Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda dixit » 05/05/2015, 19:46

PK2 ha scritto:Ma santa pazienza!... Stabilizzare no?... :x Ci credo che la lucidità era bassa

Stabilizzare? Ma la lucidità non è questione di stabilizzazione, non sono d'accordo. La lucidità è questione di ragionamento.
Avatar utente
dixit
 
Messaggi: 4363
Iscritto il: 31/01/2008, 14:01
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 107 volte
'Mi piace' ricevuti:: 579 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 05/05/2015, 19:57

però se mi mettessi a toccare o leccare gli oggetti o a sfregarmi le mani dovrei migliorare la stabilità del sogno o la consapevolezza di stare sognando o tutte e due?
boh : Razz :
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 114 volte
'Mi piace' ricevuti:: 74 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda PK2 » 05/05/2015, 20:57

IMO una cosa tira l'altra. Di sicuro se non stabilizzi il sogno lucido dura pochi secondi mezzo minuto andandoti bene, hai voglia di essere lucido se ti svegli subito dopo...
Bisogna stabilizzare (e bene) come prima cosa, e in seguito ogni tanto ricordarsi di stabilizzare ancora, magari anche solo sfregando le mani o toccando oggetti.
« Gli invisibili unicorni rosa sono esseri dotati di grande potere spirituale. Questo lo sappiamo perché sono capaci di essere invisibili e rosa allo stesso tempo. Come tutte le religioni, la fede negli invisibili unicorni rosa è basata sia sulla logica che sulla fede. Crediamo per fede che siano rosa; per logica sappiamo che sono invisibili, perché non possiamo vederli. »

Sogni lucidi lucidosi
Avatar utente
PK2
 
Messaggi: 1340
Iscritto il: 15/09/2012, 9:11
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 384 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda Luna » 06/05/2015, 8:41

Che sapore hanno i pavimenti e le pareti oniriche quando li lecchi?
: zip :
Dedicato con immensa gratitudine a Ben, amico insostituibile ed artefice dei miei sogni!
Avatar utente
Luna
 
Messaggi: 498
Iscritto il: 29/05/2013, 8:13
Ha  fatto 'Mi piace': 91 volte
'Mi piace' ricevuti:: 109 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 06/05/2015, 10:44

eheh una volta ho assaggiato un corrimano in un lucido mi pare e sapeva "di corrimano", acciaio, liscio , inodore.. : Smile :
non ci erano passate molte mani come in metropolitana... :lol:
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 114 volte
'Mi piace' ricevuti:: 74 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 13/07/2015, 10:08

Mi Sveglio verso le 5 del mattino perché ho caldo e mi accorgo che l'ora potrebbe essere propizia per un sogno lucido: da circa una settimana mi esercito sulla DILD prima di addormentarmi per circa 15 minuti.
Sono in una stanza ed osservo i dettagli dell'ambiente e mi rendo conto che sto sognando. Non sento il bisogno di fare una verifica. Osservo i muri che sono di una specie di roccia porosa intessuta di piccoli granelli di vetro o di ghiaccio. Chiudo gli occhi e poi li riapro per verificare la stabilità della ambiente. Il posto è lo stesso ma il dettaglio dei particolari si é ridotto notevolmente. La lucidità sta calando, cerco di mantenerla ma poi scivolo in un sogno normale .
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 114 volte
'Mi piace' ricevuti:: 74 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 27/07/2015, 9:42

Sono in una palestra e mi appendo al soffitto e a delle travi del soffitto per fare vedere alle mie compagne di classe del liceo come sono agile e forte e volteggio appeso agli appigli senza fatica ma poi mi accorgo che non mi stanno osservando.
Poi mi sveglio, vado a bere un bicchiere d'acqua, scrivo sul diario il sogno appeno fatto e guardo l'orologio: sono le sei meno dieci, un ottimo orario per tentare una dild o una wild.
Torno a letto e tento una wild finché inizio ad osservare alcune ipnagogiche in cui mi sembra di volare sopra un campo o un cortile, ma e poi mi addormento.
Mi rendo conto che sto dormendo e percepisco un ronzio, una vibrazione che mi scuote e mi da la sensazione che le gambe siano scosse da tremiti e che le ossa delle ginocchia si tocchino ad intermittenza: mi pare di udire il rumore delle ossa. Mi trovo all'esterno di una casa piuttosto antica in un borgo che non so identificare e mi libro volando verso l'alto lungo la facciata dell'edificio.
La lucidità è bassa perché poi mi ritrovo di nuovo nel letto scosso dalle vibrazioni e mi sembra di scivolare fuori dal letto e dal corpo lateralmente alzandomi verso il soffitto della camera finché ho l'impressione che sia entrata una persona e che abbia aperto le finestre.
io mi scuso con lei di essere ancora a letto, riconosco che è la donna delle pulizie e le prometto che mi alzerò subito.
Ma è solo un falso risveglio perché in realtà sono ancora a letto e sto dormendo e con un grande sforzo riesco a svegliarmi completamente
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 114 volte
'Mi piace' ricevuti:: 74 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 05/10/2015, 9:14

Mi sveglio verso le quattro e mezzo e faccio un lungo tentativo di wild e di obe. poi mi addormento e lucido.

Sono sotto il portico di una piazza e mi rendo conto di essere lucido . Mi metto a ridere contento, soddisfatto di avercela fatta ma non euforico e mi accorgo della buona stabilità del sogno. mi arrampico su una colonna cilindrica di marmo e poi mi lascio cadere sul pavimento del portico . Sento la forza di gravità ma è poca per cui non mi faccio niente e quasi rimbalzo sul pavimento di marmo.
Di fianco a me c'è' un pupazzo semi umano alto come un bambino che ride; lo prendo e lo sbatto contro la colonna tenendolo per le gambe. lui ride ancora. la testa gli si deforma come gomma finché resta solo la sua buffa capigliatura nera e fitta. Mi stufo e lo abbandono per terra. Salgo sulla scalinata interna del portico e arrivo sul mezzanino. La stabilità è sempre buona. Vedo un lungo corridoio e mi inoltro anche se ho un po paura. Non c'è' nessuno e arrivo in una camera da letto per bambini arredata per una bimba; prendo un giocattolo e lo spacco contro una mensola e sento un verso di disappunto provenire dal nulla ma non vedo nessuno. Sono inquieto ma so che è un sogno.
Esco dalla stanza e proseguo nel corridoio finché arrivo in un'altra camera sul cui letto è distesa una coppia vestita elegante, lui in giacca e lei in abito da sera.
Io decido di legare lui e fare sesso con lei e allora cerco di legare le mani all'uomo ma siccome non so come fare visualizzo delle cordicelle che appaiono intorno ai suoi polsi che in qualche modo gli immobilizzano le braccia. I PO sono poco reattivi.
Mi avvicino alla donna che è distesa sul letto. la lucidità è sempre più bassa e i due PO sembrano più due pupazzi che due persone; le sensazioni sono vaghe, la lucidità crolla e il sl finisce.
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 114 volte
'Mi piace' ricevuti:: 74 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 04/01/2016, 15:14

Da qualche giorno ho ripreso a concentrarmi sulla necessità di riprendere a fare sogni lucidi e fare esercizi per i voli astrali.
Due giorni fa dopo ripetuti tentativi di fare un volo astrale mi sono ritrovato in uno stato di paralisi nel mezzo della notte con la sgradevole sensazione di avvertire delle intense vibrazioni lungo la schiena.
L'esperienza era fastidiosa e condita dalla sgradevole sensazione dovuta a degli incubi che avevo appena fatto. Con un grande sforzo mi sono risvegliato.
Ieri prima di dormire ho letto alcuni brani di un libro di Buhlmann sul volo astrale e poi ho fatto esercizi di yoga Nidra e rilassamento sia prima di dormire che verso le 4 del mattino quando mi sono svegliato. Ho provato ad uscire dal corpo immaginando di sedermi al tavolo della cucina. Poi mi sono riaddormentato e ho fatto un sogno lucido.
Sono in un appartamento molto luminoso che ha una terrazza affacciata su una collina. Esco in giardino e mi accorgo di stare sognando. Allora mi guardo intorno ed osservo la casa in cui mi trovo. La lucidità è ottima e non faccio nessun test.
Cammino in giardino e poi mi sollevo in volo. La sensazione è splendida e mi riempie di gioia. Volo basso a qualche metro dal suolo e passo rasente ai campi a alle spighe di grano che hanno colori vividissimi ed intensi. Il volo prosegue per un po finché la stabilità cessa di colpo e mi trovo immerso nella nebbia. Recupero la lucidità e mi trovo a volare in una stanza all'altezza di un ripiano pieno di libri. La stabilità è così buona che mi chiedo se non sia un luogo reale. Afferro un libro e ne guardo la copertina, riuscendo a leggerne il titolo.
Ma mantenendo lo sguardo sul titolo mi accorgo che sbiadisce e le lettere cambiano. Ciò mi conferma di essere dentro una creazione mentale. Poi scendo al suolo e mi reco a piedi in un condominio vicino con l'intenzione di incontrare una ragazza che mi piace. Al piano terra incontro sua madre che mi accoglie molto cordialmente. Il sogno è sempre stabile. Chiedo alla donna quando rientra la figlia ma lei mi risponde in modo incongruente ed ho la sensazione che agisca in modo meccanico, vuoto. Aspetto ancora un po poi il sogno svanisce.
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 114 volte
'Mi piace' ricevuti:: 74 volte

Re: Diario dei sogni lucidi di cetaceon

Messaggioda cetaceon » 22/01/2016, 11:34

Vado a letto dopo aver letto qualche pagina del libro "avventure nell'aldilà" di William Buhlman.
Da qualche settimana ho ricominciato a pormi l'obiettivo di fare lucidi e OBE durante la notte. Mi sveglio verso le quattro e provo una wild, poi mi addormento e lucido.

Sono in un cortile o in una stanza spoglia senza mobili o riferimenti, non ci sono oggetti di alcun tipo, ho lo sguardo rivolto verso il basso e cammino lungo il pavimento inclinato finché mi accorgo che sto sognando ed inizio a scivolare o a levitare a pochi centimetri dal suolo grigio. ma la lucidità è bassa e mi sembra quasi di essere sveglio; inizio a dubitare della situazione invece di rafforzare la lucidità. Poi mi sveglio
Avatar utente
cetaceon
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 29/05/2014, 10:14
Località: Milano
Ha  fatto 'Mi piace': 114 volte
'Mi piace' ricevuti:: 74 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti