focus siano effettivamente arrivati a destinazione...

Vivido. Ambiente di condivisione.

Una ragazza coi capelli chiari e veste bianca, una guida, mi invia un potente rote di pensiero che riassumo così:
'Nel secolo scorso, alla fine dell'Ottocento, il gruppo religioso dei Focolarini nacque con un atto burocratico. Con un atto notarile si sancì che questo piccolo appezzamento di terreno che vedi fu sottratto dai possedimenti dei grandi nobili proprietari terrieri, a favore di una piccola comunità di contadini'. Vedo un campo di appena un centinaio di metri con qualche ulivo. Vedo anche una specie di capanna da indiani e mi arriva un altro rote: 'questo territorio era circondato da campi di proprietà di nobili, infatti mentre il campo dei Focolarini era vuoto, quelli intorno avevano molti alberi da frutto e costruzioni umane (masserie)'.
Poi c'è un cambio di livello e mi ritrovo nientemeno che al centro di una riunione dei primi gruppi del movimento. Siamo dentro una specie di taverna con tavoli in legno grezzo. La mia guida mi dice che quel signore alto al tavolo in fondo è il creatore del movimento religioso. Egli sta discutendo dei vari aspetti organizzativi. Il signore ha capelli bianchi un po' lunghi col ciuffo di lato e una curiosa giacca bianca stile anni settanta. Ha una espressione seria e alla fine si alza dal tavolo dopo aver fatto una specie di preghiera insieme a tutti gli altri membri.
Sento il calore umano e l'atmosfera carica di spiritualità di questo momento ma sono sicuro che qui nessuno può vedermi perché io mi trovo su un altro piano di coscienza. Almeno credo.
C'è anche un altro signore che parla al tavolo col 'capo', questo indossa una giacca bianca simile al primo ma è più basso e i capelli più corti.
C'è un altro cambio di livello e mi ritrovo in una saletta dove vedo dei tavoli pieni di disegni e opere artistiche che il gruppo religioso sta mettendo in vendita per avere profitti da dare ai bisognosi. Osservo i disegni e...mi commuovo! La mia sensibilità artistica prende il sopravvento e mi viene letteralmente da piangere di gioia! I disegni sono così delicati e intimi che non riesco a controllare le mie emozioni...
Piango e piango senza fermarmi...Non so quanto tempo passa...
Non ricordo poi cosa sia successo...ma questa esperienza mi ha lasciato completamente rinnovato, e credo che mi abbia decisamente aperto il chakra del cuore.
Mi sveglio e mi sento in pace col mondo. Le sensazioni di gioia e amore mi pervadono ancora e questo è davvero impagabile! :)

Vivido
Chiedo al mio se superiore di 'voler vedere dove si trova ora la persona X' (una defunta che presumibilmente avrei rispedito in un Focus più elevato tempo fa e che sostava in una certa casa invece di andare via).
...entro in una stanza piccola e luminosa. Qui ci sono mobili di tipo antico, e su un tavolo c'è una grande foto dove compare una donna anziana al centro, bassa e con capelli lunghi raccolti, e due uomini di fianco, due fratelli robusti con capelli lunghi neri. Dietro il mare e un bel panorama di mare, forse delle isole nel Pacifico. La signora sembra la persona X che cerco, solo un po' ringiovanita. Mi arrivano una serie di informazioni che sintetizzo così:
'questa signora è rinata e ora è una guaritrice. I ragazzi che sono al suo fianco hanno un rapporto speciale con lei, sono suoi aiutanti e reincarnati nella sua vita attuale insieme a lei. Questa è la sua camera...'

Al risveglio mi ricordo una cosa interessante: la signora X nella realtà voleva aiutare gli altri come una suora francescana.

Vivido. Esperienza per me molto importante.

Vengo trasportato al centro di una città che non conosco, una guida mi parla telepaticamente:
'Sei al centro di un quartiere italiano fra i più malfamati, qui la mafia gestisce il potere'. Mentre ascolto i 'rote' comincio a salire in alto, e vedo piano piano la struttura di questo luogo, davvero terrificante...Fluttuo e vedo sopra di me tonnellate di costruzioni abusive di cemento, poi ancora più in alto una specie di immensa architrave sulla quale poggia un intero palazzo colossale, e tutt'intorno vedo ponti e strade cementate ed esteticamente orribili. Comincio a percepire le sensazioni squallide e angoscianti di questo luogo, dove la criminalità ha trovato la sua dimensione.
Finalmente mi fermo, guardo intorno e ascolto la voce della guida: 'sotto di te c'è la parte triste e squallida della città, dove i poveri lavorano per i ricchi. Qui invece ci sono le persone che lavorano e hanno una apparenza di normalità ma anche loro fanno parte di questo orrore. Ora SEGUI IL TUO AMICO'...
Mi ritrovo di fianco a S., un mio carissimo amico artista noto, so che lui non può vedermi ma io si e gli sto semplicemente di fianco in tutta l'esperienza. Sono ora come una specie di angelo custode per lui. S. è venuto qui ore dipingere un murale perché vuole usare la sua arte per sensibilizzare le persone e aiutarle con messaggi di speranza. S. sta cercando di parlare con un ragazzo che vende prodotti ad un piccolo bar, perché tramite lui verrà aiutato a realizzare il murale in questo quartiere. S. cerca di farselo amico ma lui ha qualche riserva. Fortunatamente arriva sulla scena una ragazza che interviene e riesce ad aiutare S. Il ragazzo del bar finalmente interrompe la sua attività e ci accompagna a vedere il luogo in cui faremo il pezzo.
Ad un certo punto mi separo da S. e mi ritrovo a guardare sotto di me e vedo un ragazzo tatuato che lavora in una specie di panificio. Poco dopo vedo un altro ragazzo che bacia una ragazza e infine i due ragazzi che fanno a botte per conquistare la ragazza...
'Tu sei all'interno di una grande fabbrica di...formaggio (?) e qui tutto è in mano alla mafia, i prodotti scadenti, le materie prime e la lavorazione...'
Esploro un po' l'ambiente e vedo infatti dei frigo rotti e malandati, alimenti in pessimo stato di conservazione e altre cose disgustose. C'è anche un tizio in camicia bianca che mi accompagna a vedere lo stato di degrado del posto.
C'è un cambio di livello e mi ritrovo con degli sbandati che si iniettano droghe in vena, stavolta però loro riescono a vedermi e mi lanciano contro le loro siringhe che mi toccano e cadono a terra: sono dentro un corpo più denso e loro mi vedono! Decido di allontanarmi perché potrebbero darmi fastidio e cammino lungo il parapetto di un balcone a strapiombo, così penso che non potranno seguirmi.
Cammino e alla fine riprendo coraggio e mi concentro su me stesso...Apro le braccia e abbraccio simbolicamente tutto il quartiere, come se volessi redimerlo...C'è una ondata di amore...una scarica di energia luminosa...e poi un cambio di livello.
Mi ritrovo fuori dalla fabbrica criminale, in mezzo a vicoli con pavimenti e muri bianchi, tipici di certe zone in Puglia.
'Stai uscendo dal quartiere, ma non farti ingannare dall'aspetto luminoso delle strade e di questa pietra bianca che usano per costruire...in realtà questo bianco copre il male che c'è dietro questa società...', mi informa la guida telepaticamente. Mi dice anche che siamo in Sicilia, a Palermo.
Infatti vedo al bordo della strada una madre che fa prostituire le sue piccole figlie...
"Vuoi fare l'amore con una di loro?", dice la signora. Io rabbrividisco e osservo che le bimbe sono come piccole bamboline magre e trasparenti attaccate con un cordone bianco alla loro madre, come se fossero esseri in coma, addormentati. Un vero orrore.
Esco dal vicolo e finalmente arrivo davanti ad un bel paesaggio con scogli e veduta sul mare. In un angolo c'è un gruppo di persone riunite in cerchio che parlano di sesso come in una puntata di 'uomini e donne', ma io lascio perdere e vado via, supero un piccolo ruscello e c'è un ultimo cambio di livello...Torno a casa. Finalmente. Non so se sono riuscito a comunicare l'inquietudine e la miseria che ho vissuto in questa esperienza. Sicuramente questa è stata per me davvero sconvolgente e unica

Vivido e obe. Ore 5.00. Incontro con defunti

Prima di andare a dormire esprimo il mio intento: 'vedere e verificare che i miei cari parenti defunti stiano bene e in ambienti di recupero' (cosiddetti Focus 27 e oltre). Ottengo subito un contatto...

Sto per salire al primo piano di un palazzo e mentre cammino acquisisco lentamente consapevolezza. Vedo un piccolo corridoio illuminato, e non riesco a credere ai miei occhi: davanti a me ci sono mio nonno e nonna paterna! Sono morti molti anni fa e ora li trovo in perfetta forma :)
Mia nonna mi viene in contro e mi abbraccia con amore, indossa la sua classica vestaglia da notte a righe come quella che aveva in vita quando mi accoglieva in casa. Camminiamo abbracciati nel corridoio e io sento perfettamente la sensazione di densità della sua schiena e della spina dorsale, davvero impressionante! Le chiedo come sta e lei mi risponde sorridendo, sembra avere la metà degli anni che aveva alla sua morte.
Poi vedo mio nonno...che adoravo tanto, ed è anche lui comodamente in vestaglia da notte. Gli vado incontro e lo abbraccio forte...
"ciao nonno come stai?!", gli chiedo commuovendomi...
"Ciao C.! Stiamo bene..." dice sorridendo. Poi mi viene di stringerlo forte a me e c'è una specie di scarica di luce e scintille di energia intorno...
Mi commuovo e mi viene da piangere di gioia immensa...
"C., volevo chiederti se...", mi dice il nonno con estrema delicatezza.
"Dimmi...".
"...volevo chiederti se ci farai...un bel dipinto a olio per noi da appendere in casa...", mi dice guardandomi negli occhi.
Non riesco a crederci: lui non sapeva in vita che io dipingevo, quindi...è a conoscenza di ciò che faccio! La sua richiesta è così particolare che ho un attimo di confusione e perdo concentrazione.
"Ma certo!", gli rispondo mentalmente prima di andarmene.


Obe locale da sogno intermedio.
Esco da un sogno vivido, poi da un lucido intermedio e mi ritrovo in paralisi. Provo a sganciarmi dal corpo non rotolando ma ruotando sull'asse della schiena...un po' a fatica. Mi separo e rimango sospeso a mezz'aria, poi do il comando al mio corpo di mettersi in piedi.
Richiedo chiarezza e arriva piano piano, penso alla persona X defunta che vorrei incontrare e la chiamo ma stavolta non arriva. Allora mi irrito e penso ad alta voce che 'conterò fino a tre e poi X dovrà apparire'...Ma X non si vede e io vado stanza per stanza a cercare qualsiasi entità che mi capiti a tiro per sfogarmi su di lei. Ma vedo solo ombre e nient'altro.
Alla fine dopo aver girato per tutta la casa trovo due p.o. che sono identici ai miei figli!
"Ciao I., tutto bene?", chiedo
"Ciao papà!", risponde e sorride. Sembra molto contenta di vedermi. Poi mentre cerco di parlare con lei l'altro bimbo sembra avere una visibile alterazione...e comincia a urlare e lamentarsi. I. scompare e rimane solo il bambino che sembra diventare un demone...
"Eccoti finalmente ti ho trovato!", urlo e mi scaglio contro...Lo afferro dalla gola e lui si dimena e strepita...
Non lo mollo e l'essere rimpicciolisce un po' e si trasforma in un vero demone in miniatura! Lo porto verso la finestra, la apro e lo scaglio fuori con rabbia...


Un'altra volta ho fatto lo stesso errore, invece di capire se si trattava di un povero essere da aiutare, mi sono fatto prendere dalla rabbia.

Obe da sogno lucido intermedio. Ore?
Da sogno intermedio mi ritrovo in piedi nella mia camera senza passare per la paralisi. Percepisco che si tratta della mia stanza ma non vedo nulla.
Voglio incontrare ancora l'entità X per affrontarla, quindi il mio corpo comincia a ruotare su se stesso e dopo vari movimenti finalmente percepisco la presenza di un essere ostile. Come un puntatore il mio sguardo si ferma su di lui ma non lo vedo, sento solo una forte emanazione, forse di tipo femminile, piena di rabbia e nervosismo. Affermo con decisione ad alta voce:
"Voglio vedere il tuo vero aspetto!", e mi fermo per vedere cosa accade...
C'è un bagliore...poi una vibrazione leggera di tutto l'ambiente che percepisco ma non vedo, e l'essere sembra trasformarsi e infuriarsi a morte contro di me! Posso assicurare che la situazione non è affatto rasserenante: il tizio diventa qualcosa di simile ad un grosso serpente sibilante...che scatta contro di me per terrorizzarmi...Non perdo la calma, mi concentro e quando si scaglia vicino al mio volto lo afferro per la...gola? O quello che sia...Sento una certa consistenza, l'ho effettivamente afferrato ma stavolta non lo scaglio ne' colpisco...
Lo lascio lentamente e apro le braccia verso di lui...e gli invio una potente ondata di energia...
"Ti invio tutto il mio amore è la mia compassione...!", dico ad alta voce...L'essere si ritrae...sembra dissolversi...e c'è un grosso lampo di luce che avvolge tutto...
L'ambiente vibra ancora...io mi lascio cullare dalle ondate di luce che ho creato...e tutto piano piano ritorna al buio...della mia stanza.
Mi sveglio. Ho la netta sensazione che stavolta ho effettivamente allontanato quel tizio, sento una pace e un gran benessere interiore.

Non c'è dubbio: meglio trasformare queste cose piuttosto che combatterle!
olrac
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 807 volte
'Mi piace' ricevuti:: 426 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 25/05/2021, 21:09

Una dieta iperproteica (quelle per aumentare massa muscolare) non è l'ideale per ricordare i sogni e per avere lucidi. In compenso permette, almeno nel mio caso, di avere obe locali nel cosiddetto 'basso astrale' (brutto termine lo so).

Obe locale da sogno lucido intermedio. Ore 11 circa. Metodo: uno qualsiasi, non ricordo..

Esco facilmente da un sogno lucido intermedio e mi ritrovo in paralisi, sto per effettuare il distacco e mi sale un senso di rabbia...come se volessi ancora 'andare a caccia' di entità.( Le persone che volevo aiutare entrando nei loro sogni, o nei loro ambienti onirici, non hanno più avuto incubi da almeno tre settimane e tutto mi fa pensare che la cosa sia finita così, quindi ora mi dedico solo a cercare entità defunte, magari qualche parente, per chiacchierarci un po' e vedere come e dove si trovano ora).
"Dove siete?! Ora vengo a cercarvi!...", dico ad alta voce mentre tutto l'ambiente vibra a causa della mia rabbia. Poi però mi calmo e mi dico che 'non ha più senso cacciare entità negative', ho già avuto dei buoni riscontri nelle mie avventure precedenti.
Torno in paralisi e riprovo il distacco, stavolta ruoto a sinistra e a destra come per oscillare...e dopo due tre tentativi mi ritrovo in piedi nella mia stanza. Sono in basso astrale...sento nell'aria stati di inquietudine e pericoli...Ma è naturale, se questo livello di sogno corrisponde alle emanazioni più basse del mondo fisico :)
Percepisco qualcuno in salotto, vado a vedere trapassando la porta e i muri (come un fantasmino!),e trovo il televisore acceso e la persona X che lo sta guardando...Ecco cos'era che emanava negatività...il televisore! X è sintonizzata su canali che la tengono incollata e ipnotizzata alla poltrona.
Mi avvicino e la chiamo...
"Hey, X! Tutto bene?...", domando. X mi guarda e sembra riconoscermi ma una parte della sua attenzione è rivolta alla tv. Mi sorride e sembra semplicemente dipendente dai programmi televisivi, come se non riuscisse a sbloccarsi da lì. Mi avvicino e le bacio delicatamente la testa ma noto che dalla testa...sono spuntate come due strade antenne che non mi permettono di toccarla. Incredibile!
La saluto e torno indietro.



Lucido e obe locale

"Ovvio che sto sognando!", mi dico a bassa voce e apro una porta...Mi ritrovo davanti ad una spiaggia di una bella sabbia bianca e cespugli in lontananza. La stabilità di questo ambiente è semplicemente pazzesca, niente cambia e il mio corpo è denso, provo piacere a stare qui :)
Prima di pensare ad una task mi rilasso e faccio una passeggiata,sento il tocco morbido della sabbia, la calma della sera e mi godo questo momento.
Cammino per un bel po, poi decido di cominciare l'avventura...
"Posso aiutare qualcuno qui? Qualcuno ha bisogno di aiuto?...", chiedo ad alta voce, sulla sinistra sento un fruscio dietro un grosso cespuglio...
Vedo uno stormo di piccoli uccelli che esce dal cespuglio e si disperde nel cielo...
Mi sollevo in aria fluttuando e comincio a volare esplorando il posto. Arrivo in una città sconosciuta, scendo e guardo il cielo...
Punto il sole col dito e mi muovo verso il pianeta...prendo velocità e la massa luminosa si avvicina sempre più velocemente...
L'enorme palla incandescente mi arriva vicino di lato e io la vedo sulla mia destra, vedo scintille e lingue di fuoco sulla superficie...poi vedo che le scintille infuocate si disperdono in varie direzioni.
C'è un cambio di livello e ho una visione molto nitida: i fuochi evocano in me dei ricordi dell'adolescenza...essi si mescolano alle luci dei lampioni e delle lampadine elettriche della mia città natale...percepisco una forma di comunicazione non verbale che riassumo così:
'Le scintille del sole sono le stesse scintille di luce che guardavi da bambino nella tua città natale, hanno la stessa natura...'(?)
Mi ritrovo a terra in una città che non conosco, faccio un giro di esplorazione e poi decido di puntare verso un altro pianeta.
Punto il dito verso il cielo, verso un pianeta che mi sembra la luna ma...stavolta il pianeta viene verso di me! Si rimpicciolisce fino a starmi nella mano, e vedo che ha le stesse caratteristiche della Terra!?... Lo tocco ed è un vero pianeta in miniatura nelle mie mani! Ha una luce interna come fosse un palloncino con dentro una lampadina. Ammiro la bellezza di questo strano oggetto e poi lo lascio andare e lui torna verso il cielo...

Esploro il palazzo dove mi trovo e non noto niente di interessante, poi vedo una p.o. molto sensuale che vorrebbe unirsi a me...per farmi perdere tempo. Io rifiuto l'offerta perché voglio continuare e lei rimane come bloccata. Decido di lasciare il lucido ed entrare in obe, quindi cerco un letto, lo trovo facilmente e mi ci sdraio sopra...In pochi secondi fluttuo in aria e ruoto sulla schiena a destra e a sinistra per sganciarmi dal corpo del sogno lucido. Entro in obe locale, l'ambiente intorno è totalmente diverso, soprattutto da un punto di vista energetico: intorno a me c'è un campo di energie e io riesco a percepire ogni minima alterazione dell'ambiente. In un lucido osservo le cose, in obe ci sono dentro completamente come fossi unito a tutto.
Accanto a me c'è X che dorme tranquilla e davanti a me una figura scura, forse un defunto?
Purtroppo perdo lucidità, forse il lunghissimo lucido mi ha un po' sfiancato.


Mi sveglio e torno a dormire. Mi ritrovo di nuovo in lucido, mentre una nuova p.o. cerca di unirsi a me...ci risiamo!
Mi fermo e la allontano, poi mi sollevo in aria e mi guardo intorno, sono nella piazza della mia città natale e c'è tantissima gente!
Mi tuffo nel caos cittadino, sembra di essere nel giorno della domenica, e ora ho voglia di divertirmi :) Questi p.o. sembrano ipnotizzati e si muovono come automi, quindi mi butto in mezzo a loro fluttuando divertendomi a farli deviare dalla loro direzione...poi li faccio scontrare e li sposto confondendoli...La cosa mi fa sorridere e alla fine percepisco le mie mani che affondano nella materia dei p.o. senza attrito...come se stessi perdendo consistenza...


Strana esperienza
Mi sdraio molto stanco nel letto...e, tempo un quarto d'ora, percepisco chiaramente il mio ingresso in un sogno lucido intermedio. C'è uno strano personaggio che conosco nella realtà, mi dice se voglio seguirlo in obe...e io gli rispondo di sì...
Lui si sposta da un lato e io lo seguo...entrando in una specie di schermo. Oltrepasso lo schermo ed entro in obe diretta! Pazzesco!
Mi ritrovo in un altro ambiente, e di fronte a me c'è il tizio di prima, più vivo che mai!
"Ma...tu sei qui?", chiedo,

"Ciao C.! Eccomi qua, sono passato anch'io in quest'altro mondo...", dice.
Rimango sorpreso, e questa emozione mi fa subito (purtroppo!) rientrare.

Vivido
Arriva verso di me un gruppo di ragazzi delinquenti, riconosco fra di loro un tizio che esiste nella realtà ed e' un alunno della scuola in cui lavoro.
Si avvicina e forse vorrebbe spaventarmi ma io lo guardò e gli dico delicatamente:
"Lo sai che hai qualcosa di nuovo nel tuo sguardo...una nuova luce...". Lui si blocca e rimane esterrefatto. Invece di aggredirmi i ragazzi si fermano e le mie parole hanno letteralmente cambiato la situazione. Il ragazzo mi chiede se voglio comperare sa lui degli oggetti rubati, ma io con amore e compassione cerco di fargli capire che è sbagliato, e lui sembra riflettere sulle sue azioni.

Vivido
Mi affaccio alla finestra e vedo dei colossali tornado con fulmini e tuoni che si stanno per abbattere sulla casa...
Chiudo le finestre e raccolgo i bimbi per proteggerli, poi arriva il tornado e tutta la casa trema, poi c'è un cambio di livello...
Vedo dalla finestra a qualche metro un...una specie di orrendo fantasma con abito nero lungo senza piedi e testa pelata con una espressione terrificante: non ho per niente paura! Anzi, vado verso di lui, mentre si avvicina, e dalla finestra cerco di spaventarlo! Gli lancio degli urli e faccio delle facce cattive, poi c'è un altro cambio di livello e vedo una entità che è avvolta da...vestiti sporchi di biancheria che...si dimena stando seduta sul cesso!...hahaha:) mi viene da ridere e gli vado incontro cercando di spaventarla (sono davvero un folle), ma mi rendo conto che il mio corpo la attraversa perché ho una densità onirica diversa dalla sua.
Decisamente l'incontro più ridicolo che ho avuto con un 'fantasma' :)

Lucido. Ore 4 circa
Mi ritrovo ad osservare di sera la vallata del 'Palazzo A', ma è completamente offuscata da nebbia scura. Sono sul bordo del parapetto e comincio a prendere lucidità..."sono così leggero...non può che essere un sogno!", mi dico fra me e me.
Mi tuffo sulla vallatave volo per un po' ...Sono effettivamente molto leggero. Penso ad un obiettivo e istantaneamente mi ritrovo davanti un palazzo simile a quello di casa mia e ci atterro dentro. L'atmosfera è completamente cambiata, mi sembra di essere in obe locale ma non ho effettuato nessun distacco...
Decido di andare nelle stanze per controllare che tutto sia tranquillo, non si sa mai, tempo fa ho avuto un bel po di problemi con certi 'ospiti indesiderati'...:) Vado da X e la vedo in piedi che scrive, lonscrivere e' una delle sue attività preferite.
"Ciao X, come va, tutto bene?...", chiedo e lei risponde di sì, è impegnata a scrivere e mi sorride. Poi passo nelle altre stanze e faccio la stessa domanda agli altri. Mia figlia mi risponde ma è in uno stato di sonnolenza e alla fine mi sembra di capire che la situazione è sotto controllo, nessuna entità o fantasmino da rimandare a casa.


Lucido e obe non locale. Ore 11 circa

Sono in uno stato simile alla paralisi ma mi percepisco come un punto di coscienza leggerissimo. Non vedo nulla, ho solo la percezione di stare per separarmi dal corpo e di volare via...come se una forte attrazione mi stesse magnetizzando. Mi lascio andare molte volte e ogni volta mi viene da tornare indietro, la spinta è così forte che mi gira la testa! Continuo questo gioco per un po', percepisco la presenza di un edificio e del vuoto sopra la mia testa...
Entro in paralisi. Vedo il letto e le tende ma non riesco a girarmi, l'atmosfera è cupa e un po' inquietante, sento dei suoni dietro di me, dei fruscii e dei sibili ma non riesco a girarmi per vedere. Eseguo una tecnica di dondolio sull'asse della schiena e dopo qualche deciso strattone rotolo sul pavimento. Lo tocco e vedo chiaramente un tessuto di tappeto di quelli molto voluminosi e folti. Deduco che non sono nella mia stanza, quindi guardò un po' intorno e vedo mobili piuttosto scuri e un televisore spento. Potrei andare in giro ad esplorare ma guardo il televisore e vedo il mio volto...con una folta barba rossiccia ?! Sono davvero buffo e il mio volto sembra avere una esistenza propria.
L'imprevisto mi destabilizza e torno indietro
. Le esperienze di obe ad orari troppi precoci solitamente sono molto brevi perché il corpo fisico nelle prime ore di sonno deve riposarsi e non si dovrebbe tentare di lucidare...
olrac
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 807 volte
'Mi piace' ricevuti:: 426 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda cetaceon » 29/05/2021, 9:43

ciao Olrac!
Le tue avventure sono sempre molto intriganti.
Ti volevo chiedere se hai contattato qualche entità superiore per avere informazioni sul futuro personale o collettivo o se hai intenzione di farlo.
Un grande saluto
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 204
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 154 volte
'Mi piace' ricevuti:: 92 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 30/05/2021, 18:44

cetaceon ha scritto:ciao Olrac!
Le tue avventure sono sempre molto intriganti.
Ti volevo chiedere se hai contattato qualche entità superiore per avere informazioni sul futuro personale o collettivo o se hai intenzione di farlo.
Un grande saluto


Ciao Cetaceon, da quanto tempo! :)
Mi avevi già fatto questa domanda...Oggi ci sono già tanti messaggi riportati dai viaggiatori sul futuro prossimo che a me non viene neanche voglia di indagare sinceramente...Ultimamente con la dieta iperproteica che sto facendo ho riscontrato una certa facilità ad entrare in 'basso astrale' (posti che non sono molto piacevoli e rassicuranti a dire il vero), quindi sto sfruttando questo momento per fare recuperi.
Ora sono impegnato con un recupero di un ragazzo che si è tolto la vita poco tempo fa...l'ho avvistato e sembra che sia ancora bloccato li sul luogo della sua morte. Sento che devo aiutarlo, per vari motivi..
Ecco, preferisco usare la possibilità di viaggiare con la coscienza per risolvere  (presumibilmente!) queste cose.

Ho letto che stai facendo un corso sui viaggi astrali. ..com'è andata? :)
olrac
 
Messaggi: 609
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 807 volte
'Mi piace' ricevuti:: 426 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


cron