Indice Condivisione esperienze Diario dei Sogni Non Lucidi > Diario Onirico di Saladriel

Sogni e incubi NON lucidi, caratterizzati dall'essere unici o ricorrenti, emotivi o bizzarri. Diario che volete condividere con gli altri utenti per ricevere commenti e pareri.

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 13/10/2022, 21:51

DIARIO DEL 13/10/2022

Ieri vado a dormire prestissimo, sfatto mentalmente e fisicamente dallo stress lavorativo.
Passo una notte agitata, dormendo in un limbo fatto di nero e strane sensazioni, fino a che non sogno di essere improvvisamente a casa dei miei, sulla soglia della loro camera da letto, mia madre in ginocchio singhiozza di lacrime in maniera incontrollabile, mio padre immobile sul letto... il tutto dura una frazione di secondo alla fine della quale mi arriva in mente il concetto di mia madre che si sveglia nel letto al mattino e trova mio padre morto durante la notte... il dolore mio sommato a quello di mia madre che mi arriva in pieno petto è troppo ed urlo un urlo che fora le pareti del sogno, svegliandomi... ma la consapevolezza si sveglia qualche interminabile e terrificante secondo più tardi, durante i quali urlo, credo a pieni polmoni, durante la notte nel letto.
Riprendo coscienza di me madido di sudore e teso come una corda di violino, ci metto poco a realizzare che fosse soltanto un sogno, ma ormai l'umore è scosso ed i nervi sono a pezzi.
Mi riaddormento per quello che posso fino a venir destato al mattino dalla sveglia del cellulare e vivere una giornata dall'umore particolarmente altalenante.
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 15/10/2022, 9:12

Ieri sera vado a dormire parecchio presto, prima delle 22:30
Ero molto stanco, un mix di stress lavorativo e spossatezza fisica dovuta all'aver mangiato pesante (causa stress) per buona parte della settimana.
Dormo filato nel blackworld fino a mezzanotte circa, poi mi sveglio carico di adrenalina. Decido allora di farmi una tisana "Somnus" e, mentre si prepara, di smanettare un po' con Midj
La tisana inizia a fare effetto che è quasi l'una, saluto i membri del forum che si sono aggiunti richiamati dall'irresistibile canto delle immagini in IA e torno tra le braccia di morfeo

Il sonno è agitato, seppur ristoratore.

Ecco ciò che ricordo dei sogni fatti:

[...] Sono in un pub in qualche paesello della Toscana, anche se in realtà sia il pub che il panorama e il clima che si vedono fuori dalla porta di ingresso quando si apre per lasciar entrare ed uscire le persone fanno pensare alla Scozia.
Il pub di per sè è molto simile a quello dove Bruce Wayne incontra Aquaman nel film Justice League di Zack Snyder, solo molto più stretto ed allungato (in effetti la disposizione interna del locale stesso è molto simile a quella del pub sotto casa che frequento con una certa solerzia).
Sono seduto ad un tavolino con un amico (che nella realtà non esiste) e stiamo parlando del più e del meno quando dalla porta entra un uomo di media corporatura, biondo come il grano, barba da boscaiolo, occhi azzurri acuti ed intelligenti, naso e mento "taglienti".
Lo riconosco in un istante: è Sting!
Quello che era il mio cantante preferito fino ai primi anni 2000 e che continuo a considerare uno dei più grandi artisti esistenti entra nel pub dove sono io! E lo fa reggendo in mano due bicchieroni enormi pieni di birra bionda schiumante.
Mentre si dirige verso il bancone beve abbondantemtente da uno dei due (in questo mi ricorda molto alcune scene di Gotrek Gurnisson descritte nella saga "Slayer" di William King).
Guardo il mio amico e lui mi accenna al fatto che Sting, essendo di origini Inglesi, è un ottimo bevitore.
Vedo il cantatne mettersi al bancone e continuare a bere in solitudine (un po' come faccio io a volte quando vado al pub per "decomprimere" il lavoro prima di tornare a casa) e, incredibilmente, nessuno lo disturba.
E' talmente in pace in questa sua cosa che neppure a me viene da alzarmi e chiedergli un autografo.
Così io ed il mio amico iniziamo a parlare della sua musica e dei suoi album, io ho smesso di ascoltarlo tempo fa, ma mi viene detto che i suoi ultimi album anche se di genere diverso continuano ad essere molto validi
[...]


Qui mi sveglio

Secondo sogno:

[...] C'è un cliente molto importante che è piuttosto insoddisfatto del nostro modulo di gestione barre e tubolari per l'officina.
Sta di fatto che vengo mandato "in missione" per sistemare la situazione.


Ora faccio fatica a trascrivere il sogno nonostante i ricordi siano vividi proprio per il fastidio nel dover rivivere una situazione lavorativa stressante ed indesiderabile. Ma fa parte del processo, quindi grosso e profondo respiro e via che si va


Sostanzialmente arrivo alla sera in hotel per poter essere dal cliente il mattino successivo presto (l'azienda si trova in veneto, dalle parti di Vicenza), ricordo che l'hotel aveva il garage in comune con la ditta e per accedere alla hall bisognava passare per il garage stesso. Mentre lo faccio vedo arrivare una piccola Rolls Royce color "matte white" parcheggiare in fondo al garage, dopo qualche secondo ne esce una persona che potrebbe essere la versione umana e reale di Paperòn de Paperoni (è una persona che ho conosciuto realmente, tra l'altro, ed è stato il titolare di uno dei nostri clienti di Genova). Lo riconosco essere il padre fondatore della ditta dove sono stato inviato.
[...]


Niente, non ce la faccio, mi arrendo.
Se cerco di scrivere oltre mi arrivano ondate di ansia e la mente parte con i suoi daymere riguardanti il lavoro, prendo a litigare e discutere con colleghi, clienti, datori di lavoro... è Sabato e sinceramente vorrei trovare modo di viverlo in maniera un po' più serena.
So che "fuggire" non è la soluzione migliore ma sono un essere umano e ho dei limiti.
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 17/10/2022, 21:06

Ieri sera vado a dormire piuttosto presto, è un periodo in cui mi sento poco in forma, sia fisicamente che mentalmente.
Non so se ho preso in forma leggera l'influenza intestinale che gira nelle nostre zone o cosa, ma mi sento "fuori fase".

Ecco il sogno che ricordo

[...]
A Fossano hanno organizzato una serie di gare di automobili a livello mondiale. Gara alla quale mi sono iscritto.
Ricordo una piazza, è piena notte, e c'è una bancarella dove si acquistano i ticket di partecipazione alle gare. Dietro al bancone c'è MG, il mio farmacista di fiducia che, come suo solito, mentre mi porge il ticket mi racconta una delle sue barzellette.
Ricordo di vedere scene di una pista dove alla griglia di partenza ci sono macchine da Formula1 miste ad altre macchine da pura velocità, ricordo lo Start! E i primi sorpassi nella parte di rettilineo iniziale, alla quale segue una ampia parabolica sopraelevata che conduce ad un lungo cavalcavia (sembra in tutto e per tutto l'uscita di Corso Unità d'Italia verso Racconigi/Carmagnola, in Torino).
In una scena successiva invece la gara continua su sterrato e nelle sabbie dei deserti e vi partecipano autoblindi, veicoli pesanti, jeep e moto da cross.

Io a quanto pare mi iscrivo ad una delle eliminatorie iniziali, nel circuito cittadino (per l'occasione Fossano in questo caso ha una pista interna molto simile a quella di Montecarlo).
Non ricordo molto della gara, se non qualche fotogramma nel quale faccio dei sorpassi azzardati e prendo un paio di curve da pilota di Rally professionista. Sento "uscire" quello stesso spirito da "guidatore spericolato ma esperto" che mi rendeva bravino nei giochi di guida ai cabinati delle sale giochi e che mi ha salvato da un paio di situazioni nella vita reale (Io lo chiamo "lo spirito da gamer" ;) )
Comunque sia vinco la gara, anche abbastanza di misura.
Questa vittoria mi da diritto di accesso ad una seconda gara, alla quale mi iscrivo immediatamente, dimenticandomi di ritirare il premio della prima.
Questa seconda gara si svolge su sterrato e ha la pista localizzata nelle vallate sopra a Cuneo.
La gara è domani ma questa notte è concessa una sessione di prove libere per prendere confidenza con il tracciato, così decido di approfittarne: salgo in auto e senza pensarci mi dirigo verso i monti.
Mi accodo ad altre macchine che vanno ad effettuare le stesse prove e le seguo fino a destinazione, una volta arrivato mi trovo all'ingresso di una pineta, dove parcheggio per aspettare il mio turno.

Qui succede qualcosa che non ricordo perchè tutto ad un tratto mi ritrovo nella città di Cuneo, sono a piedo e ho lasciato la macchina su alla pineta. Il problema è che non so come sono arrivato fino in paese e non saprei tornare indietro alla macchina perchè ho guidato semplicemente seguendo altre auto e non ricordo la strada.
Prendo il cellulare per chiamare qualcuno ma mi rendo conto che non ho salvato il Nr. degli organizzatori e non mi sono iscritto al gruppo di Whatsapp dei partecipanti alla seconda gara, qundi non saprei chi chiamare!
Mi rendo conto anche di non ricordare il nome della gara, della vallata dove avverrà, nè tantomeno la data e l'ora di quando avvera!
L'unica cosa che so è che VOGLIO partecipare a quella gara!

Qui ci sono varie scene frammentate di me che vago per la città cercando qualcuno o qualcosa a cui fare riferimento per ricordarmi dove e quando si terrà quella gara

Ad un certo punto incontro un conoscente che esce dall'hotel che c'è davanti all'Ospedale di Cuneo, al quale chiedo se gentilmente può darmi uno strappo fino a Fossano, alla piazza dove ci sono gli organizzatori della gara.
Lui molto gentilmente acconsente e il sogno salta a Fossano, dove è tutto esattamente come l'ho lasciato, come se mi fossi assentato cinque minuti prima.
Raggiungo la bancarella, mi faccio dare il premio per la vittoria alla prima gara, mi faccio iscrivere al gruppo Whatsapp della seconda gara e lì dentro scopro che uno dei partecipanti è il mio ex istruttore di tiro con l'arco.
Lo contatto e mi faccio dare uno strappo fino alla pineta; durante il viaggio lui diventa mio Padre, solo molto più giovane. Arrivati a destinazione trovo la mia macchina, ma ormai si è fatto mattino ed è già pieno di gente per la partenza ufficiale.
Mi metto nella posizione di partenza e in questo momento la gara assume un sapore misto tra una gara di Rally vera e propria ed una battuta di caccia. [...]


Qui mi sveglio
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 22/10/2022, 7:11

Ieri c'è stato il culmine di un periodo particolarmente stressante, dopo di che una piacevole ridiscesa verso la distensione dei nervi.
Decido di passare la serata al pub per godermi l'attimo di "socievolezza" e alla fine passo la serata lì
Vado a dormire attorno alle 2

Ecco ciò che ricordo dei sogni fatti:

[...]
Sono al Vitriol, il pub sotto casa, mi viene presentata una ragazza molto giovane, apparentemente timida ma dallo sguardo a tratti così intenso da poter forare una parete in cemento armato. Iniziamo a parlare e conoscerci e questa inizia a parlare di esoterismo, druidismo, entità, ecc... sono argomenti che conosco quindi la chiacchierata si infittisce fino a che guardandoci negli occhi non ci rendiamo conto che scatta una scintilla di pura attrazione sessuale.
Tra le altre cose che mi racconta scopro che ha parecchi problemi con la famiglia, che è piena di mafiosi, è appena uscita da un centro di riabilitazione, ecc... tutto questo non mi tocca minimamente.
Fatto sta che ci scambiamo i numeri di telefono e per farlo ci scambiamo proprio i cellulari per qualche istante. Nel farlo lei prende anche il Nr. di telefono di un mio vecchio compagno di classe di elementari e medie, un mio ex compaesano che era uno dei pochi veri amici che avevo ai tempi.
Andiamo verso il bancone e prima di pagare prendiamo ancora un cocktail con stuzzichini, non ricordo la bevanda cosa fosse ma gli stuzzichini erano quei bastoncini di salame compresso parecchio chimici che si trovano confezionati in alcuni supermercati. So che ridiamo e facciamo qualche battuta in proposito e che quei bastoncini andavano puciati nel drink e poi mangiati così.
All'uscita dal locale, una volta soli, l'attrazione fisica si fa palpabile, percepisco un fremito fisico nel mio corpo e nel suo, comunque ci tratteniamo per via del fatto che lei è tenuta sotto controllo dalla nonna (che non è lì con noi ma è come se lo fosse). Così ci facciamo una passeggiata, durante la quale si crea una sorta di legame empatico molto forte e scopriamo di saper prevedere ed imitare i movimenti l'uno dell'altro in maniera piuttosto precisa e quindi giochiamo a camminare in sincrono come due gemelli di un film horror.
Ad un certo punto lei deve rientrare a casa, scopro che tra l'altro vive vicino a me, quindi ci dirigiamo prima verso casa mia (non vuole che la nonna la veda in compagnia di nessuno) e nel farlo mi dice che mentre aveva il mio cellulare in mano ha organizzato a mio nome una uscita la sera successiva con me, il mio ex compagno di scuola e un paio di suoi amici. Faccio spallucce e mi dirigo verso il portoncino sotto casa, lei mi segue come un'ombra ma si ferma subito prima di varcare la soglia, come se ci fosse una barriera.
"Verrei su ma non posso" mi dice, guardandomi dritto negli occhi
"Lo so, tranquilla. Va bene" le rispondo.
Così mi giro e cammino nell'androne verso le scale che portano al 6° piano dove abito. Lei continua a mimare i miei movimenti ma lo fa specchio, allontanandosi dal portoncino verso l'esterno.
Sorridiamo mentre salgo le scale e ci salutiamo così.

[...]

E' improvvisamente il giorno successivo e sono in macchina com MB, il mio ex compagno di scuola. Siamo felici perchè è davvero tanto che non ci vediamo e chiacchieriamo piacevolmente mentre lui guida fuori Fossano verso il locale dove è stata organizzata la serata.
Improvvisamente mi rendo conto che nel sedile posteriore c'è lei, la ragazza della sera prima, come se si fosse materializzata all'improvviso.
La presenza di MB in macchina contrasta "energeticamente" con quella di lei: lui è sempre stato un ragazzo puro e buono, forse anche più di me, ma mai ingenuo. Averlo di fianco fa calare una sorta di sipario da dentro la mia mente e i pensieri critici e razionali nei confronti di quella strana ragazza iniziano ad arrivarmi a raffiche verso la coscienza: ho accettato di uscire con quello che è uno dei miei migliori amici assieme ad una figlia di mafiosi praticante di esoterismo ed arti oscure.
"Ma che diamine ti è venuto in mente, Luca?!?" mi dico "Che diamine penserà M di me?"
Mentre vengo colto da dubbi e rimorsi verso quello che sta succedendo e inizio ad interrogarmi su come possa essere riuscito a farmi manipolare in questo modo da una creatura così potenzialmente oscura e pericolosa mi rendo conto che siamo arrivati a destinazione: MB sta guidando in una strada provinciale fuori paese, è notte, sulla destra ci sono campi scolti vista la stagione, sulla sinistra la riva si inerpica verso l'alto in quello che è un terrapieno alto un paio di metri e ricopero di vegetazione, cespugli e bassi alberi. Questo terrapieno viene interrotto da una stradina che si unisce alla provinciale lungo la quale stiamo viaggiando. Il locale che stiamo raggiungendo si trova al fondo della stradina, quindi MB rallenta, mette la freccia a sinistra e svolta.
"Ormai siamo arrivati, la serata è in moto e non posso fermarla, lei sicuramente inizierà nuovamente a parlare di se e della sua vita ed MB penserà pessime cose di me. Oppure lei userà le sue arti oscure per farci qualcosa, o peggio verremo coinvolti in qualche affare mafioso" I miei pensieri vengono interrotti dall'inerzia dell'auto che si ferma parcheggiando nel piccolo spiazzo sterrato che fa da parcheggio del locale.
Scendiamo dall'auto, MB mi guarda, intuisco dal suo sguardo che sa tutto... non ho tempo di rimanere spiazzato che mi dice "Lù, guarda che siamo a posto, ci sono i suoi due amici"
Mi giro e vedo scendere lei dalla macchina, accompagnata da due ragazzi della sua stessa età ed altezza. Entrambi smilzi (a differenza di lei che è piuttosto rotondina), capelli corti ed occhi azzurri come il cielo. Li distinguono il colore dei capelli, uno biondo grano l'altro corvino ed i lineamenti del viso, uno più dolce e l'altro più duro e tagliente.
Istintivamente so che questi ragazzi sono contemporaneamente due cari amici di lei e allo stesso tempo due entità celesti molto potenti (Angeli? Guide? Non riesco a capirlo...) e che sono con noi per mitigare i suoi poteri e il Karma/Destino che si porta dietro dalla sua famiglia. Vedendo la scena intuisco anche lo scopo mio e di MB: quello di riportare lei sul piano della normalità umana e terrestre prima che la sua famiglia e lo sconsiderato uso di magia legata all'esoterismo la strappino via, senza possibilità di recupero, dalla realtà e dalla sanità mentale.
Il sogno finisce mentre ci dirigiamo verso l'ingresso del locale: una piccola e stretta gradinata di mattoni che scende sottoterra per 4-5 scalini per finire contro una porta in ferro battuto arrugginito.
Il locale stesso, che vedo dopo aver visto la gradinata, è un antico edificio in mattoni di un rosso intenso tendente al bordeaux in parte diroccato e ricoperto di rampicanti, come se fosse una vecchia casa nobiliare fortificata abbandonata.
[...]


Qui mi sveglio

DREAMSIGN

CONSAPEVOLEZZA INTERIORE:
-So che ha preso il Nr. di MB, pur avendo lei il cellulare in mano. Non avrei potuto saperlo
-Io sento dentro di me le intenzioni ed i movimenti di lei in modo da poterli imitare alla perfezione

FORMA:
- Barrette di salame compresso come stuzzichini al drink di uscita del pub che frequento. Non lo farebbero mai
- Il locale dove ci siamo diretti nella seconda parte del sogno non esiste
- Nella strada dove abbiamo svoltato a sinistra non c'è nessuna via a sinistra in quel punto
- La ragazza compare d'improvviso in auto
- Dall'auto scendono due ragazzi che prima non c'erano

AZIONE:
- Io e la ragazza ci scambiamo i cellulari fisicamente per scambiarci i Nr. di telefono
- Io e la ragazza iniziamo a sviluppare una sintonia tale da avere movimenti perfettamente sincronizzati


CONTESTO:
- Lei sapeva chi era MB. Questo nonostante io l'avessi appena conosciuta. Sul cellulare, sempre se ho segnato veramente il suo Nr., non ci sarebbero scritti altro che Nome e Cognome
- Il rituale degli stuzzichini puciati nel cocktail non esiste
- Io ed MB in macchina assieme verso una festa. Ai giorni nostri. Assolutamente improbabile: non ci frequentiamo da 30 anni circa, lui è felicemente sposato e l'ho sempre solo più visto assieme alla moglie.
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 23/10/2022, 9:39

Ieri sera vado a dormire piuttosto tardi dopo aver visto il film "Black Adam" al cinema.
Prima di addormentarmi pratico un minimo di Training Autogeno, è molto difficile perchè sono stanco e ho la mente che se ne va per conto suo, ad un certo punto mi lascio semplicemente addormentare.

Passo per lo più una notte senza ricordi onirici, a parte questo:


[...] Sono evidentemente ad un raduno onirico perchè sto parlando di persona con @Alrescha e so che ci sono altri utenti che stanno ascoltando.
Ricordo che siamo in una grossa sala ben illuminata, ci sono dei tavolini al limite della visuale, non riesco a capire se si tratti di un ristorante, di una sala da ricevimento, se è la sala da colazione di un hotel o se è una sala conferenze.
Le dimensioni, i colori e l'illuminazione comunque tendono al grigio azzurrino molto chiari.
La luce sembra quella solare, filtrata da grosse vetrate.

Stiamo parlando di sogni e diari onirici e ad un certo punto Alre inizia a raccontare che lei tiene tutta una serie di diari divisi per utente del forum: in ciascuno di questi colleziona i sogni nei quali siamo comparsi noi, catalogandoli e unendoli assieme in modo da formare delle lunghe avventure, storie e racconti che vive con ciascuno di noi nel mondo onirico.
Mi si sgranano gli occhi tanto la trovo una idea geniale, ricordo che sto per chiederle se un giorno avrei potuto leggere quello riguardante me [...]
ma a questo punto mi sveglio.

Ragazzi, sto raduno onirico è da organizzare, però! E' tipo la seconda o terza volta che sogno qualcosa a riguardo


DREAMSIGN

CONSAPEVOLEZZA INTERIORE:


FORMA:


AZIONE:



CONTESTO:
- Sto parlando con Alrescha e sono ad un Raduno Onirico. Cosa che di per se sarebbe possibile, salvo il fatto che non è mai stata organizzata
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Alrescha » 24/10/2022, 21:30

Guarda, potrei cominciare a tenerli solo per farti un giorno leggere il tuo ahah
ma vale tutto? lucidi e non? :lol:
"Tal fu la mia follia da fermarmi per la bestia
Di cenere macchiata e del dono portatore
chiedendomi cosa cotal creatura fosse
<<parla inquieto spirito
di qual sorte t’ha vinto,
e rivela la mia
per cui possa gioire
o versar pianto>> "


Virtualmente affine ad Alkimist
Avatar utente
Alrescha
 
Messaggi: 927
Iscritto il: 03/05/2012, 23:17
Ha  fatto 'Mi piace': 251 volte
'Mi piace' ricevuti:: 420 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 25/10/2022, 0:41

Alrescha ha scritto:Guarda, potrei cominciare a tenerli solo per farti un giorno leggere il tuo ahah
ma vale tutto? lucidi e non?
Aww! Sarebbe fighissimo!
Si si, sia lucidi che non lucidi
Almeno, in sogno era cosí

Inviato dal mio Redmi Note 9 Pro utilizzando Tapatalk
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 25/10/2022, 10:18

E' un periodo "strano": sto iniziando a frequentare un nuovo giro di "amicizie" e parte delle abitudini, ormai quasi rituali, che si erano cementificate nella mia vita stanno cambiando.
Ieri, tra una cosa e l'altra, si è fatta quasi l'1 del mattino prima che andassi a dormire.

Ero troppo stanco per esprimere un intento qualsiasi e nonostante mi sia svegliato una volta a metà nottata non ricordo alcun sogno al risveglio.
La cosa non mi stupisce: è un periodo di forte "caos interiore" ed è facile che tempeste fatte di emozioni e pensieri piuttosto intense facciano scempio della fragile memoria onirica.
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 26/10/2022, 6:39

Ieri vado a dormire nuovamente troppo tardi, erano le 00:45 circa.
Nonostante la stanchezza sono riuscito a praticare un po' di Training autogeno, dopo di che mi sono addormentato senza problemi e ho dormito profondamente ma, ahimè, nuovamente nessun ricordo onirico.
Questa notte voglio andare a dormire presto
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Diario Onirico di Saladriel

Messaggioda Saladriel » 27/10/2022, 6:56

Vado a dormire alle 22:30 circa, mi addormento con un forte senso di inquietudine addosso.
Nonostante questo la prima parte della notte la passo a dormire profondamente, fino a svegliarmi di soprassalto per un attacco d'ansia attorno all'1:30
La scarica di adrenalina è talmente forte che mi devo alzare dal letto e fare qualcosa: vado in cucina, preparo una farinata per la colazione del mattino e la metto in forno, torno a letto e leggo LaBerge fino alle 2:30 crirca, al che faccio una meditazione e mi riaddormento ripetendo il mantra "Questa notte sogno e mi rendo conto di sognare"

Il riassunto dell resto della notte è Incubi.
A parte una scena raccapricciante il resto sono situazioni normali cariche però d'ansia.
Riporto qua sotto quello che ricordo e che riesco a scrivere:

[...] primo giorno del nuovo lavoro: addetto alle pulizie di un pub, gestito in buona parte dalle persone del pub che frequento.
Fatto sta che mi trattano come se già dovessi sapere tutto, non mi dicono dove sono gli attrezzi per le pulizie, cosa pulire prima e dopo, ecc...
Il locale è molto grande e mi viene associata la sala del piano di sopra, alla quale si accede con una scala a chiocciola in legno e che sembra uscita da un film ambientato a cavallo tra il 1800 e il 1900: mobilio ed arcate in legno scuro, tavolini che sembrano quelli rotondi da poker di una bisca degli anni '20, ecc...
Nella stessa sala c'è la zona relax dei dipendenti e da questa si vedono le porte che danno sulle loro stanze private (vivono letteralmente nel locale)
Un po' non so da che parte iniziare, un po' mi perdo in chiacchiere con una delle cameriere, fatto sta che inizia ad arrivare gente e io devo ancora pulire i tavoli, così inizio a passarli con lo straccio ed il disinfettante mentre questi si siedono.
Mi sento osservato e giudicato da uno dei camerieri, vado in ansia, mi sento inutile ed impacciato. [...]

La mezza giornata successiva mi tocca la sala di sotto: è un bar più moderno e in una sala attigua ci sono le docce comuni, mi tocca pulire quelle.
La sala delle docce è un grosso stanzone diviso in cubicoli separati da pareti di vetro zigrinato, ognuno dei quali forma un cubicolo doccia.
La forma e disposizione dei cubicoli, se solo fossero leggermente più grandi e di legno, ricorda quella dei cubicoli per animali in una stalla per bovini, solo più caotica come disposizioni.
Anche lì rimango in dietro con le pulizie, distratto dalla silhouette di una delle cameriere che si fa la doccia in un cubicolo poco distante.
Fatto sta che quando arrivo alla stanza principale per pulire le scrivanie (il bar è diventato un ufficio, sempre con la funzione di bar) queste sono imbrattate di salse dagli avventori precedenti e quelli nuovi si stanno già sedendo.
Quindi faccio del mio meglio per pulire sotto i registri e i blocchi di carta senza sporcarli e senza dare fastidio ai nuovi clienti.
Nuovamente mi sento in ansia, inadeguato e giudicato. [...]

Viene in mio aiuto un ragazzo giovane, inespressivo ma molto efficiente. Improvvisamente indossiamo entrambi delle tute gialle da disinfestazione, fatte in tessuto di plastica impermeabile molto leggero
Sul davanti c'è un simbolo nero che non ricordo, ma stava ad indicare il nostro compito di pulizie speciali.
[...]

Il sogno continua che siamo nel cortile, è notte, e dobbiamo pulire lo scarico di una grossa vasca da bagno intasata. L'acqua è sozza e tendente al marrone-rossiccio, non si vede un millimetro sotto la superficie.
Lui è immerso all'interno della vasca fino alla vita e sta spalando materiale molliccio e innominabile da dentro la vasca, gettandolo in un carretto di quelli per letame, messo alle sue spalle.
E' notte e siamo all'aperto, in quello che sembra il retro di una fattoria.
Io ho dei pesanti guanti di gomma nelle mani e sto tastando il fondo della vasca alla ricerca dello scarico, lo trovo ma è intasato con materiale molliccio. Ne tiro fuori una manciata e sembra un grumo di capelli misto a materiale organico molliccio. Disgustato lo getto nel carretto, infilo le mani nella vasca e tolgo un'altra manciata, stessa cosa.
Il materiale intasante sembra non finire mai, ad un certo punto trovo qualcosa di duro simile ad un dente in una delle manciate, non controllo se è veramente un dente, semplicemente guardo il tipo negli occhi e gli chiedo se dentro a quella vasca c'è morto qualcuno.
Lui mi risponde che c'è stata una esplosione e delle persone non si trovanon più.
Si, deduco, stiamo spalando via i resti mollicci e decomposti di chissà quanti cadaveri, da quella vasca.
[...]



Il sogno ha altri dettagli che non so se voglio ricordare.

Ho fatto un sogno normale, anche.
Ne ricordo qualche frammento:

[...] Non ricordo come mai ma devo fare tutto un tragitto a piedi per portare un messaggio a delle persone.
Questo tragitto mi porta all'interno di un piccolo cinema, devo attraversare la stanza e passare chino tra le portone e lo schermo per non dare fastidio agli spettatori, che sono dei bambini.
Quando arrivo all'uscita ci sono delle transenne che la bloccano, deduco di essere ad un parco divertimenti e che si apriranno solo a spettacolo finito.
Non ho tempo, qundi scavalco con agilità le transenne e apro la porta. Dietro ci sono i custodi della sala che vogliono impedirmi di uscire, gli faccio notare che non sono un ragazzino e devo semplicemente andarmene, al che mi fanno passare.
Passo con agilità altri corridoi e stanze, fino a quando non arrivo sul ballatoio di una hall, piena di gente.
Nuovamente non ho tempo e inizio a scavalcare con agilità, saltando da una sporgenza all'altra, usando appigli e staffe di metallo per volteggiare e calarmi giù velocemente.
Mi muovo come un professionista di atletica leggera, sono movimenti aggraziati, misurati e tecnici.
Tant'è che ci sono due professori di atletica, un lui ed una lei, che fanno da giudici a gare molto importanti che commentano i miei passaggi con approvazione.
Mi fermo per un attimo vicino a loro per scambiare qualche parola, poi esco dalla sala ed entro in un giardino in stile vittoriano
[...]


Ho scritto il sogno in fretta e scevro di molto dettagli a causa dell'agitazione con cui mi sono svegliato.
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 542
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 210 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Non Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti