Indice Il Mondo Onirico Discussioni generali sul sonno e i sogni > Curiosità sulle ipnagogiche e wild

Sezione in cui discutere del mondo onirico oltre l'ambito lucido. Letteratura, teoria, domande sui sogni in generale, oltre ai fenomeni del nostro corpo quando sta per addormentarsi o svegliarsi.

Re: Curiosità sulle ipnagogiche e wild

Messaggioda pancrack » 07/01/2016, 21:28

Siccome trovo molto affascinante questo tipo di induzione, colgo l'occasione per fare qualche domanda:
1: C'è una posizione particolare da mantenere?
2: Esattamente come "ottengo" le immagini?
3: Come faccio ad arrivare allo stato di "immobilità"?
4: Come capisco quando è il momento di " oltrepassare il muro" tra la coscienza e il sogno?

Lo chiedo a voi perché sembra abbiate avuto molta esperienza (e tenendo conto che su internet non ho trovato nulla che mi soddisfacesse pienamente).
Grazie!

Inviato dal mio Z00D utilizzando Tapatalk
Avatar utente
pancrack
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 28/12/2015, 11:24
Ha  fatto 'Mi piace': 6 volte
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Curiosità sulle ipnagogiche e wild

Messaggioda LCyberspazio » 08/01/2016, 0:34

Lasciando stare la digressione sulla meditazione, suppongo tu chieda queste info circa la wild per il sogno. Risponderò un po' così sulla mia davvero poca esperienza a riguardo (ho all'attivo 4 sogni lucidi di buona qualità di cui uno ottenuto proprio grazie alla wild e gli altri tre dopo comunque un tentativo di wild).

1. si dice di star stradiati a pancia in su non restando tesi. È una delle posizioni che utilizzo nel training autogeno ma la wild riuscita l'avevo fatta disteso sul fianco. Quindi non saprei... nel dubbio mi atterrei alle esperienze più proficue che indicano in media la posizione supina.

2. ahhh non so... quelle arrivano. Searig diceva in un'altra discussione circa lo stato alpha ecc... che è il rilassamento che ti porta poi ad entrare in un certo stato che, a sua volta, ti porta ad avere la visione delle ipnagogiche tra gli effetti collaterali al rilassamento. Questo è quanto ho capito nel suo intervento e, se l'ho riassunto bene, concordo a pieno. Personalmente tendo a richiamarle durante la meditazione o durante lo stato prima del sonno ma sono cose su cui uno deve esercitarsi trovando il proprio metodo per non farle scomparire e per richiamarle eventualmente.

3. suppongo dormendo... o comunque arrivando ad un rilassamento tale che il corpo crede che tu ti stia addormentando e ti attiva una specie di paralisi del sonno.

4. Bella domanda... in un certo senso "lo capisci" dal momento in cui ne prendi coscienza. In pratica se tu sai cosa sono i sogni lucidi, acquisti coscienza del fatto che puoi acquisire lucidità nel sogno e pertanto è esattamente quello che accadrà.
Molti dicono che ti serve un segnale, come vedere un asino che vola, o che devi fare un reality check (come passarti un dito nell'altra mano, a trafiggerla) ma a quel punto suppongo tu sia comunque già lucido. Io, ad esempio, non ho mai fatto un RC e i miei sogni sono tutti più o meno coerenti con la realtà ordinaria. Dunque come facevo a sapere di stare sognando? Semplicemente lo sapevo e basta, e non sentivo alcuna necessità di effettuare dei test per verificarlo. :)
Con la wild è ancor più intuitivo dato che hai il passaggio da sveglio quindi tu sai che sei disteso nel tuo letto e stai facendo esercizi di rilassamento ad occhi chiusi quando ti si forma intorno una realtà virtuale compreso tu che stai eseguendo una certa azione in questa realtà. Il fatto che non ci sia un momento di "incoscienza" tra la realtà e il sogno ti permette di capire al volo che stai sognando ed è una esperienza parecchio bella che è abbastanza inutile descrivere se non per divulgare sul fenomeno, in quanto credo sia impossibile far capire che cosa si prova. :cool:
Avatar utente
LCyberspazio
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 21/09/2015, 12:09
Ha  fatto 'Mi piace': 47 volte
'Mi piace' ricevuti:: 61 volte

Re: Curiosità sulle ipnagogiche e wild

Messaggioda Searig » 09/01/2016, 12:42

pancrack ha scritto:Siccome trovo molto affascinante questo tipo di induzione, colgo l'occasione per fare qualche domanda:


Immagino che parli della WILD e in questo non posso esserti molto utile, ma dato che il topic è fortemente centrato anche sulle ipna e mi pare ti interessino anche quelle (avendo fatto una domanda specifica su di esse) provo a risponderti anch'io.

pancrack ha scritto:1: C'è una posizione particolare da mantenere?


Quoto LCyber; supini, ma, come dice poi lui stesso, non è universale e si può fare anche in altre posizioni, l'importante e riuscire a prendere sonno rimanendo coscienti. Questa è la parte più dura. La posizione è relativa. Se ti riesce in quella in cui di solito dormi, va bene così.

Per quanto riguarda le semplici immagini ipnagogiche: io a letto quasi non ne ho, ma le sperimento molto nei sonnellini pomeridiani; in questo caso la posizione è semplice: mi siedo comodo sul divano. Seuto, anzi, adagiato, testa appoggiata, braccia distese lungo i fianchi. In poche parole mi "stravacco sul divano"! :lol: Sembra banale, ma funziona: non bisogna essere per forza sdraiati, l'importante è il sonno, non la posizione: se riesci ad andare nel dormiveglia in una posizione qualsiasi, quella va bene.

pancrack ha scritto:2: Esattamente come "ottengo" le immagini?


Io mi metto sul divano, chiudo gli occhi, mi rilasso e attendo; magari per forzare un po' il rilassamento immagino di lasciarmi andare ulteriormente ad ogni espirazione, ma poi respiro normalmente (lo faccio magari solo un po' di volte all'inizio). Cerco di lasciarmi andare alla sonnolenza, tanto è difficile che mi addormenti completamente, quindi non perdo coscienza del tutto.

Inizialmente, se non sei ancora abbastanza rilassato, dopo qualche minuto potrebbero comparire i fosfeni e andare avanti a muoversi nel tuo campo visivo anche per parecchio tempo, possono essere un po' noiosetti (se le condizioni di sonnolenza e rilassamento sono ideali, oppure sei esercitato, i fosfeni puoi addirittura saltarli), ma poi ad un certo punto spariscono e lo sfondo del retro palpebrale rimane "pulito".

Attendi ancora un po' e dopo, a un certo punto, ti renderai conto che i tuoi pensieri si stanno facendo più casuali, frammentati, con altri pensieri o singole parole che ti saltano in mente a caso anche se non centrano nulla con ciò a cui stai pensando sul momento, etc.: insomma: il dialogo interiore si fa confuso, non è più chiaro e lineare com'era quando c'erano ancora i fosfeni. Ci sei quasi: sono i primi sintomi del ritmo teta (distraibilità).

Dopo un po', mentre "ti perdi" ulteriormente nei pensieri casuali, dovrebbero comparire delle immagini sul retro palpebrale e poi scomparire immediatamente non appena le noti. Se riesci a mantenere lo stato senza eccitarti troppo per la cosa, ne arriveranno altre. Potresti quindi vederne più di una. Il problema è che attenzionarle le fa scomparire quindi andrebbero "viste" più che "guardate, osservate", non so se mi spiego: si dovrebbe guardarle con un livello di interesse basso, perché altrimenti scompaiono subito. Un modo che permette di regolare questo livello di attenzione (noi infatti riusciamo ad alzarlo ma non ad abbassarlo) è dato dalla distrazione dei pensieri casuali, che, se forte, permette all'ipna di persistere più a lungo. Si può rimanere ad osservare l'ipna che non scompare perché invece di pensare a ciò che si vede si pensa infatti ai contenuti del pensiero casuale che ci distrae, ma poi, appena ci si rende conto di avere un'immagine davanti, essa scompare. Le si può vedere quindi solo in maniera "indiretta" o fugace, ma è già qualcosa, poi magari chi è più abile ancora nel gestire i propri stati mentali riesce pure a stabilizzarle, questo non lo so. Le immagini ipnagogiche possono essere di diversi tipi. Anzitutto possono essere immagini astratte (puntini, flash luminosi, linee, etc.) o dotate di senso (volti, edifici, etc.), poi possono essere vivacemente colorate oppure semitrasparenti, con colori diversi o monocromatiche (su diversi toni di luminosità del retro palpebrale), etc.

pancrack ha scritto:3: Come faccio ad arrivare allo stato di "immobilità"?


Ha ragione LCyberspazio: la paralisi REM arriva: quando si è in REM! Cioè quando si sogna. Non è necessario cercarla da svegli, neppure nella WILD. Chi prova coscientemente la paralisi del sonno durante una WILD è solo perché sta entrando in REM senza avere ancora portato l'attenzione dal mondo esteriore a quello interiore; che è proprio quello che si dovrebbe fare tra l'altro, quindi non si dovrebbe neppure avvertire la paralisi, a questo punto. E' una cosa che può capitare, ma cercarla è inutile... Chi wilda cera l'ingresso lucido in sogno, non la paralisi REM.

pancrack ha scritto:4: Come capisco quando è il momento di " oltrepassare il muro" tra la coscienza e il sogno?


Se porti a termine una WILD arrivi alla transizione in cui, sensazioni strane a parte, assisti alla formazione del sogno; in genere si dice di aspettare un po' che sia ben formato e poi entrare delicatamente, ma su questo non ho esperienza: posso solo immaginare che devi aspettare che lo scenario sia "bello completo", invece di buttarti dentro la prima immagine che appare...
Searig
 
Messaggi: 2755
Iscritto il: 16/06/2015, 16:39
Ha  fatto 'Mi piace': 270 volte
'Mi piace' ricevuti:: 394 volte

Re: Curiosità sulle ipnagogiche e wild

Messaggioda toochangeable » 13/01/2016, 14:38

Grazie a tutti, principalmente ho scoperto di non saperne niente , perciò è stato molto interessante leggere qualcosa di più su questo argomento!
Avatar utente
toochangeable
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 03/01/2016, 23:55
Ha  fatto 'Mi piace': 1 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Curiosità sulle ipnagogiche e wild

Messaggioda LunainpescilLady » 13/01/2016, 20:27

Aggiungo però delle cose.Sembrerebbe vero che c'è un aumento delle AI (allucinazioni pnagogiche e ipnopompiche) avvenga in maggiori periodi di stress.
Sapevo poi il contrario (anche in base a racconti su internet tramite forum ecc) ovvero che in genere sono molto più spaventose le allucinazioni ipnagogiche che quelle ipnopompiche (il caso da manuale è la persona a letto che vede un tizio in cappaccuciato di nero o simili ai piedi del letto).Il motivo forse potrebbe essere (ipotizzo..) che abbandoniamo le nostre difese la sera pertanto siamo più esposti a paure,c'è poi il buio..e sopratutto in passato l'uomo primitivo doveva difendersi da animali e predatori.La mattina con la luce (o comunque quando ci svegliamo) siamo mrno all'ertà e poi se le l'allucinazione ipnopompica è un proseguo del sogno la sentiamo meno intrusiva rispetto a una ipnagogica che appare all'improvviso. probabilmente sul forum appaiono mrno spaventose in quanto conosciamo il fenomeno e perchè sappiamo che possono aiutare a lucidare..
Le ipnagogiche a me spaventano magari non perchè brutte (sono tra la minoranza che non vede mostri ecc) ma perchè compaiono improvvisamente mentre le ipnagogiche non mi hanno mai fatto paura semmai fastidio.Spesso neppure quello e anzi a volte le ho trovate indirettamente sopratutto al risveglio interessanti o divertenti.

Searig
Per questo alcuni indicano le ipna come le porte del sogno, come hai detto più sotto.


Nel nostro caso nel senso letterale del termine :D

LCyberspazio:bellissima l'immagine del video che hai postato..mi ispira a pelle xd
... -mi dica un ultima cosa.E' vero?O sta succedendo dentro la mia testa?-
-Certo sta accadendo dentro la tua testa, Harry.Ma perchè dovrebbe voler dire che non è vero?- (Harry Potter)


Si dice che per soppravivere qui bisogna essere matti come un cappellaio.E per fortuna...io lo sono. (Alice in Wonderland)

WILD=1 (forse) MILD= circa una dozzina
Avatar utente
LunainpescilLady
 
Messaggi: 1085
Iscritto il: 18/06/2013, 23:26
Ha  fatto 'Mi piace': 160 volte
'Mi piace' ricevuti:: 153 volte

Re: Curiosità sulle ipnagogiche e wild

Messaggioda LCyberspazio » 14/01/2016, 0:47

LunainpescilLady ha scritto:LCyberspazio:bellissima l'immagine del video che hai postato..mi ispira a pelle xd

Ah ecco... pure la musica di quel video usa strumenti giapponesi. L'altra lista di assaggi te l'ho inviata in PM xD
Avatar utente
LCyberspazio
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 21/09/2015, 12:09
Ha  fatto 'Mi piace': 47 volte
'Mi piace' ricevuti:: 61 volte

Precedente

Torna a Discussioni generali sul sonno e i sogni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti