Indice Cantina Archivio Oniria - Istruzioni, discussioni, storico Diari degli Onironauti > i stisogni del giaguaro

Sezione riservata alle schede dei personaggi che vivono a Oniria: le cronache delle avventure.

i stisogni del giaguaro

Messaggioda ixbalam » 29/06/2011, 18:05

Scheda
ixbalam
Titoli: giaguaro depresso
ST:
SL:
Quest:
ixbalam
 
Messaggi: 1023
Iscritto il: 04/04/2008, 17:36
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 5 volte

Re: i stisogni del giaguaro

Messaggioda ixbalam » 30/06/2011, 11:37

premessa: parlo SEMPRE di sl manco sto a scrivere in blu :sogno I mi 'desto in sogno e guardo davanti..c'è un monte non altissimo con vegetazione scura e case che vi si arrampicano. sotto uno specchio d'acqua poco identificato. penso -sono a como altro che Oniria..due scatole!- poi scopro che ai èpiedi del monte c'è un paese e che l'ambiente non mi è familiare...mi guardo attorno e la massa d'acqua sembra, almeno per metà, circondata dalla terra, con casine lacustri che si specchiano....un lago vulcanico..penso..mi uardo attornbo ma non faccio in tempo a partire che mi sveglio.
....
passa un tempo indefinito ma mnon enorme. forse mi sono girato nel letto...forse c'è stato qualche sogno ordinario di mezzo
II: non ricordo dove è iniziato. prendo il volo e, dopo un po' di tentativi, raggiungo una zona marina. la costa è molto ripida non ci sono quasi abitazioni, alle splalle monti che non riesco bene a guardare perchè sono concentrato sull'analisi della costa. io mi trovo letteralmente a livello del mare ma a un'altezza sui 50 metri forse 60. continuo a cercare sta città ma non vedo neppure una spiaggia. mi balena l'idea di fare qcsa di radicale ma è impossibile..l'energia del sogno è bassa...è leggero anche come intensità. eppure lucidità e stabilità sono ottime e il controllo sufficiente. esploro un bel po' e il paesaggio cambia...niente spiagge di sabbia, una distesa di paesi senza confini definiti e senza una piazza...niente raggruppamenti di case, niente torri. dopo un po' ancora peggio, una zona moderna con grandi palazzi (hotel) a ridosso del mare. a un certo punto il mare diventa una sorta di strettoia...a me pare la foce ad estuario di un fiume incastonato nel territorio montuoso..pareti sempre ripide. entro dentro ma poi torno indietro. è un fiume non mi interessa (ma se fosse stato uno stretto?). tornando indietro sono distratto..vedo un'isola molto piccola, pareti in roccia basaltica piu' alte della quota dove volavo, all'interno una fortezza o un castello. decido che devo salire. e qui inziano le risate. la mia energia non mi permette di salire senza sforzo. immagino dei razzi sotto piedi , pancia e mani alla iron man. essi non sono visivbili (come sempre) ed aiutano molto meno di quanto dovrebbero. con un po' di sforzo arrivo ba livello ma in quel momento mi sveglio
.


mi doì' un punto per la buona volontà?
ixbalam
 
Messaggi: 1023
Iscritto il: 04/04/2008, 17:36
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 5 volte

Re: i stisogni del giaguaro

Messaggioda DayDreamer » 30/06/2011, 12:32

Anche 2 punti! : Thumbup :

Però se possibile... the blue...

Visto, non ci volevano chissà quali riti per raggiungere Oniria :)
IMHO
"WILDs always happen in association with brief awakenings (sometimes one or two seconds long) from the immediate return to REM (rapid eye movement) sleep. The sleeper has a subjective impression of having been awake." (S. Laberge)

"I’ve learned how to have lucid dreams at will, so I know that it can be done, and I also know that it’s easy
— once you know how." (S. Laberge)
Avatar utente
DayDreamer
Autore wiki
 
Messaggi: 3326
Iscritto il: 23/01/2008, 19:32
Ha  fatto 'Mi piace': 166 volte
'Mi piace' ricevuti:: 370 volte

Re: i stisogni del giaguaro

Messaggioda ixbalam » 08/07/2011, 9:44

sogno composto da due sogni o due sogni collegati? questa è una domanda cui non riusciro' mai a rispondere. in quello che io chiamo il primo sognoero in un bus,come quando andavo all'università o al liceo...perfettamente consapevole del mio corpo che dormiva e del fatto che il sogno era una rievocazione. Analizzavo in particolare gli odori ravvisando, forse falsamente, una rassomiglianza con quelli veri e la temperatura, piu' alta di quella che il mio corpo (semiscoperto) avrebbe potuto avvertire. [...] il sogno va avanti un po' non occorre raccontarlo non è roba da Oniria ma è da sottolineare la forte presenza della componente razionale e il mio atteggiamento piu' osservativo che di azione. poi il campo si oscura. io ho il ricordo di essermi svegliato, ma il problema è che non sempre mi sveglio aprendo gli occhi, spesso li tengo chiusi e non mi muovo. come questa volta, in cui continuo ad analizzare il sogno concentrandomi sulle sensazioni che mi dà il mio corpo. non sono certo di non aver aperto gli occhi per un secondo. sta di fatto che a un certo punto mi trovo come sdoppiato. il mio io che pensa ed avverte il corpo da una parte, dall'altra la visione di una massa d'acqua luminosa dal suo interno. tengo a far notare come non fosse una posizione in 'terza persona' c'era un'autentica barriera d'acqua e l'oscurità del blackworld (o forse la veglia stessa?) dall'altra parte. nicchio un po' poi decido...-vabbè entriamo in sto nuovo sogno lucido.- mi trovo sott'acqua nuoto tranquillo, la luce non manca e c'è un fondale roccioso appena accennato. a questo punto nuovo bivio (gli sl sono fatti, composti da scelte si -no) scendo o salgo? il dubbio viene risolto in frettissima siccome mi accorgo di essere molto vicino alla superficie. la superficie riverbera e ora che ricordo non poteva essere luce naturale. penso-facciamo ci un giretto esplorativo in superficie magari arrivo alla deliziosa spiaggia dell'altra volta (non mi accorgo della particolarità della luce). emergo e vedo un grande albergo abbandonato coni primi piani in autrentica rovina...mi sembra a picco sulla superficie d'acqua -porca pupazza..-penso. alzo lo sguardo e vedo un monte con molte case e penso-Oniria?- Mi accorgi di essere in una piscina e che l'albergo non è proprio a picco sull'acqua ma a una distanza di pochi metri. sono accese le luci, comprese quelle della piscina. E'notte fonda. estendo lo sguardo, intanto che mi appoggio al bordo. c'è un bel paesaggio , una città, forse piu' d'una il mare, un golfo molto largo. penso-potrebbe essere Oniria ma non vedo la scogliera...da qui comunque non sarebbe facile vederla sono in posizione laterale.- voglio uscire per esplorare un po'. guardo sotto e vedo, in acqua il viso di una ragazza che somiglia a mia cugina da giovane (non è lei). mi sorride visibilmente. decido di ignorarla ed esco dalla piscina. lei è uscita prima di me, indossa un costume unintero nero ed è un po' sporca di sabbia..continua a sorridere. non posso piu' ignorarla , le tocco il viso e mi sveglio.. ignoro DI NUOVO totalmente se sono ad Oniria. forse mi sono avvicinato, piu' che altro, o forse è il mio primo accesso. sicuramente la mia oniria non è medievale, non ha torri dell'orologio, forse non ha neanche un'unica piazza.
ixbalam
 
Messaggi: 1023
Iscritto il: 04/04/2008, 17:36
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 5 volte

Re: i stisogni del giaguaro

Messaggioda ixbalam » 13/07/2011, 10:50

boh..parto da un sl che non staro' a descrivere..non molto controllato...la grande stanza in cui sono shifta in una stanza da pranzo e cerimonia...non si capisce..è comunque piena di gente. sono in uno stato un po' di agitazione per una cosa precedente e all'improvviso decido di mandare alle frasche sto sogno. mi ricordo delle parole di day 'in sogno non devi cercare ma trovare' (non alla lettera) allora urlo -vado ad Oniria! piazza principaòle con la fontana! la prima volta non succede nulla ma un pg di sogno mi dice- e vai ad Oiniria!- improvvisamente appare una grande piazza circolare piena di gente con una fontana al centro (a doppia vasca verticale) la piazza somiglia a molte che ci sono nelle città italiane, ma io sono ancora nella sala e tra me e la piazza c'è un colonnato. lo spazio tra le colonne è occupato da nulla ma i pg di sogno della sala (che non sono cambiati) non possono attraversarlo. di nuovo un caso di doppia visione contemporanea. io penso di poter attraversarlo ma non appena faccio il gesto di camminare in direzione dell'esterno mi sveglio. avevo bruciato tutte le energie residue del sogno
perchè non riesco ad accedere ad Oniria? è giusto chiamare Oniria qualunque cosa le somigli? forse questo metodo della chiamata potrà essere utile a piu' nobili scopi?
ixbalam
 
Messaggi: 1023
Iscritto il: 04/04/2008, 17:36
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 5 volte

Re: i stisogni del giaguaro

Messaggioda DayDreamer » 14/07/2011, 20:07

Secondo me ti sei mosso molto bene, solo che in anni ti sei "abituato male" muovendoti nei sogni come fossero un luogo fisico e geografico. La mia impressione maturata nei miei pochissimi sogni lucidi è che l'ambiente si genera al momento, ovvero cosa ci sarà dietro quella curva non si sa perchè ancora non esiste. Quindi andare a piedi a cerare Oniria sarà stancante e darà pessimi risultati, evocare Oniria a voce come hai fatto è già meglio ma ancora faticoso perchè l'ambiente in cui ti trovi andrebbe riscritto mentre te lo fissi e lo tieni coeso, quindi i due consigli secondo me più "economici" sono sempre gli stessi: invocare Oniria mettendosi a dormire per terra (così il sogno cambia più liberamente senza la tua attenzione a puntellarlo) oppure invocare Oniria l'attimo prima in cui si va in un luogo non ancora esplorato (aprendo una porta o svoltando a un vicolo).
IMHO
"WILDs always happen in association with brief awakenings (sometimes one or two seconds long) from the immediate return to REM (rapid eye movement) sleep. The sleeper has a subjective impression of having been awake." (S. Laberge)

"I’ve learned how to have lucid dreams at will, so I know that it can be done, and I also know that it’s easy
— once you know how." (S. Laberge)
Avatar utente
DayDreamer
Autore wiki
 
Messaggi: 3326
Iscritto il: 23/01/2008, 19:32
Ha  fatto 'Mi piace': 166 volte
'Mi piace' ricevuti:: 370 volte

Re: i stisogni del giaguaro

Messaggioda Felie » 20/07/2011, 14:07

Ciao Ixbalam! Che bel sogno...
Mi piace l'idea di una piazza con il colonnato intorno :D :D :D
Sorella di Snockfy e Blackmoral

Non è vero che abbiamo poco tempo,
abbiamo troppo tempo che non riusciamo ad utilizzare... (Séneca)
Avatar utente
Felie
 
Messaggi: 634
Iscritto il: 02/01/2011, 15:27
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 2 volte


Torna a Diari degli Onironauti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite