Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > diario di olrac

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 06/09/2018, 22:28

Ogni tanto, mentre cammino per strada e sono senza pensieri, mi arriva una specie di leggero...segnale acustico interiore, come un richiamo. Questo segnale lo uso per aumentare la Presenza Mentale.
A volte arrivano anche dei messaggi di tipo telepatico che percepisco ed elaboro a parole, come questa frase:

'Ricordai che Siamo sempre intorno a te: quando tu ridi, Noi ci rallegriamo con te'

Oppure questa:
'I sogni sono la copertura usata da tutti gli esseri che popolano l'universo per poter entrare in contatto con gli umani senza metterli in crisi mentale'


Lucido e obe
Mi addormento accanto a mio figlio piccolo e poco dopo mi ritrovo in un sogno insieme a lui. Mi rendo conto di essere dentro un sogno perché vedo mio figlio che cammina sulle pareti! C'e' un cambio di livello ed entro in paralisi. Avverto subito delle presenze accanto al letto, sulla mia destra, alla sommità del letto. Avverto sensazione di ostilità, provo ad allungare le mani...sento il tocco reale di dita femmili, affusolate. Mi afferrano...mi fanno male, stringono e hanno qualcosa di animalesco. Sembrano volermi solo infastidire. Ritiro il braccio e faccio un gesto poco carino col dito medio nei confronti di questo essere.
Poi penso che voglio essere amorevole con tutti gli esseri astrali e mi concentro...e invio un gigantesco rote di amore e compassione che come un laser fa sparire la presenza. Di fronte a me si è creato un grande paesaggio futuristico ben illuminato con strade e abitazioni..
Il mio rote di amore è davvero potente! :)



Vivido.
Mi ritrovo in una città italiana che non riesco a definire.
Sono nei pressi della zona antica, vedo costruzioni di origine romana, perfettamente conservate. C'è un grande anfiteatro simile al Colosseo. Sulle pareti compaiono delle scritte incise di grandi dimensioni, tanto che mi viene da pensare che quello sia il primo intervento di street art dell'antichità! :)
Provo a leggere e riesco ad individuare la parola latina 'VIS' che dovrebbe significare 'forza'.
Poi vedo un gruppo di persone radunate di fronte ad una chiesetta seicentesca. Mi dicono telepaticamente che oggi è terminato il restauro dell'edificio e anch'io verifico che effettivamente la facciata della chiesa è davvero bella.
Osservo i muri antichi, sembra un piccolo complesso templare tardo romano, volo e salgo sulle recinzioni, capisco che gli antichi costruttori volessero dare al cittadino l'impressione di magnificenza e di immensità. Guardo dall'alto basso torri circolari e tetti a spiovente.
Fra i blocchi di marmo vedo dei simboli. ..lettere...ma hanno un significato magico-simbolico che non comprendo.
Al risveglio ringrazio il mio se' superiore per aver visitato luoghi così meravigliosi e pieni di fascino archeologico.


Lucido. Ambiente nuovo. Ore? Nessun metodo

Buio totale, mi concentro e visualizzo le mie mani, le vedo e l'ambiente comincia a apparire. Mi ritrovo in aperta montagna, sto scendendo a valle con un veicolo che dopo un po scompare. Accanto a me compaiono persone che conosco e che devo guidare in qualche modo...
Buio, non so dove mi trovo e devo guidare queste persone! :)
"Venite con ne, senza paura", dico agli ospiti del mio sogno. Loro mi seguono meccanicamente.
Arrivo in un prato di erba completamente immersa nell'acqua...immergo i piedi e la sensazione è loro piacevole...il senso i frescura e la morbidezza dell'erba..."mettete anche voi i piedi in acqua, in c'è nessun pericolo", incito gli altri.
Questo luogo è fantastico: una specie di pianeta verde dove la natura ha occupato qualsiasi spazio, non ci sono strade ne' edifici, tutto è ricoperto da vegetazione. Il gruppo i persone si fermano e rimango in fila, stanno...interagendo fra di loro. Sembrano contenti del posto in cui si trovano ora sono in 4, due di loro non so chi siano. Mi avvicino e penso che dovrei dire la verità, informarli che sono dentro il mio sogno (o viceversa, io nel loro?), ma qualcosa mi trattiene. Quando vedo persone così felici di trovarsi dentro il loro ambiente onirico, affine, forse, al loro 'stato vibrazionale'(come si suole chiamarlo), mi viene voglia di lasciarli stare in pace...contenti nella loro illusione.
Compaiono altre persone, delle ragazze che mi sembra di riconoscere. Mi sembrano completamente addormentate e bloccate come statue. La mia spiritualità viene meno osservando le loro fattezze...e mi diverto a fare dei...'test di densita'' (per dirla in modo nobile) sui loro corpi che risultano assolutamente solidi e realistici. Poi penso che non dovrei sprecare il mio Tempo Onirico in questo modo adolescenziale...
Lascio il gruppo e vado ad esplorare questa meravigliosa vallata...


Mi sveglio e mi riaddormento.
Mi ritrovo dentro casa, sto aiutando mia moglie a spostare degli oggetti. Mi arriva una...chiamata telepatica (nel senso che sento la voce ma non ho il telefono in mano):
"Pronto, buongiorno, signor Carlo!", dice la voce di un ragazzo giovane.
"Eh...si, pronto, sono io...chi è?...", rispondo impacciato, mentre trasporto dei libri pesanti.
"Signor Carlo volevo parlare con lei, si ricorda? Sono il signor...(ho dimenticato il nome) Mazzarelli (o Mazzarella), vorrei parlare con lei di quel progetto artistico...si ricorda?". Ho un flash e visualizzo una schermata di Facebook dove compare il suo nome.
"Ah, si, mi ricordo di lei...ma in questo momento sono un po' impegnato. Mi può richiamare fra qualche giorno...?", e chiudo la chiamata telepatica.

Mi sveglio e penso che sono stato un vero pirla! Potevo comunicare con quel tipo e chiedergli qualcosa di preciso...invece mi sono immedesimato nell'illusione del sogno che facevo, quello i fare un trasloco in casa.

Vivido e lucido

Mi trovo bloccato dentro una casa che non conosco. Non riesco a trovare l'uscita, per fortuna dopo un po' intervengono le mie guide oniriche. Appare un signore robusto sui sessant'anni piuttosto buffo, che sembra uscito da un film di mafia degli anni ottanta. Mi dice che la villa è sua ed è molto ma molto grande. Mi fa vedere la stanza della figlia, una bambina paffutela e robusta vestita da bambolona rosa. Sulle pareti vedo grandi decorazioni colorate, in allestimento in oro e stucco. L'impressione è che quest'uomo, un imprenditore che si è arricchito velocemente, voglia creare una piccola reggia, senza avere le conoscenze e la cultura necessaria per l'impresa.
Passiamo poi in altri ambienti, grandi e luminosi, cucine, palestre, sale di ricevimenti e infine arriviamo nelle ultime sale: una serie di immensi garage con muri grezzi pronti per essere dipinti! Muri altissimi e un palco per concenti ed eventi...wow! Prendo lucidità e mi lancio a terra in ginocchio..."grande! Ma e' uno spazio bellissimo, qua si può pittare murales e decorare tutto!", urlo e comincio a vedere altri artisti che iniziano a creare...La cosa straordinaria è che mentre mi concentro e mi sale l'emozione, vedo l'intero ambiente che si illumina e aumenta di dimensioni...Il palco viene pavimentato con lego pregiato e i muri, dapprima grezzi e di cemento, si rimodellano e si tinteggiano in pochi secondi!
Sto assistendo al cambiamento istantaneo di un ambiente onirico, dovuto all'energia emanata dagli esseri che lo abitano...compreso me!


Mi chiedo se il signore della villa non avesse come intento proprio quello di 'sfruttare' anche la mia energia psichica ed emotiva coinvolgendomi nel suo ambizioso progetto...


Obe locale breve. Ore 11 circa.

Mi sdraio e dopo qualche minuto entro nella dimensione senza tempo. Buio totale. Siccome sono un po' rincoglionito ultimamente mi dimentico di affermare chiarezza. Vedo in lontananza uno schermo con immagini di persone che compiono azioni ma non riesco ad entrarci. Mi distacco un po' dal corpo tramite l'oscillazione degli occhi e ho la sensazione di uscire rotolando. In realtà sono ancora un po' bloccato. Rumori da sinistra a destra...un sibilo simile a quello di un volatile di grandi dimensioni. L'essere vola sulla mia sinistra e sembra un po' confuso. Vedo le sue...ali luminose (?) che sbattono. È simile ad un gigantesco colibrì...e mi vola sulla testa. Non riesco ad interagire...forse sono troppo stanco mentalmente. Torno nel corpo fisico.
Ovviamente al risveglio nella stanza neanche l'ombra di nessun tipo di insetto o rumore sospetto.



Vivido
Mi invitano ad una strana festa fra ragazzi benestanti, incontro una ragazza che vuole accompagnarmi. Le dico che è altissima, infatti è estremamente longilinea, capelli neri a caschetto e tacchi altissimi, sembra un essere quasi irreale, quindi la afferro per i fianchi per sentire la consistenza del suo corpo...per niente inconsistente! La ragazza mi invita a sdraiarmi, guardiamo uno strano televisore che ha tutta l'aria di essere un connettore di registri akashici, che invia immagini della vita dei partecipanti al festino. I video sono simpatici e passiamo momenti di serenità e allegria insieme.

Non posso evitare di riflettere su questi continui e sistematici 'incontri onirici' con esseri femminili che dimostrano tanta dolcezza, sensibilità, amicizia, delicatezza e tanto amore. Ma...perché? La risposta che mi sono dato è che...il mio inconscio...o superconscio forse vuole aggiungere alla mia esperienza di vita terrena momenti di ulteriore pace e serenità connettendomi con una serie di parti femminili (di me stesso) che esistono proprio per questo scopo: rendermi ulteriormente felice e amato!


Obe. Ore 12 circa. Nessun metodo.

Questa esperienza, fra le più terrificanti che ho mai avuto, non è classificabile fra le classiche paralisi e obe, per le caratteristiche che presenta.

Mi sdraio e dopo qualche minuto entro in paralisi. Avverto subito delle 'anomalie', delle correnti di vento...o energia elettrica...che mi circondano. Una forza terrificante si scaglia verso di me...qualcosa cerca di afferrare il mio corpo energetico per scaraventarlo via. Resisto a questa forza immane, mi aggrappo con tutta la mia tenacia al letto. Poi un attimo di calma e di nuovo una nuova terrificante forza tenta di strapparmi dal letto.
Avverto tutta l'ostilità dell'evento...dopo una lotta di lunghissimi minuti riesco a rimanere saldo al mio posto.
La tensione sale e qualcuno mi proietta dentro un nuovo ambiente, una strada, buia e grigia...piena di presenze ostili. Il mio corpo viene come forzato a stare in piedi. Intorno si fanno avanti questi esseri...'zombie'...non saprei come descriverli diversamente. Provano in tutti i modi a terrorizzarmi, con urla e facce da incubo. non c'è dubbio che io sia arrivato (o stato 'prelevato' e inviato) in un ambiente infernale, molto simile a quello iniziale del film 'nosso lar'.
I tentativi di spaventarmi, con orde di zombie e correnti aliene finiscono col farmi innervosire e comincio a fare la cosa più stupida, cioè sferrare calci e pugni contro i fantasmi che non risentono minimamente della mia azione, le mie mani attraversano la loro sostanza senza danneggiarli.
Ritorno più volte in paralisi e di nuovo rispedito in questi ambienti infernali. In ultimo una situazione VERAMENTE destabilizzante:

..sono in paralisi sul mio letto, decine di teschi mi circondano, mi azzannano uno al braccio sinistro e uno alla mano destra. Il dolore lo sento veramente...E lo percepisco fino al mio corpo fisico in un momento di doppia coscienza. I teschi sono colorati come quelli della tradizione messicana...alcuni hanno una specie di fiore a croce nera sulla fronte. Semplicemente agghiacciante. Provo a scacciarli con rabbia ma non mollano la presa! Sono gli oggetti...o esseri...più orribili e reali che abbia mai incontrato nelle mie avventure. Non posso dire di non aver avuto paura stavolta.
Poi rifletto: la rabbia non serve contro questi fantasmi ne' la fuga. Quindi mi centro in me stesso e richiamo tutta la mia energia. Mi viene in mente la mia arma più potente: lancio contro i miei nemici UN ROTE DI AMORE!!!...:)
Effetto immediato...un bagliore acceca tutto l'ambiente come una esplosione di luce. C'è un veloce cambio di livello del sogno, la mia consapevolezza aumenta e i teschi lasciano la presa. Questi orribili esseri cadono a terra immobilizzati, hanno perso colore e vitalità. Ora sono dei semplici oggetti inanimati, vuoti. Sono fuori pericolo. Mi guardo intorno...c'è luce ora, il grigiore è scomparso.
L'atmosfera è cambiata, tutto è stabile e sereno. Nessuna ostilità, nessuna sensazione sgradevole...solo una gran pace.
"Un rote di amore è veramente così potente...", penso.
Ma lo sforzo mi ha stremato...torno alla base...nel mio corpo fisico.


Mi sveglio molto lentamente e riprendo contatto col corpo. La paura è completamente scomparsa. Al suo posto c'è solo una sensazione di gioia. Mi sembra di aver...combattuto duramente, all'ultimo sangue :)
Poi un altra sorpresa. Chiedo agli altri che dormivano in casa se avessero sognato qualcosa di strano. Ognuno mi racconta di incubi terribili, addirittura E. si è svegliata in lacrime. È certamente stata una nottata al di fuori della norma, le coincidenze sono tante.

Gli antichi egizi credevano che le divinità avessero il dovere di lottare di notte contro mostri e demoni, mentre gli umani sono incoscienti nel sonno, per ristabilire ordine universale e portare luce al nuovo giorno. Ecco, è un po' questa la sensazione che provo dopo questa terribile ma straordinaria esperienza.
Ultima modifica di olrac il 07/09/2018, 22:48, modificato 1 volta in totale.
olrac
 
Messaggi: 480
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 592 volte
'Mi piace' ricevuti:: 298 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda Hari » 07/09/2018, 17:43

Ciao Olrac ! Seguo con interesse il tuo diario, le tue esperienze sono sempre straordinarie e fonte di ispirazione ! :) In particolare mi ha colpito molto l'ultima che hai scritto. Non ho potuto fare a meno di notare delle somiglianze con un'esperienza
capitatami qualche giorno fa (la notte tra lunedì e martedì per la precisione). Ero in paralisi sul letto quando una forza mi è arrivata addosso all'improvviso e ha tentato di tirarmi via. E' riuscito a sollevarmi un braccio e ha iniziato a mordermi
la mano, sentivo i suoi rantoli a metà tra l'animalesco e il demoniaco, poi ad un certo punto anche un lamento straziante da parte di una voce femminile. Roba che mi vengono i brividi ancora adesso a ripensarci. Per mia fortuna non ho visto nulla,
durante queste esperienze di paralisi e OBE la mia vista è sempre oscurata, il che spesso è frustrante ma in casi come questi è una salvezza ! Comunque sono riuscito ad interromperla, svegliandomi, prima di essere scaraventato in chissà quale luogo terrificante. Sono abituato ad aggressioni da parte di entità moleste in stato di paralisi, mi succede molto spesso, ma in genere mi basta un minimo di concentrazione e rilassamento per farle svanire, facilitato anche dal fatto che, come detto prima, non vedo mai nulla. Stavolta è stato diverso, l'entità che mi ha assalito è stata molto più aggressiva e violenta del solito, sono stato costretto a svegliarmi e dopo ho preferito cambiare posizione per non cadere di nuovo in quello stato, poiché
avevo la sensazione che stavolta avrei perso la "battaglia". Ti sei fatto un'idea del perché avvengano certe esperienze ?
Hari
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 14/04/2016, 21:01
Ha  fatto 'Mi piace': 3 volte
'Mi piace' ricevuti:: 19 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 07/09/2018, 23:52

Hari ha scritto:Ciao Olrac ! Seguo con interesse il tuo diario, le tue esperienze sono sempre straordinarie e fonte di ispirazione ! :) In particolare mi ha colpito molto l'ultima che hai scritto. Non ho potuto fare a meno di notare delle somiglianze con un'esperienza
capitatami qualche giorno fa (la notte tra lunedì e martedì per la precisione). Ero in paralisi sul letto quando una forza mi è arrivata addosso all'improvviso e ha tentato di tirarmi via. E' riuscito a sollevarmi un braccio e ha iniziato a mordermi
la mano, sentivo i suoi rantoli a metà tra l'animalesco e il demoniaco, poi ad un certo punto anche un lamento straziante da parte di una voce femminile. Roba che mi vengono i brividi ancora adesso a ripensarci. Per mia fortuna non ho visto nulla,
durante queste esperienze di paralisi e OBE la mia vista è sempre oscurata, il che spesso è frustrante ma in casi come questi è una salvezza ! Comunque sono riuscito ad interromperla, svegliandomi, prima di essere scaraventato in chissà quale luogo terrificante. Sono abituato ad aggressioni da parte di entità moleste in stato di paralisi, mi succede molto spesso, ma in genere mi basta un minimo di concentrazione e rilassamento per farle svanire, facilitato anche dal fatto che, come detto prima, non vedo mai nulla. Stavolta è stato diverso, l'entità che mi ha assalito è stata molto più aggressiva e violenta del solito, sono stato costretto a svegliarmi e dopo ho preferito cambiare posizione per non cadere di nuovo in quello stato, poiché
avevo la sensazione che stavolta avrei perso la "battaglia". Ti sei fatto un'idea del perché avvengano certe esperienze ?



Ciao Hari, grazie! :) Anch'io seguo con interesse le tue numerose avventure, sei uno straordinario sognatore, perseverante e dotato di capacità decisamente rare. Veniamo subito al dunque...

sono certo su alcuni punti, che ovviamente si possono discutere:

1. Le esperienze legate ad entità e demoni così insistenti si riscontrano meno nei sogni lucidi e maggiormente nei tentativi di obe e SOPRATTUTTO nelle paralisi notturne. Forse a causa della incapacità di agire e muoversi.
2. Il corpo in paralisi NON è il corpo fisico ma un doppio del fisico (infatti lo chiamano energetico o eterico), e subisce tutte le sottili interferenze e influenze del cosiddetto (permettimi il termine poco scientifico) basso astrale, dove si addensano migliaia di negatività che possono prendere forme orrende. Per arrestare le voci demoniache è sufficiente a volte imparare a escludere quel 'canale' sonoro, come si farebbe con una radio a bande, come mi insegnò una guida, e come è affermato anche da Robert Monroe.
3. Le esperienze più angoscianti e spaventose, per la mia esperienza, avvengono per: introduzione di cibo pesante, come carne, alcool, cibi indigesti; poi a causa di pensieri negativi e ossessivi ricorrenti che si manifestano come forme esterne da se' da combattere e respingere; infine certe battaglie oniriche spaventose possono essere il risultato...di una influenza esterna da parte di (so che è spiacevole dirlo) famiglia, amicizie, paure indotte da conoscenti e addirittura dalla...struttura di un ambiente, cioè palazzi dove circolano criminali, droghe o gravi forme di malattia mentale. In sostanza, ambienti malsani e limitanti. Un'altra volta una guida onirica mi disse che per la mia salute non dovevo dormire accanto a persone che vanno a letto piene di rabbia o paura perché è possibile una influenza reciproca, e ne ho avuta conferma più volte.
Presumo anche che i bambini piccoli siano particolarmente sensibili a queste energie sottili negative, come ho avuto modo di comprendere e manifestano nervosismo e paure proprio in concomitanza di certe esperienze notturne.

L'ambiente intorno a noi dovrebbe essere il più...adeguato...o 'salutare' possibile per lo sviluppo di queste meravigliose capacità oniriche. A volte mi viene in mente che nel circuito di persone che si hanno intorno si infiltrino paure e resistenze fortissime che prendono forma nell'immediato.
Mi chiedevo anche...Hai mai provato a dormire fisicamente in posti differenti, e ci sono state differenze che hai notato?..
olrac
 
Messaggi: 480
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 592 volte
'Mi piace' ricevuti:: 298 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda Hari » 09/09/2018, 18:29

Negli ultimi anni, ovvero da quando ho iniziato a praticare il sogno lucido, mi è capitato raramente di dormire in luoghi diversi da casa mia, casualmente l'ultima volta proprio stanotte. Tuttavia si è trattato sempre di periodi di pochi giorni nei quali comunque mi trovavo ad andare a letto ad orari irregolari, dopo aver fatto nottata, per poi alzarmi dopo non più di 5-6 ore di sonno. La mia attività onirica era fortemente influenzata da questi fattori, pertanto è impossibile stabilire se il luogo in cui mi trovavo possa aver avuto un impatto particolare su di essa oppure no. Per capirlo dovrei trovarmi a dormire in un luogo diverso da casa mia per un periodo più lungo e soprattutto conducendo lo stesso stile di vita che conduco qui, con alimentazione e ritmi sonno-veglia regolari. Ciò capitava da bambino fino ai 13-14 anni d'età, quando d'estate trascorrevo un mese in montagna coi miei nonni, quindi luogo completamente diverso ma stile di vita simile. In effetti ho dei vaghi ricordi riguardanti sogni particolari, spesso incubi, o anche solo sensazioni che avevo solamente durante la mia permanenza in quella casa. Comunque si tratta di un periodo in cui non avevo alcuna familiarità con questo tipo di esperienze, mi erano già capitate esperienze di paralisi notturne e OBE ma ne avevo paura, non sapendo cosa fossero. Ho pensato anche io che sarebbe interessante provare a dormire per qualche giorno altrove, magari proprio in quella casa in montagna, ora che ho preso un po' confidenza con questo mondo straordinario, ma non ne ho ancora avuto l'occasione.
Hari
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 14/04/2016, 21:01
Ha  fatto 'Mi piace': 3 volte
'Mi piace' ricevuti:: 19 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 09/09/2018, 22:29

Hari ha scritto:Negli ultimi anni, ovvero da quando ho iniziato a praticare il sogno lucido, mi è capitato raramente di dormire in luoghi diversi da casa mia, casualmente l'ultima volta proprio stanotte. Tuttavia si è trattato sempre di periodi di pochi giorni nei quali comunque mi trovavo ad andare a letto ad orari irregolari, dopo aver fatto nottata, per poi alzarmi dopo non più di 5-6 ore di sonno. La mia attività onirica era fortemente influenzata da questi fattori, pertanto è impossibile stabilire se il luogo in cui mi trovavo possa aver avuto un impatto particolare su di essa oppure no. Per capirlo dovrei trovarmi a dormire in un luogo diverso da casa mia per un periodo più lungo e soprattutto conducendo lo stesso stile di vita che conduco qui, con alimentazione e ritmi sonno-veglia regolari. Ciò capitava da bambino fino ai 13-14 anni d'età, quando d'estate trascorrevo un mese in montagna coi miei nonni, quindi luogo completamente diverso ma stile di vita simile. In effetti ho dei vaghi ricordi riguardanti sogni particolari, spesso incubi, o anche solo sensazioni che avevo solamente durante la mia permanenza in quella casa. Comunque si tratta di un periodo in cui non avevo alcuna familiarità con questo tipo di esperienze, mi erano già capitate esperienze di paralisi notturne e OBE ma ne avevo paura, non sapendo cosa fossero. Ho pensato anche io che sarebbe interessante provare a dormire per qualche giorno altrove, magari proprio in quella casa in montagna, ora che ho preso un po' confidenza con questo mondo straordinario, ma non ne ho ancora avuto l'occasione.



..capisco benissimo, vale anche per me. Riuscire a trovare un giusto equilibrio per sognare bene non è semplice e ci vogliono tempi abbastanza estesi per verificare gli effetti di un certo ambiente.
Ad ogni modo per tornare alla domanda che hai posto all'inizio (perché avvengono certe esperienze così terrificanti?) Mi sono dato una risposta più personale, forse ovvia, ma per me valida e verosimile: una parte di noi stessi (se' superiore, superconscio, coscienza o X) attraverso i sogni cerca di...portare al limite...o mettere alla prova l'equilibrio psico-fisico del sognatore, in modo da (presumo io) generare una serie di livelli massimi di esperienze e risultati. Questi, secondo quanto sto pian piano verificando, funzionerebbero da connettori verso altre dimensioni e 'abitanti' del, permettimi il termine abusato, multiverso onirico. In sostanza se un sognatore X supera con successo un certo livello di limiti e paure può accedere al...prossimo contatto o al prossimo livello del sogno, sempre più realistico e straordinario. Dico questo perché se leggi i resoconti dei massimi esploratori onirici troverai che in moltissimi hanno avuto esperienze terribili e inquietanti ai loro esordi. Forse proprio come...preparazione a cose meravigliose accadute poi.
Quando scrivo che ogni volta che sono in paralisi o in obe locale ho sempre la sensazione che vi siano esseri esterni che non intervengono ma osservano tutto l''esperimento' con curiosità, mi riferisco proprio a questo.
Ogni volta che arrivano certe esperienze orribili sarebbe interessante pensare:"beh...è un altro di quei test d'esame onirici e io voglio superarlo con successo per vedere cosa c'è dopo...in quale altro livello riesco ad arrivare". Questo almeno a parole! :)
olrac
 
Messaggi: 480
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 592 volte
'Mi piace' ricevuti:: 298 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda Hari » 09/09/2018, 23:45

Molto interessante questo punto di vista :). In effetti avevo pensato a qualcosa del genere, soprattutto in seguito a quegli episodi in cui, all'interno di un sogno lucido molto stabile e vivido, vengo improvvisamente aggredito da personaggi ostili che
inesorabilmente mi sbattono fuori dal sogno. Le visite di entità demoniache durante lo stato di paralisi infatti si possono in larga parte spiegare come hai scritto tu nel post precedente, il quale condivido in pieno. Queste aggressioni invece avvengono improvvisamente, in contesti del tutto tranquilli e neutri, privi inizialmente di negatività. Una delle spiegazioni che mi ero dato era proprio quella dell' inconscio, o comunque si voglia chiamarlo, che mi pone di fronte a delle prove da superare per evolvere. Questi individui, così come le entità delle paralisi di cui parlavamo, potrebbero essere appunto degli ostacoli da superare, e io dovrei trovare il modo di superarli. In ogni caso, dopo ognuna di queste esperienze, per quanto
angosciose e terrificanti, non mi sono mai fatto intimorire, non ho mai pensato di tirarmi indietro, ma ho sempre reagito con determinazione, pronto ad affrontarle di nuovo se necessario e superarle :).
Hari
 
Messaggi: 57
Iscritto il: 14/04/2016, 21:01
Ha  fatto 'Mi piace': 3 volte
'Mi piace' ricevuti:: 19 volte

Precedente

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


cron