Indice Il Mondo Onirico Diario dei sogni comuni > Diario di jaki

Sogni o incubi, unici o ricorrenti. Sogni particolarmente emotivi o bizzarri che volete condividere e su cui volete sentire commenti e associazioni degli altri utenti.

Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 12/01/2011, 16:40

Visto che è da un bel po che provo a fare un sl ( e mi avvicino sempre di + me lo sento : Thumbup : ) ho visto una miriade di cose strane nei sogno normali, per questo ecco la lista in continuo aggiornamento dei miei DREAM SIGN:
1_ Qualunque cosa riguardo Nostale (è un gioco online e non so perchè ma mi capita di sognare molte cose)
2_ Qualunque cosa riguardo la mia scuola (Di solito nei sogni mi capita di prendere orribili voti o altro..)
3_ Parkour
4_ Armadilli
5_Basket

Ecci il mio diario...visto che ormai mi sono appassionato credi sia il momento di scrivere anche le mie avventure. Bene iniziamo!! : CoolGun :
LEGENDA:
Premessa
sogno normale
sogno lucido
data



Martedì 11 gennaio 2011
Vado a letto verso le 23:30 e mi addormento circa 10 minuti dopo. La tecnica che volevo utilizzare era quella del "punto bianco".
. Entro nel sogno normale. Sono nel deserto che è attraversato da una strada asfaltata. Ai lati della strada dalla parte opposta a me ci sono delle case di legno. Il sole non sembra neanche esserci, però si vede, è proprio davanti a me ma non emana ne luce ne calore. Il cielo è grigio scuro. A un certo punto il tetto della prima casa alla mia sinistra si apre e io vengo catapultato dentro. Mi guardo dietro per vedere cosa mi avesse spinto dentro la casa e vedo la morte :o ...non provo paura, mi rigiro in avanti e vedo delle persone che camminano a vuoto. La morte va verso le persone e le uccide. Poi mi guarda negli occhi e mi ritrovo ancora in aria. Un altro tetto si apre e io ci cado dentro. Un particolare che noto è che quando mi trovo dentro le case le pareti scompaiono, come per farmi vedere ciò che c'è fuori. La morte quindi avanza ancora e uccide le persone presenti. Vado nella terza casa sempre seguito dalla morte. Penso che ora sia il mio turno di uccidere. Avanzo verso le persone. Penso che ucciderle a mani nude non sarebbe male, sfogherebbe di più. Vedo solo una donna, un uomo e un uomo anziano...però sono inespressivi. "Non mi piace picchiare persone che non mi hanno fatto niente, e che non fanno niente" pensai, detto questo feci comparire un ragazzo che poteva avere un anno in più di me, accerchiato da altri ragazzi, di cui non riconosco i visi. Il ragazzo che avevo appena creato aveva proprio la faccia da antipatico, da prenderlo a schiaffi, ero davvero soddisfatto di quel che creato. Lui inizia a insultarmi, non lo capisco dalle parole ma da come si rivolge a me. Quindi scatta la rissa : Chessygrin :, volano pugni a destra e sinistra, gli altri ragazzi non sembravano più di tanto interessati a il combattimento. Sentivo una fitta dove mi tirava i pugni, davvero molto reale...però arriva anche il mio turno e mi scateno contro di lui. Pugni alternati nella faccia e nella pancia, con una forza che non avevo mai provato fino ad allora. L'avversario cadde a terra stremato. Soddisfatto del combattimento : Yahooo : feci scomparire tutti i ragazzi attorno, e ritornarono la donna, l'uomo e l'uomo anziano di prima, assieme al ragazzo per terra che l'avevo lasciato li a soffrire. Nel momento in cui mi giro verso la morte per cambiare casa...non mi ricordo più niente... FINE

Considerando che era il mio primo sogno mi sono comportato bene e sono soddisfatto...una bella rissa è proprio quello che ci vuole per cominciare bene :cool:
Ultima modifica di jaki11 il 20/05/2011, 23:04, modificato 10 volte in totale.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 14/01/2011, 15:15

notte dal 12 al 13 gennaio 2011

Visto che qualche sera prima la tecnica del punto bianco aveva funzionato, oggi faccio un altro tentativo che, però, non mi porta a una lucidità necessaria per comandare il sogno. Durante la notte ho fatto molti sogni ma questo è l'unico che mi ricordo : :s :
Incomincio il sogno con una strana sensazione di ansia... Sto guardando una porta : Surprice : . Mi giro ed ecco che cosa ho visto. Ero in un tempio/palazzo/casa ( non so bene che fosse) cinese... capii che era cinese perchè la porta che vidi prima aveva questa forma:Immagine . Comunque...ero in questa casa. Pavimento di legno, pareti bianche con il battiscopa rosso(mi ricordo questo particolare). Davanti a me ci sono due corridoi lunghi e, sopratutto, BUI :shock:. Molto bui. Non si vedeva neanche la loro fine. Ma avevano una particolarità. Ogni 3 o 4 metri, uno attaccato nell'angolo soffitto-parete e l'altro parete-pavimento, erano attaccate delle strane pietre con sopra delle iscrizioni in blu fluorescente, che non riuscivo a decifrare. Da queste pietre usciva una scia di laser rosso che si interrompeva dall'altra parte della parete. (PER SPIEGARMI MEGLIO ECCO LA SCENA CHE MI SI PRESENTAVA D'AVANTI CREATA DA ME CON PAINT...SCUSATE SE IL MIO SENSO DELLA PROFONDITA' è SBALLATO : Mr green : http://i56.tinypic.com/sv40ar.jpg] ) immaginatevelo molto più cupo e angosciante, con delle luci a terra che illuminavano a malapena le pietre. Con me c'era anche mio fratello. Era ovvio che dovevamo avanzare. Scegliemmo il corridoio di destra. Mi sembra logico che bisognasse passare senza toccare i laser. Decidemmo quindi sdraiarci e proseguire gattonando. Contrariamente alle mie previsioni, passammo senza neanche sfiorare il laser. Man mano che avanzavamo aumentava la paura di quello che ci sarebbe successo se avessimo interrotto il passaggio del laser. Era il momento di attraversare il secondo passaggio :o :o ma mi svegliai :| ...Questo sogno non finisce quà :x : CoolGun :

Vorrei ricordare che durante il sogno ero parzialmente lucido, nel senso che comprendevo quello che vedevo, ma non controllavo al 100% il corpo, ne avevo capito che fossi in un sogno.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 17/02/2011, 22:16

mercoledì 16 febbraio 2011
Questa sera non avevo in mente di sognare , a contrario di altri giorni in cui cerco di concentrarmi ma alla fine non conclude niente, eppure mi è venuto fuori forse uno dei più lucidi ma corti sogni che abbia fatto. Un'altra cosa, per raccontare con più fluidità vi avviso che compariranno due miei amici che chiamerò manfro e dana, andiamo all' ITI.
Mi trovavo a scuola :shock: (UN INCUBO?!). Suona la campanella ma non entriamo in classe, iniziamo a vagare per la scuola raccontandocela del più e del meno. Cercavamo qualcosa che non sapevamo neanche noi cosa. Arriva l'ultima ora e entriamo aula (forse era proprio quella che cercavamo :lol: ) che di precisione è l'aula 29 del nostro istituto. La lezione finisce istantaneamente, senza rendermi conto che fosse durata 50min. Quindi suona l'ultima campanella e io, manfro e dana ci avviamo verso l'uscita. Al contrario degli altri giorni, sembrava che fossero scomparsi tutti apparte noi. Meglio! Usciamo ma il panorama è ben diverso dalla solita strada affollata che vedo ogni giorno. La scuola si trovava in fondo a una grande piazza che, man mano che si avvicinava verso la strada, si abbassava sempre più, come se la scuola fosse in cima a una collina non troppo pendente ne alta. Ogni tanto sulla piazza si vedeva qualche posto parcheggio qua e la a volte occupati da una macchina. Tutto sommato era un posto accogliente, le macchine alla base della "collina dove in cima stava la scuola" trascorrevano tranquillamente fermandosi ogni tanto ai semafori rossi, il sole era bello e giallo e faceva una luce abbagliante che rimbalzava sulle auto finendo nei miei occhi, anche se non mi disturbava. Ecco che vedo mio padre e la sua macchina, quel giorno dovevamo portare a casa sia manfro che dana. La macchina si trovava circa a metà piazza e, chissà perché, per raggiungerla ci muovevamo uno alla volta. Il primo a spostarsi fui io, e la raggiunsi aggirando un uomo molto bizzarro, avrà avuto 40 anni vestito di stracci con tanti capelli bianchi e disordinati. Ora tocca a manfro venire verso la macchina, il barbone sembra digli qualcosa in una lingua sconosciuta, ma raggiunge anche lui la macchina senza difficoltà. Ora tocca a dana e qua mi succede una cosa molto strana[/color] Lascio il mio corpo e mi sposto in quello di dana, vedendo tutto quello che vedevano i suoi occhi senza riuscire a controllarlo. L'uomo a lui si avvicina con più violenza prendendolo per un braccio. Con uno strattone riesce a liberarsi e a entrare in macchina. Torno nel mio corpo. [color=#0000FF]L'uomo corre verso la nostra macchina e con un salto molto agile ci salta sopra. Bisognava sbarazzarsi di questo tizio il prima possibile. Con lui ancora sul tettuccio della macchina, mio papà sgasa giù dalla piazza verso la strada. Rischiando per un pelo un incidente sbatte, però, contro le case dall'altra parte della strada, facendo sbalzare il barbone sopra il tetto di esse, Come se non fosse successo nulla si rialza e rigetta contro la nostra macchina. Ignorando i semafori cercavamo di fuggire dal barbone, ma che ci stava sempre dietro le spalle, correndo sui tetti delle case di fianco alla strada. Un passo sopra il semaforo e un salto sull'auto. Noi 4 (me, mio padre, manfro e dana) alziamo lo sguardo e lo vediamo sopra il tettuccio, che stranamente era trasparente, per quello lo vediamo. Inizio a tiragli i calci e riesco a insaccargli tre dita :cool: . Ero gasatissimo quando sento dei passi provenienti da chissà dove.

Era mio papà che mi sveglia :angry: . Era ora di andare a scuola : WallBash :
Ultima modifica di jaki11 il 07/04/2011, 21:49, modificato 2 volte in totale.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 20/02/2011, 10:37

20 febbraio 2011. Sono andato a dormire alle 23:15 circa.
Premetto che avevo un buon controllo del corpo ma non ho mai preso coscienza di essere in un sogno. Non mi sono accorto che era un sogno nonostante ci fossero dei particolari ben ovvi -.- .

- Il primo sogno che mi ricordo è un sogno semplice ma carino. In pratica mia mamma aveva comprato un albergo in alta montagna e assieme a mio papà lo gestivano insieme. La prima cosa che pensai è che non avrebbe avuto molto successo. Invece ogni minuto che passava entrava una persona diversa. Entravano nell'altrio (che era piccolo) direttamente con la moto ahaha. Un particolare che poteva farmi rendere conto di stare sognando era che avevo l' IPhone in tasca ....

- .... Per qualche ragione che non mi ricordo mi ritrovo di notte in mezzo ai campi. Per la precisione su una stradina erbosa che passava in mezzo a due campi. C'era tanta altra gente. Chiedo a mio fratello dove ci trovassimo e lui mi spiegò che era come un gioco, una corsa... Tra un po ci sarebbero arrivate le indicazioni per proseguire la corsa e i primi 5 avrebbero vinto 5 oggetti diversi. Si erono tutti seduti in attesa di indizi. Mi misi a fissare, non avendo cosa fare, la gente. La cosa che mi impressionò è che erano tutti diversi e tutti perfetti. Perfetti nel senso che potevano essere persone che esistono veramente. Sembravano in tutto e per tutto a dei veri esseri umani. Tutti diversi e tutti con espressione e carattere diversi. Comunque... A un certo punto mi arriva un impulso alla testa e tutti ci alziamo. Guardo verso un campo e vedo che un muro di fuoco che sta bruciando i raccolti viene verso di noi distruggendo tutto quello che si trova. Inizia la corsa. Proseguiamo la strada erbosa fino a arrivare ad una, mmm, diciamo salita per disabili ma più alta, più ripida fatta di terra e erba. Dobbiamo scalarla. Mio fratello arriva in cima e si getta dall'altra parte senza difficoltà. Io riesco a avanzare ma sento proprio la fatica di spingere in alto e le mani che da un momento all'altro possono scivolare. Una forza più grande di me mi fa scivolare verso il basso. Guardo meglio e vedo una ragazza che per superarmi mi aveva strattonato. Fortunatamente mi fermo a metà collina e, con una grinta maggiore, la raggiungo e la supero (POTEVO BUTTARLA GIU'!!!). Sorpasso la collina e vedo davanti a me un cancello, nient'altro. Le persone non riuscivano a superare la collina e mio fratello chissà dov'era.... Tiro un calcio netto al cancello e si apre con facilità. Devo superare una strada trafficata adesso. Prendo bene i tempi e mi getto sperando che niente mi invessti. Fiuuu! Per fortuna arrivo salvo dall'altra parte. Adesso c'è un parco buio, molto buio. Non so come ma riesco ad arrivare alla fine della corsa, che si trovava sotto un albero. Come ho fatto a capire che si trovava li?!?. Man mano arrivano anche altri. Sfortunatamente mi accorgo che uno era arrivato prima di me :( ...
... E' giorno, e tutti i concorrenti sono su un autobus che sta passando per Ferrara. Un particolare che mi ricordo è che un uomo si sporgeva troppo sulla strada e l'autobus l'ha investito :lol: . Arriviamo al primo semaforo dove fanno scendere i 5 vincitori. E ci fanno andare in una casa che, a prima vista, sembra in fase di costruzione. Faccio appena in tempo a guardare di cosa si trattava il primo premio ( era uno shuriken) che mi sveglio

la particolarità di questi sogni è che sono stato Pre lucido. Controllavo il mio corpo senza sapere di essere in un sogno.... CHE PECCATOOOO!!
Ultima modifica di jaki11 il 13/03/2011, 11:48, modificato 1 volta in totale.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 21/02/2011, 22:33

PER POCHISSIMO STAVO PER DIVENTARE COMPLETAMENTE LUCIDOOOOO!! :angry:
Ero a casa di mia nonna ad aspettare mio che mio fratello tornasse dopo una visita dal dentista. Saranno state le 3:15 quando ho chiuso gli occhi e stavo per prendere coscenza : WohoW : ....alle 3:30 arriva mia nonna a svegliarmi : WallBash : ..... Sarebbero bastati altri 10 min e ce l'avrei fatta!!! :(
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 22/02/2011, 15:53

Lunedì 21 febbraio 2011 Sono andato a letto alle 23:10 circa e ho fatto questo strano sogno. Anche se non ero lucido mi ricordo molti strani particolari...forse anche troppo strani! DOVEVO CAPIRE SUBITO DI ESSERE IN UN SOGNO!

...sono da un medico con mio padre. Mi sta facendo un controllo generale e alla fine scrive qualcosa su un foglio e va a prendere una boccetta contenente una medicina. Dice qualcosa riguardo ai sogno lucidi e qualcosa sulla medicina.. ( Già quà potevo rendermi conto di essere in un sogno : WallBash : ) da quel che mi ricordo dice che devo prenderla una volta al giorno, prima di dormire alla sera. Inoltre dice a mio padre della altre cose di cui ricordo ben poco...qualcosa tipo che deve passare più tempo con me, deve giocare con me ecc ( Altro sign perchè io e mio papà non abbiamo nessun problema). Usciamo dal ospedale. Mio papà ha la bici e torna a casa prima di me, io devo farmela a piedi. E' notte fonda. Devo superare un fiume ma ad ostacolarmi c'è un bambino che dice che vuole essere come me, che vuole anche lui quella medicina. Mi sta irritando. Vedo che dietro di lui c'è un buco che cade sul fiume, quindi lo spingo. A quanto pare avevo visto male. Prima del fiume, sotto al ponte, c'era un altro piano. Per questo il bambino si schianta al suolo in un onda di sangue. Corro giù a vedere come sta. E' morto :shock: ... Lo compro con una camicia e ritorno su al ponte. Finito questo mi riavvio a casa. E' ancora notte e quasi non si vede la strada. Per arrivare definitivamente a casa devo superare un lungo tratto di strada senza marciapiedi o lampioni, dove i camion passano a tutta velocità. Non riesco a distinguere le auto, vedo solo dei fari gialli che mi corrono contro, schivandomi all'ultimo secondo....
.... rivedo la scena del bambino e dell'attraversata della strada un paio di volte. Prima di svegliarmi riesco a salvare il bambino dalla caduta.
Ultima modifica di jaki11 il 22/02/2011, 20:41, modificato 2 volte in totale.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda Okram » 22/02/2011, 16:55

Ciao jaki, sogno strano, ma all'apparenza non troppo difficile da interpretare, sembra descriva il rapporto difficile con tuo padre, infatti il medico gli dice che deve dedicarti più tempo, ma poi lui va via in bici e ti lascia a piedi, e durante il percorso di ritorno trovi molti ostacoli, il bambino, la strada buia con i camion difficile da attraversare.. chi sia quel bambino e perchè lo butti giù e poi lo salvi lo puoi sapere solo te. Questa è la mia opinione, che potrebbe essere una boiata gigantesca eh xD più che altro anche alcuni miei sogni assomigliano al tuo, e io con mio papà non è che vada proprio d'amore e d'accordo xD
Avatar utente
Okram
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 03/02/2011, 0:20
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 22/02/2011, 19:50

si forse significa qualcosa come dici tu, spero che i rapporti con mio padre non peggiorino... peccato che non sono riuscito a focalizzare il bambino
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 22/02/2011, 20:36

Un annetto fa...durante le vacanze di estate
non ero ancora a conoscenza dei sogni lucidi... mi sveglio la mattina molto sbalordito, raccontando a mio fratello cosa avevo sognato
E' un sogno un po complicato, cercherò di spiegarlo bene, voi comprendetemi se non so parlare italiano :roll:

Incomincia il tutto con l'apparsa di me, mio fratello, e mio amico Marco a Ferrara (città dove abito)... Entriamo in un palazzo di fianco alla cattedrale e ci troviamo dentro la stanza da letto dei nostri genitori. Iniziamo a giocare a calcio in una stanza. Calcio agonistico :lol: ... dopo un po ci stufiamo e decidiamo di uscire. La città cambia improvvisamente. Ci trovavamo in un, hem, diciamo mischio tra Londra e Venezia. Era una città molto affollata con tanti alti ponti in metallo, che si alzavano per permettere il passaggio di barche. Il cielo era grigio forse per lo smog. Oltre al mio fratello e mio amico c'erano anche i miei genitori, i miei zii e i miei cugini. Decidiamo di fare un giro per la città. Adesso succede una cosa davvero inaspettata. Giriamo un angolo e davanti a noi vediamo questa scena. A sinistra alti palazzi, alla destra un canale e davanti (ma molto più lontana) una coda di persone lunghissima per salire su un battello. Oltre alla coda si vedeva un'altro canale e dei ponti che si alzavano e si abbassavano. Fino a qua tutto normale per essere la realtà di un sogno. Beh, mio amico mi prende per un braccio e con una incredibile forza mi lancia verso la folla. Non riesco a fermarmi!!! Per schivare tutta quella gente faccio un enorme salto. Sento l'aria che mi sfiora la pelle e la forza di gravità che mi porta man mano verso il basso. Salto la gente e, sempre stando in volo, supero anche il battello... mi trovo circa a metà canale. Esattamente in quel momento ho realizzato di essere in un sogno. Non conoscendo nessuna tecnica per stabilizzarmi ho pensato. Nel miglior dei casi cado in acqua e annego. Non lo avessi mai detto. In quel momento un ponte ( mi ricordo esattamente il colore bianco e verde) scende e io lo prendo in pieno in un *TONG* metallico. Mi sveglio così :| .... Poi ripensando alla scena mi metto a ridere come un idiota. :lol: :lol: :lol: :lol:

Non so se si può considerare un sogno lucido... Forse è uno dei sogni più stabilizzati che abbia mai fatto, ma allora non sapevo l'esistenza della lucidità e delle sue potenzialità. E poi ormai mi stavo schiantando contro un ponte :lol:
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 23/02/2011, 16:01

22 Febbraio 2011
Vado a letto alle 23:10 senza utilizzare tecniche.

Non ricordo bene l'inizio. Mi ritrovo con mio fratello in una pianura dove hanno costruito un lungo tunnel. Questo tunnel ospitava una, diciamo fiera, molto affollata e con bancarelle e esibizioni. Incontriamo a un certo punto 3 albanesi ( colgo l'occasione per precisare che non sono razzista), precisamente c'era il padre e i suoi due figli, uno di 18 anni e uno di 15 circa... Ci informano che loro saranno i nostri nuovi vicini. Mio fratello inizia ad insultarli senza motivo : Surprice : ... Io gli dico che ci avrebbero ucciso se non avesse chiuso la bocca!![/color] ( : Frown : ) . Torniamo a casa. Appena arriviamo incontriamo un tiratore scelto (che potevamo vedere solo io e mio fratello tommy)... Gli dico che tommy ha insultato degli albanesi e che entro breve ci avrebbero uccisi! Il soldato allora prende una decisione che, se non l'avesse suggerita lui, l'avrei suggerita io... Dovevamo ucciderli prima che loro uccidessero noi! :o
[color=#0000FF]Ok, non ero molto sorpreso perchè me l'aspettavo una risposta del genere...
...Io e tommy speravamo di trovarli alla fiera dove gli avevamo incontrati il giorno prima, e fu così. Appena gli vedemmo mio fratello tirò fuori un tubo d'ottone. Corremmo velocissimi e in pochi secondi gli eravamo davanti. Tommy infilò il tubo nel petto del padre albanese mentre io avevo fermato appena in tempo il tubo del figlio più piccolo, che avrebbe preso mio fratello in pieno. Finito il primo delitto scappammo a casa...il tiratore scelto ci diede altre dritte...
... Era il momento uccidere il secondo membro della famiglia! Visto che erano nostri vicini non fu difficile questa volta localizzarli. Entrammo in casa da loro. Fu così che vedemmo il figlio di 15 anni che mi corse in contro! PER QUALCHE RAGIONE NON RIUSCIVO PIU A APRIRE GLI OCCHI :shock: . Mi muovevo barcollando e appena provavo ad aprire le palpebre mi si chiudevano istantaneamente. Dopo un po riuscii a aprirli. Mio fratello.... :cry: ..... Era riuscito a uccidere anche lui! : Thumbup : .
Perfetto, ne manca solo uno, il più pericoloso: il figlio di 18 anni. Però eravamo stanchi. Troppe uccisioni in quella giornata. Siamo andati a letto. Per sicurezza tommy prende una pistola ( non si sa mai :roll: ). Ci stavamo per coricare quand'è che vediamo salire dalle scale il ragazzo rimasto! "SPARA" Gridai a tommy "SPARA PRIMA CHE SPARI LUI!"...in effetti anche lui aveva una pistola e la puntava proprio contro mio fratello. "BUM BUM"! Il ragazzo cadde a terra e per assicurarmi che era davvero morto gli ficcai un tubo in testa. A questo punto potevamo dormire tranquilli. Arrivò il tiratore scelto e dopo essersi complimentato per le nostre uccisioni ci diede la buonanotte e mi svegliai : Chessygrin :

Un sogno strano... E NONOSTANTE FOSSE DAVVERO STRANO NON RIUSCII A COMPRENDERE DI ESSERE IN UN SOGNO : WallBash : : WallBash : : WallBash :
Ultima modifica di jaki11 il 13/03/2011, 11:49, modificato 1 volta in totale.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Prossimo

Torna a Diario dei sogni comuni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite