Indice Ai confini dei Sogni Esplorare la mente > Intervista ai personaggi onirici

Tecniche di meditazione e di rilassamento, indirettamente utili per la pratica onirica. Domande ed esperienze, test psicologici e discussioni sulla mente in generale.

Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda Citrato » 25/02/2014, 20:07

Ho collezionato una serie di domande che potrebbero venire poste ai nostri personaggi onirici. In questa maniera si potrebbe approfondire la conoscenza del nostro inconscio/subconscio e cercare di capire come avviene la mediazione tra esso e la nostra parte vigile/cosciente. Sulla base di quanto ho letto in altri forum curati da sognatori lucidi, sarebbe inoltre possibile includere i personaggi onirici nelle susseguenti categorie:

1) Lo zombie: non è capace di comunicare con voi e vaga nel sogno lucido senza uno scopo preciso. Non è differente da un comune altro oggetto del sogno. Una sorta di comparsa.

2) L'inconsapevole: è il più comune tra i PO che si incontrano. Non è consapevole di trovarsi in un SL, anche se cercate di dimostrarglielo. Potete cercare di strabiliarlo con i vostri superpoteri onirici, ma vi risponderà con una frase del tipo, "Beh, chiunque riesce a farlo". Non sembrano possedere molta personalità e rispondono solo quando esplicitamente inquisiti.

3) Il subconscio incarnato: sembra a conoscenza di molte cose. Sa di trovarsi in un sogno. Può essere una persona, un animale o un oggetto, ma di solito non possiede molta personalità e tende a parlare di fatti privi di emozionalità. Conviene interagire con esso ponendo delle domande che richiedono una semplice risposta del tipo "si" o "no", altrimenti ci dirà frasi scollegate e prive di apparente significato.

4) L'ignaro consapevole: dimostra una spiccata personalità, essendo in grado di imbastire discorsi in modo autonomo, ma non dimostra di rendersi conto di far parte di un sogno. E' più evoluto dei PO di tipo 2) e 3).

5) Il consapevole non ignaro: possiede tratti marcati di personalità ed è consapevole di essere un PO. Sembra saperne di più di noi sul mondo dei sogni e non è necessario convincerlo di stare sognando. Ci si potrebbe convincere che tali soggetti sono persone reali.

6) L'entità silente: sembra possedere grande saggezza, al punto da dare l'impressione di essere un essere vivente o un'entità di qualche tipo appartenente a qualche altro piano di esistenza, ma non parlerà mai con voi e nemmeno risponderà mai alle vostre domande. Alcune di queste entità sono "mostri" che incombono durante le paralisi notturne, altre sembrano alieni, angeli o divinità.

Fonte: http://www.world-of-lucid-dreaming.com/ ... =13&t=3234

Pertanto sarebbe interessante approfondire meglio la conoscenza di questi PO e imparare a discernere tra una tipologia e l'altra all'interno dei nostri SL. Consiglierei di concentrarsi solo su un numero limitato di domande (3 o 4 che siano coerenti rispetto al contesto) da porre ai PO, e magari ripetere di volta in volta gli stessi quesiti quando se ne presenta l'occasione, per poi trarre delle conclussioni generali, in accordo col rigore del metodo scientifico. Ecco di seguito alcune possibili domande.


- Sai di trovarti in un sogno? (E' la prima domanda da porre a un PO. Se la risposta è no, invitatelo a fare un reality check tipo contarsi le dita e registrate la sua reazione. Se la risposta è si, allora ci sono buone probabilità di poter continuare la conversazione con lui).
- Cosa rappresenti?
- Riesci a pensare indipendentemente da me?
- Il mio libero arbitrio dipende in qualche modo da te?
- Quanti anni hai? Dove sei nato?
- Dove vivi? Qual è il tuo indirizzo?
- Ci siamo già conosciuti da qualche altra parte?
- Sei un viaggiatore astrale?
- Come faccio a fare viaggi astrali?
- Sei uno spirito guida?
- C'è differenza tra OBE e sogni lucidi?
- Mi dai una premonizione sul futuro?
- Mi dai i numeri vincenti della lotteria?
- Qual è il significato reale del luogo in cui ci troviamo?
- Cosa è quello(indicandogli un qualche elemento presente nel sogno)?
- Sai chi sono? Ti ricordi di me? (se la risposta è si --> Raccontami allora cosa ricordi!)
- Hai qualche curiosità su di me? Vuoi farmi qualche domanda?
- Quali sono i tuoi gusti personali (libri, musica, cibo, ecc..)?
- Conosci i miei gusti personali (libri, musica, cibo, ecc..)?
- Continui ad esistere dentro i sogni anche quando sono sveglia/o?
- Esisti anche nella realtà?
- Ti piacerebbe vivere anche nella realtà?
- Hai paura della morte?
- Mostrami qualcosa che ho bisogno di sapere.
- Mi presenti i tuoi amici?
- Sai di essere un PO? (se la risposta è si ---> Credi che anch'io sia un PO?)
- Qual è il tuo hobby preferito?
- Cosa pensi di me? Puoi descrivermi?
- Credi di possedere anche tu un subconscio?
- Puoi apparire nei prossimi sogni e indicarmi che sto sognando?
- Hai qualche regalo da farmi?
- Raccontami una delle tue storie preferite.
- Parlami di un sogno che ricordi.
- Hai qualche problema? Come posso aiutarti?

Per i più temerari, nel caso in cui ci si imbatta in PO che raffigurano persone defunte, si potrebbe cercare di metterle alla prova chiedendo loro di darci una dimostrazione della loro esistenza, chiedere loro cosa rappresentano realmente, se possono darci delle previsioni, sottoporli a qualche test matematico per saggiare la loro preparazione. Comprendo benissimo che per alcuni di noi l'idea potrebbe apparire spiacevole, quindi in tal caso astenersi.

A questo punto cercate di capire se i vostri PO sono, sulla base delle loro risposte, delle sfumature di voi stessi o se magari nascondono lati di voi di cui non siete ancora a conoscenza. Tenete conto che i PO hanno il potere di destabilizzare i sogni e di farli collassare. Quindi se state facendo un SL in cui vi state divertendo e avete paura che finisca, non rischiate di rovinarlo ponendo i vostri quesiti ai PO, a meno che non siate degli esploratori onirici pronti a sacrificarsi in nome del superiore bene della conoscenza. Al fine di mantenere stabile il SL potete eventualmente provare ad appoggiare la vostra fronte a quella del PO, simboleggiando una connessione tra le vostre menti, per poi iniziare con esso la conversazione. Provate anche a descrivere la sensazione di questo contatto "fisico" tra le vostre teste.

Per favore, riportate in questo post le parti dei SL in cui avete rivolto le vostre domande ai PO e in cui avete ottenuto delle risposte, di qualunque natura esse siano. Non esitate a scrivere le vostre personali interpretazioni sulle risposte che vi verranno date. Naturalmente, sarò felice di ricevere ulteriori suggerimenti su quali altre domande porre ai PO e su come migliorare il metodo di questa intervista.

Avanti verso nuovi orizzonti! : Captain : Per il bene della conoscenza, Il mondo intero ha bisogno di voi! :idea:
Ultima modifica di Citrato il 25/02/2014, 21:47, modificato 1 volta in totale.
Sognatori di tutto il mondo unitevi!
Avatar utente
Citrato
 
Messaggi: 499
Iscritto il: 30/11/2013, 3:34
Ha  fatto 'Mi piace': 70 volte
'Mi piace' ricevuti:: 210 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda ici4ever » 25/02/2014, 21:24

Beh, inizio io...
Nel primo SL tramite DILD incontro mia madre che risponde alla mia domanda come un tipo 2 e mi fa perdere lucidità.....

In un altro incontro un tipo 5 che dopo aver preso lucidità mi fa fare dei ragionamenti in sogno ma quando gli chiedo una cosa il sogno crasha e le luci si spengono

In tutti gli altri sono di 1 o 2 tipo......
Sogni lucidi con wild+wbtb: 3
Con wild pomeridiana: 1
Con DEILD: 1
Con dild: 2
Avatar utente
ici4ever
 
Messaggi: 91
Iscritto il: 22/10/2013, 13:48
Ha  fatto 'Mi piace': 2 volte
'Mi piace' ricevuti:: 18 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda Citrato » 25/02/2014, 21:43

Grazie ici4ever,

è un buon inizio. Hai appurato che per te anche le persone che ti sono vicine sentimentalmente possono talvolta acquisire le sembianze di PO di tipo 2) e che i PO di tipo 5) possono coinvolgerci nei loro ragionamenti.

Ad ogni modo sarebbe interessante riportare esperienze dalle quali è possibile estrapolare delle conversazioni definite.

Ad maiora semper!
Sognatori di tutto il mondo unitevi!
Avatar utente
Citrato
 
Messaggi: 499
Iscritto il: 30/11/2013, 3:34
Ha  fatto 'Mi piace': 70 volte
'Mi piace' ricevuti:: 210 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda Dreyeam » 26/02/2014, 0:27

Ah, la lista di ieri! : Chessygrin : Mi sembra che tu abbia già testato una delle tue domande su di me... Ma la risposta... :lol:
It's just a ride
Avatar utente
Dreyeam
 
Messaggi: 726
Iscritto il: 09/11/2013, 2:17
Ha  fatto 'Mi piace': 675 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda Citrato » 26/02/2014, 0:46

Già..la risposta! : Chessygrin : Spero non ti sia preso più alcun raffreddore da quella volta : Doctor :
Sognatori di tutto il mondo unitevi!
Avatar utente
Citrato
 
Messaggi: 499
Iscritto il: 30/11/2013, 3:34
Ha  fatto 'Mi piace': 70 volte
'Mi piace' ricevuti:: 210 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda Dreyeam » 26/02/2014, 1:11

Citrato ha scritto:Già..la risposta! : Chessygrin : Spero non ti sia preso più alcun raffreddore da quella volta : Doctor :


C'è l'ho proprio addesso... :lol:
It's just a ride
Avatar utente
Dreyeam
 
Messaggi: 726
Iscritto il: 09/11/2013, 2:17
Ha  fatto 'Mi piace': 675 volte
'Mi piace' ricevuti:: 164 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda ErikBauer » 27/02/2014, 18:32

Bellissiam questa lista!
Voglio appuntarmela a fuoco nella mente, in modo da ricordarmi più domande possibili durante i prossimi SL!

Intanto condivido le mie esperienze di dialogo con PO in passato:

- Amico defunto:
D: "Sei proprio tu?"
R: Si porta la mano al petto (come per dire "Me") e annuisce con la testa

- "Il Pirata" (Po Notaio che è comparso una volta a farmi firmare un contratto con il mio Sè Istintivo)
D: "E tu, da dove arrivi?"
R: "Io arrivo da A." Dove A. è il nome di un ragazzo col quale sono stato amico per diverso tempo, molto razionale, preciso e "Legale".

Appena arrivo a casa faccio una cernita più completa dei SL dove ho posto domande del genere ai PO e te li copio/incollo qui
I sogni sono il sussurro di un bambino che non ha ancora imparato a mentire.

"Ama, sii Umile, Ringrazia, Sorridi, Festeggia"
Avatar utente
ErikBauer
 
Messaggi: 1784
Iscritto il: 18/11/2008, 10:34
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 371 volte
'Mi piace' ricevuti:: 298 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda Citrato » 27/02/2014, 21:30

Grazie Erik, sei un grande.

Sarò felice di conoscere eventualmente anche le tue personali interpretazioni
Sognatori di tutto il mondo unitevi!
Avatar utente
Citrato
 
Messaggi: 499
Iscritto il: 30/11/2013, 3:34
Ha  fatto 'Mi piace': 70 volte
'Mi piace' ricevuti:: 210 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda ErikBauer » 27/02/2014, 22:38

Ecco, come promesso:

Notte del 31/11/2009:


[...] proprio mentre giro nel ramo penso "Incontrerò Em. quel mio compaesano morto diversi anni fa"
Finisco di girare l'angolo, aguzzo lo sguardo e lo vedo impegnato in una partita all'ultima macchinetta in fondo.
Diversi vecchi conoscenti mi salutano ma li ignoro e mi dirigo verso Em. Lui mi vede e viene verso di me.
Lo guardo, è lui in tutto e per tutto, non è cambiato di una virgola. Gli chiedo come sta e lui mi dice che sta bene.
Sono tentato di chiedergli se l'hanno mandato SU o GIU' ma mi trattengo. La domanda che gli faccio è molto più particolare "Ma tu sei quello vero o frutto della mia immaginazione nel sogno?"
Lui mi guarda, fa cenno di no con la testa e poi, portandosi le mani al petto come per indicarsi dice "Sono proprio io"
Stranamente non rimango sconcertato dalla risposta, gli chiedo ancora come va, mi assicura che sta bene [...]




Notte del 09/04/2011


[...]Gli allungo una mano, lo aiuto ad alzarsi...
"Ma come diavolo hai fatto?!?" mi chiede...
"Vedi, in questo.." Vorrei dirgli sogno ma qualcosa mi trattiene "... regno di magia non sei l'unico che può trasformarsi"
La sua faccia è stupita, lo guardo meglio... merita di sapere...
"Stiamo sognando, gli faccio... e se ti rendi conto di sognare puoi fare quello che vuoi. Io semplicemente ho modificato il sogno in modo che nonostante la tua forma tu fossi sempre forte uguale, il mio allenamento da difesa personale ha fatto il resto."
Mi guarda ancora più stupito...
"St... stiamo sognando?!?"
"Si, sia io che te, a quanto pare." Non so come mai ma avevo la netta sensazione che anche lui, come me, fosse un sognatore.
Parliamo un po' delle nostre vite private, lui si chiama Carlo o qualcosa del genere e fa il muratore.
Finita la chiacchierata entro nel castello[...]


Notte del 15/04/2011


[...]Di nuovo rientro nel sogno

Seduto davanti a Roger Waters. Lui mi fa "Stiamo sognando, vero?"
"Io sto sognando" gli rispondo.
"No, stiamo. Io sto sognando te, mi ricordo di averti visto anni fa" Qui perdo lucidità, completamente [....]


Notte dell'8/10/2013


[...] Nuovamente sognando? Beh se è vero... riesco a lanciare un Hadoken (la bolla di energia di Ryu in Street Fighter) contro la parete. Mi metto così a saltellare, in guardia, poi mi metto in posa, avvicino le mani e all'urlo di "Hadooken!" produco una sfera di energia bianca che si proietta contro la parete opposta svanendo in un Puff! STO SOGNANDO!
Figo! Ora faccio che... e un pensiero mi attraversa... giusto... faccio che fare cose importanti: mentre esco dal bagno chiamo "Subconscio! Ci sei?"
Uscito dal bagno sento una presenza alla mia destra, mi giro e da una porta sbuca timida timida una giovane ragazza, una versione femminile di come ero io durante l'età della pubertà, solo leggermente più in carne. E' vestita di bianco a striature/tigrature nere con abiti in stile cinese, molto comodi. La guardo per un'istante negli occhi, poi la abbraccio con tutto il calore che ho "Alan! Sei tu?" Lei si irrigidisce, un po' spaventata "S.. Sì sono io! ..." si scosta dall'abbraccio "... però... lasciami respirare, ti prego!"
La guardo, un po' incuriosito dal fatto che abbia deciso di manifestarsi come una ragazza "Okkey..." gli faccio... "tutto bene?"
Mi risponde di sì, ma non sembra così convinta, e mi porta in una stanza. E' una grossa stanza da letto, tutto è molto chiaro, tendente al bianco/grigio/panna, forse con qualche tonalità di azzurrino. Ci sediamo sul letto a parlare, mentre le faccio "Ogni volta che ti vedo sembri di più la Tigre Bianca, lo sai?" Lei sorride e fa "Ah si?"
In effetti noto i suoi vestiti e direi che tendono proprio a simulare il manto di una Tigre Bianca... poi mi guardo in giro, la stanza consiste in un letto appoggiato con la testiera alla parete di fondo della stanza, sulla destra del letto c'è uno sgabello, sempre a destra verso la parete opposta al letto c'è la porta di ingresso e nell'angolo a sinistra c'è un televisore (col senno di poi è la stanza da letto dei miei ex suoceri, solo senza armadi!!!)
"Senti... anzi, dimmi... che si fa ora? Hai qualcosa che vuoi dirmi direttamente?" Lei fa cenno di silenzio mettendosi l'indice davanti alla bocca, poi si guarda in giro "Ci sarà da firmare, e da scegliere!"
"Firmare?!? Scegliere? Cosa vuol dire?" Le chiedo, ho appena tempo di pronunciare le parole che entra una donna, più o meno la mia età, un po' sembra la Alan con la quale sto parlando, solo più adulta e completa, emana Luce, sembra quasi una creatura di un altro mondo. Faccio per rivolgerle la parola ma non ci riesco, il suo sguardo mi blocca, rimango a bocca aperta mentre pronuncia "Sta arrivando" e sparisce.
Pochi istanti dopo entra nella stanza un signore con i capelli corti davanti e lunghi dietro, barbetta incolta e pizzetto, vestito di grigio scuro e nero in maniera informale ma elegante. Ha gli occhi scuri, intelligenti e luminosi, l'espressione è convinta, decisa. Fisicamente ha più o meno la mia corporatura.
Con se ha una valigia, che apre a tavolinetto sul letto, ci appoggia sopra dei documenti e tira fuori una penna. "Io sono il Pirata! E sono qua per farvi firmare, allora stiliamo questo contratto?"
Io sono del tipo : Surprice : e guardo Alan, la quale gattona sul letto fino al tavolinetto e fa una faccia un po' preoccupata...
Mi avvicino e le faccio, prendendola per le spalle "Alan, va tutto bene! Dimmi solo in cosa consiste questa cosa"
Lei risponde, un po' riluttante "Ecco... diciamo che con pochi centimetri di cervello non posso più fare un gran che"
La guardo, inarcando un sopracciglio... "Intendi quello che ho capito io?"
Lei accende la televisione, dove scorre la pubblicità di una scheda video di nuova generazione "Vedi, quella più o meno è la potenza neurale che mi hai lasciato... faccio fatica, davvero!" Mentre parla tira fuori dei chip, su ognuno dei quali è segnata una potenza di calcolo... sono vecchi integrati anni '80... sommate tra di loro non fanno un gran che.
"Ho capito, Alan... sono troppo intrusivo ultimamente e non ti lascio più spazio... mi spiace..." Mi fa di nuovo cenno di fare silenzio, questa volta l'indice lo mette sulla mia bocca
"Va bene, è parte del processo di Integrazione. Semplicemente ora ho bisogno di più spazio"
Le sue parole mi rincuorano, "Di quanto ne hai bisono?"
"Ogni parte di te che le concedi la renderà più forte" è la voce del Pirata che parla, ora... e sullo schermo compare una barra progresso che passa dal 97% al 3% letteralmente invertendosi
"Ho capito" faccio, sempre rivolto ad Alan... poi mi giro verso il Pirata "Segna che le lascerò ciò di cui ha bisogno, non di più, non di meno"
Il Pirata sorride e segna sui fogli, poi mi fa firmare. Risolta la formalità guardo Alan, le sorrido e le do un bacio sulla fronte.
"Io vado ora..." mi fa lei con un filo di voce, ma sorride, ed è un po' più luminosa di prima, dopo di che esce dalla stanza.
Rimango per un po' solo con il Pirata, scendo dal letto e lo osservo "E tu, da dove arrivi?" gli faccio, intendendo da quale esperienza/ricordo arriva la sua manifestazione
"Io arrivo da A." mi fa. Lo guardo... non ha quasi nulla di A.
Poi capisco... "Ah si... il contratto, la formalità, la decisione... capisco" Lui fa cenno di si con la testa "Eppure... sei così tranquillo, in pace... non sembri venire da lui"
"Beh, vedi" Inizia, con una tipica espressione propria di A. "Anche lui di tanto in tanto è sereno ed in pace, peccato che siate arrivati al punto di non riconoscere più la pace l'uno dell'altro... ma questo è un altro discorso" capisco chiaramente che intende "non è un discorso da affrontare qui ed adesso" [...]




E questo, per il momento è quanto :)
I sogni sono il sussurro di un bambino che non ha ancora imparato a mentire.

"Ama, sii Umile, Ringrazia, Sorridi, Festeggia"
Avatar utente
ErikBauer
 
Messaggi: 1784
Iscritto il: 18/11/2008, 10:34
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 371 volte
'Mi piace' ricevuti:: 298 volte

Re: Intervista ai personaggi onirici

Messaggioda Citrato » 28/02/2014, 20:09

Ciao Erik,

davvero incredibili ed estremamente affascinanti questi incontri con i tuoi PO. Mi pare di capire che nella maggior parte dei casi i tuoi PO sono inclini a mantenere fino in fondo la loro parte, senza voler dare assolutamente adito ad essere giudicati come qualcosa di diverso dalla figura in cui si sono incarnati. Mi permetto di formulare alcune speculazioni/illazioni sul loro significato, descrivendo tre plausibili scenari interpretativi e sperando di non deludere le aspettative di nessuno:

1) Interpretazione psicoanalitica: la figura di un caro estinto simboleggia la carica emotiva/affettiva materializzata dal nostro inconscio per fini consolatori. Il messaggio lanciato dall'inconscio ha lo scopo di confortarci, facendoci superare il dolore della morte attraverso la rappresentazione della persona scomparsa, che continua apparentemente ad esistere oltre il confine che separa la vita dalla morte e permette al nostro cervello di produrre quelle endorfine e/o serotonine che ci fanno sentire in pace con noi stessi. Si comprende quindi perchè la risposta del tuo caro amico non ha sortito in te alcuna sorpresa, poichè, malgrado la tua lucidità, eri immerso in questo senso di pace consolatoria. Inoltre l'inconscio avrebbe materializzato questa figura senza prevedere che tu potessi acquisire lucidità, dato che la lucidità emerge normalmente solo in occasioni particolari, mentre il nostro inconscio è evolutivamente programmato a fabbricare i sogni per soddisfare i desideri di una mente non cosciente, che si lascia usualmente trascinare dalla trama del sogno e accetta le regole del gioco. Il chiedere al tuo caro amico se fosse proprio lui può essere una delle reazioni contemplate in queste regole per cui l'inconscio è programmato. Riguardo al PO del tuo caro amico, Il mettersi la mano sul petto e annuire alla tua domanda è un chiaro segno di specchiato onore e sincerità, e potrebbe rappresentare l'impegno del tuo inconscio a giocare fino in fondo la sua parte e assolvere alla sua missione, senza tuttavia essere consapevole che tu fossi vigile/cosciente. La figura del tuo caro amico potrebbe essere pertanto quella di un PO di tipo 2) o di tipo 3), dato che non ti ha coinvolto in nessuna particolare conversazione. Analoghe speculazioni potrebbero essere fatte per i PO degli altri tuoi sogni, in conformità del compito per cui sono stati designati dall'inconscio e alla tipologia che il tuo inconscio ha voluto stavolta assegnargli.

2) Interpretazione mistico/astrofisica: il sogno avuto in questo caso è stato un passaggio dimensionale ad uno dei 10^500 universi paralleli, in accordo della teoria dei molti mondi del fisico Everett III e della teoria delle stringhe applicata alla visione dell'universo inflattivo. In questo universo gemello, un "brother brain" del tuo caro amico sta ancora vivendo la sua vita e non ha fatto altro che scambiarti per il tuo sosia o forse ti ha semplicemente materializzato nel suo sogno. Nel caso specifico, le leggi che governano questo universo parallelo non distano molto da quelle del nostro universo, come confermato dall'esistenza dell'infame "macchinetta", foriera di tante gioie e amarezze nei tempi d'oro della mia spensierata gioventù. Questa teoria potrebbe spiegare anche perchè nelle volte in cui ho sognato il mio povero babbo scomparso da alcuni anni, la sua immagine mi è apparsa differente: a volte più giovane e a volte più anziano (anche più anziano di come mi ha lasciato).

3) Interpretazione mistico/trascendentale: è l'interpretazione più problematica. La più ostica ed inaccessibile perchè parte dal presupposto che il tuo caro amico si trovi in qualche altra dimensione, ma dal momento che il suo spirito abita un nuovo corpo e occupa un diverso spazio, l'immagine che hai di lui e del luogo che lo circonda è solo frutto del modo in cui tu lo puoi vedere o senti il bisogno di vederlo, sulla base dei ricordi che hai in questa vita. Questa interpretazione porrebbe serie limitazioni al metodo di indagine da noi preposto e sarebbe interessante trovare un modo per confutarla, qualora possibile.

Aspetto eventuali tue riflessioni. Ciao!
Sognatori di tutto il mondo unitevi!
Avatar utente
Citrato
 
Messaggi: 499
Iscritto il: 30/11/2013, 3:34
Ha  fatto 'Mi piace': 70 volte
'Mi piace' ricevuti:: 210 volte

Prossimo

Torna a Esplorare la mente

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti