Indice Off Topic Riflessioni > Religione, il vostro parere?

Discussioni, aforismi e pensieri di ordine culturale. Speculazioni filosofiche astratte, psicologia, antropologia, sociologia, arte, scienza, cultura e società...

Religione, il vostro parere?

Messaggioda SandStorm » 02/11/2011, 23:24

Salve ragazzi : greeting : io ho quasi 15 anni e non mi sento in grado di esprimere un reale parere sulla religione ma vorrei farvi alcune domande per capire il vostro punto di vista..

Prima domanda:

Che rapporto c'è tra la Religione (in generale) e la scienza?

Entrambi tentano di svelare i misteri, ma la religione non li dimostra, fa solo delle ipotesi talvolta poco credibili. La scienza invece li dimostra logicamente ma ogni volta che riesce a dare una risposta apre altri interrogativi e per ogni mistero svelato ne nascono altri dieci (esempio dopo la scoperta dei neutrini gran parte della fisica moderna è stata messa in discussione) ditemi la vostra.

Seconda domanda:

La religione nasce dal fatto che gli antichi non riuscivano a spiegarsi alcuni fenomeni naturali, ma perchè essa continua a credere in ciò che è scritto nella bibbia anche se molti di questi fenomeni sono stati dimostrati scientificamente?

Infatti la chiesa, da quando la scienza ha dimostrato false alcune cose dette dalla bibbia, si è rimangiata molte cose dette in passato esempio la teoria che l'uomo deriva dalle scimmie, nel passato era convinta che l'umanità nascesse da adamo ed eva ma adesso che è stato dimostrato che la scimmia è un'antenato dell'uomo se l'è rimangiato spacciandola per paragone e non per storia.

Terza domanda:

Il mondo ha davvero bisogno della Religione?

Secondo voi la gente ha bisogno di qualcosa in cui credere pur priva di certezze?

Sono ansioso di leggere il vostro parere a riguardo : Mr green : : Wink :
Avatar utente
SandStorm
 
Messaggi: 970
Iscritto il: 29/10/2011, 9:06
Ha  fatto 'Mi piace': 97 volte
'Mi piace' ricevuti:: 68 volte

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda DayDreamer » 03/11/2011, 11:44

Premetto che sono opinioni personali e ognuno è libero di avere idee diverse. Inoltre sono contento per te che a 15 anni ti poni la questione in modo aperto e con toni maturi :)

1. Immaginandoli come un continuum, sono entrambi mediatori indiretti tra l'uomo e il mondo, per renderci il mondo meno imprevedibile e confortarci. Potremmo anche dire che sono entrambi meccanismi di difesa psicologica. La religione è il metodo più antico, utile per menti portate per la passività, la semplicità, la subordinazione e la diffusione identitaria (non in senso necessariamente negativo). La scienza è un metodo più attivo di controllo del proprio destino. Descrive i fenomeni e da queste descrizioni ricava semplici verità che non spiegano davvero (come infatti noti te), ma hanno utilità pratiche quando migliorano il benessere e la qualità della vita. Chi si affida alla scienza rinuncia ad alcune difese e supera delle paure, per esempio quella della morte e del vivere in un mondo ingiusto, tenute sotto controllo dalla fede religiosa, ma rischia di chiudersi nel materisalismo senza una visione mistica personale della realtà. Insomma il dogmatismo, la fede cieca, fa male in entrambe. Comunque sono dirette a persone diverse: sia la religione che la scienza esistono grazie alle persone che vi dedicano i loro sforzi e i loro bisogni. Secondo me la posizione migliore è una posizione personale critica verso entrambe: ci sono elementi positivi e negativi in entrambe (anche se in generale la scienza la vedo migliore). Concludendo sono molto poco paragonabili e per niente contrapposte (i religiosi di norma usano i benefici della scienza). La religione non la vedo come un "male", ma come un indice del modo di funzionare psicologico della popolazione, di quanti scelgono quella modalità per rassicurare sè stessi.

2. Perchè lo scopo della religione è tranquillizzare l'inconscio del fedele, non importa se con risposte fondate o meno. E ciò si attua prendendo come verità un messaggio esterno considerato trasmesso dalla divinità che mi protegge. Questo schema c'è in ogni religione o setta del pianeta. La Bibbia è la parola di Dio: più si ridiscute e si aggiorna e più perde la sua funzione di contenimento psichico. Quindi rimangono sulle loro posizioni arcaiche con minuscoli passi avanti: mi meraviglierei del contrario.

3. Quando il mondo non ne avrà più bisogno, essa cesserà di esistere. Non puoi imporla nè toglierla a forza perchè essa viene creata da chi ne ha bisogno. Elimina ogni religione: il giorno dopo se ne ricreeranno di nuove. Comunque c'è chi sceglie un modo diverso di gestire le responsabilità dell'esistere e non è religioso. La tua domanda è troppo generale, in realtà la domanda è se "La persona X ha bisogno della religione": ognuno decide per sè stesso, il resto (i discorsi per convincere gli altri di una o dell'altra posizione) è inutile e anzi sempre dannoso. Vivi e lascia vivere perchè ognuno ha il diritto di scegliere verità che altri valutano stupide. Questo diritto magari sembra assente in certe religioni molto imposte, ma anche lì la "religione" è nella testa delle persone e ognuna di esse, e solo lei, può cambiare il suo status interiore o accettare passivamente la posizione media della sua cultura.
IMHO
"WILDs always happen in association with brief awakenings (sometimes one or two seconds long) from the immediate return to REM (rapid eye movement) sleep. The sleeper has a subjective impression of having been awake." (S. Laberge)

"I’ve learned how to have lucid dreams at will, so I know that it can be done, and I also know that it’s easy
— once you know how." (S. Laberge)
Avatar utente
DayDreamer
Autore wiki
 
Messaggi: 3325
Iscritto il: 23/01/2008, 19:32
Ha  fatto 'Mi piace': 166 volte
'Mi piace' ricevuti:: 371 volte

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda ElTopo » 03/11/2011, 13:26

Secondo me ci sarebbe da stabilire cosa intendiamo per religione, perchè non è così facile come sembra. Le tre religioni monoteiste non sono tutte le religioni, per dire.
Aspetti come dogmi, rivelazioni divine, credenza in dio, esistenza di qualcosa che sopravvive dopo la morte ecc. non sono affatto costanti universali e non appartengono necessariamente a tutte quelle che chiamiamo "religioni" (pensiamo ad es. a molte correnti del buddhismo, del taoismo ecc.).

L'idea che le religioni nascano per spiegare fenomeni incomprensibili è abbastanza ottocentesca e superata (quelle al massimo sono le credenze), oggi più che altro si parla del rapporto con qualcosa che è ritenuto "sacro".

La scienza ha semplicemente lo scopo di mettere in relazione fenomeni osservabili, il suo campo non è lo stesso della religione di per sè. D'altra parte però le religioni pretendono spesso di legiferare sulla natura, sulla storia ecc. e li nasce il conflitto.
In quel senso si, credo che le religioni come sistemi di credenze andranno a sparire, ma non so che effetto possa avere ciò. Non tutti possono fare a meno di convinzioni rassicuranti a cui appoggiarsi.
ImmagineImmagineImmagine
Avatar utente
ElTopo
 
Messaggi: 63
Iscritto il: 25/04/2010, 19:21
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda SandStorm » 03/11/2011, 15:19

Bellissima risposta Day :D l'hai scritta in modo da non offendere nessuno e senza privilegiare nessuna delle due parti, sono d'accordissimo con te.

Eltopo secondo me ci sarà sempre qualcuno convinto delle proprie verità e finchè qualcuno crede in qualcosa quel qualcosa esiste.. quindi secondo me è difficile che la religione (non sto parlando della chiesa cattolica) finisca. :) comunque grazie :D
Avatar utente
SandStorm
 
Messaggi: 970
Iscritto il: 29/10/2011, 9:06
Ha  fatto 'Mi piace': 97 volte
'Mi piace' ricevuti:: 68 volte

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda giano » 03/11/2011, 15:32

La religione è uno strumento con qui si crede di arrivare alla conoscenza: in pratica accetti passivamente dei dati e ti prefiggi uno scopo nella vita che non è tuo, è per chi, come dice Daydreemer, è una persona passiva e semplice, non ha bisogno di arrivare a qualche verità perchè sarebbe sopraffatto nella ricerca della conoscenza dalla terribile sensazione di non sapere, cosa troppo pesante e insopportabile per una debole mente. Il primo passo per sapere è ammettere di non sapere, quindi il mio desiderio di vivere oltre la vita non deve confondersi con la realtà, non devo credere che i miei desideri siano reali ad di fuori della mia mente, solo perchè sono anche i desideri di qualcun'altro venuto prima di me. Comunque credo che non sia più necessaria. Bisogna progredire dopo duemila anni di scimiottesimo, credo che rovinarsi la vita sottomettendosi a un invenzione sia triste come lo è vedere una capra felice perchè crede che dal macellaio ci sia tanto buon cibo...
La scienza è alla stregua della religione se non ci sono persone che ci ragionano. Chi crede alla scienza senza sapere che cosa sia è alla stregua del credente. Lo strumento che bisogna usare non si chiama scienza ma logica e ragionamento. La creatività poi è da usare con la logica e mai da sola come fanno gli inventori di razze aliene e di pietruzze magiche per spiegare la realtà ( :roll: ) . La creatività da sola è soddisfacimento personale e così rimane.
giano
 
Messaggi: 73
Iscritto il: 13/09/2011, 19:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda ddsx » 03/11/2011, 17:45

Mi unisco al topic solo per puntualizzare che il famoso fatto dei neutrini più veloci della luce è stato chiarito: c'era stato un errore.
Questo sempre grazie alla scienza, che se afferma cose sensazionali deve fornire anche dimostrazioni altrettanto valide (il team di ricercatori aveva appunto invitato la comunità scientifica a trovare l'eventuale errore).

Poi vabbè, i media hanno parlato solo della parte che faceva più notizia.

Complimenti per le domande.
Avatar utente
ddsx
 
Messaggi: 3091
Iscritto il: 07/05/2009, 14:07
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 71 volte

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda Psiconauta » 03/11/2011, 18:39

1. nessuno

2. ignoranza

3. no, scompariranno tutte le religioni tra pochi anni
Diario sogni lucidi : viewtopic.php?f=10&t=2773

Contatore lucidi : 29
Avatar utente
Psiconauta
 
Messaggi: 252
Iscritto il: 09/03/2011, 16:49
Località: Bergamo
Ha  fatto 'Mi piace': 1 volta
'Mi piace' ricevuti:: 1 volta

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda SandStorm » 03/11/2011, 18:47

giano ha scritto:La religione è uno strumento con qui si crede di arrivare alla conoscenza: in pratica accetti passivamente dei dati e ti prefiggi uno scopo nella vita che non è tuo, è per chi, come dice Daydreemer, è una persona passiva e semplice, non ha bisogno di arrivare a qualche verità perchè sarebbe sopraffatto nella ricerca della conoscenza dalla terribile sensazione di non sapere, cosa troppo pesante e insopportabile per una debole mente. Il primo passo per sapere è ammettere di non sapere, quindi il mio desiderio di vivere oltre la vita non deve confondersi con la realtà, non devo credere che i miei desideri siano reali ad di fuori della mia mente, solo perchè sono anche i desideri di qualcun'altro venuto prima di me. Comunque credo che non sia più necessaria. Bisogna progredire dopo duemila anni di scimiottesimo, credo che rovinarsi la vita sottomettendosi a un invenzione sia triste come lo è vedere una capra felice perchè crede che dal macellaio ci sia tanto buon cibo...
La scienza è alla stregua della religione se non ci sono persone che ci ragionano. Chi crede alla scienza senza sapere che cosa sia è alla stregua del credente. Lo strumento che bisogna usare non si chiama scienza ma logica e ragionamento. La creatività poi è da usare con la logica e mai da sola come fanno gli inventori di razze aliene e di pietruzze magiche per spiegare la realtà ( :roll: ) . La creatività da sola è soddisfacimento personale e così rimane.


Il paragone della capra e del macellaio è geniale.
E comunque grazie per la risposta :D
Avatar utente
SandStorm
 
Messaggi: 970
Iscritto il: 29/10/2011, 9:06
Ha  fatto 'Mi piace': 97 volte
'Mi piace' ricevuti:: 68 volte

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda SandStorm » 03/11/2011, 18:49

Psiconauta ha scritto:1. nessuno

2. ignoranza

3. no, scompariranno tutte le religioni tra pochi anni


Molto riassuntiva come risposta.
Avatar utente
SandStorm
 
Messaggi: 970
Iscritto il: 29/10/2011, 9:06
Ha  fatto 'Mi piace': 97 volte
'Mi piace' ricevuti:: 68 volte

Re: Religione, il vostro parere?

Messaggioda orfeo » 05/11/2011, 2:44

1) tra religione e scienza i rapporti non sono proprio idilliaci, per fare un'esempio come un'orchestra sinfonica ed una band heavy metal....

2) Per quello di cui ho potuto convinceri la religione non nasce dalla necessità di trovare risposte difficili, perchè da tali propositi nasce la filosofia, ma piuttosto dalla naturale fobia umana dell'ignoto o più precisamente della morte.
Poi è divenuto un mezzo come un'altro per assoggettare i popoli.

3) per rispondere alla tua terza domanda "SE IL MONDO HA DAVVERO BISOGNO DELLA RELIGIONE" voglio citare me stesso ed un mio personalissimo aforisma:
"Il giorno in cui aborriremo l'idea di Dio dal nostro immaginario collettivo potremo finalmente invertire la famosa frase di Neil Armstrong ed affermare che 'è un piccolo passo per l'umanità ma un balzo da gigante per ogni singolo individuo'"
orfeo
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 07/09/2011, 15:33
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Prossimo

Torna a Riflessioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti


cron