Indice Il Mondo Onirico Diario dei sogni comuni > Sprazzi onirici

Sogni o incubi, unici o ricorrenti. Sogni particolarmente emotivi o bizzarri che volete condividere e su cui volete sentire commenti e associazioni degli altri utenti.

Sprazzi onirici

Messaggioda Alkimist » 18/05/2020, 2:44

Questo thread come taccuino personale in cui archiviare determinati ricordi onirici che non siano interi sogni, ma singoli e particolari avvenimenti, sensazioni o pensieri avuti durante l'esperienza, che a volte potranno avere riferimenti a sogni, comuni o lucidi, riportati sul mio rispettivo diario.
Qui posterò anche cose piuttosto vecchie non ancora scritte in altri spazi e che in alcuni casi non appartengono propriamente a sogni ma anche per esempio ad allucinazioni ipnagogiche o ipnopompiche.
"Davanti agli occhi di una bestia crolla come un castello di carte qualunque sistema filosofico."
L. Pirandello

Pensieri
°°°°
Virtualmente affine ad Alrescha
Avatar utente
Alkimist
 
Messaggi: 1006
Iscritto il: 12/11/2012, 4:15
Ha  fatto 'Mi piace': 361 volte
'Mi piace' ricevuti:: 239 volte

Re: Sprazzi onirici

Messaggioda Alkimist » 18/05/2020, 2:49

00:15 _ 18/05/2020

È notte fonda, entro nella camera di mia nonna, come mi avesse chiamato.
È la stanza di una grande casa,
Lei occupa il lato sinistro del letto, comodamente seduta semicoricata con dei cuscini alle spalle, appoggiati allo schienale di un letto a baldacchino, in legno scuro, lussuoso in arte povera. Il colore delle tende completamente aperte del letto, richiama quello delle coperte e delle tende alle finestre, sulla parete più vicina a lei; colori caldi, accoglienti e un po' soporiferi.
Davanti a sè ha diversi schermi similtablet sorretti ognuno da staffe indipendenti l'un l'altra ma congiunte ad una singola asta semovibile su rotelle. Forse alla cima di tale asta sono appese anche delle soluzioni di flebo.

Lei si sta spensieratamente intrattenendo con uno o l'altro passatempo. Ora c'è "Tempesta d'amore" trasmessa su uno degli schermi, su un'altro più in disparte intravedo un sudoku.

La prima osservazione a venirmi in mente è l'assenza di mio nonno, ma subito ricordo che è mancato ormai.
Rimetto l'osservazione fra le cose da non evidenziare, mentre mi avvicino al lato destro del letto.
Mi guarda e mi sorride, ricambio il sorriso e mi siedo affianco al letto, vicino a lei che senza essersi mossa è capitata ad essere sul lato del letto dove mi sono avvicinato.
Le chiedo se vada tutto bene o le serva qualcosa. A domanda conclusa mi tocco il dente bucato con la lingua e se ne stacca un pezzettino.
Tento di rimetterlo dentro ma si stacca l'intero dente. Cerco di tenerlo nella sua posizione tenendo la bocca chiusa, sento un lievissimo sapore di sangue.

Amorevole mi prende il viso tra le fragili mani deformate dall'artrosi e con gli occhi lucidi di commozione mi porta a sè strigendomi al cuore. Ricambio l'abbraccio sinceramente, pur fingendo che sia tutto ok e sperando che non se ne accorga. Tengo la bocca chiusa, non serve che dica niente, sta bene.
Facendo per uscire dalla stanza ho la sensazione che forse non avrò mai un'altro momento per osservare lo stato del dente che mi è appena caduto, così mentre le sto dando le spalle diretto alla porta in modo da non essere visto, mi sputo piano il dente sulla mano dopo averlo lasciato e tastato con la lingua.
Lo rigiro fra le dita, è più grande di quanto mi aspettassi, sembrano due premolari saldati uno affianco all'altro, con un grosso buco sulla parte alta, scavato fino alla metà del suo corpo.

Torno in veglia, poi apro gli occhi.. sono passati da 1 a 3 minuti.. trascrivo il tutto
"Davanti agli occhi di una bestia crolla come un castello di carte qualunque sistema filosofico."
L. Pirandello

Pensieri
°°°°
Virtualmente affine ad Alrescha
Avatar utente
Alkimist
 
Messaggi: 1006
Iscritto il: 12/11/2012, 4:15
Ha  fatto 'Mi piace': 361 volte
'Mi piace' ricevuti:: 239 volte


Torna a Diario dei sogni comuni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


cron