Indice Conversazioni L'angolo del Filosofo > La rubrica dei pensieri liberi e indipendenti

Speculazioni, ipotesi, pensieri liberi, riflessioni e ragionamenti.

Re: Come restare coscienti durante tutta la giornata?

Messaggioda LuKe94 » 15/08/2022, 4:21

Concediti anche dei momenti in cui puoi staccare del tutto l'attenzione sulla realtà. Se esci con gli amici per esempio non serve che ti imponi tutto il tempo questa consapevolezza. Piuttosto in quelle occasioni poniti l'obbiettivo di fare test di realtà solo quando ti viene in mente o quando vedi cose strane.
Get chance and luck!
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 723
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 135 volte
'Mi piace' ricevuti:: 138 volte

Re: Come restare coscienti durante tutta la giornata?

Messaggioda NeuroEngineer » 15/08/2022, 11:40

Condivido al 100% tutti i consigli che @Arwen e @LuKe94 ti hanno dato.

Ciò che però io ti suggerisco @Peppeees è un approccio completamente diverso (che almeno per me ha significato una svolta): la vera ADA, a mio parere, non consiste nel focalizzarsi sull’ambiente che ti circonda per un breve lasso di tempo diventando “maniaco” dei dettagli che percepisci (suoni, immagini, rumori, movimenti, ecc). Altrimenti è normale che ben presto sti stancherai e la testa avrà bisogno di distrazione (infatti in questo caso non è colpa tua che ti distrai e te ne dimentichi, è semplicemente il tuo cervello che DEVE farlo).

In verità, la vera ADA non è focus, bensì CONCENTRAZIONE, che letteralmente significa “filtrare fuori”. Non devi porre l’attenzione su qualcosa in particolare mettendoci tutte le tue energie e fregandotene del resto, perché al minimo del “trambusto” (come un amico che ti parla) perderai la medesima attenzione.

Devi quindi FILTRARE FUORI tutto ciò che non è lo stimolo che in quel momento ti ha attirato e analizzare/goderti nel presente lo stimolo che percepisci nel mentre che ti arriva.
Esempio così capisci che intendo:

Alcune volte mi ricordo anche di guardarmi intorno ecc..., però se sono impegnato a fare qualcosa in quel momento, è sufficente una minima distrazione perchè io mi scordi totalmente di quello che stavo facendo. Se per esempio mi trovo all'aperto e qualcuno mi parla per 2 minuti,io scordo di dover pensare maggioramente a quello che mi circonda.


Qui è l’errore. La vera ADA, diversamente da come viene definita comunemente, consiste nel FILTRARE FUORI tutto il resto e diventare consapevoli di una cosa alla volta, un evento alla volta, mentre quello stesso evento ci accade. E tutto ciò che NON ha nulla a che fare con quell’evento, devi allenarti a non considerarlo, a filtrarlo fuori. Ciò su cui devi davvero concentrarti e diventare consapevole, analizzandone ogni dettaglio, è l’attività principale in cui sei coinvolto. Nel tuo esempio, l’attività principale è “qualcuno mi sta parlando”. Nom devi ignorare LUI per pensare al resto, ma devi VIVERE CONSAPEVOLMENTE quella chiacchierata ignorando al contrario tutto ciò che ti sta attorno.

Sii consapevole del suono che emette quella persona, del tono della voce, dell’espressione facciale, della camminata, di come gesticola, del senso della frase, del suo sguardo, della tua distanza da quella persona, di come è vestita….e quando arriverà il tuo momento di rispondere, fai attenzione a che parole usi, sii consapevole del movimento del tuo corpo e di dove stai puntando lo sguardo, delle corde vocali in vibrazione, del tono della tua voce…all’inizio ti farà sentire strano agire troppo consapevolmente (infatti non devi farlo sempre, alcune azioni è meglio svolgere in modalità “automatico” senza pensarci, come guidare o correre), ma poi ci prenderai la mano e ti accorgerai di quante cose ti perdevi.
Quando mangi, osserva bene il piatto di pasta, percepiscine odore, sapore e calore, osservane i colori, sii consapevole di star mangiando.
Quando bevi, goditi il fatto di star bevendo. Quando dormi, goditi il fatto di star dormendo. E così via.

E all’ambiente circostante nella sua completezza, quando ci penso? Ha senso divenire consapevole contemporaneamente di tutto ciò che mi accade e mi circonda, assorbendo come una spugna tutti i dettagli e non filtrando fuori nulla? Si, ha senso. Ma questa è un’altra tecnica che diventa produttiva solo se accostata all’ADA fatta nel modo che ti ho esposto. Tale tecnica è considerabile una Mindfulness e quella sì che va fatta pochi minuti (dopo un po’ stanca) ogni tanto, ma solo quando sai di non avere distrazioni, quando sai che hai tutto il tempo a disposizione per ragionare senza disturbi.

La mindfulness di questo tipo è come, metaforicamente, guardare un panorama immenso dall’alto di una montagna: ci credo che se ti passa davanti qualcuno e accanto hai dei turisti rompipalle non ti godi più il belvedere, ci mancherebbe! Devi farlo quando sei solo e soprattutto quando ne senti la voglia e il bisogno.

Invece l’ADA equivale a farsi un’esplorazione immersi in un bosco, concentrandosi su una cosa alla volta: prima il fruscio delle foglie, poi le cicale, poi il rumore dei tuoi passi sulla ghiaia, poi i raggi di sole, ecc.

Sono due cose totalmente diverse: una dura per poco e abbraccia tutto dall’alto in modo onnicomprensivo e consapevole (mindfulness, meditazione o qualunque nome tu voglia darle), l’altra dura per tanto si immerge nel piccolo cogliendone consapevolmente un dettaglio alla volta (ADA).

E quella più utile è sicuramente l’ADA, l’altra è solo una cornice in più. Ma se non sei prima consapevole di ogni piccola cosa nel momento esatto in cui la vedi, come puoi essere consapevole di TUTTO QUANTO CONTEMPORANEAMENTE nel suo insieme?

Quindi questa ADA deve diventare un modo di fare, che oltre a fare sogni lucidi di aiuterà anche nella vita di tutti i giorni. Un “lifestyle” continuo e permanente, più che una tecnica buttata lì e relegata a 10 min del tuo tempo.

Fammi sapere cosa ne pensi, io ti ho dato solo un parere che quando ho imparato io anni fa mi ha cambiato completamente la vita e il modo di fare onironautica. Poi sarai tu, liberamente, a decidere se accogliere questo consiglio oppure no. Non devi sentirlo come un obbligo o una terapia, ma l’ADA va goduta come se non avesse uno scopo. Altrimenti non sei consapevole di nulla e stai sempre lì a pensare: “Ok, quindi adesso avrò sogni lucidi?”

Non è una critica eh, solo un giudizio consigliere :angel:
La Realtà gioca a scacchi con la nostra mente: alla coscienza non resta che capire come dare scacco matto.
Avatar utente
NeuroEngineer
Autore Sognopedia
 
Messaggi: 908
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Località: Pianeta Terra
Ha  fatto 'Mi piace': 255 volte
'Mi piace' ricevuti:: 283 volte

Re: Come restare coscienti durante tutta la giornata?

Messaggioda Peppeees » 15/08/2022, 12:41

@NeuroEngineer inizio ringraziandoti per il lungo messaggio (tra l'altro scritto molto bene) e per la pazienza, ma ti volevo chiedere una cosa. Noto spesso che quando rispondi ai miei messaggi, dici spesso di fare le tecniche in modo naturale, viverle sul momento e non farle in modo macchinoso ma crederci davvero, e hai applicato questa tua "filosofia" anche in questo caso. Però io purtroppo ho bisogno di alcune regole quando faccio qualcosa (in particolare le tecniche) sennò penso di starla facendo male e mi intrippo con cose inutili. Quindi anche se mi hai consigliato di farla nel modo più naturale possibile, secondo te a quante situazioni della giornata va applicata la tecnica, cioè mi spiego meglio. Se esco con un mio amico, per 5 ore per esempio,non posso ovviamente stare a praticare l'ada per tutto il tempo, oppure se sono a casa e guardo un film di 3 ore, anche in questo caso per quanto devo "farla"? Poi come ho scritto nei vecchi post il mio problema è che non riesco a concentrarmi molto sul momento,infatti nell'altro post avevo fatto un esempio. Io sono abbastanza appassionato di videogiochi,quindi mi ritrovo spesso a giocare alle console. Ogni tanto quando gioco, ho provato a concentrami su quello che stavo facendo in quel momento e non sul resto, per esempio provavo a prestare la mia attenzione sulle voci dei personaggi e in particolar modo sui sottotitoli, sentivo le sensazioni del controller sulla mia mano, quali muscoli erano in tensione in quel momento, cosa mi suscitava giocare,insomma un po tutto quello che riguardava quel contesto, però il problema è sempre lo stesso, è come se ad un certo punto il mio cervello si scordi di tutto, cioè basta una minima missione in cui ho bisogno di concentrarmi un attimo di più che il tutto svanisce. Scusa per le varie domande, spero tu mi risponda.
Ps: mi stupisco sempre di più di non trovare una tecnica che non mi faccia uscire pazzo ahahaha, in un modo o nell'altro mi trovo abbastanza male con tutte (e le ho provate tutte, quindi manco posso cambiare), infatti l'ADA non mi piace come tecnica e l'ho tenuta per ultima di proposito, ma io che ci posso fare se tutte le tecniche mi creano problemi enormi : WallBash :
Peppeees
 
Messaggi: 64
Iscritto il: 14/06/2022, 16:31
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 3 volte

Re: Come restare coscienti durante tutta la giornata?

Messaggioda Saladriel » 15/08/2022, 12:49

Credo che il succo dell'ADA (e ho praticato meditazione per diversi anni) sia quello di "farla" inizialmente ma con l'intento secondario di renderla una componente naturale del tuo vivere la giornata (senza però abbassare il livello di consapevolezza, e qui sta il difficile).
Alla fine diventa un po' come guidare l'auto: all'inizio è tutta tecnica e difficoltà, poi mano a mano che pratichi diventa "istintivo", ma con la coscienza che devi rimanere attento tutto il tempo, se no succedono incidenti
"E' vero che il Templare è forte e coraggioso perchè combatte i Demoni del Caos e degli Inferi.
Ma ricorda che il Bardo non è da meno, perchè combatte i demoni del Cuore"

I sogni sono il sussurro di un bambino che non sa ancora mentire

This Dreamer was formerly known as ErikBauer
And these were his dream journals:
Lucid Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=10&t=561
Regular Dreams: https://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=11&t=567
Avatar utente
Saladriel
Moderatore
 
Messaggi: 536
Iscritto il: 09/06/2015, 10:14
Località: Fossano (Cn)
Ha  fatto 'Mi piace': 204 volte
'Mi piace' ricevuti:: 153 volte

Re: Come restare coscienti durante tutta la giornata?

Messaggioda Word » 17/08/2022, 11:30

ti consiglio di farti dei solitari psicologici o meglio mentali
ovvero sta cosa mi fa stare bene? Se ti fa bene falla perchè aumenterà le tue prestazioni mentali
però cerca di mantenere una linea coerente
non fare una cosa e dopo fai una cosa opposta
Word
 
Messaggi: 114
Iscritto il: 02/01/2020, 14:20
Ha  fatto 'Mi piace': 1 volta
'Mi piace' ricevuti:: 17 volte

Re: Come restare coscienti durante tutta la giornata?

Messaggioda olrac » 17/08/2022, 18:41

Prendo parola su questo argomento dal momento che uso ADA dal 2014 quasi quotidianamente con buoni risultati.

Se si crede che uno sforzo cosciente fatto nella veglia produce un altrettanto aumento di consapevolezza in un punto del sogno, che può portare alla lucidità, è già un buon punto di partenza. Sapere e sperimentare che in partenza non è possibile essere coscienti per una intera giornata è una consapevolezza maggiore. Esistono momenti di consapevolezza e non giornate. Forse dal punto di vista del sognare, non esiste neanche il tempo limite 'giornata'.

Davvero molto utile nel momento in cui si fa ADA evitare di formulare qualsiasi pensiero logico e cercare solo di sentire la sensazione di essere colui che percepisce il mondo.
La coscienza per sua natura tende sempre a fuggire dal corpo, a proiettarsi fuori, vagare...e invece è utile riportarla dentro il corpo, per produrre una certa energia psichica. Ingabbiare per un certo tempo la coscienza (e l'attenzione) dentro il corpo produce energia che può essere usata per vari scopi, fra cui innescare lucidi.
'IO SONO QUI' è una affermazione interna che consiglio vivamente, è la chiave dell'ADA, secondo la mia esperienza: sentire (e non pensare) di essere il punto dello spazio in cui avviene l'atto della percezione. E già detto così è troppo cerebrale per i miei gusti :)

Restare coscienti durante una parte della giornata e quindi applicare l'ADA, equivale cioè a 'gustare la vita', o alcuni momenti della vita. Prendere piacere ad 'essere vivi', essere consapevoli di avere un corpo, una esistenza, una possibilità di percepire il mondo fisico.
olrac
 
Messaggi: 683
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 846 volte
'Mi piace' ricevuti:: 473 volte

Ho scoperto un metodo per gestire le paralisi

Messaggioda Word » 19/08/2022, 20:09

le paralisi sono dovute a una mancanza di forza magnetica del cuore
la notte il corpo resta addormentateo e il cervello sveglio pechè il cuore non segue il cervello
ho scoperto un metodo tramite l'osservazione
mangiando cose dolci la sera o durante la notte tipo caramelle permette di produrre sonni ristoratori
questo a causa del fatto che il cuore si connette al cervello
iio ho provato per diverse notti
quando ho avuto le paralisi ho sbagliato qualcosa
però per delle notte che non le ho avuti coincideva con il mio mangiare correttamtente cose dolci e concentrarmi in mezzo al petto

il cuore non è una mia trovata
è fondamentale nel riflection intection e nell'ada perchè devi anche percepire il cuore quando pratichi la consapevolezza intensificata
Word
 
Messaggi: 114
Iscritto il: 02/01/2020, 14:20
Ha  fatto 'Mi piace': 1 volta
'Mi piace' ricevuti:: 17 volte

Re: Ho scoperto un metodo per gestire le paralisi

Messaggioda Anakin » 19/08/2022, 20:27

Onestamente non credo che mangiare caramelle la notte sia determinante per le paralisi ... magari sono un placebo se sei convinto che servano, ma io proverei con qualcosa di più salutare.
Io le avevo quasi ogni notte, hai provato a usare le paralisi a tuo favore?
Avatar utente
Anakin
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 28/03/2022, 15:16
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 37 volte

Re: Ho scoperto un metodo per gestire le paralisi

Messaggioda Word » 19/08/2022, 21:11

Anakin ha scritto:Onestamente non credo che mangiare caramelle la notte sia determinante per le paralisi ... magari sono un placebo se sei convinto che servano, ma io proverei con qualcosa di più salutare.
Io le avevo quasi ogni notte, hai provato a usare le paralisi a tuo favore?

innanzitutto anche se sia un placebo non fa differenza
però ti dico una cosa
per gestire le paralisi devi essere un ricercatore serio e puro
non sono cose da baracche e baracchelle
Word
 
Messaggi: 114
Iscritto il: 02/01/2020, 14:20
Ha  fatto 'Mi piace': 1 volta
'Mi piace' ricevuti:: 17 volte

Re: Ho scoperto un metodo per gestire le paralisi

Messaggioda Word » 19/08/2022, 21:24

comunque quando le ho provo a sfruttarle provando obe o sogni lucidi ma niente
rimango intrappolato nel sogno e niente
allora visto che nel mondo dei sogni tutto è possibile usando l'approccio di castaneda sto provando a vedere che succede
ho letto che la paralisi è il punto di coscienza che si rende immobile
Word
 
Messaggi: 114
Iscritto il: 02/01/2020, 14:20
Ha  fatto 'Mi piace': 1 volta
'Mi piace' ricevuti:: 17 volte

PrecedenteProssimo

Torna a L'angolo del Filosofo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


cron