Indice Conversazioni Bar da Morfeo > Backup Forum SwordArtOnline - Nervegear

Luogo ricreativo per chiacchierate libere.

Backup Forum SwordArtOnline - Nervegear

Messaggioda NeuroEngineer » 15/08/2022, 16:24

IL SENSO:
Avevo già intenzione di creare questo topic, ma grazie @LucidFede di avermelo ricordato (in più dato che mi hai detto di essere interessato adesso ho anche una motivazione per farlo : Chessygrin : ).
I bei vecchi tempi del "Nervegear: Realtà o finzione?". Se a qualcuno dovesse capitare per caso di leggere questo testo, giusto per dare una spiegazione del senso di questo topic, sappia che prima di conoscere/iscrivermi su questo sito ero attivo su un altro forum (non creato da me), in cui verso la fine ho incontrato Luke che mi ha trascinato qui e mi ha aperto un mondo (grazie ancora).
Il forum è nato da un'idea di un utente, che in realtà era lo stereotipo del fan medio, di porsi una domanda: il dispositivo chiamato "Nervegear" (la somiglianza con il nostro ex-device DreamGear DRG è solo casuale, ma tanto ormai quel nome non esiste più), oggetto di fantascienza descritto nell'anime (film animazione giapponese) Sword Art Online (o SAO), potrebbe un giorno venire alla luce? Se sì, in che modo? Se no, quali limitazioni ci sono? Ci sono alternative?

Wikipedia per capire: https://it.wikipedia.org/wiki/Sword_Art_Online e https://swordartonline.fandom.com/wiki/NerveGear

Su quel sito abbiamo parlato di diverse tematiche, alcune affini a questo sito ma mai trattate qui.

RETROSCENA :
Ti faccio un pò di retroscena che forse non conosci Luke, magari giustamente non te ne frega assolutamente nulla ma ho un pò di nostalgia di quel periodo e me la racconto perlomeno a me stesso da solo, come un Diario backstory. : Hide :
Intanto ricordo che gli stessi creatori di SAO, insieme all'IBM, organizzarono tempo fa un evento di emulazione del Nervegear tramite VR:

Io non avevo mai visto SAO, ma da pochi mesi era nata la startup in cui attualmente lavoro e mi era stato detto che ciò che facevamo era molto simile allo scenario proposto dall'anime. Quindi mi recupero la serie e navigando un pò su internet scopro il forum. Il ragionamento fatto dall'utente "OnBho" era interessante e mi sono reso conto che molta gente sognava un device del genere. Forum simili li trovai su siti esteri o sulla piattaforma "Reddit". Ho deciso di entrare un pò in anonimato, sapendo già che la risposta alla domanda era purtroppo FINZIONE. La tecnologia ipotizzata in SAO non dico possa essere impossibile un giorno, ma sfiora davvero l'infattibile. La teoria e la tecnica dietro a quel dispositivo, scientificamente parlando, faceva un pò acqua da tutte le parti (anche se per alcuni aspetti ammetto che era stato studiato bene).
Comunque fatto sta che SAO mi piacque molto e notai ovviamente la somiglianza tra la nostra prima versione del DreamGear (ora "omega") e quel dispositivo. Anche se all'epoca il funzionamento era TOTALMENTE diverso, si trattava di un VR/BCI allo stesso livello di NextMind (https://www.next-mind.com/). Mi prendo, almeno per una volta, un merito: l'idea di utilizzare il meccanismo tipico del fenomeno del "sogno lucido" la ho portata io nella startup :oops: Nessuno era onironauta e si conosceva il fenomeno solo tramite trattati scientifici pubblicati da ricercatori stranieri. Anche se poi la mia idea di base è stata rielaborata grazie anche ad altri.

Tornando al racconto del "prequel", dopo aver lanciato lì qualche mio brevissimo (davvero due righe, i neuropost sono nati qui :lol: ) parere, mi allontanai quasi definitivamente dal sito. Detto proprio sinceramente chiaro e tondo, era pieno di adolescenti amanti di SAO che un post si e due no speculavano con quel poco di informazioni che riuscivano a raccattare online. Non è una critica, anzi, lo ritenevo molto interessante, solo che capirete che non sapevo cosa farci lì, tra l'altro non era di nessuna utilità. Contemporaneamente a diversi mesi di completa inattività del sito da parte di tutti, il progetto del DreamGear era arrivato ad un punto di svolta (anche se poi altri mesi e mesi dopo lo abbiamo totalmente abortito e sostituito con uno diverso perché c'erano degli ostacoli insuperabili e perché avevamo trovato un modo più semplice ed efficace di agire). In quel periodo ci chiedevamo come lanciare il prodotto, che design utilizzare, quali problematiche si sarebbero potute riscontrare e se ci sarebbe stato qualcuno ad acquistarlo visti i competitor (era un'idea meno rivoluzionaria di adesso, una "semplice" realtà virtuale con cui interagire con il pensiero e che FORSE garantiva i 5 sensi). Mentre stavamo appuntando qualche idea di brainstorming, mi arriva la notifica sulla mail (una a caso tra l'altro) di un utente che dopo mesi scrive sul sito a proposito del dreamgear, se per caso si avevano novità (ne avevo accennato dicendo che "una startup in qualche angolo sperduto nel mondo aveva un'idea simile").
Allora ho deciso di prendere due piccioni con una fava e sputare il rospo, così avrei ottenuto risposte direttamente dagli eventuali acquirenti del nostro prodotto. All'inizio era più un questionario a fini di marketing e per fare brainstorming sui problemi che non avrebbero mai voluto avere utilizzando il device, lo ammetto, ma poi mi sono affezionato alla conversazione. Un pò come qui su sognilucidi.it, dove all'inizio ero entrato per raccogliere dati UTILISSIMI da onironauti in carne ed ossa, ma poi ho amato alla follia la community che all'inizio cercavo di sfruttare : Twisted : , ma che poi ho capito era proprio il posto che cercavo da anni, da quando ero piccolo e avevo iniziato a lucidare . :angel:
In più questa è una community matura (sia di carattere, che di età, che di tematiche trattate), rispetto a quelle incontrate in precedenza.

Ok, qui finisce la storia. O meglio, finisce quando, dopo anni di attività mai stabile su quel sito dal 2018, conosco questo nel 2021 e nel Febbraio di quest'anno 2022 decido, un pò di mia iniziativa un pò perché costretto da "forze maggiori" (policy), di cancellare tutti i miei post lì, non prima di aver fatto un backup.
Backup che ora ripubblicherò qui sotto, tagliando le parti che prima non avrei dovuto inserire e che vanno in conflitto con la policy aziendale della startup. Più alcune imprecisioni neuroscientifiche di alcune spiegazioni, dato che non ci mettevo molta cura e andavo più che altro a memoria (adesso invece ricontrollo le fonti prima di rispondere).

SUDDIVISIONE DEL BACKUP TOTALE DEI POST + LINK ORIGINALE AL SITO:
Il backup è diviso in due parti; tutti i messaggi scritti dagli altri utenti li trovate sul sito originale: https://swordartonlineitaly.forumfree.it/?t=73789341
I messaggi scritti da me (mi ero chiamato prima BlogAccount, pubblicavo post anche sul sito di Ingegneria Biomedica, e poi NeuroDreamer_BA), ora cancellati (ma si capisce dove si posizionano all'interno del discorso), sono questi che incollo qui sotto. Alcune frasi sono citazioni a post di altri utenti, ma non mi è ovviamente possibile quotarle come farei di solito. Comunque anche qui si dovrebbe capire abbastanza facilmente chi è che parla.
EDIT: Mi è successo questo

Il messaggio contiene 310813 caratteri. Il numero massimo di caratteri permessi è 60000.


Quindi nulla...datemi un altro pò di giorni che filtro e riporto come backup solo quelli più importanti/interessanti.

DELIRIO AUTOINDOTTO (SE QUALCUNO STAVA LEGGENDO, SALTI QUESTO PEZZO, PERFAVORE):
Buona lettura del backup dei post che segue a chiunque abbia voglia di leggere e buona nostalgia NeuroEngineer (*dandomi la pacca sulla spalla, da solo dato che probabilmente sarò il solo a leggerli, figurati se qualcuno si mette a leggere un backup di un altro sito che non ha nulla a che fare con i sogni lucidi; o almeno, se mi dovessi immedesimare in quelle persone, io di certo non lo leggerei. Solo che ne sono l'autore in questo caso, quindi per scriverlo contemporaneamente sono costretto a leggerlo, anche se di getto. Praticamente sto scrivendo e mi sto rispondendo da solo...che strano...è questa l'introspezione? E' questa la consapevolezza? Che io stia soffrendo di disturbo della doppia personalità? No, non è possibile...forse sto sognando? No, reality check eseguito. E se si trattasse di una singolarità verbale? Aspetta...e se fossi pazzo? Forse tutti gli esseri umani sono pazzi, dipende dal punto di vista. Dopotutto, quale arrogante si può prendere il diritto di dire: "Hey, io sono quello normale!". Beh, io no di certo. Praticamente la mia mente sta dialogando con se stessa attraverso una tastiera e un monitor che essa stessa ripercepisce come input e a cui sente di dover dar risposta. Oh, mi sono appena reso conto che questo è il contenuto più ampio che io abbia scritto tra parentesi. Forse solo qualche formula matematica di meccanica quantistica può eguagliare il risultato. Anzi...se questo è stato ribattezzato Neuropost, allora quella sarebbe una Neuroformula? E che fenomeno descriverebbe mai una neuroformula? L'evolversi nel tempo di una struttura spaziale del sistema nervoso? La coscienza del modello ORCH OR di Roger Penrose dei neuroni? No...quell'idea è stata scartata e contestata da tutta la comunità scientifica. Anche se non sono d'accordo. Perose è un genio, perché si continua ad ignorarlo? Gli è stato dato anche il nobel! In più sui buchi neri! Ah, ritorna il concetto prima solo accennato della singolarità, ma questa volta di un "black hole"! Esiste per caso anche la singolarità di un "white hole"? Bah, sto divagando...Mi sembra di essere quel narratore folle dei videogame di "The Stanley Parable" o di "Superliminal"...SIAMO FORSE IN UNA REALTA' SIMULATA? Sono solo un insulso narratore di un gioco, programmato per il diletto di altri esseri là fuori? Nel mondo non c'è più certezza di nulla...Ok mente, basta così. Fai il copia-incolla, clicca invia sotto questa casella di testo e fai logout dal sito. E' stato divertente e bello scrivere parlando con te stessa, lo so che ti piace farlo con il ventilatore del tuo pc accanto in una giornata così rovente, però adesso basta. In più hai un appuntamento tra 40 minuti esatti. Sbrigati! ).

BACKUP "NERVEGEAR, REALTA O FINZIONE??" (1 PARTE, solo i miei messaggi TAGLIANDO POST PRECEDENTI IN CUI NON DICEVO PRATICAMENTE NULLA):
1)Tuttavia nel mentre sono rimasto interessato all'argomento.
Allora,comincio col dire che nei miei precedenti messaggi potete trovare alcune info che ho inserito riguardo un progetto (DreamGear) che più si avvicina a un
dispositivo di Full Immersion...
Sono interessato ad una trattazione "semplice" dell'argomento Neuroscienze (dato che ci troviamo comunque su un sito dedicato ad un anime,nulla di
eccezionalmente ufficiale,se mi permettete),ma che ritengo molto utile per confrontare idee diverse anche di non esperti.
Ritengo curioso,infatti,analizzare ciò che il pubblico ricerca.
-
Bene,dopo questa premessa,vorrei focalizzarmi sul focus di questo messaggio:vorrei portarvi all'attenzione il nome dei dispositivi tDCS.Per farla breve,sono uno
dei modi non invasivi per stimolare il cervello anche in modo non superficiale,che con una tendenza di 40Hz riesce ad indurre lo stato di sonno.
La startup del DRG (DreamGear) sta cercando di usare questo principio per indurre prima uno stato di incoscienza provocando un inizio di Sogno Lucido.
Il nostro cervello,poi,attraverso dei dati trasposti da un computer sotto forma di segnali elettrici (a bassa intensità), invia dei segnali al
cervello,che attraverso un ulteriore fenomeno (Effetto Diapason),ricreerà il mondo dettato da quei dati. Ho saltato alcuni passaggi intermedi per semplifiare.
Ecco in sintesi un VR di nuova generazione,nel quale il corpo dell'utente rimarrà in Stand-By durante la durata del "trattamento".


2) La tecnologia è in studio (e tra l'altro sarà utilizzata in molti ambiti scientifici e non ludici),ma per incrementare i guadagni c'è bisogno di vedere
quanto un progetto del genere venga apprezzato anche dai più giovani.
Per far diventare il DreamGear un dispositivo a fini complessi,bisogna partire da una base semplice e produttiva: quale base migliore di una rivoluzione
nell'ambito del "gaming"?
Tra l'altro, se molti utenti parteciperanno all'uscita, i dati collezionati serviranno per un miglioramento successivo del dispositivo.


3)Ovvio che il DreamGear avrà soprattutto fini medici oltre che ludici.
I dati dei giocatori forniranno una vasta gamma di informazioni su come vari cervelli operano (in una realtà virtuale e non solo).
Per chi purtroppo non può ne muoversi ne parlare,se indosserà il DRG potrà vivere in un mondo diverso dal nostro con tutti e 5
i sensi (forse escludendo alcuni tratti dell'olfatto/gusto).


4)Rispondendo al titolo del forum stesso "NerveGear,realtà o finzione?" posso darvi una risposta subito.
Da quel che si è capito,il Nervegear funziona attraverso degli impulsi nervosi.
Per funzionare nella realtà,bisognerebbe impiantare dei dispositivi nel cranio (cosa che nessuno farebbe).
Tra l'altro,se usato troppo,questo potrebbe riportare dei seri danni al tessuto cerebrale,dato che il dispositivo invasivo sarebbe soggetto a numerose
"ristrutturazioni".
Quindi,da questo punto di vista, la risposta è Finzione. MA,se considerato un altro aspetto, la risposta è Realtà.
Quale aspetto direte voi?
Di certo come avrete capito il Nervegear non sarà sponsorizzato da nessuno e probabilmente sarà impossibile da creare anche in futuro.Dispositivi invasivi si
usano solo per chi ha seri problemi.
Tuttavia,il Nervegear (è un caso che sia scritto come DreamGear),potrebbe funzionare solo se si cambia il suo funzionamento,a scapito di funzioni specifiche
come l'olfatto.Tra l'altro,mentre sarebbe molto difficile/impossibile tramutare dei dati esterni (come quelli di un mondo virtuale) in impulsi nervosi,
risulta abbastanza difficile ma non impossibile tramutare dati esterni in segnali elettromagnetici.
-
In sintesi, il Nervegear è realtà solo se si utilizzerà un funzionamento diverso da quello che implica impulsi nervosi.
Il DreamGear (non sto sponsorizzando ^U^ ) è un progetto che non ha nulla a che fare con SAO,nel senso che non sono stati presi spunti da esso.
E' ovvio però che dei film/serie (come Ready Player One,SAO per citare i più famosi) prendono spunto da tecnologie Neurologiche.
Quindi in questo modo potreste farvi un'idea di come un VR di nuova generazione possa funzionare ;)


5) -)Mettendo da parte il problema più grande (i danni che potrebbe subire il cervello)
Vero...il problema più grande da affrontare è quello.Infatti,il cervello ha un funzionamento diverso a seconda del sesso (m/f) e dell'età
(anziano/bambino/adolescente).
Quindi potrebbe avere risposte diverse agli impulsi forniti da un dispositivo.
Certamente,almeno per il momento,il dispositivo è indicato per una fascia d'età compresa tra i 15/50 anni,sia per maschi che per femmine.
Questo per evitare problemi relativi ai bambini (meglio non rischiare,tra l'altro il cervello e le sue "zone" non si sono ancora completamente formate)
e agli anziani (dove in molti casi vi sono purtroppo problemi cerebrali che possono essere aggravati dall'emissione di onde).
-
Ma c'è un MA.Il dispositivo in progettazione come detto prima (nel caso sarà utilizzato da molte persone) raccoglierà dei dati per auto-migliorarsi: potrebbe
accadere addirittura che in una versione 2.0 del DreamGear,questo potrebbe essere in grado di rafforzare il cervello durante un'età giovane ed aiutare gli
anziani con i loro problemi.
Tutto questo stimolando la corteccia cerebrale vera e propria (non scendo nel dettaglio).
-
Inoltre,per la fascia di età sopra descritta non vi sarà alcun tipo di problemi: se un domani troverete un dispositivo DreamGear in vendita,
potrete stare tranquilli.Un dispositivo del genere non esce sul mercato se non è al 100% sicuro.
A proposito di vendita,per quanto riguarda il prezzo si sta ragionando e tutto dipenderà dai costi complessivi di ricerca.
Si parla di all'incirca 1800€ : un costo giusto se si considera che solo un nuovo Iphone costa sui 1000€ all'uscita.
Sarei curioso se mi diceste se comprereste a questo prezzo (1800) un dispositivo del genere.

/

-)Dove li mettiamo i dati necessari per un server enorme come quello di SAO?
Intanto bisogna dire che il primo mondo ad essere creato sarà un mondo diverso da quello di SAO ovviamente.Con il passare del tempo,più aziende
parteciperanno e più mondi saranno creati.
Rispondendo alla domanda,si sta valutando l'idea di creare più server contenenti lo stesso mondo (ma con giocatori diversi,circa 150 all'inizio per evitare problemi
di lag,successivamente si potrebbe arrivare a circa 2000 in un solo server) o addirittura dei server contenenti tutti i mondi virtuali in uno solo.
Una sorta di "Lobby principale" da cui il giocatore parte per scegliere il mondo dove inserirsi (quindi un mondo,+ modalità).
Per esempio,una volta entrato nella Lobby principale,una volta si potrà giocare ad Aincrad,una volta in un mondo di sopravvivenza,in un altro ancora in un
mondo spaziale/fantasy o marittimo (Atlantide,se riusciamo a far inserire la sensazione di essere sott'acqua) e così via....un universo infinito insomma.
-
I dati non possono essere registrati su un dispositivo DRG/PC,perchè già ad un solo utente corrisponde una quantità enorme di dati.Possono solo essere
letti da un Dreamgear o computer.
Per la raccolta dei dati non è un vero e proprio problema: ci sono diverse soluzioni,come utilizzare semplicemente la piattaforma di Google,
oppure utilizzando data center.

/

-),si potrebbero programmare degli odori e dei sapori artificiali che poi vengono migliorati dalle onde elettromagnetiche generate mentre un player ricorda
quella cosa.
-
Ovviamente,ribadisco,tutto questo è in forma teorica,non ha tenuto conto degli altri problemi generati dal DreamGear e non ho conoscenze tecniche del campo.
-
Le cose che hai scritto non sono per niente campate per aria: anzi,ti dirò che su alcune delle cose che hai detto ci abbiamo ragionato in passato.
Tuttavia,quello che proponi tu non può essere realizzato tecnicamente (anche qui non scenderò nei dettagli,per semplicità e anche perchè ho scritto già tanto).
In realtà,però,un modo per far funzionare anche olfatto e gusto c'è.
Hai presente quando sogni?La sensazione sarà la stessa eccetto che il mondo in cui sogni è programmato e che sei totalmente cosciente quando sei nel mondo
virtuale in questione.
-
Quando si sogna (io stesso ne ho avuto esperienza) potrebbe capitare che mangiando della pasta si sente lo stesso sapore.
E' molto difficile (come anche con l'olfatto,di cui invece non mi è mai successo nulla a proposito) ma potrebbe succedere se la parte del cervello preposta ad
elaborare quei dati non è in "stand by" durante il sonno.
Potresti allora chiedere: fatela rimanere attiva.Ma non è così semplice.Comunque non nego che in una modalità non ancora presa in considerazione,
utilizzando questo aspetto,potremo implementare anche gusto ed olfatto.

/

-)Sogni Lucidi
Queste cose le studiamo non solo scientificamente e dal punto di vista delle Neuroscienze,ma anche e soprattutto fisicamente.
Alcuni aspetti non siamo infatti capaci di coglierli teoricamente,ma solo sperimentalmente.
E se vi dicessi che voi potete fare da casa gli sperimenti che facciamo anche noi?Senza l'utilizzo di oggetti vari?
Se vi allenaste a fare dei sogni lucidi e a diventare un onironauta
-
(L'onironàutica designa l'attività e le scienze e tecniche relative al prender coscienza – nel sogno – del fatto di stare dormendo, onde la capacità
risultante di muoversi con piena coscienza entro il sogno. Con la pratica l'onironauta, quale sognatore "lucido, può arrivare a esplorare e modificare il sogno
a proprio piacimento)
-
potreste vivere in un mondo virtuale come quello del DreamGear o di SAO senza avere alcun dispositivo.
Ovviamente è molto difficile farlo e l'aspetto del luogo in cui ti trovi durante il sogno non può essere modificata con la sola volontà.
Per esperienza,sono io la persona che fa questa tipologia di esperimenti: mi sono allenato ed ora 3/4 volte a settimana riesco a fare un sogno lucido:
se voglio volare,ci riesco.Se voglio far finta di guidare una ferrari,posso.
Si può fare qualunque cosa dentro la propria testa,se si riesce a rendere conscia la parte inconscia del cervello durante il sonno.
-
La startup del DRG si propone anche di creare un mondo virtuale in solitaria dove a seconda di quello che pensiamo,un oggetto può comparire dal nulla
a seconda di come ce lo immaginiamo.
Se si è molto bravi,si potrebbe addirittura "hackerare" con il solo pensiero il mondo virtuale multiplayer: se il mondo è stato programmato solo per camminare
e fare le azioni descritte da dei comandi,si potrebbe anche riuscire a volare anche se i comandi non lo permettono.
Anche questo è un problema,per quanto possa essere figa l'idea.
Immaginate nel vostro esempio Aincrad: tutti i giocatori possono fare solo delle azioni standard.Immaginate poi che arrivi un utente onironauta
e che di punto in bianco faccia comparire oggetti o possa fare azioni non previste nel mondo virtuale.
Molto difficile ed improbabile,ma potrebbe succedere.


6) -)non sarebbe più giusto iniziare a creare un dispositivo che ti permetta di essere in una sorta di full-dive ma solo in parte.
Mi scuso anticipatamente se il mio pensiero può essere stupido.
-
Non è un pensiero stupido,non preoccuparti.Si tratta di ciò che i consumatori desiderano,quindi è utile come commento.
Per poter sviluppare un semi full-dive sicuro bisogna avere delle conoscenze specifiche in tutti i campi: utilizzare un interfaccia cerebrale
(sarebbe il nome dei dispositivi che si "agganciano" al cervello) richiede un'enorme quantità di informazioni da avere in campo delle Neuroscienze e non solo.

/

Rispondendo dunque alla tua domanda:
-
quindi senza usare ulteriori apparecchiature , e di poter vivere e vedere in questi fantastici mondi, magari si potrebbero raccogliere dati
(o anche feedback) per far sì che la programmazione del dispositivo nella sua versione 2.0 sia già perfezionata e con la possibilità di essere veramente in full-dive,
che ne pensate?
-
ti darò delle informazioni il più semplicemente possibile (per non confondere troppo tramite termini tecnici).
-
Il lavoro che un'azienda di sviluppo dovrebbe fare (e quello che la startup del DRG sta facendo) è sicuramente procedere per tappe,cioè pensare
prima solo al movimento dell'utente nel mondo virtuale tramite pensiero,poi passando all'interazione con oggetti virtuali e così via verso cose sempre
più complicate.
-
Tuttavia nello stesso tempo bisogna lavorare in "blocchi interi",ovvero portare in avanti contemporaneamente la ricerca per elementi meno utili
come gusto ed olfatto; questo per due motivi principali:

UNO)Di solito questi dispositivi,come il DreamGear, sono nati non solo con l'intento di far giocare una persona,ma soprattutto per scoprire nuove frontiere e
nuove informazioni sul cervello.Questo implica il miglioramento della salute per alcune persone,come per i ciechi che teoricamente possono vedere tutto
quello che accade in un mondo virtuale (mentre purtroppo non possono farlo con il mondo reale).
Quindi elementi non utili per persone senza problematiche possono invece essere essenziali per altre.
-
DUE)Per "blocchi interi" si intende per esempio tutto il blocco di cui fanno parte i 5 sensi.
Per fornire un dive sicuro al 100% (anche se si volesse rendere possibile solo la parte del movimento ed azioni standard) sono necessari studi più
complessi anche riguardo azioni più complesse nel mondo virtuale (come per esempio udito e tatto).E dato che va fatto,a questo punto perché non inserirle?

Ti spiego perché: se si inviano dei segnali per esempio alla parte del cervello preposta ad elaborare imput visivi,non è detto che questo non interferisca
con la parte del cervello preposta ad elaborare imput uditivi.
Il cervello non lavora separatamente,ma tutto insieme.


7) UNO)Ipotizzando la riuscita del dreamgear, quand'è che potremo vederlo sul mercato circa?
La risposta si trova in un mio commento precedente,comunque in circa 20/30 anni max se tutto procede spedito.
Sul mercato lo si troverà probabilmente ad un prezzo di circa 1800€,un prezzo ragionevole contando che basta risparmiare su due nuovi cellulari e
si raggiunge la cifra.
Voi lo comprereste a quel prezzo? (domanda per voi).

-

DUE)Se uno studente universitario volesse imparare nozioni di neurotecnologia quale facoltà dovrebbe intraprendere?
Parlando personalmente, ci sono diverse strade: la più interessante e veloce è di intraprendere un percorso di studi in un'università
di Ingegneria Biomedica (anche per questo mi trovate sul sito https://forum.ingegneriabiomedica.org/v ... f=20&t=353 ).
-
Una volta completato il tutto, bisogna fare un master in NeuroIngegneria.
Questo perché per studi riguardanti il campo delle Neuroscienze bisogna studiare medicina/biologia e vari,ma se si punta a lavorare in un'azienda che produce
dispositivi si cercano persone che ne sappiano di Informatica,Ingegneria e Neuroscienze applicate all'ingegneria.
Tra l'altro,per non aspettare troppo con il master,nel mentre la laurea in Ingegneria Biomedica è richiestissima in molti campi: se non si riesce a lavorare
nell'azienda "dei propri sogni",si riesce sicuramente a lavorare in un'azienda che richiede nozioni scientifiche (e ce ne sono molte anche in Italia).

/

TRE) Sarà possibile arrivare al full-dive entro il 2030
Sfida ardua,ma sì,è possibile.
Si tratta di una probabilità molto alta se parliamo del 2040: poi da lì,si procederà velocemente e in circa 5 anni si avranno moltissime versioni aggiuntive
e si arriverà probabilmente ad una sua versione perfezionata da tutti i punti di vista.
A quel punto potrebbe essere utilizzato anche a fini medici.
-
Parlando della DRG,questo è quanto.Poi vai a sapere se ci sono altre startup più avanti :rolleyes:


/

QUATTRO)Come e se c'è possibilità di entrare a lavorare nella "tua" azienda?
Parlando di adesso la possibilità è quasi nulla: tra qualche anno (magari con più fondi) partirà il secondo progetto di "reclutamento" ,e lì aumentano le possibilità.
Parlando di altre StartUp,ce ne sono molte in giro per il mondo,soprattutto in Francia/Stati Uniti e Germania.
Ci sono dei lavori e delle ricerche pagate anche in alcune università italiane,attinenti sempre alle Neuroscienze: tu vai lì,se ti prendono li aiuti nella ricerca
e nel mentre prendi una sorta di stipendio.
-
In generale,questo per quanto riguarda le POSSIBILITA'.
Per quanto riguarda il COME,basta contattare le aziende tramite e-mail (trovi gli indirizzi sui loro siti su internet;il sito della DRG Company è in rielaborazione).
Esempio,cerca Neurable su Google,vai sul loro sito e c'è scritto contattaci: lì trovi una sezione per i giornalisti e una per le richieste di lavoro.
In generale,questo richiede una buona conoscenza dell'inglese,dato che va mandato tutto in inglese.
Parlando di me,scrivi alla startup (o azienda,se ci riesci e pensi da subito in grande): inizia col presentarti,di i tuoi titoli di studio ed il perchè stai scrivendo.
Se hai un'idea da fornire,la dai inoltrando un documento di spiegazione dettagliata (non scrivere tutto in un messaggio,quello deve essere sintetico.
I dati dei tuoi progetti o CV è meglio allegarli per file extra).
-
Parte 2,aspetta una risposta e spera che siano interessati.Devi essere convincente.
Ah,scrivi anche nella fine del perchè hai scelto loro.

/

-)Ciao, innanzitutto grazie per avermi risposto, avrei altre domande...
Grazie a te della domanda,è stato utile per fare chiarezza...magari copierò delle parti di questo messaggio per fornirle ad altri utenti in giro su internet
che ne hanno bisogno.
Continuate con le domande e rispondete a quella che ho scritto sopra,sempre se volete :D

Ah mi sono scordato una cosa importante...
-
Basta cercare https://en.wikipedia.org/wiki/DRG e troverete una serie di acronimi di DRG...ovviamente c'è un nome ed un'azienda diversa dietro a questa sigla.
Il nostro DRG sta per DreamGear,giusto per essere chiari e per non creare disambiguità tra i vari significati.
-
La nostra non è stata inserita nella lista perchè si tratta ancora di una startup e non di un'azienda.
Chissà,magari un giorno...
-
Idem per la parola DreamGear.
Su internet potreste trovare "dreamGEAR"/"dreamgearr"/"dreamgear-song"...stesso problema degli acronimi.
La Realtà gioca a scacchi con la nostra mente: alla coscienza non resta che capire come dare scacco matto.
Avatar utente
NeuroEngineer
Autore Sognopedia
 
Messaggi: 763
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 195 volte
'Mi piace' ricevuti:: 238 volte

Re: Backup Forum SwordArtOnline - Nervegear

Messaggioda LucidFede » 15/08/2022, 19:20

Grazie Neuro, aspetto la seconda parte! : WohoW :
Avatar utente
LucidFede
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 21/05/2022, 14:32
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 12 volte


Torna a Bar da Morfeo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti