Indice Ai confini dei Sogni Libera interpretazione onirica > Strano sogno molto realistico

Sezione sperimentale per conoscersi meglio attraverso l'interpretazione dei sogni, intesi come messaggi dell'inconscio che comunicano emozioni, desideri, paure e schemi interiori. Raccontate i vostri sogni più curiosi per ricevere dagli altri utenti commenti e spunti su cui riflettere e per cercare di scoprire i collegamenti tra realtà ed elementi onirici.
Regole del forum
Lo scopo di questa sezione è quello di confrontarsi con gli altri utenti su sogni particolari ed il loro significato. Le risposte non hanno la valenza, e non possono sostituire il consulto psicologico condotto da professionisti. Non saranno tollerate richieste né offerte di pronostici o previsioni di nessun genere sulla base dei sogni qui riportati. Lo staff si riserva di eliminare le richieste non conformi allo spirito della sezione senza ulteriori spiegazioni.

Strano sogno molto realistico

Messaggioda nick87 » 03/11/2018, 9:15

Buongiorno a tutti come di conseuto mi capita di sognare cose molto dettagliate , le descrivo cosi magari mi aiutate a capire ed a interpretare.
Sono su un prato con altre persone alla fine del prato cè una gigantesca villa guardandomi intorno mi accorgo che le persone hanno abiti di colore blu con placche di metallo addosso. Avvicinandosi ala villa mi rendo conto che non è una villa ma un castello moderno ( cioè non il classico castello, è pieno di colori del giardino e sembra "nuovo"). Dopo cè un salto e mi ricordo di stare in una stanza con altre persone sempre passa un signore avanti a me accanto a un tavolo di legno dove cè una spece di falcetto dorato a due teste , e una piccola mazza. Volevo prendere la mazza ma lui arriva prima e prende la mazza.Altro salto insieme ad altri "blu" ho le mani legate vengo spinto in un corridoio , di lato cè un qualcosa di argentato non ricordo se la canna di un fucile o una spece di corazza a specchio e vedo direttamente il mio volto. Sono simile a come sono ora , ho una spece di cresta e intorno tutto rasato con una "bozza" su un lato della testa(come contusione) e sono senza barba( di norma lascio la barba lunga).Mi ritrovo in una sala molto grande pulita e ordinata ci sono tavoli di legno molto grandi, e ci sono migliaia di persone con vestiti perlopiu maglie stracciate blu. Ora si intravede sotto il blu una placca di metallo.Sono i ginocchio insieme ad altri ci guardiamo tutti attorno , ricordo molto bene ogni singolo volto. Soprattutto quella di un tizio che passa fra la gente , è una persona grassa e di colore con uno straccio bianco in testa , e una spece di lenzuolo sempre bianco annodato intorno alla vita.Torso nudo , al seguito aveva due o forse 4 persone con maglie anchesse stracciate di colore rosso.Lo guardo negli occhi (chiedendomi cosa vuole) lui incrocia il mio sguardo cambia direzione e viene verso di me. Ricordo di non aver mai distoltolo sguardo dai suoi occhi neri.ha una spece di piccolo bastone con se , la lunghezza forse di un metro. Lapunta era piatta e non era legno . Si avvicina e mi da una pacca con quel bastone sula spalla, in quel momento le persone che erano con lui mi presono, mi alzano prendendomi da sotto braccio e mi slegano,le mani.mentre camminiamo lungo il corridoio cresce la paura, non sono lunico selezionato co sono altri 4 a mani slegate con me.Mentre cammino sento il bisogno sempre piu impellente di scappare e rendendomi conto che siamo in superiorità numerica urlo a tutti di reagire.Qualcuno mi aiuta su una spece di rivolta ,ma la maggior parte resta seduta. Riesco a fuggire con circa 5 persone lungo un corridoio, non sapendo dovè luscita apro la prima porta che penso dia allesterno. Invece sono in una grande sala sfarzosa alla fine della sala un persona con una giacca rossa che fa cenno di chiedere chi è . Chiudo subito la porta...ma poi ci ripenso ed entro e trovo la stessa persona che si era alzata es tava cercando qualcosa. Questa persona era anziana , schiva con una grande parrucca bianca a boccoli. La giacca rossa aveva ricami d'oro e linee nere. Corro verso di lui sul tavolo cè una pistola(avancarica monocolpo) tutta in argento piccola, lo guardo non sembra impaurito ma ha un fare presuntuoso e di superiorità.Guardo una delle persone vicine come per chiedere un consenso , prendo la piccola pistola vado per caricarla. Non so come si caricano , ma ricordo di aver sfilato un'asta piccola sotto la pistola , di aver fatto un gesto come per metterci qualcosa dentro in polvere(credo da sparo). Ma non avevo lapalla di piombo , sicchè faccio solo finta di mettere il piombo, gliela punto addosso. E mi sveglio , cosa ne pensate??
nick87
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 29/04/2018, 11:16
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Torna a Libera interpretazione onirica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti