Indice Il Mondo Onirico Discussioni generali sul sonno e i sogni > Le persone in Stato Vegetativo sognano?

Sezione in cui discutere del mondo onirico oltre l'ambito lucido. Letteratura, teoria, domande sui sogni in generale, oltre ai fenomeni del nostro corpo quando sta per addormentarsi o svegliarsi.

Le persone in Stato Vegetativo sognano?

Messaggioda Ben1998 » 16/01/2016, 22:28

Ciao!
Mia zia è medico ed oggi, fra una discussione e l'altra, ha tirato fuori l'argomento del coma permanente (Stato vegetativo - post-traumatico), per chi non lo sapesse (non che io sia esperto in materia) è uno stato, appunto, post-traumatico in cui il soggetto presenta una paralisi sia fisica che mentale, pur mantenendo una sottospecie di veglia.
Ora, nonostante l'argomento possa sembrare molto OT, credo che invece valga la pena trattarlo.
Facendo qualche ricerca ho letto che durante il coma permanente:

- "gli occhi sono aperti, abitualmente (il soggetto) presenta una mobilità oculare e delle palpebre ma non segue con lo sguardo uno stimolo visivo";
- "(nel soggetto) è presente il ciclo sonno-veglia".

Molte altre sono le caratteristiche di un soggetto in coma permanente, ma per non andare Off Topic credo che queste due riassumano meglio ciò per cui ho aperto la discussione: Questo tipo di persone, paralizzate a livello mentale e fisico, senza alcuna consapevolezza di sé e dell'ambiente circostante, ma con cicli di fase nREM e REM, insomma, con il ciclo sonno-veglia adatto alla vita, sognano? Sono più propenso ad affermare di sì, dato che molti studiosi hanno rilevato i movimenti oculari caratteristici delle fasi REM, ma più che altro cosa sognano?
Non avendo consapevolezza di sé e dell'ambiente circostante, con la memoria post-trauma, come generano il loro mondo onirico? Sono rinchiusi in un "BlackWorld" perenne?
E se pur dovessero riuscire ad avere una consapevolezza a livello onirico, se quindi potessero sognare lucido, cosa vedrebbero? Quale consapevolezza userebbero per emergere nel sogno? Quali stereotipi di vita utilizzerebbero in un qualunque sogno?
Insomma, una persona in Stato Vegetativo è, almeno potenzialmente, in grado di sviluppare da sé un mondo onirico "normale"? O ancora, andando per assurdo, e se una persona in coma perenne dovesse vivere in un sogno perenne? In un'altra realtà, fra quelle che sono la vita e la morte?
Pochi riescono a riemergere dal coma permanente, e chi lo fa, afferma di aver vissuto esperienze d'oltremondo, viaggi astrali o paradisiaci, di aver visto i familiari morti, di aver vissuto ancora la loro vita, di aver visto luci bianche ed ingressi a nuovi mondi, di aver trovato la pace e di aver capito che non era ancora il momento di abbandonare la realtà.
Ora... per quanto queste tesi possano essere ingigantite dai media che possono raccontare di apparizioni mistiche di credenti sfegatati che riescono ad astrarsi dal mondo e vedere Gesù, Giuseppe e tutti Santi (con rispetto per i credenti), di tutto questo, secondo voi, cosa c'è di vero?

Lascio a voi la parola, spero abbiate compreso le mie domande e spero di aprire una buona discussione su questo argomento.
P.S.: Non voglio che cominciate a tirar fuori tesi sul piano cristiano e teologico, chiaro? Voglio solo un punto di vista scientifico, che analizzi la questione su di un piano onirico.
Ben1998
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 25/11/2015, 22:08
Ha  fatto 'Mi piace': 14 volte
'Mi piace' ricevuti:: 10 volte

Re: Le persone in Stato Vegetativo sognano?

Messaggioda LunainpescilLady » 17/01/2016, 0:20

Bel post. Chiederò qualcosa a mia madre (medico) ma non credo saprà rispondermi molto bene in quanto bisogna essere assai specializzati ogni volta in ogni "ramo" per conoscere a fondo un argomento.
Tuttavia se parliamo di esperienze pre-morte l'argomento si fa più complesso tanto che si va oltre l'argomento sogno e ci vorrebbero topic a parte che già ci sono. Sicuramente è un fenomeno molto interessante su cui c'è ancora molto da scoprire.Ho conosciuto anche due persone che le hanno avute ma sinceramente non so quanto siano attendibili le loro testimonianze perchè non me l'hanno raccontate loro ma terzi o riguardavano loro conoscenti ecc. A parte questo a sentire testimonianze varie e in base a letture ecc allo stato attuale tuttavia se sono veri i racconti di molti che le hanno avuti (e non c'è motivo di dubitarne anche perchè vengono da culture diverse,sono tante ecc) la scienza non spiega ancora questo fenomeno se vogliamo parlarne da un punto di vista scientifico-psicologico. Certo ci sono teorie ma nulla di certo anche se caratteristiche come il tunnel con la luce potrebbero essere deputate alla visione periferica avevo studiato in un mio libro di studio all'università se non erro. Ho letto tesi al riguardo in ambito psicologico, parlato con persone che invece le hanno preparate all'estero (credo perchè più accettate o avevano più strumenti ora non ricordo il motivo in questione della persona). Ho chiesto naturalmente anche a mia madre...a detta sua per quel poco che sa e in base a quel poco che ha letto/sentito dire (non si è mai informata molto sull'argomento) sostiene che per ora non è spiegabile scientificamente la cosa..non così facilmente almeno come tendono a fare in tanti (la stessa conclusione tratta da lettura di tesi e da persone con cui ho parlato che hanno studiato il fenomeno...magari anche dopo averlo vissuto di persona e dopo studiato facendo ricerche!)
Comunque sono molto interessata ai meccanismi fisiologici che entrano in gioco in tale condizione! (almeno del sogno..dove forse c'è qualche dato in più al riguardo)
... -mi dica un ultima cosa.E' vero?O sta succedendo dentro la mia testa?-
-Certo sta accadendo dentro la tua testa, Harry.Ma perchè dovrebbe voler dire che non è vero?- (Harry Potter)


Si dice che per soppravivere qui bisogna essere matti come un cappellaio.E per fortuna...io lo sono. (Alice in Wonderland)

WILD=1 (forse) MILD= circa una dozzina
Avatar utente
LunainpescilLady
 
Messaggi: 1085
Iscritto il: 18/06/2013, 23:26
Ha  fatto 'Mi piace': 160 volte
'Mi piace' ricevuti:: 153 volte

Re: Le persone in Stato Vegetativo sognano?

Messaggioda Searig » 18/01/2016, 16:04

Ciao, niente affatto OT, siamo nella stanza sul sonno e i sogni in generale! :)

Discorso interessante... In un primo momento avrei detto di no, perché il ritmo predominante è delta ed è associato a mancanza di coscienza, mentre i sogni richiedono la coscienza (altrimenti non li si può sperimentare, e parlo di sogni normali), che di fatto sembrerebbe annullata nello stato vegetativo, in cui l'encefalo provvede appunto a questo (battito cardiaco, respirazione, digestione, ritmi circadiani, etc.), mentre smette di processare pensieri e coscienza. Come hai detto anche tu infatti si tratta di persone paralizzate non solo fisicamente, ma anche a livello psichico: come si può a questo punto compiere un'operazione di carattere psichico come il sogno?

C'è però da ammettere che è possibile avere delle produzioni simili a quelle oniriche anche in delta e che, oltretutto, i racconti delle esperienze di premorte, se vogliamo considerarli da un punto di vista non teologico e puramente materialistico come hai auspicato, potrebbero essere delle testimonianze di esperienze oniriche, o per lo meno di carattere psichico (perché esperienze ricordate sono esperienze vissute percettivamente e quindi anche coscientemente, credo).

Mi rimane però un qualche dubbio proprio in questo tipo di esperienze, perché in realtà non si capisce bene se i ricordi narrati da chi esce dal coma siano riferiti agli ultimi momenti prima del risveglio stesso oppure se si ricordino per tutta l'estensione del coma. Dico questo perché potrebbe anche succedere che quando una persona esce dal coma prima di svegliarsi completamente ha una riattivazione della psiche e quindi esegue questo tipo di sogno, ma allora sarebbe una produzione onirica dovuta al termine del coma, mentre durante lo stesso sarebbe assente. Rimane comunque infatti anche il dubbio sul fatto che le esperienze narrate sembrano simili, mentre se di sogni "normali" fatti durante il coma dovesse trattarsi allora ogni persona che si sveglia dovrebbe ricordare e raccontare storie diverse, perché i sogni in generale, anche se presentano dei caratteri in comune, in genere non sono mai tutti uguali...

Tutto per dire che... Non lo so! In effetti questo campo è complesso, bisognerebbe capire bene come e fino a che punto la psiche sia inibita durante lo stato vegetativo...
Searig
 
Messaggi: 2755
Iscritto il: 16/06/2015, 16:39
Ha  fatto 'Mi piace': 270 volte
'Mi piace' ricevuti:: 394 volte


Torna a Discussioni generali sul sonno e i sogni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite