Indice I Sogni Lucidi Controllo avanzato > Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Ok, ora sognate lucido... ma il vostro è un Sogno Lucido Totalmente Controllato (SLTC)? Valutiamo ciò che riusciamo e non riusciamo a fare, modificare, creare. Come superare i limiti e aumentare le nostre capacità. Volete proporre qualche idea o esperimento? Parliamone qui.

Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda LCyberspazio » 22/09/2015, 22:21

Salve a tutti,
stamane Searig mi chiedeva di postare il mio sistema di incubazione del sogno, così da poter eventualmente essere
d'aiuto a eventuali orionauti "programmatori".

Prima di tutto vorrei dire che comunque mi sembra di capire che io adotto soluzioni abbastanza standard ma comunque a livello di programmazione onirica qualche risultato lo hanno dato.

Il sistema usa una combinazione di:
- mantra archetipico
- meditazione da rilassamento
- stimolazione audiovisiva
- scrittura corsiva del copione del sogno

Dato che a me piace molto l'ambiente naturale vi pongo l'esempio di una notte che voglio sognare il bosco.

* Mantra archetipico
Durante la giornata, di tanto in tanto, ripeto un mantra come ad esempio: "cammino in un verde bosco sotto la pioggia", oppure di livello ancor più basso "il verde bosco sotto la pioggia" o, se necessario, sempre più in basso "il verde sotto la pioggia".
Ovviamente va da se che "cammino in un verde bosco sotto la pioggia" è molto più preciso di "il verde sotto la pioggia", tuttavia è una frase complessa che magari fa meno effetto di concentrare il pensiero sul colore verde e sulla pioggia, anche se questi due elementi potrebbero generare cose molto diverse da un bosco. Verde è il colore di molte cose, tuttavia il nostro incoscio dovrebbe associare facilmente al verde un ambiente naturale.

Il mantra va ripetuto anche e soprattutto durante la fase di addormentamento.
Una cosa è cruciale nel mio pensiero: il mantra, se forzato ad ottenere uno scopo, causa stress... e lo stress e la tensione è quella cosa che, di solito, fa a cazzotti con un sonno piacevole. Se io ripeto una frase fino allo sfinimento cercando di mettermela di forza nel cervello, ho il sospetto che nel momento del sonno è più probabile che tale stress venga rimosso.
Quindi eseguire il mantra con naturalezza: se mi va di dire la frase la dico, se mi va di dirla 10 volte la dico 10 volte ma se mi stanco evito.

* Meditazione da rilassamento
Per questo motivo, al mantra unisco sempre una meditazione da rilassamento, come ad esempio il training autogeno (o la tecnica che preferite).
Il training autogeno alla fine è una specie di WILD senza entrare nei sogni. Induci il rilassamento nel tuo corpo con il respiro sino a sentirlo pesante e immobile (la paralisi nel training autogeno è molto controllabile).
A questo proposito, quando si applica il T.A., si esce dalla pseudo-paralisi molto dolcemente, si riacquista pian piano coscienza e si cominciano a muovere gli arti periferici in una specie di lenta ginnastica. Questo potrebbe servire magari anche agli onironauti che vogliono risolvere una paralisi del sonno.


* Stimolazione audiovisiva
Un'oretta prima di dormire, mi concedo la visione di un media inerente al sogno che desidero intraprendere.
Nel mio caso una cosa del genere:
https://www.youtube.com/watch?v=00pu8ufecus
o ancora più semplice e "archetipico"
https://www.youtube.com/watch?v=EDir9-UoPjo
https://www.youtube.com/watch?v=baiR5UpjEKI

Ovviamente non ci sto un'ora, tuttavia a volte posso metterlo solo in audio e ascoltarlo durante il pomeriggio.
Va da se che se volete spiattellare zombie, potete di conseguenza giocare magari a DooM, per fare un esempio.

* Scrittura corsiva del copione del sogno
Se possibile, in un momento libero della giornata, scrivo su un foglio cosa vorrei fare nel sogno rigorosamente usando la scrittura corsiva.
Il corsivo, infatti, sia in scrittura che in lettura fa lavorare il cervello in maniera diversa dallo stampatello e dalla digitazione su computer e aiuta l'immedesimazione e la concentrazione in maniera eccezionale.
Questo metodo l'ho applicato infatti nel mio sistema di rilassamento (non rimetto il link dell'ebook kindle sempre per non fare pubblicità esagerata, eventualmente potete mandarmi un PM se interessati).
Il sistema di rilassamento propone una specie di sogno da svegli e funziona ovviamente in lettura ma vi posso assicurare che riscrivere il testo in corsivo è ancor più potente. Se trasliamo questo concetto dal "rilassamento" al "sogno" sono sicuro che avrà comunque effetto.
Non parlo quindi di scrivere un mantra 30 volte e metterlo sotto il cuscino ma un vero e proprio sogno da svegli. :)

Vi faccio un esempio postando un pezzetto dell'ebook (senza esagerare perché sennò amazon mi caccia :D )
Ogni volta che trovate una riga vuota dovete chiudere gli occhi ed immaginare quanto scritto facendo un respiro lento e naturale.

Spoiler:
LUOGO: bosco di faggi
TEMPO: giorno
STAGIONE: primavera
METEO: pioggia

Ti trovi in un bosco di faggi, al limitare di una radura.
Sei seduto comodamente sotto un telo teso tra due alberi. Accanto a te, un piccolo fuochrello arde e scoppietta.

La primavera è quasi giunta al termine e, la vegetazione rigogliosa, crea un tetto sopra la tue testa.
La radura è invece illuminata dal sole e, più in là, si estende ancora il bosco fitto. Il prato, pieno di fiori gialli, è scosso da una leggera brezza e nell'aria vola il polline del pioppo.

Tutto intorno a te puoi udire il frusciare delle foglie mosse del vento sottile.
Ti distendi su un fianco e sei sempre più rilassato. Il respiro profondo è sempre più simile all'ondeggiare delle chiome.

Un picchio, lontano da qualche parte, comincia a martellare su un tronco e le eco del tamburellare giungono fino a te, come il suono primordiale della musica dei boschi.
Tutto intorno a te è tranquillo e amico.

Pian piano la luce si attenua ed un fresco venticello giunge sul tuo viso, portando con se l'odore fresco dei tronchi di faggio, l'odore dolce dei fiori e quello terrigno dei funghi.

Porti lo sguardo sulla radura e vedi il morbido disegno dell'ombra, proiettata da una nuvola, percorrere il prato.

Cade una goccia. Ti sembra di riuscire a vederla mentre colpisce e piega un filo di erba.

Il ticchettio aumenta, comincia a piovere. Ti chiudi nel bavero della giacca a vento.

La pioggia cade, il tamburellare delle gocce sulle foglie è ritmico e rilassante.
Le fitte chiome non si lasciano attraversare dall'acqua e resti protetto ai loro piedi.

Arriva da lontano il lungo e cupo rombo di un tuono, che si unisce allo scrosciare della pioggia.
Sei tranquillo e rilassato nel tuo bivacco. Nulla può accadere e gli elementi ti cullano come in un grembo materno.

... e poi continua


Ovviamente, il tutto è strutturato per darti un senso di relax e sicurezza... voi potete invece creare direttamente la trama propria del sogno.
L'importante è scrivere e contemporaneamente immaginare ardentemente.

"Mi trovo dinanzi un palazzo alto, nello stile della New York di inizio novecento.

Dietro di me, due polizziotti mi vengono incontro mentre fanno rotolare il manganello. Sul loro volto si designa un ghigno che mi fa capire che non hanno buone intenzioni.

Accelerano il passo, corro davanti la porta del palazzo. Provo ad aprire la porta ma è bloccata dalla ruggine.
I due mi sono quasi addosso, decido allora di spiccare un salto per arrivare sul tetto del palazzo"
: CoolGun :

e così via... insomma descrivere in maniera precisa e lunga il sogno... tutt'altro che l'archetipo del mantra che in quest'ultimo caso potrebbe essere "sento odore di ferro e il fumo che esce dai tombini".

____________________________________________________

Insomma vi ho sparato il megapippone :D
Con questo metodo sono riuscito a costruire diverse volte un sogno... ovviamente parlo di sogni normali e due volte anche sogni particolarmente senzienti senza però essere lucidi. Cosa che ho scoperto di recente.

Saluti e buoni sogni
Giovanni
Ultima modifica di LCyberspazio il 24/09/2015, 18:32, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
LCyberspazio
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 21/09/2015, 12:09
Ha  fatto 'Mi piace': 47 volte
'Mi piace' ricevuti:: 61 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda LCyberspazio » 24/09/2015, 16:16

Piccola aggiunta sulla scrittura corsiva: quando scriviamo un elemento importante del nostro sogno, quanto scriviamo è personale (ovvero è funzionale a noi stessi, a meno che non vogliamo farne un libro o pubblicare la cosa). Quindi evitiamo i punti in cui "non troviamo le parole" oppure "cerchiamo un filo logico", in quanto si tratta di un allenamento per mettere nella mente il concetto di un certo sogno.
Quindi prediligiamo la scrittura morbida e continua, anche commettendo qualche incoerenza o eseguendo dei salti. Praticamente dobbiamo rimuovere dei blocchi di buon senso e scrivere in maniera scorrevole con il solo vincolo di mantenere coerenza con il concetto di sogno che intendiamo intraprendere :) : PirateCap : : Cowboy : : CoolGun :
Avatar utente
LCyberspazio
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 21/09/2015, 12:09
Ha  fatto 'Mi piace': 47 volte
'Mi piace' ricevuti:: 61 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda Searig » 24/09/2015, 17:45

Sembra il flusso di coscienza di Joyce :)

Ps anche se non sono un grande cultore dell'incubazione, volevo chiederti comunque una cosa, per curiosità: ma quando si scrive, tanto nel tuo metodo quanto nel metodo tradizionale del bigliettino da mettere sotto il cuscino o anche nel metodo già discusso sul forum di scrivere i mantra invece di ripeterli a mente, poi, tutto questo materiale una volta utilizzato va buttato? Perchè:

1 c'è gente che si riempie interi quaderni di "Sto sognando" e simili :shock:
2 forse il riutilizzo di uno scritto che ha già funzionato non è comunque così potente come suggestione che magari il riscriverlo di nuovo...

Pps:
non vedo le immagini che hai postato... Gli altri le vedono?
Searig
 
Messaggi: 2784
Iscritto il: 16/06/2015, 16:39
Ha  fatto 'Mi piace': 271 volte
'Mi piace' ricevuti:: 400 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda fcm19 » 24/09/2015, 18:01

Searig ha scritto:Pps:
non vedo le immagini che hai postato... Gli altri le vedono?
Nemmeno io vedo nulla, ci sono solo dei riquadri bianchi. Forse è un problema di flash player.

Comunque mi sembra un metodo molto interessante, poi me lo studierò meglio con calma.
Avatar utente
fcm19
 
Messaggi: 2226
Iscritto il: 30/07/2015, 11:38
Ha  fatto 'Mi piace': 294 volte
'Mi piace' ricevuti:: 429 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda LCyberspazio » 24/09/2015, 18:34

Scusate, ho provato ad usare i tag youtube e youtube2 ma evidentemente c'era un problema. Ora ci sono gli url direttamente :)

Poi leggo con più attenzione le vostre risposte e risponderò di conseguenza!
A dopo!
Avatar utente
LCyberspazio
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 21/09/2015, 12:09
Ha  fatto 'Mi piace': 47 volte
'Mi piace' ricevuti:: 61 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda fcm19 » 24/09/2015, 22:18

Ciao LCyberspazio :)

Innanzitutto sono rimasto impressionato dalla durata del terzo video che hai linkato: giuro che su youtube non avevo mai visto un video di quasi dodici ore! :o

Scherzi a parte...volevo chiederti due cose:

1) Posso sostituire il training autogeno con un semplice e banale rilassamento progressivo?
Ti chiedo questo perché penso che il TA sia una tecnica meditativa che richiede una certa esperienza (che io non ho), mentre il rilassamento progressivo è alla portata di tutti.

2) La tua tecnica è efficace anche senza la Stimolazione audiovisiva?
Ti faccio questa domanda non perché sono pigro e non ho voglia di guardare i video, ma perché per lavorare su cose come i sogni ho sempre preferito non utilizzare aiuti esterni, tipo messaggi subliminali, apparecchi elettronici, integratori,...
Avatar utente
fcm19
 
Messaggi: 2226
Iscritto il: 30/07/2015, 11:38
Ha  fatto 'Mi piace': 294 volte
'Mi piace' ricevuti:: 429 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda LCyberspazio » 24/09/2015, 22:59

Searig ha scritto:Sembra il flusso di coscienza di Joyce :)

Ps anche se non sono un grande cultore dell'incubazione, volevo chiederti comunque una cosa, per curiosità: ma quando si scrive, tanto nel tuo metodo quanto nel metodo tradizionale del bigliettino da mettere sotto il cuscino o anche nel metodo già discusso sul forum di scrivere i mantra invece di ripeterli a mente, poi, tutto questo materiale una volta utilizzato va buttato? Perchè:

1 c'è gente che si riempie interi quaderni di "Sto sognando" e simili :shock:
2 forse il riutilizzo di uno scritto che ha già funzionato non è comunque così potente come suggestione che magari il riscriverlo di nuovo...

Pps:
non vedo le immagini che hai postato... Gli altri le vedono?


Hummm... Joyce non lo conosco... :)

Allora, io i mantra non li scrivo... quindi non so. Per quanto riguarda il piccolo pezzetto in Spoiler del mio libro, appunto, ho preso quelle riflessioni e ne ho fatto un libro. Leggerle imprime meno il concetto che scriverle ma, attenzione, nella mia ignoranza non la considero una cosa scontata perché:
- magari una persona ha scritto per tutto il giorno e mettersi a scrivere anche i mantra potrebbe essere una ulteriore fatica/stress che, sempre secondo me, è controproducente nella visualizzazione cosciente di uno scenario come nell'incubazione di un sogno.
- leggere è più veloce che scrivere. Magari qualcuno, impegnato nella scrittura, non riesce a concentrarsi propriamente sull'oggetto di cui sta scrivendo. Leggendo invece c'è un filtro in meno da oltrepassare e il concetto arriva direttamente alla mente.
Secondo me una trama ben strutturata di un sogno come di una meditazione per rilassamento è molto utile.
Detto questo, se riesci a scrivere, ho visto che ha un effetto più intenso generalmente. :D
Avatar utente
LCyberspazio
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 21/09/2015, 12:09
Ha  fatto 'Mi piace': 47 volte
'Mi piace' ricevuti:: 61 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda LCyberspazio » 24/09/2015, 23:15

fcm19 ha scritto:Ciao LCyberspazio :)

Innanzitutto sono rimasto impressionato dalla durata del terzo video che hai linkato: giuro che su youtube non avevo mai visto un video di quasi dodici ore! :o

Scherzi a parte...volevo chiederti due cose:

1) Posso sostituire il training autogeno con un semplice e banale rilassamento progressivo?
Ti chiedo questo perché penso che il TA sia una tecnica meditativa che richiede una certa esperienza (che io non ho), mentre il rilassamento progressivo è alla portata di tutti.

2) La tua tecnica è efficace anche senza la Stimolazione audiovisiva?
Ti faccio questa domanda non perché sono pigro e non ho voglia di guardare i video, ma perché per lavorare su cose come i sogni ho sempre preferito non utilizzare aiuti esterni, tipo messaggi subliminali, apparecchi elettronici, integratori,...


I video di 12 ore servono solo per dire a qualcuno che, al massimo, vedi solo un paio di video al giorno da youtube : WohoW : : Razz :

Tornando seri...
Prima di tutto voglio scrivere una cosa in grassetto per sottolinearla perché secondo me è importante ed è anche parte della risposta successiva:
Secondo me non andrebbero mai, MAI, usati toni binaurali (secondo me fanno danni alla salute) come anche messaggi subliminali (che ti altererebbero uno stato mentale senza che ti accorgi di come lo fanno). Secondo me queste e altre cose sono il male se non ci sono veramente ragioni scientifiche per usare tali tecnologie. Davvero MAI usare ste robe.

1) Non te lo so dire perché io fondamentalmente conosco il training autogeno di De Chirico e un po' il mindfullness (che mi sembra molto simile), quindi non so che altri metodi siano approssimabili. L'ho citato perché nel TA si eseguono di base alcuni esercizi, uno di questi è il corpo pesante e il corpo caldo.
Attraverso il rilassamento e la raffigurazione mentale di singole parti del corpo (si comincia prima dal vedere mentalmente l'unghia di un dito, sino a tutta la mano, al braccio al fine di figurare nella mente l'arto completo) e poi il corpo totalmente, si induce un senso di pesantezza ed immobilità del corpo molto simile alla paralisi del sonno. Il corpo diventa paralizzato, pesante e caldo ma, al contrario della paralisi del sonno che odio, questo stato è più facilmente reversibile. Una volta comunque raggiunto il corpo pesante e uno stato di benessere e mente vuota, si comincia a viaggiare con la mente magari in un luogo che ci fa sentire particolarmente bene e, talvolta, ti sembra quasi di vedere il luogo immaginato quindi è un sistema molto potente che, secondo me, potrebbe addirittura aiutare i praticanti della WILD perché è molto approssimabile ai primi stadi di rilassamento della WILD da come leggo. Correggetemi se sbaglio.

2) Io credo che con la sola mente si possa tranquillamente fare tutto. Come scritto sopra sono molto contrario a certi stimoli ma, alla fine, i video proposti non sono messaggi subliminali ma solo il suono della pioggia e le immagini di un bosco. È come vedere il film di Matrix con la speranza di schivare proiettili andando a dormire oppure ascoltare Mozart prima di programmare un sogno in cui si suona in un'orchestra di musica classica. :D Non è un messaggio subliminale, si fa solo un riepilogo di alcune sensazioni che si vogliono provare.
Comunque non lo considero fondamentale.
Ad esempio oggi ero al bosco e poi in campagna e, tecnicamente, ho abuto abbondante stimolazione audiovisivoolfattivotattile :D direttamente dal mondo esterno. (Poi, se mi ricordo, vi spiegherò anche un esercizio di consapevolezza che potrebbe esservi utile nell'esecuzione della tecnica ADA ).
Se vuoi fare tutto con l'immaginazione presumo comunque che sia possibile, dipende poi dalle capacità soggettive.

Ciao!
Avatar utente
LCyberspazio
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 21/09/2015, 12:09
Ha  fatto 'Mi piace': 47 volte
'Mi piace' ricevuti:: 61 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda fcm19 » 24/09/2015, 23:56

Ok grazie per i chiarimenti.

Comunque non ho associato i tuoi video ai messaggi subliminali :) , ma li ho visti più che altro come un valido supporto per l'immaginazione.

Le binaurali non le mai usate nella pratica onirica, come del resto qualsiasi "aiuto" esterno, ma ho solo avuto occasione di ascoltarle qualche volta su youtube per pura curiosità. Non sapevo che fossero dannose, a me sembrano dei suoni tutto sommato normali e innocui!

Non sbagli affatto ad accostare il training autogeno alla wild, infatti in molte guide sulla wild viene suggerita la pratica del TA come preparazione sia mentale che fisica.

PS Anche a me piace immergermi della natura assaporandone i suoni, le immagini,...trasmettono una certa oniricità. :D
Avatar utente
fcm19
 
Messaggi: 2226
Iscritto il: 30/07/2015, 11:38
Ha  fatto 'Mi piace': 294 volte
'Mi piace' ricevuti:: 429 volte

Re: Incubazione del sogno (mio metodo di programmazione)

Messaggioda LCyberspazio » 25/09/2015, 0:15

Le binaurali non le mai usate nella pratica onirica, come del resto qualsiasi "aiuto" esterno, ma ho solo avuto occasione di ascoltarle qualche volta su youtube per pura curiosità. Non sapevo che fossero dannose, a me sembrano dei suoni tutto sommato normali e innocui!


Se leggi quest'articolo su Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Toni_bina ... i_utilizzi
vengono riportati anche effetti di alterazioni ormonali. Inoltre i toni binaurali venivano utilizzati insieme a immagini psichedeliche come pseudo-allucinogeni. Quindi assumo che tali toni arrivano ad alterare parametri psico-fisici e per giunta nemmeno sappiamo tutti gli effetti.
Mettiamoci anche che, quelli su youtube, sono generati da gente qualsiasi che ti spara ste frequenze senza uno studio alle spalle. Secondo me se li ascolti per ore potrebbe non farti poi così bene :shock:
Comunque ho scritto che è "quel che credo io"... poi magari fanno il loro dovere ma vorrei avere qualche certezza in più prima di ascoltare quella roba.

Non sbagli affatto ad accostare il training autogeno alla wild, infatti in molte guide sulla wild viene suggerita la pratica del TA come preparazione sia mentale che fisica.

Ah ecco! :D Io ho fatto il passo contrario... quando ho letto della WILD ho detto: "cavolo... ma è tipo un TA" :D

PS Anche a me piace immergermi della natura assaporandone i suoni, le immagini,...trasmettono una certa oniricità. :D

Eh si... a volte ti ritrovi in luoghi che sembrano davvero dei sogni : Thumbup :
Avatar utente
LCyberspazio
 
Messaggi: 322
Iscritto il: 21/09/2015, 12:09
Ha  fatto 'Mi piace': 47 volte
'Mi piace' ricevuti:: 61 volte

Prossimo

Torna a Controllo avanzato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


cron