Indice Ai confini dei Sogni Esplorare la mente > I sogni, la porta dell'Anima-Parte 4:Integrazione Onirica 1

Tecniche di meditazione e di rilassamento, indirettamente utili per la pratica onirica. Domande ed esperienze, test psicologici e discussioni sulla mente in generale.

I sogni, la porta dell'Anima-Parte 4:Integrazione Onirica 1

Messaggioda Saladriel » 02/01/2017, 18:01

Questo thread è la continuazione di: http://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=23&t=10322

Integrazione Onirica

Durante la mia esperienza ho sperimentato tre modi diversi di sfruttare i sogni per arrivare all'Integrazione di parti dell'Inconscio e ognuno dei tre modi si appoggia su di un tempo diverso rispetto alla fase onirica stessa.

Da svegli, prima del sogno (Riprogrammazione Onirica): Si tratta di decidere quale "argomento" affrontare e, tramite une semplice meditazione, chiedere al nostro inconscio di sfruttare la naturale elaborazione onirica notturna per affrontarlo, suggerendogli il risultato da ottenere.


Da addormentati, durante il sogno (Integrazione in sogno Lucido): In un sogno lucido possiamo interagire direttamente con le rappresentazioni oniriche dei nostri sè (coscienze) interiori, delle nostre paure, dei nostri drammi interiori e dei nostri blocchi. I risultati di tali interazioni sono poi percepibili durante la vita di tutti i giorni, esattamente come quelli di qualsiasi altra integrazione.


Da svegli, dopo il sogno (Interpretazione e riscrittura Onirica): E' possibile, tramite due semplici esercizi, dapprima interpretare il messaggio contenuto in un sogno e poi rispondere al subconscio quello che noi desideriamo rispetto all'argomento del sogno stesso.




Inizio, per semplicità, dal terzo metodo, che è quello più accessibile e vicino alla vita di tutti i giorni.

Interpretazione e riscrittura Onirica

Si può dire, da un certo punto di vista, che ogni sogno sia un messaggio dall'Inconscio rivolto al nostro Io. Il fatto è che non siamo abituati a prestare loro attenzione e ad interpretarli. Vedremo che, anche se a prima vista questo può sembrare il metodo più complesso dei tre, con un po' di esercizio può diventare tutto molto, molto facile ed intuitivo.
Questo metodo si divide in due parti:

Parte prima: Interpretazione del sogno

La prima cosa da fare è avere un sogno scritto nella maniera più dettagliata possibile (Per come ricordarsi più sogni possibili consultare il paragrafo "L'importanza del Diario Onirico"). Se non si tiene un diario onirico quotidiano, un esempio piuttosto classico di sogno da interpretare è quello del sogno che a differenza di tutti gli altri ci ricordiamo vivido e dettagliato, carico di emozioni, anche a distanza di giorni.
Se non abbiamo ancora scritto il sogno, scriviamolo, ci sarà utile per il passo successivo.
Io per esempio trascriverò qui sotto, in verde, il sogno con il quale ho testato per la prima volta questa tecnica:

[...] Sono in un grosso edificio molto affollato, ci sono S (mia sorella) e P (una sua amica che prarica fitness con lei). Dicevo, siamo in questo grosso edificio, almeno in uno dei suoi corridoi il cui percorso è a doppia L: il ramo di Destra arriva dall'ingresso, poi svolta di 90° a destra, procede per un tratto più lungo sul quale ci sono una porta a sinistra e poco più avanti una a destra, dopodichè svolta nuovamente di 90°, questa volta a sinistra. P prende la parola e dice a me ed S che vuole informarsi perchè qua fanno "Doping per guidatori". Io sono stupito e le chiedo cosa è sta roba.
Lei spiega che è un modo per recuperare quelli che bevono troppo o fanno uso di sostanze stupefacenti prima di guidare, invece di sopprimere queste abitudini il corso "Doping per Guidatori" è incentrato a far capire ad ogni singolo guidatore quali misure di assunzione vanno bene per lui e a guidare anche meglio sotto i loro effetti.
Tra me e me penso che sia un'idea fantastica e le faccio cenno di "Va bene" con la testa, così lei ed S si infilano nella porta a sinistra del lungo corridoio, in questo momento mi rendo conto che vicino alla porta c'è una vetrata rettangolare oblunga che permette di vedere l'interno della stanza dove stanno entrando: una grossa sala d'attesa gremita di gente con diversi sportelli per immagino altrettanti tipi di servizi ai quali rivolgersi. Le vedo per un attimo farsi strada a gomitate verso lo sportello di loro interesse poi le perdo di vista.
Attendo quella che sembra essere una mezzoretta (che in sogno se ne va in pochi istanti) poi le vedo arrivare con dei depliant e delle brochures in mano. P mi fa "Bene! E' come pensavo! C'è l'aula qui fuori, seguitemi!"
La seguiamo in una zona molto affollata, lei consegna le brochure ad una segretaria la quale ci fa entrare in tre camere separate. La mia camera è l'equivalente di un'aula scolastica con i banchi messi a quadrato e delle cartine appese alle pareti. Dopo pochi istanti nella mia entra una signora anziana dall'aria severa ma gentile, con dei libri ed un quadernone in mano, per un attimo mi sento tornato a scuola! Mi fa cenno di sedermi ad un banco e si sistema subito di fianco a me, dopo di che apre uno dei libri e me lo mette davanti, la pagina mostra delle foto di un fiume circondate da testo fitto fitto. Prima che possa leggere mi chiede "Perchè il falco viene inseguito?"
Ci penso un attimo e le rispondo "Beh, visto che il falco pescatore viene addestrato per la pesca... viene inseguito per prendergli il pesce se scappa invece di riportarlo, immagino" Lei soppesa qualche istante la mia risposta, dopo di che mi fa "Guarda!"
Mi sento trascinato dentro una delle foto ed improvvisamente mi ritrovo in piedi a mollo in un fiume. Dalla temperatura dell'acqua e dalla fitta vegetazione circostante credo sia un fiume tropicale o simili, di fianco a me c'è la professoressa. Entrambi indossiamo lunghi stivali di gomma da pescatore e l'acqua ci arriva a metà coscia. Mi guardo attorno per qualche istante: come dicevo prima le rive del fiume sono circondate da fitta vegetazione tropicale, le foglie di un verde molto scuro. L'acqua del fiume è piuttosto torbida e non si riesce a vedere oltre qualche CM sotto la superficie, la corrente arriva dalle mie spalle e procede avanti dove punta il mio sguardo. A pochi metri alla mia destra c'è la riva, alla mia sinistra un isolotto di qualche metro di diametro, poi qualche centinaio di metri più in là, la riva opposta. Il cielo è striato di nubi bianche filamentose.
Ad un certo punto la prof emette un fischio in risposta al quale sento il verso di un falchetto, alla mia sinistra vedo muoversi qualcosa, mi giro e vedo un falchetto pescatore grosso come un passerotto che si butta in acqua tentando di prendere un pesce, ma manca il bersaglio e si libra nuovamente in aria a zampe vuote.
"Poveretto" penso "L'acqua è torbida e non riesce a vedere bene i pesci..." poi istintivamente, senza pensarci allungo l'indice sinistro in modo da fornire un appoggio al falchetto, la prof mi guarda come per dire "Ma figurati se...", il suo sguardo diventa meravigliato quando effettivamente il falchetto viene ad appollaiarsi sul mio dito!
E' piccolo, poco più grosso di un passerotto, ma è a tutti gli effetti un falchetto, solo che i colori sono simili a quelli di un colibrì (Mi viene in mente solo ora che in sogno lo chiamavo falchetto, ma in realtà è un martin pescatore)! Lo tengo sul dito mentre avvicino lentamente la mano destra fino ad arrivare ad accarezzarlo delicatamente sul petto e sopra la testa... lui sta lì, si lascia accarezzare e mi guarda con il suo sguardo intelligente. "Bene, adesso proviamo a pescare assieme" gli faccio con voce calma guardandolo negli occhi "Ti va?". Non so come, ma credo abbia capito, per cui inizio a camminare in mezzo al fiume guardando verso il basso alla ricerca di pesci.
Poco più in la vedo qualcosa di scuro muoversi, all'inizio sembra del fango nero mosso da una corrente di profondità che risale all'improvviso, poi mi rendo conto che in realtà è un banco di pesci allungati che si stanno aggrovigliando uno sull'altro. Detto fatto indico il punto al falchetto e do lo slancio alla mano sinistra in quella direzione, lui spicca il volo e va verso i pesci! La visuale ora lo segue da vicino, come una telecamera mobile, lo vedo prendere un minimo di quota per poi buttarsi in picchiata sul banco di pesci, chiude gli artigli su qualcosa e...BINGO! Quando cabra nuovamente verso l'alto stringe tra gli artiglietti un magnifico esemplare di pesce, molto più grosso di lui! Poi ripiega e plana nella mia direzione, me lo sta riportando!
La prof sorride radiosa quando afferro con la destra il pesce e accolgo nuovamente il falchetto sulla mano sinistra. La preda si dibatte come un'anguilla nella mia mano, non sono intenzionato ad ucciderla così la ributto in acqua, a quel punto lo sguardo della prof si fa strano, ma non ci faccio caso! Galvanizzato dalla cosa continuo a camminare nell'acqua infilandomi nello stretto tra la riva destra e l'isolotto alla mia sinistra, a caccia di altri banchi di pesci per esercitarmi col falchetto!
Quando raggiungo il punto più stretto vedo contro la riva delle reti ad imbuto del diametro di una ventina di cm piene di pesci che si dibattono disperati... "Pescatori di frodo" penso, muovo ancora qualche passo e vedo una rete vuota, legata ad un meccanismo a trappola... "on è molto grossa ma se ci metto la gamba dentro può essere un pasticcio...meglio aggirarla!" e così faccio, mettendoci tutta la cautela che posso.
Aggirata la trappola arrivo al limitare dell'isola, inizio a farle il giro intorno, quando vedo salire controcorrente una canoa carica di reti portata da due uomini con la pelle olivastra e dei larghi cappelli di paglia(deduco che siamo dalle parti della Cambogia o del Vietnam), a fianco della lenta canoa camminano altri due uomini, armati di mitraglietta leggera. "Pescatori di frodo, sono loro!" concludo "Meglio non avvicinarsi troppo e far finta di niente", per cui continuo il mio giro attorno all'isola facendo attenzione che non notino troppo il falchetto, chissà come mai ho la sensazione che possano volermelo portare via![...]


La tecnica di interpretazione onirica da me sperimentata con buon successo è piuttosto semplice: si assume la posizione di Integrazione Emisferica, si entra in un leggero stato di rilassamento e si ripercorre il sogno come un film fino al fotogramma che contiene l'elemento che vogliamo interpretare. A quel punto si fa un "Fermo Immagine" e ci si immedesima nell'elemento da interpretare, letteralmente diventandolo. (Un trucco che uso io è quello di reimmaginare la scena vista dal punto di vista di quell'elemento specifico).
Una volta che ci siamo immedesimati ci chiediamo "Chi sono io all'interno di questo sogno? Che cosa rappresento?" e aspettiamo che arrivi da sola la risposta.
Questa tecnica si basa sul fatto che siccome i sogni sono elaborazioni della nostra mente, ogni singolo elemento è la rappresentazione visiva o sensoriale di un pensiero, una forma mentale, un evento, una emozione un concetto, ecc... presenti nella nostra mente. Secondo questo modo di vedere i sogni, gli elementi onirici non rappresentano MAI ESCLUSIVAMENTE un elemento esterno a noi (da notare l'enfasi su esclusivamente)... se rappresentano qualcosa di esterno, sicuramente sarà uno specchio di qualcosa di interno a noi.

Procedo con l'esempio che faccio prima a spiegarmi:

Rileggendo il sogno mi viene in mente che P è una figura che mi è saltata all'occhio durante il sogno, me la ricordo molto meglio che non mia sorella, il messaggio che il subconscio sta cercando di mandarmi tramite la sua raffigurazione è forte, per cui decido di interpretarlo: chiudo gli occhi, mi immagino la scena del sogno in cui P mi consegna le brochures e quando la scena è viva nella mente mi immedesimo in P, divento P... e mi chiedo "Che cosa rappresento nel sogno?"
Immediatamente mi viene in mente il concetto di "Ventata di buone notizie", rafforzato dal fatto che mi sta consegnando in mano delle broucures interessanti. Per cui il subconscio ha iniziato il sogno dicendomi "Ti porto delle buone notizie"... bene! Mi appunto la cosa e procedo a rileggere il sogno, e arrivato al punto in cui entro nella stanza con i banchi mi rendo conto che mi aveva colpito particolarmente, quindi chiudo gli occhi, mi raffiguro la scena e mi immedesimo nella stanza "E' una classe, da qui in avanti ti spiego delle cose, stai bene attento!" è il concetto che mi arriva in mente.
Ecco... a questo punto è bene precisare che le spiegazioni dei significati non sempre arrivano con parole nette in lingua corrente, ma sono più dei mix di parole, sensazioni, immagini e ricordi che legate assieme danno senso ad un significato piuttosto inequivocabile, credo sia il linguaggio con il quale il subconscio registra le informazioni nella memoria, un mix di pensieri e sensazioni legate a particolari eventi.
Comunque sia procedo mano a mano ad interpretare i vari elementi del sogno e me li appunto a parte:
P -> Ventata di buone notizie
Stanza con i banchi -> Aula di scuola, fai bene attenzione da qui in avanti
Signora anziana -> Parte saggia del mio io
Corso per guidatori ubriachi -> Come imparare a trarre il meglio da quelli che crediamo essere i nostri difetti, trasformandoli in pregi
Fiume -> Fluire della vita
Falchetto pescatore -> Il mio sè istintivo
Pesci -> Frutti e Doni della vita da cogliere dentro di me
Pesci nella rete -> Doni che ho dentro di me bloccati da persone ostili
Reti -> Legami negativi e vincolanti con persone ostili
Pescatori di frodo -> Persone che nella vita ostacolano il mio essere me stesso e la mia ricerca dei miei Doni e dei Frutti della vita da cogliere tentando di portare via la mia libertà istintiva.



Parte seconda: Rispondere al messaggio

Possiamo rispondere al messaggio del sogno, assumendo la posizione di Integrazione Emisferica* ed entrando nuovamente in stato di leggero rilassamento, rivivendo il sogno fino al punto della risposta e modificando il sogno come se fossimo Lucidi.

Continuo con l'esempio:

Nel sogno ho interpretato che i pesci catturati nelle reti sono i miei Doni naturali bloccati da legami negativi con persone che percepisco essere dei sabotatori nella mia vita. Visto che in questo periodo quello che mi sto impegnando a fare è proprio accedere ai miei Doni naturali ed imparare ad esprimerli appieno decido che un segnale molto forte per il subconscio sarebbe quello di liberare i pesci dalle reti (Tradotto: "Voglio essere libero di cogliere ed esprimere i miei Doni ed i miei Talenti nella vita"), quindi chiudo gli occhi e rivivo la scena del sogno nella quale cammino di fianco alle reti e, come se fossi lucido, la modifico taglianddole di netto e liberando così i pesci. Dentro di me sento subito una "risposta" a livello emotivo, in pancia mi arriva una sensazione molto piacevole esattamente come quando sento di aver trovato una soluzione brillante ad un problema sul lavoro o come quando mi sta per arrivare una bella ispirazione per un'avventura di GDR.
Galvanizzato dalla cosa decido che non voglio più avere sabotatori nella mia vita, anzi voglio circondarmi di persone che mi supportino e per farlo capire al subconscio l'ideale è quello di trasformare i pescatori di frodo in guardiapesca e amici, rivivo quindi la scena in cui la barca entra nel mio campo visivo e come se fossi lucido modifico i pescatori di frodo trasformandoli in guardiapesca amici che mi salutano e mi augurano un'ottima pesca col falchetto. Appena finisco la visualizzazione sento di nuovo dentro la stessa sensazione piacevole: il messaggio è arrivato a destinazione!

La cosa straordinaria è che a partire dal giorno dopo ho iniziato a vedere molte più opportunità nel cogliere le mia capacità naturali, hanno iniziato a sciogliersi alcuni blocchi creativi e ho ristabilito i rapporti con una persona per me molto importante, persona che avevo sempre percepito avere un'influenza limitante nei miei confronti ma che pochi giorni dopo questa rielaborazione onirica mi ha supportato appieno quando le ho parlato di un mio progetto piuttosto folle... quindi posso dire che i risultati nella vita reale ci sono stati eccome!


RIASSUNTO PRATICO

Vediamo qui di seguito una scaletta pratica per iniziare a sperimentare voi stessi

1)Mi sveglio al mattino e scrivo i sogni sul diario onirico
2)Rileggo i sogni e mi segno le parti salienti/interessanti/che mi colpiscono maggiormente
3)Per ogni elemento del punto 2 chiudo gli occhi e, in posizione di integrazione emisferica* (vedi appendice al fondo del post), ricostruisco mentalmente il tratto del sogno dove era presente l'elemento e mi immedesimo in quest'ultimo chiedendomi "Che cosa rappresento nel sogno?". Ascoltando con mente libera e curiosa percepisco la risposta provenire "da dentro" e la annoto.
4)Ricavo un messaggio dall'interpretazione del sogno e decido come rispondere all' inconscio tenendo conto che: l'inconscio è quello che regola la mia percezione del mondo e le mie azioni istintive, qunidi cambiando l'inconscio cambio il mio rapporto con il mondo reale.
5)Per ogni cambiamento decido come rappresentarlo modificando il sogno come se lo stessi rivivendo da Lucido.
6)In posizione di Integrazione Emisferica* e ad occhi chiusi rivivo uno per uno ogni elemento del punto 5 modificandolo come mi sono appuntato di fare, ricostruendo di fatto alcune parti del sogno.
7)Festeggio: mi dedico qualcosa di bello! Può essere un bicchiere di quelli buoni, una doccia bollente ascoltando la mia musica preferita, una passeggiata, il mio dolcetto preferito, ecc....
8)Vivo con curiosità e vedo se qualcosa nel mio modo di percepire il mondo ed interagire con esso è cambiato



* Appendice: Posizione di integrazione emisferica
Detta anche "posizione dei contatti incrociati", si assume in questo modo: ci si mette seduti seduti o semisdraiati (con la schiena dritta, per evitare di addormentarsi), si accavallano le caviglie,
dopo di che si accavallano i polsi, si girano i palmi delle mani uno verso l'altro e si intrecciano le dita, dopo di che si chiudono gli occhi.
Questa posizione è utilizzata da alcune tecniche di riprogrammazione dell'inconscio.

Continua...
I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer

Il mio progetto "I sogni - Porta dell'Anima" su YouTube:
https://www.youtube.com/watch?v=S2kiaQoTchI&list=PL5xfGe_qM73Zx1U2v6MwpyDZqRSwL9zff
Avatar utente
Saladriel
 
Messaggi: 234
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 86 volte
'Mi piace' ricevuti:: 62 volte

Torna a Esplorare la mente

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite