Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > diario di olrac

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 10/07/2019, 23:30

Elica ha scritto:La musica hemi-sync è la prima volta che lo sento ... comunque sono davvero interessanti le tue esperienze ... così d'istinto , mi verrebbe da dirti , salta dalla spirale ed entra nel frattale :)


Hahaha :) grazie elica...
L'espressione 'salta dalla spirale ed entra nel frattale', mi piace molto :)
olrac
 
Messaggi: 536
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 674 volte
'Mi piace' ricevuti:: 359 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 08/08/2019, 11:59

Lucido e obe breve
Esco più volte dal corpo e mi materializzo in vari ambienti. Arrivo in ultimo in un appartamento in penombra, mi sembra arredato bene, stile anni 90. C'è un...televisore spento e dei mobili neri a specchio. Cominciano ad arrivare percezioni molto strane...un mix di curiosità e leggera inquietudine. Mi avvicino ad una specie di...bancone illuminato. Non vedo nessuno ma cominciano   ad arrivare ora informazioni telepatiche su una vicenda terrificante...Non descrivo quello che ho percepito perché troppo crudele (vicenda di una ragazza uccisa e fatta a pezzi).
Noto che Le mie mani hanno un'aura azzurra intorno...Questa aura sembra aumentare a seconda del mio stato emotivo.. Infatti mi commuovo per le informazioni che ho ricevuto e invio un pensiero di amore e compassione per la povera ragazza uccisa. Vedo delle immagini come in un 'tablet akashiko'...ma alla fine lascio tutto perché l'esperienza è troppo forte per i miei gusti...
C'e' uno strano cambio di livello...mi allontano dal bancone e intravedo una porta che mi sembra quella della stanza in cui dorme il mio corpo fisico. Esco dalla porta trapassandola con facilità e c'e' subito un cambiamento di livello...: vedo ambienti luminosi e pieni di verde...luce dorata e calda...rassicurante. sono in un posto completamente diverso dall'orrore di prima. Mi sento leggero e fluttuo verso la luce...
Mi sveglio dentro un sogno vivido.

Lucido breve
Esco dal corpo e arrivo in un ambiente nuovo, un interno. Vedo un essere davvero curioso: una sagoma nera trasparente praticamente piatta e fumosa che sta in piedi in mezzo al salotto. Non si muove ma sembra avere una certa presenza, non certo rassicurante.
Mi avvicino e cerco di toccare la sagoma che non ha praticamente consistenza...è come entrare in una nuvola di fumo. Dopo un po' l'essere sparisce nel nulla.
Provo a chiedere ad alta voce:
"C'è qualcuno qui?", intendendo entità e presenze. Mi guardo in giro ma miente...solo penombra...Forse non c'è veramente nessuno e devo solo uscire di qua per non perdere tempo.
Mi osservo e noto che il mio corpo non ha consistenza...Quindi provo ad addensarlo battendo le mani al suolo, anche per stabilizzarmi meglio. Ma...le mie mani non fanno nessun attrito e oltrepassano la materia senza toccarla!
Esco dall'ambiente attraversando facilmente il muro della casa e vedo che fuori c'è una bella luna. Passeggio un po e mi godo la nottata :)

Lucido
Cammino per un bel vicoletto di una città. Dietro di me noto che ci sono i miei due bimbi che ultimamente spesso incontro nelle mie avventure.
Mentre cammino tocco il muro per aumentare la stabilità e mi accorgo che più lo sfrego più esso si liquefa'...e la cosa mi incuriosisce molto. Quindi mi fermo e premo la mani contro la parete...e affondo mollemente fino alle spalle. Cerco di toccare qualcosa al di là del muro senza guardare...e sento al tatto una superficie lucida e durissima: una sfera perfetta! Ma non entro nell'abitazione perché ho altri progetti. ..trattengo la curiosità e vado avanti.
Ho molta energia, per essere più veloce salto sui muri come uno che fa parcour.I miei bimbi continuano a seguirmi e la cosa mi fa pensare ad una task: volare con loro.
"Andiamo bimbi!", dico loro e vedo che mia figlia sembra avere un po' timore. Allora li prendo per mano e voliamo e comincio a correre...come volessi fare volare due piccoli aquiloni...Spicchiamo il volo verso una splendida vallata e planiamo per un po' ad una altezza di circa 10-15 metri, poi li faccio atterrare su un morbido prato verde. I bimbi sono tranquilli, mia figlia sembra non aver più paura. I bimbi mi seguono in tutto, quindi mi dirigo verso un gruppetto di ragazzi.I ragazzi stanno facendo una specie di falo' nel bosco e hanno del cibo in mano. Come un supereroe alzo la mano verso di loro e li fermo col pensiero. Il gruppo rallenta i movimenti e si blocca. Faccio un gesto con la mano e sottraggo loro una pannocchia di granturco cotto. La offro ai miei bimbi e loro la assaggiano con piacere.Stiamo insieme e ci godiamo il paesaggio mentre i ragazzi continuano meccanicamente le loro azioni..


Al risveglio mi chiedo: un 'dio' creatore di un mondo onirico può essere accusato di furto? :)

Lucido e obe

Mi ritrovo lucido mentre cammino per una città, di notte. Il posto è bello e ci sono molte aree verdi. Voglio provare a volare insieme a qualcuno, come faccio spesso ultimamente, e vedo E. di fronte a me in stato ipnotico.
"Vieni E.!"...
Afferro delicatamente la sua mano e cominciamo a volare ad una altezza di una ventina di metri dal suolo.
Ma mentre volo qualcosa non va ed E. sparisce. Provo a farla riapparire con la forza del pensiero ma...dopo qualche secondo si materializza mio figlio!...e vedo il suo volto sorridente e  molto consapevole. Il bimbo stringe forte la mia mano e sembra essere molto contento :)
Cerco un'area verde dove atterrare e plano dentro una grande aiuola con cespugli rigogliosi e fiorellini bianchi.
A questo punto ho un vuoto di memoria...forse dovuto al fatto che ho dormito poche ore...e mi sveglio.

Riprendo lucidità contando le sei dita della mano destra e mi ritrovo a camminare in una città che non conosco...immerso dentro l'acqua che mi arriva fino al busto. Intorno a me p.o. decisamente meccanici compiono azioni casuali.
Voglio stupirli: apro le braccia come Mosè e provo a dividere le acque...
All'inizio non accade granché. ..poi mi ricordo di usare solo la mente e non i gesti...Quindi le acque cominciano a bollire...vibrare sempre di più. ..
Tutto inizia a vibrare, palazzi compresi, come se avessi provocato un terremoto. Vedo con attenzione che l'intero scenario sta come disgregandosi...e riesco a notare delle linee fra un elemento e l'altro molto simili ad una gigantesca schermata di computer.
Lo scenario...o programma onirico...si dissolve completamente e io entro in stato di obe.
Mi ritrovo dentro una casa che mi sembra di riconoscere. La visione è leggermente offuscata e sento l'energia di questo ambiente.
Chiedo più di una volta se ci sono entità presenti da quelle parti...e per due volte vedo delle piccole sagome che si spostano tra i mobili. L'aspetto di questi esseri è simile al mimetismo del film 'predator', ma le emanazioni sono tutt'altro che ostili. Non riesco a comunicare con questi esseri, è come se appartenessero ad un altro livello di sogno. E a causa della stanchezza mentale dimentico anche il resto del lucido!


Vividi da ricordare

Incontro una ragazza che mi sembra di conoscere...Ci siamo già visti forse in un altro sogno. Io sono suo marito, siamo sposati da poco. Sto uscendo dal lavoro...la vedo e ci diamo appuntamento a più tardi. Infatti la incontro vicino casa, la abbraccio e ci baciamo dolcemente. Lei è abbastanza alta, capelli bruni lunghi, viso delicato. Mentre ci scambiamo parole affettuose noto un particolare: lei è incinta :)

Mi sveglio e mi porto questa sensazione di pace e calore umano per tutta la giornata

Vividi...

Visito un luogo straordinario: un museo marino in via di costruzione. Vedo numerose specie di pesci e conchiglie, alcune di dimensioni colossali. Poi una visione stranissima: vedo dei ragazzi che entrano all'interno di pesci giganti! Mi dicono che si tratta di un esperimento e i ragazzi stanno facendo degli studi entrando nel loro corpo per capire il 'loro stato di salute'. Poi vedo un esemplare davvero spaventoso di squalo balena...e una collezione di pesci palla di piccole dimensioni. Alcuni hanno gli occhi dipinti con la pittura nera per gli occhi degli antichi egizi...

Entro in un ufficio dove mi stanno aspettando per un incontro per 'migliorare le proprie capacità personali' in ambito lavorativo...una specie di corso motivazionale.
Mi fanno vedere programmi frasi slogan ma dopo un po capisco che la cosa per me più utile è. ..ascoltare la musica binaurale in sottofondo: è grazie ai suoni che posso migliorare il mio stato mentale, il mio benessere e la concentrazione!

Sogno una ragazza con cui ho passato anni molto belli insieme, nella realtà. La incontro spesso nei sogni in ambienti di spiritualità e c'è sempre una strana ambiguità...come se io fossi ancora legato a lei. Di solito è allegra e dinamica ma le ultime volte che la incontro è piuttosto triste. Non capisco realmente il perché...sembra che nel sogno sia ancora innamorata e questo la porta in qualche modo a bloccarsi. Si avvicina...mi guarda...con occhi malinconici, e a me dispiace tanto. Per me è bello così...essere con la persona con cui sono nella realtà e incontrare L. solo nei miei sogni vividi. Ma ultimamente è come se questo p.o. ...soffrisse per questa situazione. Che strano...

Secondo sogno con tsunami che arriva all'orizzonte: io cerco di salvare i miei due bambini prendendoli in braccio ma all'improvviso vedo una porta che si apre...e ne esce un uomo  alto almeno 2 metri vestito con una corazza di cuoio e pelle e centinaia di...dischi attaccati a mo di ciondoli sulla schiena. Ha due spalle colossali, capelli lunghi neri e una specie di elmo. Dalla porta esce anche una giovane donna completamente nuda vestita solo con un elmo nero di metallo con delle punte. L'uomo, che sembra arrivare dall'era antica, alza le braccia e vuole fermare lo tsunami...Io afferro i miei bambini ed entro in un palazzo ma credo di aver fatto la scelta sbagliata..

Prima di addormentarmi eseguo un esercizio che ho inventato da poco: chiudo gli occhi e metto a fuoco un punto immaginario al centro del nero, poi allungo la vista e cerco di focalizzare un punto più lontano per qualche decina di secondi. Faccio questo esercizio tre o quattro volte, poi ho la sensazione di aver accumulato energia a sufficienza.
Mi addormento..

Esperienza lucida

Mi sveglio in stato di transizione, sospeso nel vuoto. Dovrei proiettarmi da qualche parte ma non ho idea. Comincio a pensare ad un luogo preciso e...il mio corpo (o quello che è in questo momento) fa delle rotazioni spontanee...
Dopo un po' mi fermo e ho la netta sensazione di trovarmi nel luogo che ho pensato. Bene! Poi ho un cambiamento di idea e il corpo ruota di nuovo...
Mi trovo ora di nuovo nel luogo che ho pensato! Questo modo di viaggiare è decisamente veloce e comodo. Mi lascio andare e penso ad altri luoghi e di nuovo arrivano le rotazioni...
In realtà non voglio andare da nessuna parte ma mi piace questa modalità di azione. Dopo un po' la mia incertezza mi fa cambiare livello di sogno. Mi ritrovo in una stanza sopra ad una specie di strana...altalena gigante. Vedo i miei bimbi che cominciano a spingermi! Hanno una forza incredibile...ma con loro c'è anche qualcun altro che non riesco a vedere ma percepisco come 'componenti della mia famiglia astrale'. Mi spingono su e giù e io cerco di aumentare la spinta: mi lancio nel vuoto e mi ritrovo dentro un mare di luce e calore. Sto così bene qui che non ho proprio voglia di fare niente! :)
olrac
 
Messaggi: 536
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 674 volte
'Mi piace' ricevuti:: 359 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 24/09/2019, 14:04

Lucido e obe. Metodo ADA

...comincio a prendere lucidità, sto fluttuando lentamente verso l'alto ad una decina di metri da terra. Vedo lo spigolo di un balcone e provo ad afferrarlo per stabilizzarmi ma la mia mano è così 'eterica' che trapassa il cemento e le sbarre senza neanche il minimo attrito. La cosa è davvero strana. Continuo a salire verso l'alto come se fossi...attratto da qualcosa: forse dal mio stesso desiderio di passare ad una obe?...
Sono ad una trentina di metri dal suolo, ho davanti la facciata del palazzo in cui abito, la sensazione di realismo è totale. Non sono in un sogno, sono a trenta metri da terra leggero come un palloncino, e questo è pazzesco!
L'ambiente intorno si oscura, il palazzo e' avvolto dal nero...c'è un cambio di livello...percepisco una leggera vibrazione e mi ritrovo in paralisi nel mio letto.
Intorno a me avverto ondate di energia e particelle scoppiettanti. Provo a ruotare sull'asse della schiena, dondolando un po' e al terzo strattone esco dal corpo a faccia in giù. Non mi metto in piedi ma salgo ancora verso l'alto...sento un altro segnale di cambio livello e sbuco letteralmente nel cielo stellato! :) Come posso descrivere questa sensazione meravigliosa di pace e serenità?...

Sono sospeso fra le stelle...o forse non dovrei dire stelle ma globi di luce pulsanti...perché è così che li percepisco in questo stato. Ne vedo decisamente più di quelle che vedrei stando sulla terra. Ma c'è qualcosa che comincio a notare...qualcosa che ha una forma e una precisa struttura...
Vedo tutta intorno a me, a 360 gradi, una...non saprei come dire...una specie di rete (metallica?) sferica, formata da esagoni neri, perfetti. La struttura è a circa 7-8 metri dal mio 'corpo'. Dentro gli esagoni sono apparentemente vuoti e quindi suppongo che ci sia un materiale trasparente simile al vetro di un monitor. Difatti la mia sensazione è proprio quella di trovarmi di fronte ad uno schermo tridimensionale. Questa specie di navicella spaziale ruota e si sposta con me, in modo assolutamente naturale.
L'emanazione delle stelle è così forte che mi viene da chiedere: "voglio comunicare con voi!".
La struttura ruota e assume varie posizioni...Vedo ora un gruppo di stelle che brillano e pulsano al centro degli esagoni. Noto che l'energia delle luci viene in qualche modo assorbita dalla rete e vedo chiaramente dei led colorati che si accendono dentro gli esagoni. In particolare vedo come delle...barre di energia rosse che aumentano o diminuiscono captando qualcosa dall'esterno. Ma cosa?
Non riesco a comprendere questa tecnologia e nella confusione ho un altro cambio di livello...

...mi ritrovo in un lucido nitidissimo, sto volando a circa 3-4 metri dal suolo. È notte, vedo una strada di campagna e molti alberi sui lati.
Sulla mia destra un panorama bellissimo, con una città sulla vallata piena di luci. Salgo verso la collina, vedo una torre medievale e altre costruzioni, mi avvicino e poi viro ancora più in alto...uscendo ancora dal lucido.


Mi ritrovo di nuovo nella mia stanza, capisco di essere in obe, provo a incrociare le mani e noto che esse si compenetrano l'una nell'altra con un leggero attrito, poi mi accorgo di un curioso particolare: sulle dita ho del materiale colloso, simile a slime, che sembra essere appiccicato sul corpo. Mah...Poi chiedo come al solito: 'c'è qualche entità in questa stanza?"...e dopo poco arriva la risposta...

Vedo una forma scura sulla destra accanto al letto, di piccola statura. Non mi alzo ma aspetto, per non spaventarla. Vedo un dito lungo e affusolato con polpastrello rotondo (simile ad E.T.!) che si avvicina e tenta di farmi il solletico sulla mano. La situazione è così buffa che mi viene da ridere! Mi aspettavo come minimo un demone o un defunto ma stavolta è un semplice 'abitante' del 'basso astrale', di quelli inoffensivi.
Continuo a ridere finché non ritorno nel corpo :)



Lucido

Comincio a prendere lucidità mentre mi trovo dentro uno strano Palazzo in compagnia di gruppi di persone che stanno svolgendo varie attività di apprendimento. Mi accorgo che questi non sono normali p.o. meccanici e stupidi, ognuno di loro sta cercando di...fare esperienza all'interno di questi ambienti. Siccome le stanze sono davvero tante e io sto cercando l'uscita, provo a chiamare i miei aiutanti onirici...
Sto per entrare dentro una stanza ma prima chiedo:
"che ne pensate, devo entrare qui?". Dopo poco sento una voce maschile che risponde:
"In quella stanza trovi dei medici, è un ambulatorio, ma a te non serve...".
"Bene, grazie!", e vado avanti. Penso che sia fantastico avere delle guide così esperte. Dovrebbero averle tutti! :)
Chiedo ancora aiuto per uscire ed entro in un ascensore. Comincio a salire e aumenta anche la mia lucidità. Con la mente faccio salire l'ascensore e ho un brivido di piacere. E pensare che da piccolo, nei miei sogni, salire con l'ascensore era un incubo terrificante! :)

Noto che ai miei piedi comincia ad apparire una specie di...tavoletta antica, in pietra. Rettangolare, circa 20 cm per 40. È illuminata da una forte luce bianca. Mi avvicino e vedo delle piccole monete, di origine greca, o greco-latina, con parole in lingua greca (presumo antica, non me ne intendo molto). Non riesco a leggere questi nomi...Vedo anche una formula geometrica e una parabola con dei segni matematici. Queste immagini sono per me una specie di shock: comincio a commuovermi...a piangere come un bambino. Non so il perché, non ne ho la minima idea, ho solo la sensazione di aver ritrovato qualcosa che appartiene...al mio passato. Ad altre esistenze che si perdono nel tempo...?


Vivido

Incontro una ragazza bassina, occhi e capelli scuri. Mi accompagna ma non sembra proprio una guida...
Ci guardiamo e penso che è abbastanza attraente ma non lo dico a voce. Lei sembra avermi letto i miei pensieri...
"...se tu vuoi possiamo appartarci in quella stradina...", afferma tranquillamente con un sorriso simpatico.
"No...io voglio andare avanti, voglio continuare a esplorare", le dico fermamente.
La ragazza mi conduce davanti ad un palazzo color marrone, un edificio decisamente banale. Mi dice di entrare e...
davanti a me vedo una struttura simile ad un palco con delle balconate bianche e arancioni. Tutto è luminoso e pieno di energia, e su ogni balcone vedo delle figure di uomini e donne vestiti con tuniche bianche, come certe divinità greche. Mi guardano dall'alto...
"Ma...ma questo è il paradiso? E quelle sono divinità?...", chiedo alla mia guida.
"Questo si, può sembrare un paradiso, in un certo senso", risponde sorridendo senza spiegarsi.
Le divinità si spostano di lato e appare un grande palcoscenico con una serie di danzatrici e danzatori che iniziano una serie di movimenti che sembrerebbero rituali sacri (purtroppo non ricordo i passi ma l'impressione era quella di assistere ad una danza sacra di gurdjieff).
Dopo la danza una voce mi parla e da qui vedo una serie di immagini incredibili che si susseguono, in movimento...
Provo a tradurre il 'rote' che mi è stato inviato:
'La nostra associazione spirituale è nata molto tempo fa...quando i pianeti cominciarono ad apparire...Un uomo divenne il capo sulla terra (mi viene mostrato un volto di un uomo sulla quarantina con barba e capelli chiari, mascella leggermente squadrata, occhi chiari) ed ora è attualmente reincarnato sulla terra...Lui è l'incarnazione del Dio azteco...(non ricordo bene, qualcosa come quetzalcoal o roba del genere), e mi viene mostrato un grande volto di un Dio dalla pelle blu e corona dorata.' A questo punto contemporaneamente sento le voci accanto a me di un ragazzino e suo padre. Il ragazzino domanda al padre chi sia il volto dell'uomo che stiamo guardando e lui, come una cosa normale, gli risponde esattamente quello che ho sentito anch'io.
'La nostra associazione spirituale sta addestrando una serie di uomini-soldato speciali, in grado di compiere missioni straordinarie...'.
Vedo davanti a me delle immagini di un attentato...dei militari che sfilano...e delle barelle...vuote?!
'I militari stanno compiendo l'operazione LASER, cioè salveranno con i loro speciali laser gran parte dei civili. Vedete che le barelle sono vuote perche non ci sono feriti ne' morti? Un successo!'. Io rimango sconvolto da tutte queste curiose informazioni...

Vivido

Bassa lucidità...mi ritrovo a chiacchierare nientedimeno con il direttore del Monroe instituite Italia. D. mi accoglie nel suo studio e li incontro anche altri esploratori astrali. Mi sembra di conoscerli...mi arrivano alcune informazioni telepatiche su nomi e persone. È in corso una specie di libera riunione per diffondere le idee dell'associazione è tutto ciò che riguarda le esperienze extracorporee. Da quello che sembra si stanno cercando soluzioni per usare la tecnologia hemi sync nel campo dello sviluppo di idee legate alle capacità di gestire macchinari di uso industriale (?). Io do una mia personale soluzione e il gruppo mi dice che è d'accordo. Poi esprimo l'idea di 'creare un fumetto sui viaggi astrali' (cosa che potrei benissimo fare nella realtà) ma la mia seconda proposta non sembra interessare particolarmente. D. e gli altri si mettono a meditare e sembrano tutti concentrati in uno sforzo psichico. Ammiro il gruppo e la sua capacità di coesione.


Obe locale

Mi ritrovo al buio sospeso nel vuoto. Non sento il corpo. Sento il bisogno di avere le mani e affermo:"voglio le mie mani!"...che si addensano nella forma delle mani-ombra. Sono belle, esili, fumose, come quelle di un fantasma. Provo a capire se sono in un lucido e affermo:"voglio delle mani luminose!", ma in obe non è possibile questo, come prevedevo. Quindi affermo:"voglio luce!"...e pian piano l'ambiente rischiara, ma non del tutto.
Vedo la porta di casa, la attraverso con facilità senza nessun attrito. Dopo qualche passo al buio fluttuo verso l'alto e finalmente vedo i piani del Palazzo. Volo in verticale per uscire da qui e guardo sotto di me...c'è una distanza di decine di metri. Impressionante:)
Volo ancora verso l'alto e sento un cambio di livello e di scenario. Dopo qualche secondo al buio chiedo luce e mi ritrovo a guardare le stelle (o qualsiasi cosa siano questi globi luminosi) sopra di me. Sono uscito dal palazzo, sto guardando un cielo notturno splendido. Emozioni di calma e benessere mi avvolgono...
Altro cambio di fase...
Mi ritrovo davanti ad un palazzo, sospeso al terzo o quarto piano. Provo ad toccare il cemento con le mani ma il mio corpo è completamente trasparente. Faccio la manovra per addensare il corpo e vedo davanti ai miei occhi che le mani si materializzano con forma e colore umani.
Tocco la parete, la accarezzo. Tasto questo materiale così umile e banale...e mi commuovo. Penso che è una cosa bellissima avere un corpo fisico nella realtà e poter toccare realmente le cose dense'. Non so perché penso questo...so che è così ovvio e scontato ma...comincio a piangere di gioia!
E così ritorno nel corpo...senza aver fatto nulla di grandioso o spettacolare.


Al risveglio mi porto dietro una sensazione straordinaria di calma e allegria che mi fa stare veramente bene. Non ho soltanto modificato il mio 'punto di unione' con la realtà (come direbbe castaneda) ma ho riconsiderato la densità della materia nella sua accezione più sensuale.

Vividi

Incontro C. A., un grande viaggiatore astrale che stimo molto. Mi fa vedere un congegno simile ad un hoverboard messo a punto da lui, poi passeggiamo e ci uniamo ad un gruppo di ragazzi, e insieme entriamo all'interno di un grande casolare in mezzo alla campagna. Il tetto non c'è e vediamo un cielo stellato fantastico...

Sono all'interno di uno stabile, dopo un po' che gironzolo entra una bella ragazza, piuttosto alta, capelli castani, snella, vestita con abiti molto semplici. Ha gli occhi brillanti e uno sguardo simpatico. Non posso evitare di parlarci...
"..ma sai che sei proprio bella?", le dico e mi avvicino. Ho un momento di lucidità, penso che potrei fare qualsiasi cosa in questo momento, questo p.o. è completamente al mio servizio. Ho il controllo su questo essere.
Faccio un test di densità onirica ma la cosa comincia a non piacermi. Sono in preda a incertezza...mi viene il dubbio che io sia nella realtà fisica...
Penso che sto facendo una cosa sbagliata, un'azione del tutto gratuita e irrispettosa...soprattutto nei confronti dei miei rapporti nella vita reale.
Penso: "sono in un sogno lucido...perché qualcuno dovrebbe ingelosirsi?", ma qualcosa non va e sono preso da un forte senso di colpa che mi fa destabilizzare tutto...e torno a casa.
Penso che la situazione non mi è piaciuta per niente e la scarsa stabilità del lucido ha provocato l'ingresso di pensieri negativi.
Forse il punto è questo: quando pensavo che i lucidi fossero solo sogni la cosa poteva andare e mi divertivo, ma ora dentro di me sento che tutto quello che mi accade, compresi incontri con guide o p.o. non siano casuali. Ora comincio a pensare che 'essi' abbiano sempre più coscienza e questo aumento di consapevolezza ha delle implicazioni.
Da questo punto di vista come possiamo considerare i sogni lucidi?...Forse la risposta è soggettiva.

Sono seduto con mio figlio in braccio. Gli dico di guardare in alto, il cielo stellato. La vista è meravigliosa...vediamo stelle fisse, stelle cadenti e pianeti. Noto che tutto è velocizzato nel tempo ed è come vedere il movimento degli astri, soprattutto le stelle cadenti che lasciano la loro scia luminosa ogni 4-5 secondi.

Lucido? Obe?

..mentre sto esplorando un bosco trovo un bell'albero di quercia. Voglio connettermi con questo elemento e mi avvicino: osservo la corteccia e ne sento la perfetta consistenza, poi spontaneamente cingo il tronco con le mani e i palmi aperti. Sento l'energia dell'albero e comincio a sincronizzare la mia respirazione con le foglie. Inspiro e sento una piacevole ondata di energia che parte dall'albero e mi attraversa facendomi vibrare le mani. Respiro e divento un tutt'uno con l'albero...
La mia energia vitale, intrecciata alla pianta attraverso la respirazione, raggiunge le foglie e le fa vibrare e scintillare...che spettacolo! :)
Poi noto che accanto a me si è materializzata una persona che conosco bene. Provo un nuovo esperimento di connessione...
Poggio il palmo della mano sinistra sul tronco e sollevo l'altra mano sul petto della persona e...respiro inviando l'energia che ho prodotto...La connessione riesce e sento uno stato di benessere totale!
Torno nel corpo e sono completamente ricaricato. Mi arriva un messaggio telepatico che traduco così: 'gli alberi e le piante sono una estensione del sistema di respirazione umano. Possiamo respirare attraverso le foglie'.
Ultima modifica di olrac il 24/09/2019, 17:06, modificato 2 volte in totale.
olrac
 
Messaggi: 536
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 674 volte
'Mi piace' ricevuti:: 359 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda Elica » 24/09/2019, 15:53

Davvero interessante...
Tu lo fai nei lucidi, a me succede nella realtà! Sono finita , non chiedermi come , nell'area grecanica di Calabria, qui c'è ancora qualcuno che parla il greco antico!
Mi è stato dato un opuscolo con qualche poesia ... ti cito qualcosa, magari può aiutarti. ..
Condoferro ascia essena - ritorno a te
Agape - Amore (spirituale )
Mi gapai - mi ama
Thori ecino pu pai yireguonda .
Vede colui che va cercando.

A te la palla , non ti fermare ;)
Elica
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 26/07/2018, 10:06
Ha  fatto 'Mi piace': 127 volte
'Mi piace' ricevuti:: 55 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 25/09/2019, 10:20

Elica ha scritto:Davvero interessante...
Tu lo fai nei lucidi, a me succede nella realtà! Sono finita , non chiedermi come , nell'area grecanica di Calabria, qui c'è ancora qualcuno che parla il greco antico!
Mi è stato dato un opuscolo con qualche poesia ... ti cito qualcosa, magari può aiutarti. ..
Condoferro ascia essena - ritorno a te
Agape - Amore (spirituale )
Mi gapai - mi ama
Thori ecino pu pai yireguonda .
Vede colui che va cercando.

A te la palla , non ti fermare ;)


...molto interessante! Ricordo che sulla tavoletta bianca c'erano incise molte parole formate da lettere consonanti, quindi potrebbe essere un linguaggio di radice egiziana o ebraico antico. Com'è noto i sapienti greci (e poi quelli della magna Grecia!) si recavano in Egitto per approfondire conoscenze matematiche e scientifiche e attingevano da quel sapere. L'impressione generale è stata quella di un potente flash di ricordi ancestrali...che non riuscivo a decifrare forse a causa dell'emozione. Ho avuto la sensazione che si trattasse di informazioni di carattere astronomico legate all'ambito matematico, qualcosa come...distanze, coordinate, tracciati parabolici: hai presente quando ritrovi dopo 30 anni gli appunti preziosi che avevi perso nel tempo? :)

...grazie per la meravigliosa citazione! 'Vede colui che va cercando' è straordinariamente vero!! :)
olrac
 
Messaggi: 536
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 674 volte
'Mi piace' ricevuti:: 359 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda IlBagatto » 26/09/2019, 18:46

Un salute olrac, leggere delle tue esperienze è toccante, grazie per averle condivise qui. Mi piacerebbe farmi una chiacchierata con te un giorno di questi... o una notte ;)
Ma io vorrei essere un'aquila, vedere il piano del mondo che inclina verso di noi, e le leggi che s'inchinano,
Lanciarmi a inseguire il tuo deserto, e i saperi solenni, e le porte dorate... Cominciare di nuovo il viaggio.
Avatar utente
IlBagatto
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 24/08/2019, 17:08
Ha  fatto 'Mi piace': 48 volte
'Mi piace' ricevuti:: 68 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 27/09/2019, 21:36

IlBagatto ha scritto:Un salute olrac, leggere delle tue esperienze è toccante, grazie per averle condivise qui. Mi piacerebbe farmi una chiacchierata con te un giorno di questi... o una notte ;)


Grazie IlBagatto, quando vuoi:)
Leggo con molto piacere anche le tue esperienze, ricche di riferimenti mistici e simbologie!
olrac
 
Messaggi: 536
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 674 volte
'Mi piace' ricevuti:: 359 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 22/10/2019, 14:35

...bello questo spazio bianco per scrivere le mie esplorazioni :)

Annoto un fatto che ho sempre trascurato, forse perché mi sembra ovvio. Ma forse non lo è, quindi lo scrivo per ricordare.
Ormai da anni ricordo 29 sogni su 30 ogni mese. Di questi la quasi totalità sono sogni vividi, molti sono lucidi a vari livelli di consapevolezza, una parte sono obe locali e non locali. Non faccio mai incubi e non ho bisogno di svegliarmi di notte con la sveglia meccanica perché avviene in automatico.
Le mie esperienze avvengono quasi sempre di notte e molto raramente di pomeriggio. Non uso mai la stessa tecnica per più di 2-3 giorni ma come base posso dire di usare soprattutto la ADA...'personalizzata'.
NONOSTANTE questo, per me, in un certo senso, è sempre più difficile fare sogni consapevoli perché per quello che ho capito...o che sto capendo ora...la tendenza generale del mio Essere è quella di sognare con più facilità in modo vivido. Questa modalità può avere varie cause che si possono immaginare...
Se morissi adesso, penso che rimarrei in uno stato di sogno vivido, a metà fra un sogno ordinario e uno lucido: ecco, questo è il mio stato di coscienza attuale. Da questo punto di vista, spero di evolvere.

Iniziamo:

Lucido. Metodo ADA + mantra notturno

Mi addormento affermando 'voglio uscire dal corpo', sento già le vibrazioni nel corpo fisico...Mi addormento e poco dopo (10 minuti?) mi ritrovo fuori, sospeso nel buio. Tirò fuori le mani e le osservo, sono le mie solite mani-ombra. Aumento la consapevolezza e arriva un po' di luce. Sono dentro la mia stanza, mi guardo allo specchio e lo uso per esercitarmi sulle emozioni: mi ricordo di quando una sfera di luce intelligente mi insegnò a sintonizzare il pensiero nelle giuste frequenze, quindi provo a lasciare andare la mente a flussi di pensieri negativi e...vedo il mio volto che scende giù e rattrappisce e vedo i miei occhi chiusi come se non li avessi più nelle orbite...Un ritratto decisamente pauroso! :)
Poi riprendo il controllo e comincio ad aumentare la Presenza mentale. Piano piano il mio volto risale e i miei occhi ritornano al loro posto. L'esercizio è riuscito perfettamente e il risultato è sempre lo stesso e lo specchio fa da tramite visivo.

Voglio sbarazzarmi dello specchio e affondo le mani dentro di esso: le dita entrano dentro una sostanza che sembra morbida come burro, al tatto molto piacevole. Poi comincio a vibrare di energia e disintegro lo specchio malridotto in mille particelle che schizzano via.
L'ambiente si dissolve...la mia ondata di energia mi ha fatto cambiare livello di coscienza...rimango a fluttuare nel buio.

Annoto una nuova tecnica per uscire dal corpo, passando per lo stato di paralisi:
Ripeto durante la giornata l'affermazione 'aumento la mia vibrazione interna!', inspirando con forza e concentrando questa energia nel petto.
Poi espiro e sento un formicolio per tutto il corpo. Ripeto questa azione proprio nei momenti più noiosi e pesanti della giornata in modo da...alzare il livello vibrazionale. Dopo essermi addormentato mi sveglio nello stato intermedio di paralisi del corpo, da qui la separazione.


Lucido breve

Prendo lucidità dentro un negozio di vestiti. Siccome sto facendo esercizi per aumentare la cosiddetta 'vibrazione interna' mi viene spontaneo di farlo anche in lucido. Respiro e aumento l'energia vibrazionale...e la cosa funziona! Affermo ad alta voce:'aumento la mia vibrazione interna!'... Il mio corpo si carica come fosse un palloncino pieno d'acqua calda...la mia percezione dello spazio cambia. Sono in uno stato completamente nuovo...percepisco tutto con una intensità e chiarezza che mi sconvolge. Cammino e respiro energia liquida...e dentro di me si muove un fuoco dal basso verso la testa. Non ho mai provato una cosa del genere.

Risultato: se ricordarsi di sé o meditare in sogno lucido porta ad un aumento esponenziale della capacità percettiva, come ho avuto modo di verificare anni fa, e del livello 'energetico'...figuriamoci se lo si fa direttamente sul cosiddetto 'corpo sottile'...una bomba! :)
Perché non ci ho pensato prima?? :)

Lucido. Metodo ADA

Prendo lucidità mentre sono in compagnia di L.M., un mio caro amico, che mi fa vedere il luogo dove vive: un colossale palazzo stile liberty anni 40 alto una trentina di piani. Passeggiamo sul terrazzo dell'edificio e noto che le piante e gli alberi hanno coperto quasi tutto.
Sento abbaiare un cane, ricevo il messaggio telepatico che è entrato un cane dobermann dentro il sogno, e che è pericoloso e libero.
"Un cane feroce nel mio sogno? Adesso vado da lui...", dico ad alta voce e vado verso di lui. Il cane è senza controllo, abbaia forte e dopo un po' lo vedo trasformarsi in una bestia ancora più grande. Lo raggiungo e gli lancio un'occhiata che lo fa calmare. Lui abbassa la testa e se ne va verso un cancello di uscita.
"Vattene via da qui", gli dico rivolgendogli un pensiero concentrato e lui sparisce, con la coda fra le gambe (è proprio il caso di dire :) )
Bene, allontanati gli ospiti indesiderati cerco di uscire dal lucido e innalzare le mie vibrazioni verso altri ambienti..

..corro, salto verso il muro di una casa, come facessi parcour, e mi lancio verso l'alto, verso il cielo notturno.
In mezzo al cielo, ad una cinquantina (?) di metri faccio un ipersalto con la tecnica di proiettarmi a migliaia di chilometri con la forza del pensiero...e vengo sparato in avanti...
L'ambiente svanisce, mi ritrovo sospeso nel buio. Breve rotazione. Nuovo ambiente.
Sono fuori dal sogno di prima. Mi ritrovo all'interno di una bellissima casa tutta bianca, pulitissima. C'è una strana donna, coi capelli ricci, bassina. Porta al collo un cartello...c'è scritto 'Vinicio'. Mi dice telepaticamente che...sta cercando suo figlio è quello è il suo nome...
Ma la comunicazione è confusa...o sono io che non capisco bene. Dopo un po' la donna scompare e io lascio perdere questo tipo di recupero.

Dalla porta del fondo arriva un bimbo, è mio figlio! :) lui mi vede ma continua a giocare, saltare e aprire tutte le porte di questo immenso appartamento. Io lo seguo, guardo con amore tutto quello che fa. È così rapido che devo fluttuare per stargli dietro! (Nella realtà fisica invece devo sempre corrergli dietro!) Poi lui si ferma a giocare finalmente e io lo abbraccio e gli bacio la fronte.
"Alle ora devo andare, ci vediamo presto!", gli dico e lui tranquillo continua a giocare.
Vedo una finestra, ci salto dentro, trapasso facilmente il doppio vetro e mi ritrovo sul cornicione a circa una trentina di metri da terra.
Vedo una nuova ambientazione, decisamente fantastica! Davanti a me una piazza in terra battuta dove si sta svolgendo una grande festa medievale! Non so se è una rievocazione oppure mi sono mosso indietro nel tempo...! La cosa mi emoziona molto e penso:
'Sono qui, a trenta metri dal suolo, sul cornicione di una finestra, e davanti a me un'intera piazza medievale da esplorare! Wow!' :)
"Hey!", dico ad alta voce rivolgendomi alla folla.
"Guardatemi, ora salto!", e sorrido guardando lo sconcerto nel volto dei p.o. Le persone si girano tutte verso di me e i loro volti sono presi dal panico. La cosa mi diverte, anche se so che forse non dovrei fare più ste cose...:)
Salto e cado velocemente verso il basso, poi mi fermo col pensiero praticamente rasoterra senza toccare il suolo. La folla rimane di stucco.
"Bene, e ora vediamo cosa posso fare...", e cammino in mezzo alla gente che si mette da parte. Noto che non tutti mi possono vedere, qualcuno non si è accorto della mia presenza. Mi avvicino ad un gruppo di cavalieri a cavallo che stanno partecipando ad un vero e proprio palio cittadino. Che bello! Hanno vestiti tipici e i loro animali sono ricoperti da tessuti bianchi. (Davvero curioso. Ho letto da qualche parte che i personaggi onirici che non riescono a vedere viaggiatori si trovano su altre frequenze...cioè sono morti). Quindi mi concentro e fermo col pensiero un cavaliere sul suo destriero.
"Tu...vieni qui!", ordino al cavallo, indicando col dito di avvicinarsi. Il cavallo obbedisce e io salgo su di esso. Ma succede qualcosa di strano...Il cavaliere non mi vede e il mio corpo compenetra il suo. C'è uno strano attrito fra i corpi e il lucido si destabilizza.


Serie di vividi...

Mi ritrovo seduto in mezzo ad una platea di persone, soprattutto giovani. Di fronte a noi c'è un palco con un tavolo e tre o quattro guide. Si riconoscono perché ci chiedono telepaticamente cosa vogliamo sapere del nostro futuro. Vogliono darci consigli pratici, immagino.
"Cosa volete chiederci?". Io non voglio aspettare il mio turno e cerco di attirare l'attenzione.
"Io voglio sapere! Voglio sapere qualcosa sul mio futuro...", chiedo. Qualcuno fra la folla si gira verso di me, forse mi considerano un po' maleducato, ma io insisto, voglio sapere.
Le guide mi danno ascolto e si concentrano su di me. Mi parlano con calma e premura:
"Ricordati il Progetto e la Pianificazione delle cose che fai...", con una serena voce maschile.
Io rimango un po' sconvolto e non so cosa dire. "Si...ho capito...", è l'unica cosa che riesco ad esprimere.

...

Mi trovo in un ambiente di Quarta Via (scuola esoterica di gurdjieff), siamo tutti studenti seduti a cerchio. Le nostre guide ci parlano e io chiedo loro di darci dei consigli pratici su come 'elevare le vibrazioni' nel quotidiano. Mi risponde un uomo con voce calma:
"Dovete spolverare (?) i pensieri oscuri nel cervello e reintrodurre nel vostro corpo preziosi liquidi vitali..", dice, mentre io comincio a ragionarci su.

A mente lucida capisco che la guida si riferiva al controllo dei pensieri giusti e l'eliminazione di quelli negativi e la possibilità di evitare di introdurre alcol che abbassa notevolmente le 'vibrazioni', e usare acqua o succhi di frutta. Proprio in questi giorni ho esagerato nel bere a causa di vari festeggiamenti ed è forse da questi pericoli che le guide volevano tenermi lontano :)

...

Annoto, ancora una volta, un probabile ingresso all'interno di un sogno, forse creato dal sognatore E.
La caratteristica di questi ambienti è che sono piuttosto opprimenti e oscuri: un mix di tensioni emotive e una serie di oggetti che rimandano ad una cultura in cui si mescolano arcaiche credenze e ossessioni. Siccome ogni volta che sono in questo particolare tipo di ambienti c'è sempre la presenza di E., sembrerebbe proprio una sua derivazione.

Esperimenti.

Annoto due sogni vividi ordinari in cui ho incontrato il sognatore I. e lui ha incontrato me, in due ambienti simili, in due notti consecutive. Il primo è una ambientazione estiva, con sabbia e sole, l'altro è una ambientazione di montagna, con piste e giochi sulla neve. Entrambi abbiamo interagito anche con altri personaggi ma il sognatore I. non ricorda le frasi delle conversazioni.
La facilità con cui accadono questi fenomeni è davvero sorprendente.

Lucido, bassa consapevolezza.

Sono dentro un appartamento di montagna, insieme a dei turisti, credo. C'è una ragazza giovane nel corridoio, viene verso di noi, è mezza nuda, si dispera. Dice che c'è un terremoto in corso e che moriremo. Io non mi scompongo, so che non posso essere danneggiato.
Cerco di rassicurare la ragazza che continua a strillare, ma dopo qualche secondo comincio a sentire il pavimento che oscilla. Non mi preoccupo e il movimento sembra addirittura piacevole. La casa comincia a traballare e l'intero edificio di tre piani sta per crollare su un lato. Vedo dalla finestra un paesaggio di montagna con neve e case con tetto di legno a spiovente, sembra proprio una località di alta montagna italiana.
Tutti sembrano in preda al caos (e direi!), il tetto ci crolla sulla testa e c'è un cambio di livello...
Il mio corpo non rimane schiacciato ma semplicemente passa attraverso le travi e il cemento. Vedo cadere tutto l'edificio davanti ai miei occhi, e vedo anche le persone coinvolte in questo disastro...che sono nel panico e io non posso fare niente per loro. Io salgo verso l'alto senza controllo mentre loro rimangono giù fra le macerie.
olrac
 
Messaggi: 536
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 674 volte
'Mi piace' ricevuti:: 359 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda IlBagatto » 22/10/2019, 22:08

Sono piacevolmente sorpreso dalla facilità con cui ti muovi in astrale e riesci ad influenzare il livello vibrazionale lavorando sulla tua coscienza. Leggendo queste esperienze mi è venuto in mente il Dalai Lama, che dice che "la prima esperienza della Luce Chiara si ottiene in seguito alla concentrazione dell'attenzione nel centro del cuore del corpo onirico" (The first experience of the clear light occurs as a result of focusing your attention at the heart center of the dream body.) Se ti interessa leggere l'articolo completo e te la cavi con l'inglese lo puoi trovare qui. Per me le porte di questo mondo si stanno aprendo piano piano... Diciamo che sono appena socchiuse e filtra un po' di luce attraverso...

olrac ha scritto:Mi trovo in un ambiente di Quarta Via (scuola esoterica di gurdjieff), siamo tutti studenti seduti a cerchio. Le nostre guide ci parlano e io chiedo loro di darci dei consigli pratici su come 'elevare le vibrazioni' nel quotidiano. Mi risponde un uomo con voce calma:
"Dovete spolverare (?) i pensieri oscuri nel cervello e reintrodurre nel vostro corpo preziosi liquidi vitali..", dice, mentre io comincio a ragionarci su.
A mente lucida capisco che la guida si riferiva al controllo dei pensieri giusti e l'eliminazione di quelli negativi e la possibilità di evitare di introdurre alcol che abbassa notevolmente le 'vibrazioni', e usare acqua o succhi di frutta. Proprio in questi giorni ho esagerato nel bere a causa di vari festeggiamenti ed è forse da questi pericoli che le guide volevano tenermi lontano :)


Non saprei, il Signor Gurdjieff aveva l'abitudine di somministrare abbondanti dosi di Armagnac e Vodka ai suoi allievi (e a se' stesso!)... Non so come prenderebbe la tua idea sui succhi di frutta! : Beer :

olrac ha scritto:NONOSTANTE questo, per me, in un certo senso, è sempre più difficile fare sogni consapevoli perché per quello che ho capito...la tendenza generale del mio Essere è quella di sognare con più facilità in modo vivido. Questa modalità può avere varie cause che si possono immaginare...

Mi piacerebbe sapere i tuoi pensieri in proposito. Ti riferisci a mancanza di consapevolezza da sveglio di cui si parlava nell'altro thread?
Ma io vorrei essere un'aquila, vedere il piano del mondo che inclina verso di noi, e le leggi che s'inchinano,
Lanciarmi a inseguire il tuo deserto, e i saperi solenni, e le porte dorate... Cominciare di nuovo il viaggio.
Avatar utente
IlBagatto
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 24/08/2019, 17:08
Ha  fatto 'Mi piace': 48 volte
'Mi piace' ricevuti:: 68 volte

Re: diario di olrac

Messaggioda olrac » 24/10/2019, 13:24

IlBagatto ha scritto:Sono piacevolmente sorpreso dalla facilità con cui ti muovi in astrale e riesci ad influenzare il livello vibrazionale lavorando sulla tua coscienza. Leggendo queste esperienze mi è venuto in mente il Dalai Lama, che dice che "la prima esperienza della Luce Chiara si ottiene in seguito alla concentrazione dell'attenzione nel centro del cuore del corpo onirico" (The first experience of the clear light occurs as a result of focusing your attention at the heart center of the dream body.) Se ti interessa leggere l'articolo completo e te la cavi con l'inglese lo puoi trovare qui. Per me le porte di questo mondo si stanno aprendo piano piano... Diciamo che sono appena socchiuse e filtra un po' di luce attraverso...

olrac ha scritto:Mi trovo in un ambiente di Quarta Via (scuola esoterica di gurdjieff), siamo tutti studenti seduti a cerchio. Le nostre guide ci parlano e io chiedo loro di darci dei consigli pratici su come 'elevare le vibrazioni' nel quotidiano. Mi risponde un uomo con voce calma:
"Dovete spolverare (?) i pensieri oscuri nel cervello e reintrodurre nel vostro corpo preziosi liquidi vitali..", dice, mentre io comincio a ragionarci su.
A mente lucida capisco che la guida si riferiva al controllo dei pensieri giusti e l'eliminazione di quelli negativi e la possibilità di evitare di introdurre alcol che abbassa notevolmente le 'vibrazioni', e usare acqua o succhi di frutta. Proprio in questi giorni ho esagerato nel bere a causa di vari festeggiamenti ed è forse da questi pericoli che le guide volevano tenermi lontano :)


Non saprei, il Signor Gurdjieff aveva l'abitudine di somministrare abbondanti dosi di Armagnac e Vodka ai suoi allievi (e a se' stesso!)... Non so come prenderebbe la tua idea sui succhi di frutta! : Beer :

olrac ha scritto:NONOSTANTE questo, per me, in un certo senso, è sempre più difficile fare sogni consapevoli perché per quello che ho capito...la tendenza generale del mio Essere è quella di sognare con più facilità in modo vivido. Questa modalità può avere varie cause che si possono immaginare...

Mi piacerebbe sapere i tuoi pensieri in proposito. Ti riferisci a mancanza di consapevolezza da sveglio di cui si parlava nell'altro thread?


Ciao IlBagatto, sempre interessanti e profonde le tue domande :)

Non conosco il linguaggio usato dal Dalai Lama. Se per 'esperienza della chiara luce' si intende l'apertura di una dimensione più elevata (Chiara luce) rispetto ad una meno elevata (ordinari stati di coscienza onirici) grazie ad un lavoro di apertura dei chakra, principalmente quello del cuore, del plesso solare e della testa, allora si tratta di una esperienza di ingresso in certi ambienti 'astrali' dove incontriamo spiriti superiori e grandi guide. Un po' come quando apriamo le finestre la mattina.
Se invece si intende quello che avviene dopo la morte fisica...non ho nessuna certezza :)

Riguardo ai liquidi da reintrodurre nel corpo si trattava di una indicazione personale molto precisa che purtroppo ho sottovalutato. Sono abbastanza sicuro che le guide intendessero soprattutto la reidratazione dei liquidi nel corpo durante la notte, in particolare quando eseguo esercizi notturni di elevazione del campo vibrazionale. È importante anche per la corretta postura delle vertebre..ma è una storia lunga! :)
Non penso che le guide si riferissero a QUEGLI esercizi di gurdjieff con l'introduzione di alcol pesante, nei gruppi astrali che ho conosciuto non esistono pratiche del genere in quanto più adatte alla dimensione fisica. O comunque non sono adatti a me.

Perché uno sogna soprattutto esperienze vivide? Ti do una risposta personale che non so se può avere senso per te...
La mente può essere troppo razionale e per poter superare limiti e restrizioni (e credenze!) autoimposte ha bisogno di rimanere su una certa bassa consapevolezza altrimenti c'è rischio di...non fare una certa esperienza! Nel mio caso specifico ricordo di esperienze in cui la lucidità mi ha impedito di accedere a certi ambienti e di continuare a comunicare con certi p.o., forse perché quando si prende lucidità in sogno si cambia livello vibrazionale e nello specifico in questo passaggio si va ad alterare definitivamente lo scenario e gli elementi che lo compongono. E la cosa più strana è che più un sognatore/viaggiatore acquista potere di gestire le sue esperienze piu' altera gli elementi onirici, che a volte spariscono del tutto. D'altronde nei sogni lucidi...noi ci portiamo dietro anche il nostro...EGO. E sappiamo che a molte guide il nostro ego non piace...:)
Nei vividi invece le cose sono diverse, il processo di sviluppo dell'esperienza è più naturale e non ci sono grandi alterazioni. E siamo anche più docili e ricettivi a certi discorsi e insegnamenti...:)
olrac
 
Messaggi: 536
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 674 volte
'Mi piace' ricevuti:: 359 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite