Indice Ai confini dei Sogni Libera interpretazione onirica > Sogno paradossale

Sezione sperimentale per conoscersi meglio attraverso l'interpretazione dei sogni, intesi come messaggi dell'inconscio che comunicano emozioni, desideri, paure e schemi interiori. Raccontate i vostri sogni più curiosi per ricevere dagli altri utenti commenti e spunti su cui riflettere e per cercare di scoprire i collegamenti tra realtà ed elementi onirici.
Regole del forum
Lo scopo di questa sezione è quello di confrontarsi con gli altri utenti su sogni particolari ed il loro significato. Le risposte non hanno la valenza, e non possono sostituire il consulto psicologico condotto da professionisti. Non saranno tollerate richieste né offerte di pronostici o previsioni di nessun genere sulla base dei sogni qui riportati. Lo staff si riserva di eliminare le richieste non conformi allo spirito della sezione senza ulteriori spiegazioni.

Sogno paradossale

Messaggioda RobertMilazzo » 18/07/2015, 13:28

Oggi ho fatto un sogno assurdo, il tutto incominciava con me che guidavo uno scooter rosso (che in realtà non ho) e giravo senza meta per il mio quartiere a un certo punto per un motivo che non mi ricordo decido di andare alla mia vecchia casa a dargli uno sguardo (mi sono trasferito con la mia famiglia e mia madre ha lasciato questa casa a mia sorella che l'ha ristrutturata e ci vive con il compagno) arrivo di fronte al cancello dello stabile (che è composto da un cancello a cui si accede a un piccolo cortile con varie case a due piani sistemate a schiera) e subito dopo aver parcheggiato lo scooter in fondo al cortile raggiungo il portone di casa che trovo affollato da uomini e donne, scopro che l appartamento sotto al mio è abitato da delle prostitute, salendo le scale mi arrabbio con i clienti dicendogli di lasciare tutto pulito e ordinato a un certo punto arrivo alla porta del appartamento che trovo aperta e entrando noto che era ritornato a come era prima della ristrutturazione, mi fermo per fumarmi una sigaretta quando a un certo punto incomincio a sentire delle presenze e spaventato decido di tornare a casa mia ma mentre camminavo sulla strada (sempre con lo scooter) noto che il paesaggio cambiava e diventava sempre più scuro e tetro fino ad arrivare in un bosco, a un certo punto noto uno stabile enorme, tutto grigio, con finestre piccole e sbarrate e lottando contro la paura decido di avvicinarmi per chiedere indicazioni, arrivato allo stabile noto un gabbiotto affianco a un cancello enorme con una persona in divisa al suo interno, appena mi avvicino esce una pistola e mi costringe ad entrare (lui parlava ma io non sentivo quello che diceva) appena entrato mi fanno spogliare, lavare e rivestire con solo una maglietta e uno slip sporchissimo e mi buttano in una cella totalmente vuota. Il sogno finisce così, sono abbastanza perplesso a riguardo spero che qualcuno possa spiegarmi qualcosa!
:shock: :shock: :shock:
RobertMilazzo
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 18/07/2015, 12:05
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Torna a Libera interpretazione onirica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite