Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Sogni lucidi di Aeron

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 02/04/2019, 16:40

Sogno lucido breve di sta notte. Ora incerta, forse le 6.30 di mattina. Anche questa volta ho messo in atto un reality check dopo essermi spontaneamente reso conto di essere in un sogno (ancora una volta non ricordo se c’è stato qualcosa di particolare che ha contribuito a rendermi lucido).
Mi guardo la mano destra e le dita sono 4 poi 5 poi ancora 4. Il sogno è piuttosto stabile, le immagini sono nitide. E’ sera e mi trovo all’interno di una casa al secondo piano. Come al solito mi sento impreparato e nel dubbio opto per il classico volo (attività onirica di cui comunque non sono mai stanco). Salgo sul muretto di un balcone. Come spesso accade sono un po’ spaventato dall’altezza ma mi faccio coraggio e mi butto. Sto precipitando ma riesco a rallentare la caduta e a prendere il volo, poi mi avvicino ad una pianta e la osservo: i rami ondeggiano lentamente come mossi da un vento leggero, i colori delle foglie sono brillanti con sfumature verdi, rosse e gialle. Immagini molto definite e molto piacevoli.
Aeron
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 33 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda DixonHill » 03/04/2019, 9:50

Complimenti! Controllo non indifferente. Stai facendo qualche pratica durante il giorno in questo periodo?
N° Sogni Lucidi (da febbraio 2017): 20+
Le Avventure di Dixon Hill.
Avatar utente
DixonHill
 
Messaggi: 23
Iscritto il: 01/02/2019, 15:21
Località: Torino
Ha  fatto 'Mi piace': 7 volte
'Mi piace' ricevuti:: 8 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 05/04/2019, 7:13

Penso che per me sia più che altro predisposizione, comunque qualche mese fa ho iniziato per la prima volta a fare dei reality check da sveglio, che ho letto su internet, e ho iniziato a pensare un po' di più a cosa mi piacerebbe sperimentare, e da lì sono aumentati. Da alcune settimane ho smesso di fare reality check da sveglio. Non ho mai tenuto un diario dei sogni a parte questo.
Aeron
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 33 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 22/04/2019, 18:57

Nuovo breve sogno lucido di ieri pomeriggio verso le 17.30. Mi trovo sul sedile posteriore di un'auto in movimento e capisco di stare sognando. Controllo il posto di guida aspettandomi di trovarlo vuoto, come spesso accade. Invece questa volta c'è una persona che conosco al volante. Mi torna in mente un post di un utente del forum a proposito del guidare un'auto dal sedile posteriore nei sogni e così decido di provare. Guardando attraverso il vetro frontale cerco di controllare l'auto con il pensiero ma non funziona, inoltre le immagini sono piuttosto scure. Mi sposto sul sedile anteriore, afferro il volante e provo a sterzare di colpo immaginando di far andare l'auto fuori strada ma sembra bloccato e non accenna a muoversi. Cerco di interagire col personaggio onirico e anche di spostarlo con la forza ma non si muove. Tutto è fisso, rigido, anche se al tatto sembra molto realistico. A questo punto rinuncio del tutto alla mia task automobilistica e mi concentro sulle sensazioni tattili. Provo un'altra cosa che avevo in mente da un po': analizzare il mio corpo. Sento che ho poco tempo e mi concentro sulle mani e sulle braccia. Le tocco, le stringo, le massaggio: tutto incredibilmente realistico. Provo a questo punto a staccarmi le dita ma non si staccano assolutamente, anzi sento proprio tirare. Provo a morderle e niente, resta tutto attaccato come se fosse reale. Mordendo sento la pressione. E' una sensazione parecchio fastidiosa ma non dolorosa. Commetto l'errore di chiudere gli occhi e mi sveglio.
Aeron
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 33 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 01/05/2019, 5:43

Sogno lucido di sta notte. Bello. Sono circa le 3.00 di mattina. Il sogno inizia senza lucidità ma con uno scenario davvero molto suggestivo. La mia prospettiva è attraverso gli occhi di un esploratore che si trova sulla cima di una piramide altissima, tanto alta da superare le nuvole. Capisco che si tratta di una piramide dalle parole dell’esploratore che intanto sta descrivendo il paesaggio a modi reportage. Ciò che vedo è un vastissimo tappeto di nuvole sotto di me/noi. In lontananza si distinguono due o tre grossi vortici fatti di nuvole. Non sono in movimento, sono fermi e stazionari. La loro forma è conica: la base è larga e la sommità è stretta. L’esploratore spiega che le nuvole seguono la forma delle piramidi e ne avvolgono la cima con questa forma a spirale. Ora l’esploratore rivolge lo sguardo ai suoi piedi e le nuvole arrivano fino a lì. Si distingue appena la piccola base su cui sta/stiamo poggiando i piedi e non si vedono recinzioni. A questo punto ho un po’ paura e cerco spontaneamente di allontanare la mia coscienza da quella esperienza, ma non funziona. Allora inizio ad acquisire lentamente maggiore controllo e così mi sostituisco all’esploratore. Trovo una apertura ed entro nella piramide. All’interno la struttura sembra a metà tra una stazione ferroviaria ed un museo. Ci sono delle guide che sorvegliano alcune zone. Esplorando l’ambiente scendo una rampa di scale o due, poi guardo attraverso il vetro di una grossa finestra e vedo che il sole sta tramontando. Inoltre da qui è possibile vedere una torre gotica e alcuni alberi molto alti. Mentre continuo a dare un’occhiata in giro mi rendo conto di stare sognando. ‘Bellissima ambientazione per un sogno lucido!’ - penso. Mi lancio subito contro una finestra con l’idea di attraversare il vetro e iniziare a volare, e per fortuna funziona. Vedo i colori del tramonto arancioni riflessi sulle nuvole, ora sopra di me, mescolati al blu scuro del crepuscolo. Vedo la torre sulla mia destra, ma le nuvole bloccano la visuale di ciò che c’è di fronte a me. Provo ad aumentare la velocità di volo ma mi accorgo che è limitata. Mi chiedo se avrei visto le piramidi. Mi avvicino a delle piante altissime, le tocco e le osservo. Non so perché ma adoro osservare le piante nei sogni, sono talmente realistiche. Dopodichè il sogno finisce.
Aeron
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 33 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 18/05/2019, 9:12

Breve sogno semi-lucido, non molto soddisfacente. Ore 6.00 di questa mattina.

Sono in auto con altre persone. Ho un attimo di lucidità, mi chiedo se sto sognando. Mi guardo le mani. Ho cinque dita per mano. Tutto mi sembra normale ma qualcosa non mi convince. Guardo più e più volte le mani ed ecco che conto sei dita nella mano sinistra. Mi focalizzo sulla mano per capire bene come è fatta e c’è un sesto dito in mezzo, la cui attaccatura è trasparente e svanisce poco dietro al palmo. A tratti perdo consapevolezza ma la recupero. Esco dall’auto. Sono in una via del centro di una città. C’è molta gente. Tutti parlano con un tono di voce molto alto e questo mi distrae e mi confonde. Urlo di stare zitti . Quasi tutti smettono improvvisamente di parlare. Nel silenzio si sentono solo un paio di voci. Una in lontananza e un’altra vicina che continua a confondermi. È una donna sovrappeso con capelli lunghi chiari che mi guarda. Decido di farla sparire catapultandola in cielo a modi Team Roket nel cartone Pokémon. Funziona. Provo a volare. Mi sento pesante, ma con un po’ di fatica riesco a sollevarmi. Sorvolo le case. Noto un buco nel tetto di una abitazione attraverso il quale si vede un acquario con dei pesci. Decido di trasformarmi in un pesce rosso e di infilarmi nel buco per poi cadere nell’acquario sottostante. L’operazione non mi riesce e resto incastrato nel buco. Nel tentativo di liberarmi mi sveglio.
Aeron
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 33 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 29/05/2019, 19:57

Breve lucido di sta mattina. Sono circa le 7.00.
Sto volando ad una altezza percepita di circa 6/7 metri al di sopra di una strada di periferia che conosco. Il mio movimento in volo è lento e rettilineo. Assomiglia a quello di una funivia. Mentre osservo la strada sotto di me urto i rami di alcuni alberi. Mi rendo conto di star sognando. Questa situazione è abbastanza piacevole e per un po’ proseguo poi decido di scendere e di accelerare. La visuale cambia e lo scenario precedente diventa un videogioco a cui sto giocando. In questo frangente perdo per un attimo lucidità ma subito la recupero. Mi guardo comunque le mani per sicurezza e ho cinque dita per mano anche questa volta, ma ormai so che si tratta di un sogno. Cerco di stabilizzare e inizio a toccare le pareti, a sbattere i piedi sul pavimento e a focalizzare lo sguardo sui particolari dell’ambiente. Mi trovo in una versione modificata della mia stanza. C’è il mio computer sulla scrivania. Provo ad utilizzarlo. Non si accende. Mi ricordo che ieri una persona su telegram mi ha parlato di qualcosa che voglio provare a fare, ma non ricordo esattamente cosa.. So che mi basterebbe sforzarmi anche solo un po’ per ricordamene (si trattava del ruotare su se stessi e del camminare all’indietro per cambiare scenario onirico). Ma arriva un personaggio onirico, un uomo, e invece di dedicarmi alla mia task mi metto a fare cose erotiche con lui, dopodiché mi sveglio.. uff.. : WallBash :
Aeron
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 33 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 15/06/2019, 19:13

Notte tra l'11 e il 12 giugno.
Mi sveglio verso le 4 del mattino dopo aver fatto un lucido e un semilucido,
probabilmente in 2 fasi REM separate (mi sono sforzato per recuperare il primo).

Lucido:
Somiglia molto ad un OBE ma le sensazioni fisiche, di equilibrio e di movimento sono leggermente diverse, un po' meno realistiche forse (almeno così sembra) e soprattutto non è iniziato da semi-sveglio con la classica paralisi e vibrazione.. Comunque mi sollevo dal letto levitando e mi metto in posizione eretta. Mi giro e vedo il mio corpo (un mio doppio diciamo) che dorme sul letto sotto le coperte, in effetti stavo veramente dormendo sotto le coperte in quella posizione ma vedo che, per quanto molto realistica e inaspettata, nonché piuttosto strana sia questa esperienza noto che è una riproduzione non del tutto fedele della realtà. In particolare la stanza è simile ma un po' diversa. Osservo l'altro me che dorme sul letto, mi avvicino al volto e lui all'improvviso apre gli occhi e li tiene spalancati, dei begli occhi verdi e castani illuminati da una luce che nella realtà non ci sarebbe stata. E' decisamente strano ma non inquietante come potrebbe sembrare. Mentre l'altro me resta immobile sul letto come se dormisse, ma con gli occhi aperti, mi viene in mente che voglio provare una cosa chiamata spinning che consiste nel ruotare su se stessi per cambiare scenario onirico. Quindi lo provo e in effetti cambia qualcosa, ma solo la disposizione del letto con l'altro me sopra, cosa che trovo abbastanza curiosa e divertente. Incredibilmente ho persino il tempo di provare la telecinesi, che è un'altra task che ho in mente da un po'. Provo con degli oggetti abbastanza grandi ma non funziona, poi con un filo e a fatica riesco a muoverlo un po' con una specie di 'energia intenzionale' che sento fluire dentro di me, a quel punto sento che si sta avvicinando qualcuno, dopo di che il sogno finisce.

Semilucido:
Mi trovo con persone che conosco nella casa di un mio amico, stiamo per andare a letto perchè il giorno dopo abbiamo in programma una gita ma invece di dormire parliamo fra noi, e giochiamo a disegnarci cose addosso e appiccicarci pezzi di carta, poi rinunciamo a dormire e usciamo di casa. Andiamo in un pub li vicino. Ad un certo punto io mi distacco dal gruppo perchè per qualche ragione voglio tornare in casa. Suono il campanello e nessuno mi risponde ma arrivano altri abitanti del palazzo ed entro grazie a loro. Non so perchè ma sono convinto che la mia destinazione è il 15esimo piano. Evito l'ascensore, che mi fa un po' paura e inizio a salire le scale. Mentre salgo le scale ho un momento di leggera lucidità e mi chiedo se tutto ciò possa essere reale. Faccio anche un reality check, ma ho cinque dita e tutto sembra normale, quindi non ci penso più e proseguo col mio intento di raggiungere il 15esimo piano. Il condominio appare diverso da come me lo aspettavo, ora sembra un hotel o qualcosa del genere ed è anche molto affollato. Raggiunto un pianerottolo piuttosto spazioso vedo che ci sono seduti su dei divanetti tutti i miei parenti, compresi quelli morti. A quel punto capisco si tratta di un sogno. Alcuni miei parenti mi si avvicinano per salutarmi e io dico loro che stiamo sognando, non so perchè, credendo senza troppi dubbi che si tratti di un sogno condiviso. C'è un pc e ho tutto il tempo di provarlo, cosa che rientra nelle mie task, però sembra non rispondere ai comandi. Uno dei miei parenti si avvicina e mi dice che ha capito anche lui che si tratta di un sogno e mi incita a riprovare ad usare il computer. E in effetti ora funziona. Mi viene in mente di provare ad analizzare il mio inconscio facendo delle domande su internet. La prima domanda che mi viene in mente è 'qual'è la mia più grande paura' ma penso che potrebbero apparirmi immagini davvero terrificanti e potrei fare un'esperienza onirica spaventosa, quindi digito su quei tasti grossi di tastiera di pc fisso vecchio modello, 'qual'è la mia più grande speranza?'. Si aprono finestre vuote in stile annunci pubblicitari quando guardi qualcosa su streaming e poi il video di una abitazione, con dei begli interni, molte stanze, e presto vengo come assorbito dallo schermo e l'abitazione diventa l'ambientazione stessa del sogno. Giro un po' le stanze fino a dimenticarmi che si tratta di un sogno e incontro una ragazza dai capelli corti e rossi che sta sistemando la legna di un grosso camino in una delle stanze. Noto che ci sono delle fiamme intorno alle sue gambe e capisco che la sua gonna ha preso fuoco. Lei non se ne è accorta, io l'avverto e cerco di aiutarla a spegnere il fuoco. li per li lei è tranquilla e cerca di spegnere le fiamme con piccoli tentativi con fare rilassato, usiamo anche dell'acqua ma il fuoco non si spegne del tutto e riprende ancora più potente e la ragazza inizia ad urlare. Cerco in tutti i modi di spegnere il fuoco e alla fine ci riesco bagnandola completamente con un getto d'acqua di una doccia. lei è ustionata. Mentre l'abbraccio vedo la sua carne scottata che si carbonizza sotto i miei occhi, ma cerco di rassicurarla che andrà tutto bene e l'ustione si riparerà completamente anche se dentro di me penso sia troppo grave per non lasciare segni importanti e forse la situazione è addirittura peggiore. A quel punto mi sveglio.
Aeron
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 33 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda olrac » 16/06/2019, 18:54

Aeron ha scritto:Notte tra l'11 e il 12 giugno.
Mi sveglio verso le 4 del mattino dopo aver fatto un lucido e un semilucido,
probabilmente in 2 fasi REM separate (mi sono sforzato per recuperare il primo).

Lucido:
Somiglia molto ad un OBE ma le sensazioni fisiche, di equilibrio e di movimento sono leggermente diverse, un po' meno realistiche forse (almeno così sembra) e soprattutto non è iniziato da semi-sveglio con la classica paralisi e vibrazione.. Comunque mi sollevo dal letto levitando e mi metto in posizione eretta. Mi giro e vedo il mio corpo (un mio doppio diciamo) che dorme sul letto sotto le coperte, in effetti stavo veramente dormendo sotto le coperte in quella posizione ma vedo che, per quanto molto realistica e inaspettata, nonché piuttosto strana sia questa esperienza noto che è una riproduzione non del tutto fedele della realtà. In particolare la stanza è simile ma un po' diversa. Osservo l'altro me che dorme sul letto, mi avvicino al volto e lui all'improvviso apre gli occhi e li tiene spalancati, dei begli occhi verdi e castani illuminati da una luce che nella realtà non ci sarebbe stata. E' decisamente strano ma non inquietante come potrebbe sembrare. Mentre l'altro me resta immobile sul letto come se dormisse, ma con gli occhi aperti, mi viene in mente che voglio provare una cosa chiamata spinning che consiste nel ruotare su se stessi per cambiare scenario onirico. Quindi lo provo e in effetti cambia qualcosa, ma solo la disposizione del letto con l'altro me sopra, cosa che trovo abbastanza curiosa e divertente. Incredibilmente ho persino il tempo di provare la telecinesi, che è un'altra task che ho in mente da un po'. Provo con degli oggetti abbastanza grandi ma non funziona, poi con un filo e a fatica riesco a muoverlo un po' con una specie di 'energia intenzionale' che sento fluire dentro di me, a quel punto sento che si sta avvicinando qualcuno, dopo di che il sogno finisce.

Semilucido:
Mi trovo con persone che conosco nella casa di un mio amico, stiamo per andare a letto perchè il giorno dopo abbiamo in programma una gita ma invece di dormire parliamo fra noi, e giochiamo a disegnarci cose addosso e appiccicarci pezzi di carta, poi rinunciamo a dormire e usciamo di casa. Andiamo in un pub li vicino. Ad un certo punto io mi distacco dal gruppo perchè per qualche ragione voglio tornare in casa. Suono il campanello e nessuno mi risponde ma arrivano altri abitanti del palazzo ed entro grazie a loro. Non so perchè ma sono convinto che la mia destinazione è il 15esimo piano. Evito l'ascensore, che mi fa un po' paura e inizio a salire le scale. Mentre salgo le scale ho un momento di leggera lucidità e mi chiedo se tutto ciò possa essere reale. Faccio anche un reality check, ma ho cinque dita e tutto sembra normale, quindi non ci penso più e proseguo col mio intento di raggiungere il 15esimo piano. Il condominio appare diverso da come me lo aspettavo, ora sembra un hotel o qualcosa del genere ed è anche molto affollato. Raggiunto un pianerottolo piuttosto spazioso vedo che ci sono seduti su dei divanetti tutti i miei parenti, compresi quelli morti. A quel punto capisco si tratta di un sogno. Alcuni miei parenti mi si avvicinano per salutarmi e io dico loro che stiamo sognando, non so perchè, credendo senza troppi dubbi che si tratti di un sogno condiviso. C'è un pc e ho tutto il tempo di provarlo, cosa che rientra nelle mie task, però sembra non rispondere ai comandi. Uno dei miei parenti si avvicina e mi dice che ha capito anche lui che si tratta di un sogno e mi incita a riprovare ad usare il computer. E in effetti ora funziona. Mi viene in mente di provare ad analizzare il mio inconscio facendo delle domande su internet. La prima domanda che mi viene in mente è 'qual'è la mia più grande paura' ma penso che potrebbero apparirmi immagini davvero terrificanti e potrei fare un'esperienza onirica spaventosa, quindi digito su quei tasti grossi di tastiera di pc fisso vecchio modello, 'qual'è la mia più grande speranza?'. Si aprono finestre vuote in stile annunci pubblicitari quando guardi qualcosa su streaming e poi il video di una abitazione, con dei begli interni, molte stanze, e presto vengo come assorbito dallo schermo e l'abitazione diventa l'ambientazione stessa del sogno. Giro un po' le stanze fino a dimenticarmi che si tratta di un sogno e incontro una ragazza dai capelli corti e rossi che sta sistemando la legna di un grosso camino in una delle stanze. Noto che ci sono delle fiamme intorno alle sue gambe e capisco che la sua gonna ha preso fuoco. Lei non se ne è accorta, io l'avverto e cerco di aiutarla a spegnere il fuoco. li per li lei è tranquilla e cerca di spegnere le fiamme con piccoli tentativi con fare rilassato, usiamo anche dell'acqua ma il fuoco non si spegne del tutto e riprende ancora più potente e la ragazza inizia ad urlare. Cerco in tutti i modi di spegnere il fuoco e alla fine ci riesco bagnandola completamente con un getto d'acqua di una doccia. lei è ustionata. Mentre l'abbraccio vedo la sua carne scottata che si carbonizza sotto i miei occhi, ma cerco di rassicurarla che andrà tutto bene e l'ustione si riparerà completamente anche se dentro di me penso sia troppo grave per non lasciare segni importanti e forse la situazione è addirittura peggiore. A quel punto mi sveglio.



Molto interessanti queste esperienze:) Quando hai visto la luce irreale negli occhi del tuo 'io addormentato' sul letto non è possibile che sia stato il riflesso del grado di luminosità del tuo corpo onirico che si specchia nella retina?...
Per quanto riguarda la domanda 'lo sai che stai sognando?' fatta a personaggi onirici defunti ho notato che è sicuramente molto bizzarra perché loro, nella teoria, stanno vivendo una vita reale, solo che non hanno un corpo e in quello stato la loro esistenza è di fatto uno stato di sogno. Quindi sia una risposta affermativa sia una negativa è altrettanto strana nella loro situazione..
Chiedere se sanno di 'essere morti' forse potrebbe scatenare altre dinamiche...chissà :)
olrac
 
Messaggi: 519
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 648 volte
'Mi piace' ricevuti:: 332 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 17/06/2019, 21:21

Grazie per il commento :)

olrac ha scritto:Quando hai visto la luce irreale negli occhi del tuo 'io addormentato' sul letto non è possibile che sia stato il riflesso del grado di luminosità del tuo corpo onirico che si specchia nella retina?...

A parte gli occhi illuminati dell'altro me non ho notato altri riflessi. Non so, non posso né escluderlo né confermarlo.

olrac ha scritto:Per quanto riguarda la domanda 'lo sai che stai sognando?' fatta a personaggi onirici defunti ho notato che è sicuramente molto bizzarra perché loro, nella teoria, stanno vivendo una vita reale, solo che non hanno un corpo e in quello stato la loro esistenza è di fatto uno stato di sogno. Quindi sia una risposta affermativa sia una negativa è altrettanto strana nella loro situazione..
Chiedere se sanno di 'essere morti' forse potrebbe scatenare altre dinamiche...chissà :)

Hai ragione, ho dimenticato di specificare che non ho interagito con i parenti morti ma solo con alcuni di quelli vivi. Era ad uno di loro che dicevo, e che mi confermava, di aver capito di stare sognando. Comunque se mi ricapiterà di sognare una persona morta le chiederò se sa di essere morta, vediamo cosa risponde ;)
Aeron
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 33 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


cron