Indice Generale Il gruppo Wiki > Intervista "Radio Sogni Lucidi" di Citrato: Uscita!

Sezione riservata allo sviluppo del portale Wiki e all'organizzazione dei membri del gruppo dedicato. Idee, correzioni e proposte di collaborazione.

Intervista "Radio Sogni Lucidi" di Citrato: Uscita!

Messaggioda NeuroEngineer » 22/12/2021, 10:27

E' uscita la nuova puntata di Radio SL sul canale ufficiale del sito:


-) Ringrazio ancora Citrato per l'opportunità;
-) Premetto che il SL che ho raccontato deriva da una visione di Jumanji avvenuta la serata prima (quindi è per questo che la trama è così "strana" e RPG-adolescenziale : Chessygrin : )
-) Se avete domande, fatele pure qui sotto.

Rispondo solo a un commento per caso notato sotto il video:
Nei sogni, sia lucidi che normali, non si può dire che si incontrano persone mai viste prima, è impossibile. Chiunque faccia parte del sogno è una persona che si conosce anche se di sfuggita e per una volta, questo perché il nostro cervello è incapace di creare visi nuovi.

In realtà è possibile, anche se il dubbio è più che lecito; proverò a spiegare in modo semplice la questione.

1) L'essere umano, essendo sociale, durante la sua vita osserva una quantità enorme di facce e visi, sia mediante display artificiale che nella realtà.
Questo avviene ogni giorno e, per via ipotetica, se in questo momento avessimo una foto per ogni singola persona esistente attualmente sulla terra (quindi senza contare personaggi del passato) avremmo a disposizione ben 8 miliardi circa di combinazioni.
Escludendo statura e tratti corporali, che sono creati abbastanza casualmente dalla mente durante i sogni, è quindi giusto affermare che tutta questa mole di informazioni che il cervello acquista durante il giorno va rielaborata (e lo influenza) nel sonno.
Il cervello ha una proprietà e capacità di creatività immensa. Ergo, non è impensabile il fatto che si riesca a fornire gli individui immaginari (frutto della nostra mente durante il sogno) di tratti facciali/vocali/caratteriali che ben si sposano con la realtà di tutti i giorni.
Quindi, tutti gli schemi tipici di un essere umano sono riempiti e collegati dal cervello tramite ragionamento ed intuito (meccanismo predittivo), in modo da creare una persona perfetta da tutti i punti di vista, ma con un unico difetto: non è reale.
E' da qui che la mente riesce a generare una gamma di visi che seppur accurati avranno una probabilità infinitesimale di esistere veramente (nel passato, nel presente e nel futuro).

2) Estratto di una spiegazione che feci in un topic (altro forum) nel quale un utente affermava di vedere, poco prima di dormire, facce di persone randomiche.

"Utente: (...) Nel pre-sonno mi capita di vedere delle facce che si presentano a pochissima distanza dal mio viso. Tipo 20/30 cm. La visione è solo istantanea. Potrei dire 4 o 5 di decimi di secondo, però è nitidissima. Le facce sono le più varie, uomini, donne, giovani, anziani, bambini (pochissimi bambini). L’unica “costante” é che non mi capita di vedere altre tipologie che non europei. Non ho mai incontrato un asiatico o un africano. Arrivano di solito a grappoli, ogni 5/10 secondi una nuova faccia, completamente diversa dalle altre. Ciascuna con la sua energia, “storia intrinseca di un volto”, non hanno niente in comune tra di loro e non c’è il tempo materiale di comunicare assolutamente niente. Un flash, e non le vedo mai più.
Arriverei a pensare che siano frutto della creazione del mio inconscio, ma quello che a questo proposito mi crea dubbi è la varietà dei tipi di facce e il livello del dettaglio. È come tutto troppo verosimile e diverso per essere una creazione. (...)"

Risposta (mia):

Ciò che hai vissuto è sicuramente una variante specifica del fenomeno chiamato allucinazione ipnagogica: si hanno impulsi visivi, anche uditivi/tattili in alcuni casi, che possono durare minuti o frazioni di secondo a seconda della fase di consapevolezza in cui si trova il cervello e che tipologia di onde cerebrali sta emettendo (e a quale frequenza). Il tuo fenomeno è un chiaro esempio di supporto alla ormai (quasi) certezza del meccanismo di "riconoscimento pattern della realtà" e sua trasposizione nel mondo onirico.
Praticamente funziona così: il cervello, quando si è svegli e si vive normalmente la quotidianità durante il giorno, raccoglie un'enorme quantità di dati. Una volta raccolti, tali informazioni vengono confrontate con quelle presenti nella memoria a lungo e a breve termine per vedere se ci sono correlazioni. Esempio mentale, attraverso il mio cervello raccolgo inconsciamente e in automatico questi dati: "colore verde e colore marrone, forma di un tronco, forma di chioma composta da foglie, le foglie si trovano sopra il tronco, sento il fruscio delle foglie smosse dal vento, toccando il tronco sento la consistenza del legno, il corpo fisico che vedo è distante e separato dal mio corpo e da ciò che lo circonda, ecc.".
Stiamo parlando chiaramente di un albero. Il cervello uniforma questa varietà di dati che inizialmente appaiono scollegati e poi il collega tra loro formando il concetto di albero. Se non abbiamo mai visto un albero in precedenza e quindi non è presente nella memoria, saremo sorpresi da ciò che stiamo vedendo e ne saremo attratti. Al contrario, se abbiamo visto qualcosa del genere prima, il cervello collegherà questi segnali provenienti dai 5 sensi all'immagine di un albero che abbiamo visto in passato e noi non ci faremo forse neanche caso; è qualcosa che conosciamo, non c'è niente di cui stupirsi.
Tuttavia, più alberi si vedono e più l'idea mentale di "albero" si rafforza e riempie di dettagli.

Questo è un pattern: più dati anche apparentemente scollegati tra loro (questo era solo un esempio semplice) che insieme formano uno schema o organizzazione ricorrente.

La stessa cosa accade con ogni fenomeno, oggetto, corpo e concetto astratto immaginabile. Ad ogni cosa con cui ci interfacciamo almeno una volta, astratta o concreta che sia, il cervello fa corrispondere e crea un pattern.
In questo caso, il pattern che il tuo cervello ha ripreso è quello di "faccia": naso, bocca, palpebra, pelle, occhi, ecc.
Nei sogni, tu potresti vedere un albero perché ormai lo hai conosciuto e hai registrato il suo pattern corrispondente: nel mondo onirico il cervello si allena a memorizzarlo e a renderlo normale...il mondo onirico è luogo di "allenamento" per i pattern, un modo per interiorizzarli.

Nella fase pre-sonno, riprendendo il tuo caso, si sono scontrati due fattori: lo stato mentale del cervello in quel momento e il pattern della "faccia".
Come conseguenza, probabilmente in paralisi del corpo, il cervello ha inviato stimoli visivi illusori che hanno ricreato nel tuo "campo visivo" le immagini del pattern.

Facendo un parallelismo per comprendere meglio il fenomeno, si può dire che esso sia simile al riconoscimento facciale di un telefono.
Sai che un viso deve avere un naso, una bocca, forse rughe, forse nei, capelli, ecc. Poi, come sono questo naso, bocca, ecc. è random.
Questo escludendo pattern che corrispondano a persone che conosci nella realtà, in quel caso il cervello cercherà di emularli nel modo più accurato possibile.

Puoi creare un'infinita varietà di nasi una volta che conosci il suo pattern, così come puoi immaginare un'infinità varietà di alberi una volta che riconosci il suo pattern.
Il fatto che quando sposti la vista e cerchi di concentrarti sulla faccia questa scompare, probabilmente avviene perché la tua consapevolezza dice: "davanti a me in realtà non c'è nessuna persona, come è possibile che io veda una faccia?". Allora essa scompare. Però i segnali del cervello continuano ad arrivare e le facce continuano a comparire tante volte, finché il fenomeno non si interrompe.

E' lo stesso motivo per il quale nei sogni lucidi si incontrano persone mai viste prima; non si tratta di premonizione o generazione casuale, o di ricordi evanescenti, ma di meccanismo predittivo che si applica al pattern corrispondente all'idea "persona".
La Realtà gioca a scacchi con la nostra mente: alla coscienza non resta che capire come dare scacco matto.
Avatar utente
NeuroEngineer
Autore Wiki
 
Messaggi: 596
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 113 volte
'Mi piace' ricevuti:: 168 volte

Re: Intervista "Radio Sogni Lucidi" di Citrato: Uscita!

Messaggioda ipparcos » 22/12/2021, 10:39

Ottimo! Ascolti sempre ben graditi! Grazie, grazie, grazie!
Avatar utente
ipparcos
 
Messaggi: 148
Iscritto il: 05/04/2017, 12:45
Ha  fatto 'Mi piace': 8 volte
'Mi piace' ricevuti:: 22 volte

Re: Intervista "Radio Sogni Lucidi" di Citrato: Uscita!

Messaggioda NeuroEngineer » 25/12/2021, 15:24

Mi hanno fatto sapere che mi è stata fatta una forte critica sotto il video. Ovvio che ci sarebbero state, il mio obiettivo non è difendermi perché, sinceramente, non ne ho bisogno e non voglio perdere tempo a farmi accettare dalle persone che non credono. Come sempre, qualsiasi cosa si faccia, delle offese del genere partono: è una legge della società umana.
Però vorrei riprendere quel commento per far capire che è tutto sbagliato, nel caso a qualcuno nascesse qualche dubbio.

Mi spiace per voi del forum, che sembrate veramente brave persone e con voglia di fare, e la maggior parte degli utenti pure. Sto tizio, “neuroengineer”, lo ripeto, mi dispiace per voi ma è un cazzaro nella maniera più totale.
Purtroppo nei forum è pieno e strapieno di cialtroni e gente che non avendo una vita reale, cercano di insinuarsi nei forum per diventare “qualcuno”.
Purtroppo per loro, rimangono esattamente chi sono.
Ho letto varie discussioni di sto tipo, dice proprio una marea di castronerie, una su tutte, la dilatazione del tempo e i “livelli” dei sogni alla inception, con il suo sogno che è durato 3 giorni. Ma mi faccia il piacere.
Il tempo dentro al sogno scorre esattamente come nella realtà, hanno fatto varie ricerche a riguardo. 2 ore di fase REM poi....cazzata incredibile. Basta conoscere appena appena i cicli del sonno, per scoprire che non è possibile una fase così lunga.
Mi sembra il classico tipo delle recensioni dei film nei vari blog/forum. Il tuttologo ma che in realtà, non ha mai combinato nulla e mai la combinerà, compreso il cosiddetto progetto omega. Il tempo mi darà ragione.


1) Per diventare "qualcuno" come tu affermi penso che andare a cercare attenzione su un forum dove si e no ci sono 7 persone attive, perché ormai inattivo da tempo, sia la scelta più stupida che un "cialtrone" possa fare. Non credi che se avessi questo bisogno di attenzione per esaltare il mio ego sarebbe stato più funzionale creare un canale Youtube o peggio un account Tik Tok, considerando i tempi?
Vorrei farti sapere che la proposta dell'intervista non è mia, mi è stata fatta spontaneamente da chi gestisce il canale.

2) Purtroppo per loro, rimangono esattamente chi sono. Guarda, è l'augurio più grande che tu mi possa fare! Spero di rimanere così per tutta la vita e non negare mai me stesso.

3) Non so quali siano le tue straordinarie fonti, ma la "dilatazione della durata percepita" è un dato scientifico che vale sia nello stato di veglia che di sonno. Se hai inteso il concetto come "dilatazione del tempo oggettivo" credo che tu non abbia ascoltato con attenzione la parte in cui lo spiego. Inoltre, non ho mai parlato di "livelli" dei sogni alla Inception, non so dove tu abbia letto o sentito dove ne parlo. I sogni (lucidi o meno) sono su un unico piano, quello dell'allucinazione sensoriale data dal cervello durante la notte. Non ho mai detto che il mio sogno è durato 3 giorni, quanto lo ho percepito durare 3 giorni. Mi ci vorrebbe tanta fantasia per inventare una storia del genere, se non vorrai credere al dato empirico che ti ho fornito fai pure. Sappi però che stai negando anche ciò che Citrato (chi parla nel video) ha affermato riguardo la sua esperienza.

4) Il tempo dentro al sogno scorre esattamente come nella realtà, hanno fatto varie ricerche a riguardo.
Il tempo oggettivo sì, ma il tempo percepito non corrisponde a quello reale. Se sarai così cortese da inoltrarmi queste famose "ricerche", sarò ben felice di leggerle. Se le tue fonti sono corrette, l'unica cosa che potranno affermare è che il tempo oggettivo è uguale a quello reale (non fanno riferimento perciò al tempo percepito).

5) La fase REM, complessivamente parlando (dura a intervalli di anche soli 15 minuti, io intendo la somma totale) nel complesso costituisce il 25% circa del sonno. Applicando una facile formula matematica che credo sarai in grado di fare, il 25% di 9 ore di sonno equivale a circa 2 ore. Non vedo dove sia la "caz*ata" incredibile. Come dici tu, basta conoscere appena i cicli del sonno per rendersene conto, non credo che tu abbia mai visto un ipnogramma.

6) Non vedo la correlazione tra ciò che faccio io e ciò che fa (in modo altrettanto utile) un recensore di Film. Non mi sono mai dichiarato tuttologo, so di non sapere molteplici concetti non solo in ambiti professionali diversi dal mio (che magari ignoro), ma anche nel campo stesso in cui lavoro (neuroscienze). Se sei in grado di criticare credo che tu abbia una conoscenza più vasta della mia e, in questo caso, congratulazioni!

7) non ha mai combinato nulla e mai la combinerà, compreso il cosiddetto progetto omega, Il tempo mi darà ragione.
Può essere, ma meglio tentare un progresso utopistico che rimanere sul divano a scrivere commenti offensivi su altri utenti, non credi?
Il Tempo è un concetto abbastanza complesso...ti consiglio di non giocarci troppo. Se ti darà ragione, significa che il tuo cervello ha un grande potenziale predittivo della Realtà o che tu abbia azzeccato una possibilità tra mille. In questo caso, ti consiglio di allenare questa tua abilità.
Come disse qualcuno, "Il Tempo è un ottimo maestro, peccato che uccida tutti i suoi allievi". Io, prima del suono della campanella, ovvero prima della fine della lezione tenuta dal Tempo, preferirei almeno tentare a fare una buona interrogazione. Potrei andare bene o male, ma almeno mi sono messo in gioco. Io mi ritengo essere un'entità inferiore e totalmente dipendente dal Tempo: ho solo da imparare. Tu che credi che il Tempo ti possa dare ragione, significa che poni te stesso sopra gli insegnamenti stessi del Tempo: non credi che sia una posizione troppo privilegiata?

Detto questo, sono disponibile, appena avrò del tempo libero, a darti delle ulteriori risposte alle tue domande. Buone vacanze natalizie, Gianluca!

P.S: Ti rispondo qui per non inondare di parole Youtube, non credo che sia la piattaforma più adeguata per certe questioni.
La Realtà gioca a scacchi con la nostra mente: alla coscienza non resta che capire come dare scacco matto.
Avatar utente
NeuroEngineer
Autore Wiki
 
Messaggi: 596
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 113 volte
'Mi piace' ricevuti:: 168 volte

Re: Intervista "Radio Sogni Lucidi" di Citrato: Uscita!

Messaggioda LuKe94 » 26/12/2021, 2:00

@NeuroEngineer nel peggiore dei casi sei il più grande cialtrone di tutti i tempi :lol:
Ti ho già detto che nel caso fosse così ti farei i più sinceri complimenti.
In questo caso però ti sono state sparate critiche a random mettendoti in bocca cose che non hai nemmeno detto.
''Ho letto varie discussioni di sto tipo, dice proprio una marea di castronerie, una su tutte, la dilatazione del tempo e i “livelli” dei sogni alla inception, con il suo sogno che è durato 3 giorni. Ma mi faccia il piacere.''
Solo per fare un esempio. O non ha capito discorso, o si rifiuta capirlo.
Quelli così sono commenti gratuiti e rabbiosi in stile social. Se ne vedono troppi ultimamente, ma non se ne vedranno qui.
Get chance and luck!
Avatar utente
LuKe94
Moderatore
 
Messaggi: 585
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 83 volte
'Mi piace' ricevuti:: 85 volte

Re: Intervista "Radio Sogni Lucidi" di Citrato: Uscita!

Messaggioda NeuroEngineer » 26/12/2021, 13:58

Quelli così sono commenti gratuiti e rabbiosi in stile social. Se ne vedono troppi ultimamente, ma non se ne vedranno qui.


Speriamo...io poi che sono anti-social non sono abituato a cose del genere, dove si getta fango sulle persone senza neanche consultarsi in prima persona con chi si accusa. Se ha qualcosa da dirmi o ha qualche dubbio sulla veridicità di quello che dico (cosa che stimo, perché significa che ci si mette in gioco), semplicemente bastava dire "Io la penso così, come rispondi alle mie critiche?". Un pò come ha fatto DayDreamer o, prendendo un esempio più avanzato, Roger Penrose nel suo libro "Il grande il piccolo e la mente umana" agli altri fisici.
Sarebbe stato uno scambio interessante, così risulta semplicemente una sparatoria caotica di frasi e concetti infondati.
Che, tra l'altro, non capisco neanche affermazioni del genere:

ma soprattutto, un neuroscienziato che cazzeggia sui forum. Ma quando mai? Ma poi un tipo che si presenta come dice lui, come fosse Elon Musk, che sta sui forum, lo ripeto. Di castronerie ne ha dette e scritte un’infinità. E stando alla lunghezza delle robe che scrive, di tempo da perdere ne ha VERAMENTE parecchio.


Cosa c'è, ancora una gerarchia nella società? Uno scienziato non può godersi una chiacchierata online in una community sana (il forum)? Deve necessariamente/esclusivamente scrivere libri o fare delle conferenze?
Che poi non mi pare che io mi sia presentato come un "Elon Musk" alternativo...sono un membro di una startup nata da pochissimo, che ha diversi limiti su più fronti e che semplicemente prova a mandare avanti un progetto su cui lavora da anni. Non mi pare di aver detto: "Hey, ascoltatemi! Rovescerò questa stolta umanità con le mie invenzioni!".
E, infine, sfrutto semplicemente un'oretta o meno al giorno del mio tempo per partecipare attivamente sul forum: non mi pare che sia tempo perso, considerando che ultimamente stiamo trattando tutti argomenti interessanti e neanche che l'utilizzo di un'ora del proprio tempo libero equivalga a dire che si ha tempo da perdere.
Un'ora utilizzata in modo alternativo equivale a perdere le altre 23 della giornata? Non credo sia un ragionamento corretto.
So che scrivo post lunghi e contemporaneamente questo mio modo di conversare è sia un vantaggio che un forte limite...so di essere prolisso, ma purtroppo o per fortuna scrivo testi lunghi in poco tempo (grazie alla tastiera, che strumento fantastico! :lol: )

Tra l'altro continua a fossilizzarsi su questa questione delle due ore REM impossibili...gli consiglio di leggere il mio precedente post o di consultare una semplice spiegazione polisonnografica dell'ipnogramma.

e parte dicendo che non hanno mezzo euro per finanziare la cosa.

Altra cosa che non ho mai detto. Ho affermato in modo sincero che abbiamo un forte limite economico, ma questo non equivale a dire che non abbiamo un euro. Tra l'altro, è proprio per questo che si parla di 20 anni e non di 5.

E alla richiesta di informazioni specifiche da parte degli utenti, glissano dicendo che è top secret.

Mi pare di aver risposto sempre a tutte le richieste specifiche degli utenti, forse eccetto uno o due rari casi in cui esiste, se non la conoscesse, la privacy. Non si tratta di cose "top secret", si tratta di privacy del prodotto.
Quando un prodotto non è stato ancora annunciato ed è in lavorazione, di solito le aziende, le piccole startup come noi o altro non vanno in giro a inondare di dati privati internet.
Quando la Samsung, facendo un rapido esempio, sta per introdurre sul mercato un nuovo dispositivo, non mi pare che scenda nel tecnico spiegando ogni singola componente artificiale del sistema. Questo viene fatto solo ad annuncio ufficiale del prodotto, non prima. Noi, in questo momento, non sappiamo come sarà il nuovo cellulare della Apple finché non uscirà: ma, magari, è già in lavorazione.
O ancora, quando si gira un film, per esempio, si annuncia il progetto e si rilascia un breve trailer, non si spiega tutto il film.
Questo per due motivi:
1) Essendo in lavorazione, molte cose potrebbero cambiare;
2) Esistono i dati privati, altrimenti possibile acquirente esterno, altre organizzazioni esterne (startup concorrenziali ecc.) e membri interni della startup sarebbero sullo stesso piano.
Considerando che noi non siamo una grande azienda come Apple o Samsung, anzi, abbiamo iniziato a lavorare solo da pochi anni (e, tra l'altro, il nostro è un obiettivo un pò particolare), mi sembra corretto condividere per lo meno le informazioni basilari del progetto. Tra l'altro, gli onironauti non spuntano come funghi e una community del genere (anche se offre dati non verificabili) può fornire spunti importantissimi ed interessanti per poi capire se effettivamente il fenomeno accade come viene esposto dagli utenti.
Quando, per esempio, ho chiesto: "Percepite la temperatura nei SL? E il gusto? Siete mai stato in grado di ricreare il pattern dello spazio?". Abbiamo raccolto le risposte, abbiamo analizzato i dati, li abbiamo confrontati con i dati delle neuroscienze ufficiali e io stesso ho fatto i test direttamente nei SL. Dopo che sia a livello teorico (neuroscienze) sia a livello pratico (nottate oniriche) abbiamo visto che la temperatura e il gusto sono presenti ad un livello/grado di consapevolezza maggiore e che è difficilissimo ricreare il pattern dello spazio (che decade, nel mio caso, poco dopo il suo inizio), abbiamo potuto fare determinate affermazioni.

Detto questo, ho fatto tutto questo discorso per sottolineare qualche aspetto che credo sarà utile a molti (e lo è stato a me stesso) per ragionare su varie questioni.
Ripeto, il mio scopo non è salvaguardare la mia immagine (che neanche ho creato, dato che Nome e Cognome reali, Nome della startup ecc. non li ho forniti sia per privacy sia per non farci mera pubblicità).
Prima era presente il sito ufficiale del DreamGear, che forse alcuni di voi avranno visto in passato. Poi qualche mese fa è stato chiuso perché, come già detto, il piano è cambiato.
Ora, dopo questa analisi che sarà l'ultima su questo argomento delle "accuse infondate" (che potrei fare anche io in qualsiasi momento, mettendo in bocca o modificando frasi a persone che non le hanno mai pronunciate), io continuerò come sempre a scrivere qui sul forum e tramite MP con quegli utenti che mi stanno fornendo dati empirici utilissimi e che mantengono attivo il mio interesse sull'argomento SL. Così come continuerò a lavorare insieme agli altri sul progetto BCI (di ingegneria neurale). Poi, sarete liberissimi di continuare a credere o meno in me e in quello su cui lavoro; ciò non inficerà su chi sono realmente e su cosa faccio e perché lo faccio. Sarebbe solo un peccato sprecare la possibilità di chiacchierare tra noi condividendo informazioni ed opinioni su più fronti.

Sono contento che numerosi di voi dimostrano il supporto verso un progetto che, è vero, neanche sono in grado di vedere concretamente. Però sperare non costa nulla.
Quindi ringrazio infinitamente sia le persone che amichevolmente mettono in discussione ciò che dico, i numerosi utenti che credono nel progetto "Omega" e che dimostrano il loro sincero interesse, chi ci sta (nel suo piccolo) aiutando ma anche chi non crede o chi ci getta addirittura fango addosso.
Questo ringraziamento vale sia per gli utenti di sognilucidi.it sia per le persone esterne.
Le persone che, in negativo e in positivo, appoggiano o criticano il progetto, ci forniscono uno sprint ancora maggiore. Sogno questo progetto da tutta la vita, considerando che i SL mi hanno accompagnato sin da piccolissimo e, essendo a posto con la coscienza (qualunque cosa essa sia : Chessygrin : ), continuerò a concretizzare questo obiettivo o almeno continuerò a provarci. Magari fallirò, considerando che non sono nessuno. Sono un povero essere umano tra quasi 8 miliardi di esseri della stessa specie che ancora poco o niente ha fatto per loro.
Non nascondo che, nonostante la mia età, sono rimasto in parte ancora piccolo. Da infanti abbiamo gli occhi di chi guarda la Realtà scoprendo sempre cose nuove, con la conseguente capacità di emozionarsi e di avere la voglia di scoprire sempre di più di questo meraviglioso mondo. Sogniamo di cambiare il mondo, ma per paura di fallire o di non essere accettati molti di noi reprimono questo desiderio.
Forse sarò un fallito che avrà perso anni della sua vita in un lavoro che non è mai arrivato a termine, forse un vincitore che riuscirà a creare l'oggetto dei suoi sogni e che davvero potrebbe cambiare le vite degli altri.
E questo è un traguardo che va oltre la materialità, il prodotto finito in sé: per me significa molto, molto altro.
Però, anche se fallirò e arriverò in tarda età senza poco o nulla di fatto, ciò che permarrà è il mio spirito, la mia personalità e il mio Io, che non ho la forza nel bene e nel male di rigettare.
Come mi è stato detto nella critica, Purtroppo per loro, rimangono esattamente chi sono. e, come ho detto nel post precedente, è l'augurio più grande che mi si possa fare.
Non scambierei la mia vita con quella di nessun altro: non perché io sia un grande personaggio in cerca di gloria e fama, non perché io sia ad un livello superiore degli altri (come mi viene accusato di aver detto), ma anzi proprio perché non sono nessuno. Un piccolo, insignificante granello di sabbia immerso nel deserto della società, nella regione della Realtà, che però è felice di quello che è sia nel suo fallire che nel suo uscirne vittorioso. Che non sa quasi nulla della vera Realtà come d'altronde gli altri esseri umani. Credo che nessuno possa dichiararsi tuttologo, eccetto paradossalmente Socrate che ha avuto il coraggio di affermare "So di non sapere".
La vita è una: preferisco risultare un pazzo dalle idee utopistiche che butta il suo tempo in cerca di sane conversazioni che un cittadino normale che magari rimane in silenzio a godere dei piccoli successi della vita che tuttavia non gli appartengono, perché influenzati dal volere degli altri. Almeno avrà vissuto la mia vita come io voglio viverla.

E' questo che, a mio parere, insegnano davvero i SL: possiamo essere artefici della nostra esistenza, nonostante ci troviamo immersi in un inconscio che per definizione è totalmente dipendente da fattori esterni.
Vorrei ricordare a chi accusa, non me come in questo caso ma in generale, che questa, per quanto ne sappiamo, è la Realtà vera: non siamo personaggi onirici, marionette della mente. Siamo esseri umani in carne ed ossa, dotati di emozioni, desideri e razionalità. Credo che distruggere questi desideri dando a tali esseri umani dei "cialtroni" sia il più grande affronto che si possa fare non solo agli altri, ma anche e soprattutto a se stessi.

P.S: Ecco, un esempio di mezz'ora "buttata" a scrivere...ciò significa che non ho nulla da fare nella vita, come viene detto (seppur da pochissimi rispetto agli altri che sono seriamente interessati), giusto? :|
La Realtà gioca a scacchi con la nostra mente: alla coscienza non resta che capire come dare scacco matto.
Avatar utente
NeuroEngineer
Autore Wiki
 
Messaggi: 596
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 113 volte
'Mi piace' ricevuti:: 168 volte


Torna a Il gruppo Wiki

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti