Indice Il Mondo Onirico Diario dei sogni comuni > Diario dei sogni comuni di Ale312

Sogni o incubi, unici o ricorrenti. Sogni particolarmente emotivi o bizzarri che volete condividere e su cui volete sentire commenti e associazioni degli altri utenti.

Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 25/01/2014, 13:26

Questa notte ho fatto un sogno che mi ha fatto pentire di essermi svegliato, mi è piaciuto molto e mi ha fatto venire voglia di aprire un diario dei sogni comuni.
Ovviamente metterò anche tutti gli altri sogni precedenti :D

Sogno del 25/01/14
Sono in un giardino e vedo passare una ragazza accompagnata da altre(forse, non ricordo). Ci faccio subito amicizia passiamo un po' di giornate insieme e a un certo punto la bacio, lei all'inizio si arrabbia e io le dico che me ne sono pentito e lei si arrabbia di nuovo perchè, appunto, me ne sono pentito :shock:
Facciamo un po' di casino poi arrivano mio padre ed altre persone(credo i suoi genitori), mio padre parla con me e mi chiede se mi piace la ragazza(aveva un nome strano che non ricordo) e io dopo un po' di timidezza gli dico di si, lui sorride.
Ora sono in sala e mi alzo dal divano per andare in camera col cellulare e mia mamma dice che ci sto sempre attaccato, io le rispondo che vado a giocare con la Ps Vita. Sono in camera e su whattsapp,io e la ragazza, parliamo in modo dolce. Mentre le scrivo mi viene in mente la ragazza che mi piace nella realtà, e che finalmente non me ne frega più niente di lei.

Questo sogno mi ha lasciato di un'amarezza al risveglio, e devo capire cosa significa, se ha un significato...
: Chessygrin :


Sogno del 29/08/13
Si torna a scuola, entro in classe e mi siedo vicino a DP., entra il mio vecchio professore di matematica e parla un po' (non so di cosa). Suona la campanella e come sempre ci alziamo e giriamo per la classe e io dico a DC. che quella notte ho sognato di tornare a scuola 5 volte, lui invece 10 volte. Alla mia sinistra noto G. sempre alla fine dell'ora lancio una pallina di metallo che rimbalza fino a P. :shock:
Al cambio dell'ora entra la mia maestra della scuola elementare e mi ritrovo vicino i miei amici d'infanzia, che non c'entrano nulla con le superiori di inizio sogno. Sempre la maestra ci chiede a me e ad E. da quanto non ci vedevamo, e noi rispondiamo da un po'.

Molto probabilmente ero solo in ansia per il rinizio della scuola ^^
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 03/02/2014, 22:51

Sogno del 02/02/14

Sono in vacanza e passo dagli anni 70 fino ai giorni nostri :shock: .
Scrivo su Whattsapp ad un mio amico e gli dico di venire a casa mia con un altro mio amico.
Una volta a casa mia siamo davanti alla play, dico al mio amico che dovremo finire beyond in coop in futuro ( io l'ho già finito), lui si incazza e schiaccia lo schermo della tv facendo delle crepe. Io mi incazzo altrettanto e lo caccio di casa.
Mi sveglio per finta e mi ritrovo su whattsapp le conversazioni che ho fatto con lui nel sogno. Mi racconta che vuole riprendere l'amicizia di un tempo con quelli delle elementari.


Sogno del 05/09/13

Decido di iscrivermi al centro estivo, e lì incontro S .e G., giochiamo a basket, poi torniamo in classe e danno i compiti(?).
Torno a casa e mi ritrovo su un pullman, sono vicino a uno che conosco e mi dice che ha platinato littlebigplanet 1 e 2. Sono vicino a una ragazza e dopo un po' le inizio a rappare, lei sta al gioco e rappa benissimo, ne arriva un'altra e fa lo stesso.
Il bus si ferma, scendiamo e raggiungo D., entriamo in un negozio e voglio dirgli quello che mi è successo sul pullman.
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 05/08/2015, 20:29

Riprendo ad annotare pure qui sul forum i miei sogni comuni, sperando di essere costante non solo sul diario cartaceo : Chessygrin :

03/08/15

Siamo noi, la compagnia solita, tutti in una casa che sembrerebbe quella di A., e siamo lì forse a mangiare la pizza.
Aiuto A. a chiudere la scatola della dama, prendendola un po' in giro dicendole che ci sta mettendo tanto e mi sto addormentando. Mentre la sistema le mie labbra si posano sulla sua mano, lei non oppone resistenza e gliela bacio.
Suona il campanello ( oppure bussano, non so) e non so chi mi informa che alla porta è G.: sono molto sorpreso di questo e aprendo la porta urlo il suo nome per scherzare ( come fa a scuola AI.), noto che si è rotto il braccio sinistro.
Entra in casa e chiede dove si può mettere, io gli dico che siamo tutti di là.
Tornando dagli altri, mi ritrovo nella mia classe, sta andando la musica e quindi penso sia uno degli ultimi giorni di scuola, anche se a D. e a G. dico che tra poco rinizia. La musica ha fatto partire l'inno d'Italia, e siamo abbracciati noi tre a cantarlo.




05/08/15
Pomeriggio

Siamo a casa di mia nonna a mangiare(penso), io e la mia compagnia. Sono sul divano e sono le 21:15 ca. : dobbiamo tornare a casa. Non so perchè, ma prima di prendere la macchina, ci incamminiamo a piedi. Il mio atteggiamento verso A. è staccato per via del suo atteggiamento aperto verso gli altri.
Ora siamo su una lunga strada prima della Coop, informo gli altri che è ancora lunga.
(..) Mi ritrovo su una specie di balcone, vedo A. e AN. per mano e ci rimango molto male. Dico ad AN. che non c'è posto in macchina visto che siamo in otto, ma mi accorgo che di questo ne devo parlare con il nonno, e a sua volta dice: "Ci penseremo". Scendendo dalla piattaforma, tutto cambia e penso di essere in gita scolastica; mi ritrovo così a cercare il mio professore di topografia infondo ad una strada insieme a MC.
Andando avanti parliamo, io e lui, di come è bella Los Angeles ( a quanto pare eravamo lì ) e in questo posto dove siamo è deserta però, con i campi.
Non avevo riconosciuto poco più avanti di me P. e sta facendo lo stupido. Dietro di noi vediamo dei pullman e della gente scenderci, contiamo quanti ne sono nostri della classe, ma vediamo solo R.
Altri tizi scendendo dal pullman si avvicinano a P., lui fa qualcosa che li fa arrabbiare, ma chiariscono subito dopo. Infine sento J. dire che abbiamo in gita due stupide: una con il cane adottato ( I.) e un'altra che non ricordo.
(che poi perchè una col cane adottato dovrebbe essere stupida, anzi : WallBash : )
Ultima modifica di Ale312 il 07/08/2015, 12:49, modificato 4 volte in totale.
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 06/08/2015, 13:08

06/08/15

Sono a scuola, tutto è molto diverso però. Ricordo solo che finiamo subito l'anno scolastico con un solo voto in matematica (credo).
In classe una prof. sta spiegando una specie di psicologia umana, ironizzando sul fatto che se una persona non ti guarda mentre parli, non le interessa nulla. Battute partono se non si guarda il crocifisso, così non guardi Gesù :roll: .
La classe diventa un giardino con l'erba alta; alla mia destra ho un prof. che più avanti si rivela essere il mio vecchio professore delle medie. La classe fa battute sul fatto di guardare il seno della prof., il professore si sente in qualche modo chiamato in causa e si sente a disagio, ma la prof. non capisce.
Ci spostiamo, io sto correndo con lui di fianco; gli chiedo se alle medie ero grosso, ma lui mi risponde di no: sembra non essere di tante parole.
Arrivati in un altro punto del giardino, ci sono G. e P., a quanto pare ci siamo spostati a causa dei troppi moscerini/zanzare perchè qui in questo punto sembra ce ne siano di meno


Pomeriggio
Mi sono, come al solito, preso un attimo di riposo pomeridiano coricandomi poco dopo le 13 e svegliandomi alle 14:50 circa.
(..) Sprazzo di sogno in cui sono in una macchina, con il navigatore automatico, perché mio padre è dovuto andare via un attimo. Mi ritrovo a guidare (forse un difetto nel navigatore automatico) dalla parte del passeggero, avendo non poche difficoltà con i pedali. Qui ho un vuoto, ma alla fine provo a mettere in pausa, ma essendo la vita reale online non accadrebbe nulla (ho comparato un gioco online alla vita reale).
Qui ho un risveglio vero, accertato dal RC delle mani, rinuncio allo scrivere il sogno appena fatto, ritenendolo inutile e corto. Che però poi ricorderò lo stesso dopo.
(..) Sono uscito da casa di D., sono in bici e sto andando al parco. Dietro di me vedo D. in bici e sento che sta parlando al cellulare dicendo di portare le carte.
È una giornata di sole, sono arrivato al parco. Chiedo a D. al cellulare dove sono (essendo non poco miope, la miopia non mi abbandona nemmeno nei sogni : Sad : ), li riconosco comunque vicino al campo da calcio; gli chiedo per accertarmi che siano loro attribuendo a ognuno il colore della maglietta.
Il campo è pieno di gente che gioca, che ascolta musica e che sta sdraiata sugli asciugamani. Appena arrivo, sento A. che mi chiama per nome, io faccio finta di niente e vedo che mancano lei e AN. Lei sta mettendo della musica ad un altro asciugamano con la cassa. Ritorna da noi, si sdraia sull'asciugamano, io non ci penso due volte e mi sdraio abbracciato a lei. Mi vengono da aprire gli occhi del sogno e aprendoli capisco di aprire quelli "reali". Ma non è cosi, perché ho un falso risveglio (alquanto inusuale) per via di D. in camera mia, che a quanto pare era A. al parco e mi "guidava" nella scena precedente (cosa molto contorta, non so spiegarla benissimo, è come se D. in camera mi abbracciava e questo nel sogno del parco si trasformava in A.).
In questa parte del sogno, mia nonna continua a entrare in camera interrompendo il mio voler rientrare nel "sogno". Siamo in camera da letto, sento dire qualcosa riguardo mio fratello e D. che da un suo parere.
A questo punto apro i miei veri occhi.
Ultima modifica di Ale312 il 07/08/2015, 12:50, modificato 2 volte in totale.
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 07/08/2015, 11:14

07/08/15

Ieri sono andato a letto un po' rammaricato per un fatto successo la sera, ma spero sia solo nella mia testa. Mi corico poco dopo le 3.

Sono appena salito sul pullman grigio delle medie, ho però la bici e chiedo se posso salire. Sono forse con D. Alla fine ci salgo ma rimango all'ingresso senza ingombrare, come consigliatomi dalla tizia accompagnatrice sul bus. Arriviamo a destinazione, scendiamo ma scordo la bici che poco dopo vedo per terra calpestata dietro di me. Durante questa parte sono socievole con la gente che incontro. Torno indietro a prendere la bici ma le persone non ci credono sia mia. Ci dirigiamo in un posto io E e D ma non ricordo dove.
(..)
Io e i miei dobbiamo partire tra qualche ora, siamo a casa mia, forse, con anche DA, AL, J e G. Sto giocando ad un gioco sul pc: si tratta di una tigre su due zampe che svolazza sopra un paesaggio con una casa. Mio papà dorme e ricordo che devo svegliarlo tra qualche ora.
(..)
In un altro sprazzo durante la notte, siamo io e AN che stiamo parlando dell'uomo sabbia di spiderman, camminando per un centro commerciale.


Per ricordare questi pochi pezzi ho fatto davvero fatica la mattina, a parte il primo che mi sono segnato verso le 5:30 del mattino. Magari avevo altri pensieri per la testa, come ho accennato all'inizio :|

Il pomeriggio mi metto sdraiato verso le 13, effettuo del rilassamento progressivo, ma a causa di gatti rompi**** e rumori in casa mi continuo ad agitare addormentandomi malino.
Ricordo due righe, purtroppo
Sono a casa con mio padre, stiamo parlando di uno sconto su amazon ( non ricordo di cosa ), mentre parliamo gli chiedo se ha caldo e se posso accendere l'aria condizionata.

Emozionante insomma : WallBash :
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 08/08/2015, 13:16

08/08/15

Coricatomi verso le 2:30 ca., punto la sveglia per le 8:00 sperando in un ricordo più vivido e più forte rispetto agli altri sogni fatti ( visto che di solito ho un risveglio automatico verso le 8:30, ricordandomi poco o nulla ). Non ha avuto comunque "successo", infatti mi sono risvegliato con il ricordo del nulla. Torno a letto dopo essere stato sveglio per un po', mi risveglio per le 11:30 e sforzandomi un pochetto ricordo qualcosa.

Sono in piscina con D e sua sorella, dobbiamo svolgere una lezione "speciale". D ha qualche problema a stare in acqua, forse si sente male; l'istruttore gli chiede quanto pesa, gli risponde 74 kg (in realtà ne pesa 50/60), dopodichè lo chiede a me :" 2 in più di lui" gli dico, non capisce e io infastidito dico 76kg. D però non se la sente ed esce dall'acqua, contento di abbandonare, lasciando me, sua sorella e l'uomo. Davanti a me, un po' in lontananza, noto in uno spazio fuori piscina, un relitto di una nave, sopra cui c'è gente che vuole bagnare con un getto d'acqua chiunque passi di lì (di questo mi informa l'istruttore, ironicamente)
(Vuoto di memoria..)
Sono seduto sul lettino, sto parlando con K; lei vuole farmi provare un nuovo gusto di sigaretta, la respingo dicendo che odio il fumo. Lei però mi ricorda di aver provato in passato con L., mi stupisco che lo conosca, lei dice che lo conosce un'amica di sua mamma ( o sua mamma direttamente). Cambiando discorso le chiedo di R e di come è stato appena si sono visti per la prima volta.
(..altro vuoto..)
Sono in una casetta ( tipo bungalow ) con I, che sta mandando un messaggio vocale su un gruppo di whatsapp: visto che mi puntava addosso il cellulare, le chiedo se mi ha fatto qualche foto, dice di no e subito dopo ne facciamo una allo specchio. La foto risulta talmente strana e contorta che affermo: "Sembra un quadro di Picasso". I sembra sparita e ora c'è D di fianco a me che inizia a cantare una canzone di MC cavallo :lol:


Forse perchè vado a letto un po' pensieroso ( nonostante un po' di meditazione ), ma se mi state leggendo avete qualche consiglio per rendere questi sogni più vividi e impressi nella mente la mattina? Anche perchè ho paura di scordare eventuali prelucidi/lucidi.
: greeting :

PS: modifica: pensavo di iniziare un po' di ADA, se qualcuno ne è già esperto ha qualche suggerimento ?
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 09/08/2015, 15:48

09/08/15

Ieri ho deciso di iniziare a praticare un po' di ADA. Ho letto la wiki e l'ho interpretata un po' facendo:
-concetrazione gusto;
-concetrazione tatto;
-concetrazione uditiva.
Per ognuna avrò speso 5/10 minuti. Oggi intendo concentrarmi sugli altri due sensi, poi più avanti intensificherò fino a quando mi verrà naturale.

Sono andato a letto per l'1:30 ed è stata una notte abbastanza ricca di sogni. Ho un risveglio alle 5:30 in cui ricordo:
Sto viaggiando in pullman con zaino e cartelletta, ci sono pure E ed un altro. Ricordo che sto soffiano il naso, ma maldestro me lo soffio un po' sul guanto che avevo sulla mano.
Saluto E, prendo cartelletta e scendo alla fermata delle colline: il paesaggio sembra uguale a quello reale, è buio ed è inverno. Mi incammino verso il kebab, mi scontro quasi con una, mi scuso e lei ride emettendo un "eheh" abbastanza forte; continuando a camminare le imito il suono, lei lo ripete ancora due volte ed io con un po' d'ansia la lascio perdere, andando avanti( la tizia non è stata l'unica a ridermi in quel modo, ci sono stati altri 2/3 incontri così).
(..)
Sono fuori scuola, sembrano i parcheggi delle elementari, ci sono arrivato in bicicletta. Sono con D e SF, che fa una considerazione filosofica sul rapporto di coppia; poi compare AG, e con D vuole parlare del "Tempo nei cibi"(?)


Ho un altro risveglio verso le 8/8:30:
Stiamo giocando io, D ed E, forse a D&D. Però il tutto è molto strano, più che un gioco di ruolo da tavolo, sembrerebbe un gioco di strategia online, infatti la mia visuale mi fa vedere una specie di mappa con città possedute. Sento dire che c'è gente che si scarica tutto il libro(?) di D&D da internet ed io affermo che è meglio giocarlo
(..)
Frammento di sogno in cui AA mi chiede, in una chat strana, se usciamo; io le dico che ci vediamo tra qualche minuto.


Ultimo risveglio verso le 10:00 ca:
Siamo, sembrerebbe, in centro di una qualche città, io ed una. Prima della pausa pranzo combiniamo delle cose, siamo lì per un motivo, che però non ricordo. Ad ogni pausa pranzo lei sceglie il Burger King, io vado sempre al Mac Donald lì vicino. A parte il terzo giorno (sogno in tre giorni) in cui entro al Burger e mi siedo ad un tavolo. Lei sembra che si sia trasformata in D. Mi dicono che il tavolo è riservato, forse per scherzare: ci sono seduti D, AG e F a capo tavola. Ricordo che cambio ancora idea dicendo di andare al Mac e non so chi, mi chiede se è lì vicino.
(..vuoto.. forse un nuovo sogno..)
Ho dimenticato la mia cartelletta in una casa ormai abbandonata, perchè penso che il proprietario sia morto; dobbiamo andare da qualche parte, vedo L che mi da consigli su dove lasciare la cartelletta mentre siamo via.
Ora sono sdraiato con D in stanza davanti a me, sempre nella casa. Ha in mano una tavoletta di legno, mi dice che la deve unire al mio piede per creare una pinna, e che farà un po' male. Inizia il processo, la tavoletta di legno diveta gomma e si attacca al mio piede. Alla fine sento l'arto molto compresso e difficile da muovere; la pinna sembra una calza azzurra.
(..)
Ora sono a riva dell'oceano con S, suo fratello R e mio fratello. Agito il piede con la pinna ( il sinistro ) e velocissimo in un istante mi ritrovo in mezzo all'oceano. Mi tolgo gli occhialini per asciugarmi gli occhi, vedo una barca bianca. Agitando la pinna vado molto veloce, ma storto andando verso destra in modo circolare. Nuotando incontro un signore anzianotto, gli chiedo dove posso trovare la riva, e lui punta il dito in una direzione in cui si vedeva benissimo la riva, ed era vicina. Ci torno del tutto, e mio fratello mi rovescia un secchio di sassolini in testa che mi tolgo sott'acqua.
A riva, mia mamma e la P dicono che S e R sono andati a farsi un giro; in realtà erano lì vicino: piccoli, acconciatura uguale, capelli lunghi uno castano, l'altro biondo. Si alzano e calciano la sabbia della spiaggia addosso a mia mamma e alla P.
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 10/08/2015, 16:05

10/08/15

Sono andato a letto alle 2:30, ed ho avuto un solo risveglio: alle 10 : :s :
Sono sul pullman per una gita scolastica, di fianco a me c'è D, ma non ne sono sicuro. Arrivati a destinazione, scendiamo; prima di scendere D mi supera. Scendendo noto SM.
Siamo in piazza Duomo, vedo R e lo saluto con una pacca
( in questo momento mi sono forse chiesto se fosse un sogno, ma ho respinto subito l'idea ). Si dividono tutti in gruppetti; io sono con D e MT. Spaventato dal fatto di non avere soldi, prendo il portafogli e in realtà avevo 60 euro. Per scherzare, gli altri mi dicono :"Offrici un kebab".
..
Siamo in un centro commerciale; camminiamo e I si divide da noi entrando in un negozio di fumetti, e si dirige verso quelli di Spiderman. Più avanti ci sono E e M che stanno guardando una vetrina per natale. Mi ricordo che ad una macchinetta gioco ( quella con il gancio per prendere i pupazzi ), MF è riuscito a prendere il peluche di Bugs Bunny
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 11/08/2015, 16:23

11/08/15

I sogni che ricordo di sta notte forse li definirei i più brutti di questo diario, per ora. Ma li scrivo lo stesso:

Siamo in cerca e distruggi ( call of duty ), io L, D,AN e M(forse); prendiamo un cecchino intervention a testa. Vicino all'obiettivo cerchiamo di mettere l'esplosivo, ma c'è un nemico, che scopro essere DD., che da una finestra di un palazzo mi uccide. Non so chi riesce a mettere la bomba e vinciamo. A questo punto io grido insulti verso il nemico, dimenticando che era solo il round 1. Nel round 2 dobbiamo difendere, siamo in una casetta piccola ad aspettare, ma non la prendiamo molto sul serio. C'è AN che sta mangiando un muffin ed io lo scambio per un babbà. ME, invece, mi para un po' di League of Legends. Vedo avvicinarsi un nemico nel mirino del mio cecchino, lo manco, ma un altro riesce ad accoltellarlo; esultanze partono a questo punto, con accenni a delle medaglie di bronzo(?).
(..)
Siamo a casa della nonna, mio fratello si butta giù due volte dal balcone, piangiamo tutti ma tanto rinasce come in world of warcraft, però ogni volta rinasce vecchio (collegamento forse a inception?)
(..)
Sono ad una festa, dedicata a me, e ricordo che prima di arrivare dagli altri supero una specie di dungeon con mostri. A questo punto sono in cucina, P mi chiede l'acqua, non so cosa deve farci. Sono seduto ad un tavolo con P,K,D e I. Devo sistemare tutti i tiramisù che mi hanno regalato nel frigo. D cambia posto e va dietro con R, ed io al tavolo sto mangiando una cotoletta con il purè


mah, a sto punto preferisco sogni della routine quotidiana :lol:
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Re: Diario dei sogni comuni di Ale312

Messaggioda Ale312 » 13/08/2015, 19:44

Scrivo qui i due giorni che ancora non ho scritto:

12/08/15

Ho forse avuto un prelucido, ma non ne sono tanto convinto perchè:

Sono in fermata del pullman, in bicicletta. In questo momento so di essere in un sogno, ma non mi sarei definito lucido ( ho sognato di sognare lucido, oppure la lucidità è stata talmente scarsa e talmente poca, se mi chiarite :P ) Arriva il pullman; lo prendiamo, apre le porte e parte subito velocissimo, facendomi rimanere un attimo fuori attaccato a un appiglio, ma alla fine riesco a salire. Sono con M, salgo e vedo MA che dice a M di mettersi in un altro posto. Sto in piedi, affermo di scendere la fermata dopo, visto che ho dimenticato la bici in fermata. Alla mia sinistra S seduta, ride dicendo di averla, appunto vista in fermata. Mi ritrovo seduto vicino a M (o D?) e stiamo parlando della patente, e che tra poco la faccio. C mi dice se la verrò a trovare, e io le faccio il segno dei soldi che mancano per la benzina.
...
Sono in un palazzo, vestito mi sembra da musulmano ( :lol: ), grido qualcosa come "alcol"; la sicurezza mi cerca ma io riesco a mimetizzarmi bene anche grazie all'aiuto di DP. Sono con DP in un piccolo spazietto, forse sei metri quadrati; stiamo scegliendo un computer per lui, ne abbiamo scelto uno da, mi sembra, 1348 euro. Nella stanzetta altri due ragazzi vengono da noi, chiediamo pareri sul perchè io ho un pc "Asus, republic of gamer pagato 1000 euro" e quello costa poco più essendo un fisso. Non so cosa, forse un condizionatore, esplode in modo esagerato che fa crollare man mano l'edificio, io mi attacco a DP correndo verso l'uscita. La visione è tutta polverosa. Scendiamo da una rampa e incontriamo un tizio in giacca e cravatta, forse per portarci via.


13/08/15

Sono andato a letto dopo una mezzagiornata abbastanza piacevole e inaspettata. Questa notte ho avuto due falsi risvegli proprio stronzi, in cui scrivevo questi sogni ( e magari pensando di averlo fatto mi sono perso qualcosa) : WallBash :

Sono a scuola, in corridoio e sto per entrare in una classe vuota, non so per fare cosa. Sbircio il registro, lo prendo e me ne esco; vedo il bidello che si sta avvicinando, io torno dentro, poso il registro ed esco "Scusa E, hai una penna?" e lui ne tira fuori una dal taschino. Ora mi chiede, chiamandomi per nome, se sono io che faccio scherzi con dei tubetti di vernice in quella classe; io dico di no, e ne sono convinto, "Non perderei tempo, visto che devo farmi 30 minuti di pullman".
...
Siamo in una casa, sembra di D, C'è anche A. Ricordi confusi, c'è tanta gente, qualche volta vedo A che vuole prendere la mano di AN e stanno vicini.
...
Sono davanti allo specchio con IY, lui deve partire per qualche mese su una navicella della Nasa; io poi scopro che lo devo accompagnare insieme a mio fratello, ma una volta che la navicella si stacca con lui, noi dobbiamo tornare indietro e mi chiedo come.
...
Siamo su un treno, ritorno da non so dove, io sono seduto vicino a G, al finestrino. Si sdraia su di me perchè dietro abbiamo MC. Siamo un po' schiacciati, K esclama "Mi state schiacciando una tetta"; ridiamo tutti, arriva pure la mia vecchia prof d'italiano, ostacolata dalle gambe di G, e ride anche lei nel suo modo
...
Siamo a casa mia: io, G(che poi diventa D.) e L. D è col pc e sta giocando a un gioco offline. L deve registrare una canzone sulla base di Armonia & Caos di Mezzosangue. La musica fa casino e io chiudo la porta dell'anticamera, perchè gli altri dormono. Sono circa le 22, D/G deve andare via, gli chiedo se vuole essere accompagnato, ma cambio idea subito dicendo che devo rivestirmi e farei casino.
"Cammino per queste strade
perchè non so cosa fare
in verità la malinconia
m'ha catturato in questa notte
provo un'agonia nel calpestare marciapiedi
già calpestati più volte durante periodi sereni"

Task principale: suonare "al chiaro di luna" in una prateria sotto un chiaro di Luna
Avatar utente
Ale312
 
Messaggi: 156
Iscritto il: 11/08/2013, 18:30
Ha  fatto 'Mi piace': 28 volte
'Mi piace' ricevuti:: 15 volte

Prossimo

Torna a Diario dei sogni comuni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


cron