Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Sogni lucidi di Aeron

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 24/06/2019, 16:22

Sogno lucido di sta notte. Circa le 6.30 di mattina.

Sono in una casa piuttosto spaziosa che non conosco. Prendo spontaneamente lucidità e capisco di stare sognando. Mi guardo le mani e come succede spesso ultimamente ho 5 dita. Distolgo lo sguardo, riguardo le mani e sta volta le dita di una mano sono 4. Bene mi concentro un attimo per non distrarmi e per ricordare la mia task. Ok ricordata: voglio esercitare la telecinesi! Provo subito con una specie di cavatappi che si trova su un tavolo di pietra lì vicino. Immagino di muoverlo. Non si muove. Riprovo facendo anche un gesto con la mano e l’oggetto scivola via! Bello! Mi piace. Ora sollevo un cappello appeso ad un attaccapanni e lo faccio volare per la stanza. Provo a spostare una poltrona e anche quella si muove senza troppi sforzi. Noto che la cosa mi riesce piuttosto bene quindi decido di osare e di ribaltare l’intera ambientazione sottosopra. Incredibilmente ci riesco e finisco sul soffitto che ora si trova sotto di me. Guardo in alto e il pavimento è ora il soffitto. Bellissimo! Non ero mai riuscito a modificare così tanto un sogno prima. Preso dall’entusiasmo mi sollevo a mezz’aria per osservare l’ambiente da una maggiore distanza e mettere alla prova le mie capacità di modificare il sogno. Provo ora a modificare l’intero ambiente ponendo la mia attenzione sulle mura e su tutto l’arredamento e immaginando di plasmarlo in qualche modo e qui il sogno finisce proprio a causa di questo tentativo.
Aeron
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 16 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 14/07/2019, 15:02

Semilucido, mattina del 10 Luglio.

Mi guardo le mani e ho 7 dita ciascuna. Capisco che si tratta di un sogno ma perdo tempo a contare le dita. Le immagini sono nitide. Mi incuriosisce in particolare la forma della mano, così strana. Afferro tre dita con l’altra mano e osservo quell’abbondanza di dita rimanenti.
Mi guardo attorno, sono in quella che era la mia stanza in una casa in cui ho abitato in passato (quella solita). Davanti a me c’è un portatile, lo sto usando e sto guardando video su YouTube. Sembra che funzioni. La possibilità di usare un computer mi coinvolge e non penso alla mia task principale (fare calcoli aritmetici). Nella barra di ricerca decido di digitare ‘Paesaggi bellissimi’ ma ho difficoltà a digitare correttamente le parole. Mi accorgo che sto confondendo le lettere e che sto scrivendo qualcosa come ‘Spaeg’. Cancello, mi concentro e riesco a scrivere correttamente. Dopo aver premuto invio appaiono alcuni video che posso visualizzare. Ne seleziono uno con un paesaggio di mare. Parte un video che mostra il mare. Le onde si infrangono sulla spiaggia. Dura pochi secondi. L’ambiente onirico non cambia. Decido di provare a far apparire dell’acqua. Mi concentro e provo ad evocarla (ma senza cercare di visualizzarne i dettagli). Pare succeda nulla. A un certo punto sento il suono delle onde. Viene dall’esterno. Mi affaccio alla finestra (mi trovo al secondo piano) e vedo che è apparso almeno un metro d’acqua in movimento. Penso che potrei farla aumentare fino a sommergere tutto. Con un po’ di incertezza faccio un piccolo tentativo. Il livello aumenta di poco e poi si ferma. Mi giro e un pelo d’acqua si riversa velocemente sul pavimento attraverso l’entrata. Il tempo di sbattere le palpebre o guardarmi attorno (non ricordo bene) e tutta l’acqua è sparita di colpo. Decido ora di esplorare la casa. Pare sia come nella realtà, tutte le stanze sono al loro posto con le dimensioni reali e il vero arredamento di quel tempo. Tutto molto realistico. Esco dalla stanza. Ci sono mia madre e mia sorella che dormono nei loro letti. Mi distraggo e per un attimo non penso più al fatto che sto sognando e ad un tratto il dubbio: ma sto ancora sognando? Conto le dita di una mano: 5 dita. Penso: ma allora adesso sono sveglio! Cosa sta succedendo? Percepisco il posto in cui mi trovo come casa mia ma qualcosa non quadra. Rimango qualche secondo confuso cercando di capire, poi mi viene in mente che se faccio il test del naso quasi certamente mi toglierò ogni dubbio. Mi tappo bene il naso e inspiro. Riesco a respirare col naso tappato! OK, allora sto ancora sognando. (Nel frattempo ho dimenticato di avere a disposizione un computer funzionante.) Scendo al piano inferiore e su un mobile della sala trovo una scodella piena di spaghetti misti a tagliatelle di varie forme, col pomodoro, e una forchetta pronta all’uso. Consistenza molto realistica. Buon sapore. Anche le sensazioni del masticare, deglutire e riempirmi la pancia paiono realistiche. Decido di mangiarla tutta e sento proprio che mi sto ingozzando. Mangio tutto fino a vuotare la ciotola e proseguo. L’ultima cosa che vedo prima di svegliarmi è la coperta a quadratoni bordò e verdi sul divano (che poi realizzerò essere come quella vera che usavo davvero all’epoca).
Aeron
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 16 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 14/07/2019, 21:31

Breve lucido di ieri pomeriggio. Non lo ricordo perfettamente, forse per via del fatto che non mi sono svegliato subito dopo.

Mi trovo nella mia casa attuale. Le immagini sono sfocate e poco luminose ma io sento di essere abbastanza presente mentalmente.
Tutto si muove a rallentatore. Faccio giusto in tempo a buttarmi da una ringhiera per provare a volare, con scarso successo, e ad iniziare a cadere in slow motion prima che il sogni finisca.
Aeron
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 16 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda BarbedWire246 » 16/07/2019, 20:19

Ciao prima di tutto complimenti per i lucidi, molto belli! :cool:
Consiglio: scrivi le parti dove sei lucido in blu per una questione di ordine.
Salutoni : greeting :
"I Sogni Lucidi sono un campo meraviglioso,tutto quello che fai per Vivere è Dormire" (S. Laberge)
Spoiler:
Ma...stai Sognando?

DIARIO DEI MIEI SOGNI LUCIDI


Immagine Immagine
Avatar utente
BarbedWire246
 
Messaggi: 139
Iscritto il: 05/03/2017, 12:40
Località: Sicilia
Ha  fatto 'Mi piace': 25 volte
'Mi piace' ricevuti:: 37 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 18/07/2019, 8:21

BarbedWire246 ha scritto:Ciao prima di tutto complimenti per i lucidi, molto belli! :cool:
Consiglio: scrivi le parti dove sei lucido in blu per una questione di ordine.
Salutoni : greeting :


Grazie! :)

Sto scrivendo in blu la parte in cui sono lucido solo nei sogni in cui racconto anche una parte in cui non lo sono. Negli altri evito di usare il blu perché tanto è praticamente tutto lucido.

Ciao!
Aeron
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 16 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 25/07/2019, 16:40

Lucido di sta notte. Saranno state circa le 4.00

Sta volta la lucidità è arrivata grazie all’abitudine di fare il test delle mani. Ancora una volta avevo 5 dita e le mani perfettamente realistiche. (Credo che ormai il mio inconscio abbia imparato come è fatta una mano umana e non sbaglia più.) Provo il test del naso e anche questo fallisce ovvero col naso tappato non riesco a respirare! Ma ormai ho già acquisito lucidità e so che si tratta di un sogno. Solo, mi chiedo, perché non funziona nessun test di realtà?! Allora riprovo un paio di volte col naso e finalmente funziona. Mi trovo all’esterno, di giorno, in una specie di parcheggio vicino ad un parco pubblico. Ci sono alberi e case. Il sogno è vivido e stabile e l’ambientazione è carina. Decido di farmi un voletto dato che ne ho proprio voglia, e da giorni. Prendo la rincorsa, faccio un paio di salti e mi concentro. Ecco che inizio a prendere quota. Sfioro le foglie e i rami degli alberi, osservo l’ambiente e la distanza che mi separa dal suolo. Sorvolo un campo coltivato. Passo sotto ad un ponte e sopra a delle case. Piacevole e rilassante. Il resto non lo ricordo. Ricordo solo che il sogno finisce con un tentativo di attraversamento di un muro che non sono riuscito ad attraversare perché sembrava non esserci la parte opposta.


Finale semilucido dell’ultimo sogno prima del risveglio. Ore 7.00
Quasi completamente non lucido, ma interessante quel poco di lucidità che sembro avere acquisito in prossimità del risveglio.

Sono in una casa con mio cugino. Lui prende una pistola da un cassetto e mi dice di cominciare a scappare perché sta per spararmi. Io cerco di capire se fa sul serio e gli chiedo se è impazzito. Lui si posiziona davanti ad una uscita e mi punta la pistola. Allora scappo velocemente dal retro e scavalco una ringhiera di metallo. Faccio qualche metro e mi volto. Lui ha fatto il giro e sta venendo per uccidermi. Corro, scavalco il cancello di una casa, poi un altro e raggiungo una strada. Blocco un’auto in arrivo e chiedo aiuto. La macchina accosta. Alla guida c’è un ragazzo giovane dall’espressione gentile, con i capelli rossi, che mi dice ‘sali pure’. Gli spiego velocemente la situazione e gli dico di allontanarci in fretta. Facciamo qualche chilometro e ad un certo punto gli chiedo di scendere. Lui si ferma e io lo ringrazio abbracciandolo. Lì trovo un ristorante di lusso. Servono pietanze raffinate e molto costose. Io voglio solo riposarmi e riprendermi un momento, forse bere qualcosa ma all’improvviso si sentono delle urla e degli spari. Mio cugino armato di pistola mi ha raggiunto, ma non è più mio cugino, è diventato il mio ex e sembra ancora più determinato ad uccidermi. Tutti corrono in ogni direzione e la sala si svuota. Prendo un’uscita e scappo fuori. All’esterno c’è una specie di scaffale alto quasi due piani. Mi ci arrampico sopra e raggiungo un ripiano molto alto. Da lì vedo che la situazione sembra essersi calmata. Ci sono persone li sotto e altre sui ripiani di questo scaffale. Noto che ci sono molte delle pietanze del ristorante a portata di mano. Prendo un po’ di cibo per me e un po’ da distribuire alla gente che gradisce e mi ringrazia. Già che ci sono do persino una mano al ristorante a lavare i piatti : CoolGun : Così mi ritrovo all’interno, al piano di sopra e mentre parlo con due personaggi onirici dico loro che questo è un sogno e che loro non sono reali.
Aeron
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 16 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 28/07/2019, 17:25

Lucido breve del 26 luglio. Ore 11.00 circa.
Poco stabile ma molto vivido. A tema erotico. Mi riaddormento dopo essermi svegliato di mattina. Ho scordato di nuovo la task dei calcoli.
Sono nel mio letto, nella posizione in cui mi metto di solito, e ho il mio portatile con me. Sto navigando nell’internet e mi accorgo di star sognando. Mi guardo una mano. Sembrano quattro dita, invece no, sono 5. Ok vai col test del naso. Bene respiro col naso tappato. Cerco musclebear su google immagini. Appaiono foto di un uomo anziano e altre immagini che non c'entrano... Non è esattamente ciò che cercavo ma in qualche modo ci è andato vicino. Mi alzo e inizio ad esplorare un po’ la casa. A prima vista sembra molto simile a quella vera ma dopo un po’ mi accorgo che la struttura è diversa, e cambia in alcuni aspetti man mano che la esploro. C'è un piano superiore da cui è possibile affacciarsi sull’interno dell’edificio a modi warehouse. C’è un uomo che mi attrae nella casa. Lo bacio. Lui ricambia. La sensazione è molto realistica e piacevole. Per la prima volta faccio caso alla temperatura, riesco a sentire il calore.
Aeron
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 16 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » 16/08/2019, 5:24

Breve lucido del 14 agosto. Non ricordo esattamente come è iniziato. Sono circa le 19.00.

Divento lucido e vedo tutto sfocato come se stessi guardando attraverso un vetro appannato. Mi viene in mente la task delle operazioni aritmetiche e non voglio sprecare l'occasione. Mi focalizzo sull'intenzione di vederci meglio e ordino al sogno una visuale più nitida. Inizia a schiarirsi una zona del campo visivo. Mi trovo in un paesaggio umido, all'aperto, in strada. Sembra stia per piovere e c'è tanto vapore ovunque. Provo a pensare: 6x5=30. La risposta mi viene automatica. Penso che non sia sufficiente come operazione, d’altronde così si tratta solo di memoria e non di calcolo. Poco distante da me c'è un camioncino bianco. Mi avvicino e noto che la sua superficie è sporca di polvere ed è anche tutta appannata. Posso scriverci sopra con le dita. Penso in fretta a quale operazione fare. Provo a scrivere in colonna 32x6. Ma qualcosa non va.. Al posto del 2 ho fatto uno scarabocchio. Cerco di correggerlo ma vedo che lo sto sbagliando di nuovo. Riscrivo tutto in un altro punto, mi sforzo e mi esce un 2 un po' sbilenco ma almeno è un 2.. Non capisco perché faccio questa gran fatica a scrivere i numeri ma in effetti non l’ho mai fatto prima.
Ok, tiro la riga e inizio a fare l'operazione. Penso: dunque, devo moltiplicare il numero in basso per quelli in alto uno per volta... … …Ci sto provando ma non capisco come si moltiplicano i due numeri che vedo, anzi non riesco proprio a riconoscerne uno. Cosa?! Il moltiplicatore si è trasformato in un disegno stilizzato che assomiglia alla faccia di Fry di Futurama! Provo a riscrivere tutto di nuovo in un altro punto ma ecco che arriva un p.o. che si dirige verso di me parlando con un tono di voce molto alto e distraendomi :censored: Mi volto verso di lei cercando di concentrarmi per farla allontanare in qualche modo e all'improvviso termina il sogno.
Aeron
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 16 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Sogni lucidi di Aeron

Messaggioda Aeron » ieri, 2:29

Di nuovo un lucido. Circa a metà del sonno, come quello precedente. Credo fossero le 22.00.
Questa volta è stato un personaggio onirico ad aiutarmi a diventare lucido. Mai successo prima.

Sto parlando con una ragazza che a un certo punto mi dice: pensa se stessi sognando. Io le rispondo: se tu stessi sognando allora io non sarei reale ma sarei solo una tua illusione. E lei: no, non io, se tu stessi sognando. Prova a controllare... Faccio il test del naso e, incredibile respiro col naso tappato!! Mi controllo anche una mano e ho 6 dita. Mi trovo in una casa simile a quella che sogno spesso. Il sogno è piuttosto stabile e vivido. Ci sono molti oggetti in giro. Voglio riprovare la task aritmetica. Entro in cucina e sul tavolo ci sono dei fogli e delle biro. Mi siedo e ne prendo una. La punta è ritratta, è una penna a scatto. Schiaccio il tasto sulla penna e la punta non esce. Ok fa niente, ce ne sono altre. Provo con un'altra biro e non scrive.. Finalmente la terza che provo funziona. Scrivo la stessa operazione di ieri 32x6. Sta volta faccio meno fatica a scrivere ma sento il respiro aumentare di frequenza. Cerco di rilassarmi. Ad un certo punto un sussulto. In quell'attimo il sogno ha rischiato di frantumarsi. Allora interrompo temporaneamente la task e provo a stabilizzare: strofino le mani, batto i piedi, lecco le pareti e anche il pavimento (prima volta che lo faccio). Le sensazioni sono molto realistiche. Sento la ruvidità del muro sulla lingua, la superficie liscia e fredda delle mattonelle sul muro, e la superficie del pavimento in cotto ancora diversa. Il muro era insipido, ma il pavimento è amaro e disgustoso. Ho persino la sensazione di aver raccolto della polvere. Mi rimetto seduto a cercare di risolvere l'operazione ma non ci riesco. Per qualche ragione non riesco neppure a calcolare 6x2. Dopodiché termina il sogno.
Aeron
 
Messaggi: 40
Iscritto il: 24/01/2019, 8:01
Ha  fatto 'Mi piace': 16 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Precedente

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti