Indice Ai confini dei Sogni Libera interpretazione onirica > E il sogno rispose...

Sezione sperimentale per conoscersi meglio attraverso l'interpretazione dei sogni, intesi come messaggi dell'inconscio che comunicano emozioni, desideri, paure e schemi interiori. Raccontate i vostri sogni più curiosi per ricevere dagli altri utenti commenti e spunti su cui riflettere e per cercare di scoprire i collegamenti tra realtà ed elementi onirici.
Regole del forum
Lo scopo di questa sezione è quello di confrontarsi con gli altri utenti su sogni particolari ed il loro significato. Le risposte non hanno la valenza, e non possono sostituire il consulto psicologico condotto da professionisti. Non saranno tollerate richieste né offerte di pronostici o previsioni di nessun genere sulla base dei sogni qui riportati. Lo staff si riserva di eliminare le richieste non conformi allo spirito della sezione senza ulteriori spiegazioni.

E il sogno rispose...

Messaggioda Marvha » 20/05/2020, 9:09

Ciao a tutti! Dopo una pausetta ho ricominciato ad allenarmi per sognare lucido - sto anche leggendo "l'avventura del sogno lucido" di Charlie Morley - e questa notte con la tecnica WBTB (io la amo, non fallisce mai) ho fatto centro. Vorrei chiedere a voi un'interpretazione della risposta che mi ha dato il sogno alla domanda "cosa dovrei fare per essere felice?"
Entrato lucido nel sogno ero particolarmente contento, ero proprio grato di essere diventato consapevole e in uno stato di euforia ho cominciato ad urlare "cosa dovrei fare per essere felice?" più volte. Dopo la terza volta circa improvvisamente comincio a volare, non é stata una mia scelta e l'ho intesa come una risposta. Mentre salgo nel cielo noto il tramonto bellissimo, poi guardo in alto e di nuovo in basso e mi viene una paura tremenda, c'era da cagarsi addosso, non avevo mai provato a volare ma l'ho trovato da una parte terribile perché era troppo realistico, quindi ho chiuso gli occhi e ovviamente mi sono svegliato.
La mia interpretazione é: per essere felice devi lasciar andare la paura. Perché é come se avessi paura di volare, di essere felice appunto. É come se di fronte alla cosa che potrebbe liberarmi io chiuda gli occhi per non affrontare ad occhi aperti, mi nasconda. E un po' é così, infatti sono anche incantato dalla bellezza della metafora. Ad ogni modo comincio nell'affrontare la paura di volare, dato che l'ho trovata terribile sicuramente affrontare una paura tosta potrà aiutarmi, ovvio che nella mia vita non é la paura di volare che mi tormenta, però secondo me potrebbe aiutarmi ad affrontare le paure vere presenti. Ma solo a me fa così paura??

Inviato dal mio FIG-LX1 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
Marvha
 
Messaggi: 15
Iscritto il: 25/12/2017, 13:56
Località: Piemonte
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 3 volte

Torna a Libera interpretazione onirica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite