Indice I Sogni Lucidi Tecniche di induzione > Nuova tecnica - WIR -

Come ottenere e mantenere la lucidità nei sogni? Parliamo delle tecniche conosciute e delle vostre domande e commenti. Raccontateci le vostre tecniche personali e confrontatele con quelle degli altri. Aiuti esterni: dieta, integratori, dispositivi elettronici, musiche specifiche...

Re: Nuova tecnica - WIR -

Messaggioda NebulaWa » 07/07/2015, 15:16

Giusto. Devi anche viverla quella situazione, grazie di aver letto la tecnica Roberto. La passione prima di tutto
..Superare i propri limiti.. SogniLucidi.net
Avatar utente
NebulaWa
 
Messaggi: 2076
Iscritto il: 28/01/2008, 20:19
Ha  fatto 'Mi piace': 37 volte
'Mi piace' ricevuti:: 116 volte

Re: Nuova tecnica - WIR -

Messaggioda Viaggiatore » 16/10/2015, 21:36

Viaggiatore ha scritto:l'ho letta anche sulla guida di laberge una cosa simile. PDF sogni coscienti, è un processo di pensiero e dovrebbe essere accompagnata alla meditazione (ricordo di sè) e al ricordo dei sogni



ma dove ho la testa!!

Ci riflettevo in questi giorni e NovaKZ mi ha dato la conferma oggi

questa tecnica la attuavo da piccolo inconsapevolmente
Viaggiatore
 
Messaggi: 372
Iscritto il: 12/11/2010, 18:16
Ha  fatto 'Mi piace': 2 volte
'Mi piace' ricevuti:: 30 volte

Re: Nuova tecnica - WIR -

Messaggioda picdevice » 10/05/2019, 19:16

Anthos92 ha scritto:Non ricordo esattamente se feci qualche sogno lucido, ma nella realtà diciamo che il cervello comincia un po' a "delucidarsi". Mi spiego meglio: nei sogni normali facciamo tutto per abitudine, idem per la realtà, giusto? Le crisi ci vengono solo quando smantelliamo quelle abitudini, perché la mente è "abituata" a ripetere le cose in modo meccanico.
Per realizzare di star sognando lucidamente serve lo stesso processo: cioè smantellare l'abitudine. Quindi se osserviamo la realtà senza le nostre convinzioni mentali (per esempio: non è detto che voltandomi permangano gli stessi oggetti, le stesse cose), la osserviamo con occhio critico, vigile, osserviamo ciò che è "fuori" e contemporaneamente non perdiamo la consapevolezza di noi stessi (sto sognando? Mica me ne sono dimenticato? Dove sono? Dove mi trovo?).
In pratica si è più proiettati nel Presente, e nel presente non esistono pensieri. Queste le conclusioni delle volte in cui ho provato il "Capovolgimento Dimensionale" (preferisco dirla così).
Queste nelle fasi massime di cristallizzazione del sé, cioè nel momento in cui si ha pieno controllo di se stessi, delle proprie emozioni, dei propri pensieri, dei propri desideri, impulsi... e ci si rende conto (altra conseguenza) che la mente è estranea da noi stessi (disidentificazione mentale e corporea). Il pensiero non ci appartiene, le emozioni non ci appartengono, la nostra storia è solo un'illusione... Tutto quello che abbiamo vissuto è solo un sogno, i nostri dolori sono solo un sogno, nulla è mai esistito, nulla esisterà, esisterà solo un eterno presente, un eterno silenzio, l'unica cosa vera che non abbiamo creato noi, perché semplicemente sono le cose false che pensiamo che ci girano intorno!
Anche se pensiamo, siamo disidentificati dal pensiero. Queste sono le conseguenze del Capovolgimento Dimensionale.
è come un gioco: adesso stai sognando? Tu cosa faresti? Ma sopratutto: perché lo faresti? Che necessità hai per farlo? Perché l'inconscio agisce in quel modo? è necessario agire? Se solo rimanessimo osservatori, cosa succederebbe?
Altro esempio di disidentificazione mentale ci giunge tramite la meditazione: ci si sforza di rimanere nel presente, di osservare semplicemente, fin quando succede... ci si concede uno spazio interiore dove osservare, quando chiudiamo gli occhi abbiamo uno spazio infinito: non dobbiamo fare niente, dobbiamo solo lasciarci accompagnare...
Dopo i primi sforzi, rimanere nel presente diviene più semplice, la mente si crea meno ossessioni perché è focalizzata nel qui-ed-ora, le emozioni diventano più gestibili. Se ci facciamo caso, anche le emozioni sono qualcosa di razionale, di mentale, seguono uno schema. Basta andare a smantellare quello schema e svanisce tutto... un po' come mandare in corto circuito una centrale elettrica.
Che meraviglia questo intervento!
Grazie Anthos92 delle parole bellissime. Condivido tutto in pieno.
Un abbraccio!

Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk
picdevice
 
Messaggi: 5
Iscritto il: 06/05/2019, 14:29
Ha  fatto 'Mi piace': 37 volte
'Mi piace' ricevuti:: 3 volte

Precedente

Torna a Tecniche di induzione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite