Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Oniromondo Lucido di DreamOwl

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 01/04/2020, 12:13

27/12/2019
> lucido > lungo

♦ LA BAITA SUL LAGO ♦
[Dild]

Sto camminando su un marciapiede fissando il pavimento, non riesco ad alzare lo sguardo (ho l'impressione di essere in un sogno ma in quella condizione non riesco a fare i test di realtà). Noto un pezzo di asfalto sgretolato, lo raccolgo e mi ci sfrego le mani per tentare di ottenere più stabilità (e vedere se riesco a sbloccare quella situazione). Ottengo più lucidità e riesco finalmente a muovermi liberamente.
Sto camminando verso casa e mi accorgo che un ragazzo sta camminando al mio fianco. Arriviamo ad avvistare una baita alla fine della via e vedo il cielo e l'asfalto fondersi in un tutt'uno color salmone (è così stravagante e sublime...). Mi volto verso il ragazzo ancora al mio fianco, ci sorridiamo e ci ritroviamo a scambiarci un fugace bacio (casto e veloce). Tuttavia quell'esperienza mi destabilizza molto, resto per qualche secondo nel black world.

Quando torno in me mi ritrovo un po' confusa in un bagno (ma sono lucida esattamente come prima). Esco e noto di aver raggiunto la baita alla fine della strada che stavo percorrendo prima. Mi guardo attorno e ammiro il paesaggio: grandi rocce ed una rigogliosa vegetazione compongono un incantevole scenario di montagna. In lontananza scorgo anche un laghetto (voglio volare ad osservarlo meglio). Corro, balzo su una roccia e spicco il volo trasformandomi in un gabbiano. Plano su tutta la vegetazione sottostante e raggiungo le rive del lago dove vedo foche e trichechi fermi a riposare. Continuo a sorvolare su quelle acque e improvvisamente desidererei che tutto ghiacciasse (mentre lo penso vedo l'acqua diventare ghiaccio).

Atterro sul lago ghiacciato ritrasformandomi in umana (con già i pattini da ghiaccio ai piedi) e inizio a pattinare. Resto a lungo a godermi quell'esperienza (e pian piano perdo lucidità senza accorgermene).
Vedo mia figlia sulla riva (ma io non ho figli), mi avvicino, lei mi sorride e mi fa i complimenti per la performance. Riprendo a pattinare entusiasta e (con il solo desiderio) creo una rampa di ghiaccio al centro del lago per un ultimo salto.
Tuttavia mentre sto per librarmi in aria mi ritrovo improvvisamente a camminare verso la baita (ormai la lucidità è molto bassa, mi sto facendo trascinare dal sogno). La raggiungo, entro e attraverso un passaggio segreto in un armadio ritrovandomi a casa mia. Arriva mio padre lamentandosi della fatica che ha dovuto fare per trasportare la libreria fino in camera mia (mi sento a disagio). Mi sveglio
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 03/04/2020, 19:11

28/12/2019
> lucido

♦ PIU' NEVE ♦
[Wild]

Sento di starmi per addormentare ma improvvisamente vedo il profilo dei mobili di camera mia (e so di avere gli occhi chiusi). Provo ad alzarmi dal letto ma sento una forza che mi trattiene (come un elastico), riprovo con maggior impegno e riesco finalmente ad alzarmi in piedi. Cerco di guardarmi una mano per avere conferma di star veramente sognando ma la stanza in cui mi trovo è completamente al buio. Raggiungo la finestra e riesco a fare il mio test in controluce (è un sogno).

Fluttuo fuori nel mio giardino dove, qua e là, vedo dei piccoli cumuli di neve. E' notte, avanzo in quello scenario illuminato solo dalla luna e raggiungo il limitare del giardino. Con un balzo acrobatico (perchè voglio esagerare) attraverso il recinto e atterro su un mucchietto di neve nella campagna confinante. Resto qualche secondo ad ammirare quel suggestivo paesaggio invernale (ma preferirei che fosse tutto coperto di neve). Alzo le mani davanti a me, chiudo gli occhi e mi figuro la scena che vorrei ottenere. Quando li riapro noto che effettivamente ci sono più cumuli di prima (ma non certo il paesaggio innevato che avevo desiderato). Mi accontento e ammiro lo stesso soddisfatta quel piccolo risultato. Mi sveglio


--------------------------------------------------

03/01/2020
> lucido > prelucido

♦ STRADA DI CERAMICA ♦
[Wild] [Sto vagando con i pensieri e percepisco il classico torpore da sonno]

Sento dei forti rumori e mi concentro su di loro...ma spariscono subito. Inizio allora a picchiettare ritmicamente un dito su una superficie immaginaria mentre cammino verso il salotto di casa mia (credo di star interagendo con le allucinazioni ipnagogiche). Raggiungo il tavolo, ho sempre più sonno e decido di stendermici sopra mentre continuo a picchiettare il dito in modo ipnotico. Sento delle vibrazioni, guardo fuori dalla finestra di fronte a me, è spalancata (sembra mi stia invitando)...vorrei proprio uscire.
Sento il mio corpo onirico staccarsi, raggiungo la soglia della finestra e mi butto planando lentamente fino in strada. Resto sospesa ad appena un metro da terra continuando a sorvolare la zona e inizio a percepire dei cambiamenti in me: mi sto trasformando in un uccello (e la mia vista si sta adeguando di conseguenza).

Atterro mentre mi ritrasformo in umana ma mi ritrovo in ginocchio per terra (probabilmente ho preso male le distanze). Vedo che quello che dovrebbe essere normale asfalto è in realtà una distesa di piccole piastrelle di ceramica. Mentre lo osservo affascinata noto la mia vista tremolare (capisco di star perdendo il controllo sul sogno). Provo subito a stabilizzare leccando il pavimento e non posso fare altro che ridere per quel gesto (per me ancora troppo strano) e per la sensazione piacevolmente curiosa di quella ceramica sulla lingua. Non faccio in tempo ad alzarmi in piedi che mi sveglio.
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 05/04/2020, 22:45

04/01/2020
> lucido

♦ LA SPIAGGIA E IL SASSO AZZURRO ♦
[Wild] [Sento il mio corpo estremamente rilassato mentre mi ritrovo a contare involontariamente da 10 a 0 percependo di essere sempre più addormentata. Arrivata a 0 mi sento pronta per staccare il corpo onirico]

Mi stacco dal corpo fisico e mi alzo in piedi. Mi trovo nel vuoto/buio e resto in attesa (sperando che il sogno si crei in fretta attorno a me). Lentamente inizio a vedere apparire della sabbia sotto ai miei piedi e pian piano vengo anche circondata da un'intensa luce (una bellissima giornata di sole). Mi abbasso, osservo la sabbia, è così vivida... Vedo distintamente ogni singolo granello di sabbia dal colore dorato. Ci affondo le mani in mezzo e mi godo quella piacevole emozione (addirittura più intensa che nella realtà).

Mi alzo e mi dirigo verso il mare. Raggiungo il bagnasciuga e aspetto l'arrivo di un'onda per sentire la temperatura dell'acqua. Nel frattempo mi guardo attorno, noto qualche persona prendere il sole in lontananza (ma non sono interessata a loro) e torno a concentrarmi sul mare. Arriva l'onda e percepisco l'acqua fredda sui piedi. Chiudo gli occhi desiderando che quell'acqua diventi più calda e quando li riapro sento di esserci riuscita (piccole soddisfazioni).
Mi abbasso e inizio a tastare il fondale marino curiosa di scoprire se nasconde qualcosa. Trovo un sasso, lo estraggo dalla sabbia e me lo rigiro tra le mani ammirandolo: è grigio/azzurro, molto poroso (con molte asperità) e con meravigliose nervature di un inteso azzurro. Un sasso meraviglioso.

Osservo di nuovo l'acqua e noto che è diventata torbida. Volevo continuare ad esplorare il fondale marino ma ora ho un po' di timore di non vedere eventuali elementi spiacevoli (come granchi, conchiglie taglienti o altri animali nascosti). Tento di far tornare l'acqua trasparente chiudendo gli occhi e riaprendoli come prima. Ci riesco...anche se non proprio quanto avrei voluto.
Improvvisamente mi ritrovo a pensare per un attimo al mio corpo fisico e la vista inizia subito ad offuscarsi (capisco di essermi distratta dal sogno, sto perdendo lucidità). Cerco di stabilizzare ma ormai è troppo tardi. Mi sveglio


--------------------------------------------------

05/01/2020
> lucido > prelucido

♦ SPIAGGIA CON FARO ♦
[Wild]

Sto attraversando un tunnel buio e all'uscita c'è la sagoma di una persona che conosco che mi dice "cerca cocco". Non capisco cosa voglia dire... Cerco di concentrarmi su quella frase pensando ad una spiaggia tropicale (un luogo in cui potrei trovare facilmente delle palme). Nel frattempo sento la voce di C. ripetermi all'infinito quella stessa frase come un mantra ipnotico. Piano piano vedo della sabbia crearsi attorno ai miei piedi (capisco che si sta creando il sogno dopo le precedenti allucinazioni ipnagogiche) ma perdo molta lucidità durante questa fase.

Indipendentemente dalla mia volontà mi inginocchio e mi metto alla forsennata ricerca di qualche cocco su quella spiaggia tropicale. Improvvisamente iniziano a piovere dal cielo tanti mini cellulari (con l'antenna, vecchio stile). Ne afferro uno incuriosita e osservandolo riacquisto lucidità.

Mi alzo in piedi (lo scenario cambia) e mi accorgo di trovarmi sulla terrazza di un bar in cima ad un altissimo faro in mezzo al mare. Ad un tavolino c'è mio padre che mi sta chiedendo qualcosa ma non lo ascolto perchè sento come sempre l'irrefrenabile voglia di volare via. Raggiungo il parapetto, osservo l'altezza vertiginosa (ho paura...) e mi sveglio appena prima di riuscire a spiccare il volo
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 07/04/2020, 9:54

06/01/2020
> lucido > prelucido > lungo

HOTEL SULLA PALUDE
[Wild]

Mi ritrovo sul pianerottolo di casa mia e so di dover salire in solaio per riuscire ad entrare nel sogno lucido. Sistemo la scala e inizio a salire sentendomi sempre più intorpidita. Raggiungo il solaio e quando lo attraverso mi ritrovo in uno scenario completamente diverso (percepisco di essere entrata nel sogno) e la sonnolenza è completamente sparita.

Sono davanti ad un grande hotel affacciato direttamente su una bellissima palude lussureggiante. Entro nell'edificio e passeggio per le varie stanze (una più interessante e stravagante dell'altra): la prima ha pareti color lilla con effetto perlato e applique con luci fucsia; la seconda stanza, invece, è piena di festoni di pizzo nero ricamato, lampadari antichi con pendenti in cristallo (rosso e verde) e una luce molto soffusa. Avanzo anche in altre stanze altrettanto incredibili ma purtroppo non ne ricordo i dettagli (li ho dimenticati).
Arrivo nella hall ed una voce mi comunica che potrò raggiungere il piano superiore appena mi sentirò pronta (ma non ricordo di aver visto alcuna scala). Rifaccio un veloce giro di tutto il piano terra e infatti non trovo nessuna scala. Mi sveglio


[Falso Risveglio o Deild con allucinazione ipnagogica] Mi sveglio su una panchina a fianco del mio fidanzato. Ho ancora una forte sonnolenza e biascico che voglio tornare nel sogno di prima mentre mi stendo per rimettermi a dormire (non mi accorgo che davanti a noi c'è la stessa palude di prima).
Mi ritrovo a sorvolare appena sopra i banchi di un mercatino vicino alla panchina su cui mi sono addormentata. Fisso il luccichio delle varie collane e dei bracciali (creano una sorta di trance che mi riporta all'hotel).


Questa volta mi trovo sulla terrazza di legno dell'hotel, costruita direttamente sulla palude. Il paesaggio è selvaggio e molto bello: la vegetazione è rigogliosa e le acque della palude sono di un verde molto intenso (e piuttosto cristalline). Mi volto e rientro nell'edificio per proseguire la mia esplorazione.
Raggiungo una stanza molto luminosa, colorata e adornata interamente solo da azzurri, bianchi e blu. Al centro ci sono dei tavolini sommersi da diversi tipi di stoffe, mi avvicino e ne accarezzo una (percependo molto vividamente la porosità di quel tessuto).
Proseguo e torno nuovamente nella stanza lilla (credo che sarebbe più bella con luci soffuse). Gioco con la prospettiva: chiudo un occhio e faccio finta di acchiappare con la mano ogni lampadina della stanza spegnendole una dopo l'altra (il risultato è davvero gradevole).

Torno nella hall e mentre vedo un paio di signori chiacchierare tra loro sento un feroce ruggito (un leone) provenire dalla porta d'ingresso dell'hotel. Uno dei due uomini gli apre facendolo entrare. Cerco di restare calma (ripetendomi che è solo un sogno) mentre l'animale avanza verso di me. Si ferma e mi ruggisce praticamente in faccia. Riesco ad ammirarne i dettagli per pochi secondi ma inevitabilmente sento anche crescere il timore di essere così vicina a quell'animale feroce (non riesco a resistere oltre a quella tensione). Mi sveglio.
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 09/04/2020, 13:31

07/01/2020
> lucido > prelucido > lungo

♦ IL BORGHETTO ANTICO ♦
[Wild]

Vedo una sauna con una luce arancione piuttosto soffusa. Sento di dover entrare in quell'ambiente (perchè il caldo intenso e quella luce mi avrebbero aiutata a concentrarmi) per poter riuscire a raggiungere il sogno lucido. Entro, mi concentro e già dopo pochissimi secondi mi ritrovo in sogno.

Sono nella piazza di un borghetto antico e l'ambiente è affollato di gente vestita di tanti colori sgargianti. Cammino tra quella folla risalendo la strada fino a raggiungere una viuzza molto pittoresca piena zeppa di coloratissimi fiori in vaso (vorrei trasformarmi in una farfalla...). Mi avvicino a tutti quei fiori, mi volto e mi lascio cadere all'indietro sperando che avvengo la trasformazione ma mi ritrovo, invece, semplicemente stesa per terra (ride del mio flop e lascio perdere). Mi rialzo, osservo gli edifici che ho attorno e mi arrampico agilmente su di essi. Raggiungo i tetti, ammiro tutta la zona sottostante e noto un parco con degli alberi (non è lontano, potrei raggiungerlo).

Plano e atterro sull'erba al centro di quella zona verde. Anche qua inizio ad arrampicarmi: scalo un grande albero aiutandomi con i rami e delle funi pendenti. Un gruppo di ragazzi su una piattaforma fluttuante afferra una fune e mi allunga l'albero sotto alle mani (per rendermi più difficile l'impresa). Sento una delle ragazze ridere e gridarmi <<Più è alto...più è divertente! Forza!>>
Sorrido (la prendo come una sfida), mi concentro e continuo a salire. Purtroppo l'ultimo tratto non ha nessun appiglio, rifletto un attimo e poi spicco semplicemente un salto con tutte le forze che ho atterrando sulla punta dell'abete. Guardo compiaciuta il gruppo di ragazzi (rimasti a bocca aperta) e li scimmiotto con la loro stessa frase "più è alto...più è divertente" per poi scoppiare a ridere.

Mi volto soddisfatta verso il centro urbano e plano verso casa ritrovandomi direttamente in salotto. Ballo e saltello allegra (in un improvviso impeto di pura frivolezza). Rifletto sul fatto che forse sto sprecando tempo...ma sento che quel momento di leggerezza mi fa stare bene (e mi impongo di non portare anche in sogno le preoccupazioni del mondo reale).
Guardo fuori dalla finestra e noto uno scenario affascinante (voglio raggiungerlo). Per il momento esco solo sul balcone e ammiro l'abbondante neve sparsa qua e là per tutto il quartiere in quella splendida notte. Mi accorgo di non essere vestita adeguatamente (percepisco freddo). Rientro, chiudo gli occhi, mi figuro con un abbigliamento invernale e quando li riapro sono pronta per affrontare la neve.
Tuttavia arriva improvvisamente mia mamma a distrarmi con futili chiacchiere. Purtroppo non riesco ad evitarla (cerco almeno di lasciare la conversazione in modo delicato) ma quando riguardo fuori dalla finestra la neve è sparita. Sospiro e mi sveglio.
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 09/04/2020, 14:29

10/01/2020
> lucido > lungo

♦ AGENTI SPECIALI ♦
[Dild]

Sono un agente speciale in missione con la mia squadra. Entriamo in una stanza e mentre attendiamo che ci raggiunga il nostro contatto percepisco di essere in un sogno (non ho bisogno di fare alcun test).
Arriva la nostra spia/contatto e scopriamo essere un anfibio umanoide ben vestito (un perfetto rappresentante della sua razza). Purtroppo solo un agente conosce la sua lingua e inizia a interloquire con quella creatura mentre noi altri restiamo in attesa. La discussione sembra protrarsi troppo e iniziamo a preoccuparci. Ho un'idea (vorrei provare ad entrare nel corpo dell'agente), la comunico al mio superiore e ho subito il suo consenso.
Mi concentro e sento la mia essenza fluttuare dentro le membra del mio collega. Ora riesco a vedere con i suoi occhi (come attraverso una boccia di vetro) e a sentire con le sue orecchie capendo tutta la discussione in atto. Quando mi ritraggo rientrando nel mio corpo vedo l'agente davanti a me barcollare frastornato (sicuramente l'esperienza l'avrà destabilizzato). Mi volto per comunicare le informazioni ottenute al nostro capo ma l'euforia per l'impresa che ho appena compiuto è troppo elevata e mi fa svegliare.


[Deild] Rientro in sogno, sono lo stesso agente speciale di prima (vestita nello stesso modo) ma la missione è terminata. Sono assieme al mio fidanzato C. (anche lui agente speciale) e stiamo uscendo dalla nostra base operativa per approfittare di una giornata di ferie.
Mi guardo la mano (test di realtà) e divento lucida notando il mio indice bizzarramente corto. Faccio il gesto della pistola a C. per condividere con lui quella mia deformità onirica e scoppiamo entrambi a ridere (sono così felice di "condividere con lui" un sogno lucido...).
Vedo qualcosa volare all'orizzonte, è un pellicano. Mi sbraccio per cercare di attirare la sua attenzione ma sembra non vedermi. Allora prendo C. per mano e lo trascino verso il tetto della nostra base (facendomi aiutare anche da lui a richiamare quella creatura). Purtroppo l'animale continua a non vederci proseguendo il suo volo verso la spiaggia (ma non mi do per vinta). Prendo nuovamente per mano C. e lo trascino con me in una corsa a perdifiato attraverso le vie della città mentre gli racconto che desidererei provare a cavalcare quell'esemplare.


Raggiungiamo la spiaggia e troviamo solo 3 bambine vestite di stracci bianchi con finte ali da pellicano sulla schiena (rimango spiazzata da quella scena curiosa). Una delle bimbe si avvicina e ci comunica il costo di un volo su di loro. Chiedo se è possibile volare su un vero pellicano e lei annuisce comunicandomi che c'è una sola partenza alle 12:30. Accetto subito (senza guardare l'ora). C. mi fa notare che è mattino presto e mi domanda come ci passeremo tutto quel tempo di attesa. Gli faccio un sorrisetto furbo (ho un'idea) <<Conosco dei trucchetti...>>
Guardo e riguardo il mio orologio finchè non leggo un orario (le 12.00) il più vicino possibile a quello della partenza. Rido per quell'escamotage e poi propongo a C. di approfittare di quella mezz'ora restante per visitare una grotta storica dentro al Monte (poco distante).

Saliamo lungo un sentiero, entriamo nella grotta e passiamo attraverso una roccia illuminata da dei faretti e adornata da didascalie (che ne narrano la storia). Raggiungiamo la vetta e ci fermiamo nel piccolo spazio panoramico circondato da una ringhiera. Ammiriamo il paesaggio da quell'incredibile altezza (e mi ricordo di rifare un test di realtà per consolidare il sogno). Vedo un'altra vetta alle nostra spalle, mi viene un'idea e decido di fare una sorpresa a C. (trasformandogliela in una conchiglia). Mentre lui si sta voltando io mi concentro e riesco a modificare la forma di quella vetta in un gruppo di gusci di capesante. C. resta sbalordito.
Gli propongo di andare a vedere quell'opera scultorea più da vicino ma lui mi fa notare che non abbiamo tempo per scalare un'altra montagna (...ingenuo). Sorrido maliziosa e gli confesso che era mia intenzione "volare" fin là. Vedo il terrore sul suo volto. Scoppio a ridere (per quella sua reazione così prevedibile), gli afferro velocemente la mano e prendo la rincorsa portandolo con me. Ci gettiamo nel vuoto e sento il mio corpo trasformarsi in quello di un pettirosso mentre perdo la presa di C. (ma non sono preoccupata, so che ce la farà).

Raggiungo l'altra vetta tornando umana e mi volto a guardare come se la sta cavando C. (sta solo planando ma è più che sufficiente). Mi raggiunge con un enorme sorriso stampato in faccia (esaltato per quell'esperienza incredibile). Sono così fiera di lui...
Improvvisamente vediamo di nuovo il pellicano di prima volare verso la spiaggia. Capisco che abbiamo poco tempo (non possiamo ritardare). Comunico a C. che l'unico modo per raggiungere la zona di atterraggio in tempo è quello di volare fin là. Vedo il terrore tornare sul suo viso e non posso che scoppiare a ridere di nuovo (deja vu?). Ancora una volta lo prendo per mano e lo trascino in volo con me. Mi sveglio.
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 12/04/2020, 14:37

13/01/2020
> lucido

♦ ESPLORAZIONE DEL PROPRIO CORPO ♦
[Wild]

E' una bella giornata di sole e mi ritrovo a fluttuare sfrecciando attraverso le strade di una gigantesca città. Al momento sono solo un'essenza (non ho un corpo) e mi sto lasciando trasportare qua e là dal sogno stesso. Mi sento rallentare davanti ad un grande palazzo al centro della città, non mi piace molto (la zona è troppa cementificata, mi da sensazioni negative) e riprendo automaticamente a fluttuare veloce sopra altri edifici.
Vengo sospinta in una zona della città in cui il cielo è molto grigio. Anche qua inizio a rallentare ma, essendoci un'atmosfera troppo cupa per miei gusti, riprendo subito a fluttuare (il sogno sembra assecondare le mie preferenze scartando le zone proposte che non mi sono affini).
Mi viene fatta raggiungere un'altra zona ancora della città, questa volta ricca di vegetazione (ho una sensazione positiva). Qua vengo letteralmente lanciata direttamente dentro ad una finestra di un palazzo (qualche istante di black world...).

Quando apro gli occhi mi ritrovo in camera mia e percepisco di aver finalmente un corpo. Abbasso lo sguardo e mi osservo le gambe con particolare attenzione (è la prima volta che guardo il mio intero corpo onirico) vedendole in modo molto nitido. Mi passo le mani sulle gambe per sentirne la consistenza e ne resto meravigliata per la somiglianza così elevata con la realtà.
Mi do una veloce occhiata attorno e vedo la mia cagnolina P. nella sua cesta, mi avvicino e le regalo una veloce carezza.
Torno subito a concentrarmi sul mio corpo provando a toccarne varie parti (stavolta concentrandomi sulle sensazioni percepite in quelle diverse zone). Scopro di non sentire il tocco della mia mano (come se quelle aree fossero addormentate) ma percepisco comunque la sensazione piacevole che ne provocherebbe. La curiosità e la particolarità di quella discrepanza mi sbalordisce e perdo lucidità per un'istante.

Mi ritrovo improvvisamente sulla soglia di casa mentre i miei genitori mi stanno salutando apprestandosi ad andare al lavoro. Li saluto a mia volta e rientro (per continuare l'esplorazione del mio corpo) ma mi sveglio prima di riuscire anche solo a tornare in camera.
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 17/04/2020, 19:50

14/01/2020
> lucido

♦ VOLO AL CHIARO DI LUNA ♦
[Dild]

Sono per strada, lungo la via di casa mia. E' notte e attorno a me vedo tanta gente intenta a camminare e chiacchierare. Ho la sensazione di trovarmi in un sogno ma c'è troppo caos (non riesco a concentrarmi per fare un test di realtà) e decido di farmi largo tra la folla in cerca di un posto più tranquillo in cui schiarirmi le idee. Raggiungo una zona meno caotica, mi volto verso la luna piena e alzo una mano (per contarmi le dita). Ho la conferma che si tratta di un sogno.

Guardo la strada, sono in una zona con pochissime persone e l'unica cosa che voglio fare è volare via. Faccio qualche passo, una breve rincorsa e spicco il volo trasformandomi in un uccello notturno (non ricordo quale). Non prendo molta quota e mi concentro solo sulla bella sensazione di serenità che provo (percepisco il vento e il mio stesso battito d'ali). Ammiro la luna piena e poi noto sotto di me, in strada, un cavallo a passeggio con il proprio padrone. Li seguo per un po' e mi accorgo che l'animale ha uno strano trotto (sembra la caricatura di se stesso), lo trovo molto simpatico.
Continuo il mio volo, prendo quota, salgo, salgo... Improvvisamente sento una resistenza nell'aria (una forza invisibile), non mi permette di salire ulteriormente. Cerco di oltrepassarla con più decisione ma non ci riesco e mi sveglio.


--------------------------------------------------

14/01/2020
> prelucido

♦ SPINGERE FUORI LA MENTE ♦
[Wild quasi portata a termine] [Prelucido]

Mi trovo a casa dei nonni, sto osservando delle brioches sopra ad un tavolo e noto che sono tantissime. Tuttavia non sono interessata al cibo, voglio solo tentare di entrare in un sogno lucido. Raggiungo il corridoio, cammino lentamente (cercando di percepire qualcosa...) fino a fermarmi davanti ad una mattonella decorata (trovo quel motivo quasi ipnotico).
Mi concentro solo su quell'elemento fino a non vedere nient'altro. Percepisco di dover spingere la mia mente fuori dal corpo per farla entrare dentro quel decoro. Mi concentro ancora di più e inizio a vedere flash di immagini sovrapporsi alla mattonella (mentre esco dal corpo e inizio ad avanzare verso di loro). Sto per entrare dentro ad una delle immagini (e a raggiungere il sogno lucido) ma l'emozione del momento mi fa svegliare.
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 17/04/2020, 20:26

17/01/2020
> lucido > lungo > prelucido

♦ CAIRO VECCHIA ♦
[Wild]

Mi trovo in un'aula scolastica, sento un crescente tepore e decido di appoggiarmi un attimo ad una parete (riconosco quella sonnolenza). Mi lascio scivolare lentamente lungo la parete e all'interno del sogno lucido.
Riapro gli occhi (sono nella stessa scena di prima) e inizialmente decido di lasciarmi muovere dal sogno stesso. Mi ritrovo direttamente a camminare sul marciapiede di fronte all'edificio scolastico guardandomi attorno (sono in una città molto simile a alla parte vecchia del Cairo). Sto camminando velocemente e so che il mio fidanzato C. è rimasto indietro. Decido quindi di prendere il controllo del mio corpo per rallentare e aspettarlo. Lo vedo svoltare l'angolo, allungo la mano verso di lui (per incitarlo a raggiungermi in fretta) e attendo. Quando arriva mi bacia e l'emozione mi fa perdere il controllo sul sogno.
[micro risveglio]

[Deild] Mi ritrovo nell'aula scolastica di prima (in fase ipnagogica). Voglio tornare nel sogno...so come fare. Sento arrivare il solito torpore, mi appoggio alla parete come prima e di nuovo mi lascio scivolare nel sonno.
Mi svegliano delle voci, vedo persone che conosco passarmi davanti e camminare per l'aula (ed io percepisco di essere tornata in sogno). Mi muovo attraverso quella stanza e sembra che nessuno mi veda. Sfioro i capelli di una signora, lei si volta di scatto ma non si accorge della mia presenza e continua a camminare verso la porta. La seguo, usciamo e mi fermo in cima alle scale ad osservare il panorama (è proprio la stessa città di prima).

Cerco C. con lo sguardo ma non lo vedo da nessuna parte. Decido allora di volare via trasformandomi in un'aquila e sorvolando l'intera città (senza una meta precisa). Volo a lungo godendomi quell'esperienza fino a quando il giorno non inizia a lasciare il posto alla sera.
Improvvisamente un edificio attira la mia attenzione (è molto più luminoso e colorato di tutti gli altri) e sento una bellissima musica jazz provenire dal suo interno. Atterro davanti all'ingresso ritrasformandomi in umana con una capriola, barcollo un po' ma riesco nel mio virtuosismo (piccole soddisfazioni). Entro nell'edificio mentre la visuale si allontana e si spegne lentamente. Mi sveglio.
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

Re: Oniromondo Lucido di DreamOwl

Messaggioda DreamOwl » 23/04/2020, 11:00

18/01/2020
> lucido > prelucido

= CAVALCATA IN UN BOSCHETTO =
[Wild]

Sto camminando in una stanza che non ho mai visto e mi sento molto assonnata. Ho la consapevolezza che se riesco ad addormentarmi entrerò in un sogno lucido (mi domando se per caso non stia già sognando). Provo ad alzare una mano ma non ci riesco e noto che tutto mi appare estremamente annebbiato. Provo comunque a contarmi le dita ma fatico moltissimo a metterle a fuoco (sembrano 7 ma non ne sono sicura) perchè sono troppo intorpidita. Mi sveglio

[Deild] Sento degli strani rumori (so che non sono reali) e cerco di mantenere la giusta concentrazione ma non ci riesco. Mi sveglio
[Deild] Ancora una volta ho delle forti allucinazioni uditive, cerco di concentrarmi di più (sforzandomi di dimenticare tutti gli altri sensi) ma di nuovo non ci riesco e mi risveglio.

[Deild] Questa volta mi ritrovo già in sogno (e lucida). Resto piuttosto perplessa nel trovarmi di fronte ad un carrarmato. Noto che il cannone sta lentamente ruotando verso di me e d'istinto alzo le mani per cambiargli direzione (con la forza di volontà). Una volta riposizionato in avanti decido di salirci a cavalcioni e farmi portare in giro per il boschetto da quel veicolo.
Il sentiero è sconnesso e il lento movimento ondulatorio del carrarmato mi ricorda l'andatura di un cavallo (e mi sento di nuovo assonnata). In quel momento desidero trovarmi su un cavallo invece che su quel mezzo e così avviene (ma perdo subito altra lucidità). Ora la vista è addirittura troppo annebbiata per essere davvero certa di trovarmi su un cavallo. Avanzo cercando solo di godermi il resto di quella tranquilla passeggiata e notando un piccolo dirupo con un fiumiciattolo alla mia sinistra. Mi sveglio.


[Deild] Rientro in sogno e mi trovo davanti alla porta di un edificio situato proprio a fianco di un fiumiciattolo (lo stesso di prima). Entro e trovo dei ragazzi intenti a chiacchierare tra loro. Arriva all'improvviso un uomo arrabbiato che pretende da loro la costruzione di qualcosa (ma non so cosa). Penso che potrei essere d'aiuto a quei ragazzi sfruttando i "trucchetti" da sogno che conosco. Chiedo all'uomo cosa vuole che gli crei proponendomi come costruttrice esperta.
Lui è un po' scettico <<E tu chi saresti?>>
Io lo sprono solamente a mettermi alla prova e finalmente mi informa di volere un Bumblebee (mi sembra una richiesta stravagante...). Gli sorrido già certa della riuscita del mio piano e non faccio altro che immaginarmi un Bumblebee appena oltre la porta d'ingresso. Mi avvicino, la apro e scopro di esserci riuscita davvero. Faccio appena in tempo a notare la faccia stupefatta dell'uomo (non posso che ridere) e mi sveglio.
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 33 volte
'Mi piace' ricevuti:: 65 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


cron