Indice Off Topic Riflessioni > Il Censore!

Discussioni, aforismi e pensieri di ordine culturale. Speculazioni filosofiche astratte, psicologia, antropologia, sociologia, arte, scienza, cultura e società...

Il Censore!

Messaggioda AFCL » 26/08/2011, 11:52

Ho letto un Libro "Il miraggio di Conosci te Stesso" di Luciano Peccarisi
Sottotitolo: Coscienza, linguaggio e libero arbitrio

Dettaglio: Ci si può veramente conoscere, oppure è solo una pia illusione? Bisogna essere in grado di pensare a se stessi, parlare di sé a noi e agli altri ed avere piena libertà di farlo. I progressi delle scienze hanno fatto si che conoscere il resto del mondo sia forse più alla nostra portata che non conoscere noi stessi.
E' quanto cercano di spiegare alcuni tra i maggiori esperti della filosofia della mente, di neuroscienze, psicologia, linguistica, antropologia, riuniti in un congresso immaginario in cui si svolge un dibattito serrato sui temi della coscienza, del linguaggio e del libero arbitrio.

Vorrei Scrivere un passo del Libro:
l'emisfero sinistro lascia che quello destro sogni, viva allucinazioni e stati alterati di coscienza, che crei metafore e miti, che accolga ispirazioni musicali e letterarie,
ma nulla di tutto ciò raggiungerà la soglia del cosciente se il "censore digitale" rinverrà un alto tasso di irrazionalità nel contenuto.


Questo "passo" mi ha riportato subito alla mente i sogni lucidi ed effettivamente ho notato che:
quando mi rendo conto di essere in un sogno, il sogno è molto stabile, di base ha poche o nessuna parte irrazionale, è nitido e "reale".
quando invece c'è una forte irrazionalità nel sogno, è meno stabile, poichè anche le mie emozioni si adattano all'irrazionalità del sogno, modificando inconsciamente il sogno attraverso le emozioni "non controllate", quindi diviene man mano sempre meno stabile e irrazionale! Ma questa irrazionalità "come dice nel libro" non raggiunge mai la parte cosciente, ad esempio:
Non mi rendo conto che volare non è normale, che respirare sotto l'acqua è innaturale, che cambiare scenario o leggere nella mente non è una nostra capacità innata. Quindi non lucido: o meglio non divento consapevole!
Mentre se il sogno è stabile, cioè non si modifica in quel breve tempo, e le mie emozioni non sono influenzate dall'irrazionalità del sogno, allora quelle poche volte che succede, Io Lucido!
Ho solo 8 sogni lucidi alle spalle, quindi non so se è effettivamente così!

Voi che ne pensate?
Se credi di non saper volare... è perchè pensi di non poterci riuscire...
Per quanto la cosa possa essere controintuitiva, i sogni e le allucinazioni rivelano che il mondo che vediamo fuori di noi è in realtà dentro di noi.
Alla nascita la mente è una tabula rasa, oppure abbiamo alcune conoscenze innate? Secondo me, è una tabula rasa. (Caleb Carr)
Avatar utente
AFCL
 
Messaggi: 613
Iscritto il: 29/06/2010, 16:12
Località: Siena
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 6 volte

Re: Il Censore!

Messaggioda DayDreamer » 09/09/2011, 21:26

Confermo, ma forse solo perchè siamo abituati a essere noi stessi solo in n ucontesto razionale e logico ma con la pratica lucida ci stiamo allenando a esistere anche in una realtà irrazionale, inconscia e simbolica (così visti i prezzi di case e affitti ci trasferiamo a vivere nell'inconscio collettivo!)
IMHO
"WILDs always happen in association with brief awakenings (sometimes one or two seconds long) from the immediate return to REM (rapid eye movement) sleep. The sleeper has a subjective impression of having been awake." (S. Laberge)

"I’ve learned how to have lucid dreams at will, so I know that it can be done, and I also know that it’s easy
— once you know how." (S. Laberge)
Avatar utente
DayDreamer
Autore wiki
 
Messaggi: 3325
Iscritto il: 23/01/2008, 19:32
Ha  fatto 'Mi piace': 166 volte
'Mi piace' ricevuti:: 371 volte

Re: Il Censore!

Messaggioda Searig » 24/09/2016, 18:17

AFCL ha scritto:Vorrei Scrivere un passo del Libro:
l'emisfero sinistro lascia che quello destro sogni, viva allucinazioni e stati alterati di coscienza, che crei metafore e miti, che accolga ispirazioni musicali e letterarie,
ma nulla di tutto ciò raggiungerà la soglia del cosciente se il "censore digitale" rinverrà un alto tasso di irrazionalità nel contenuto.


Trascurando che quello di conoscere se stessi è un lodevole intento, io tendo a diffidare di chi parla di emisfero destro e sinistro del cervello come di due persone diverse sempre intente a begarsi fra loro... Recenti studi indicherebbero che la regionalizzazione, anche se c'è, non è poi così spinta, e poi c'è sempre il (povero e dimenticato da tutti) corpo calloso, che li integra e li armonizza in un tutto organico, quindi...

Forse è la nostra stessa personalità, abituata da tempo a ragionamenti troppo pragmatici, a fare questa censura, più che un singolo emisfero o l'altro...

DayDreamer ha scritto:(così visti i prezzi di case e affitti ci trasferiamo a vivere nell'inconscio collettivo!)


:lol: !
Searig
 
Messaggi: 2784
Iscritto il: 16/06/2015, 16:39
Ha  fatto 'Mi piace': 271 volte
'Mi piace' ricevuti:: 400 volte


Torna a Riflessioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


cron