Le sostanze per favorire i sogni lucidi

Attenzione: le informazioni che seguono sono fornite a solo scopo illustrativo e in nessun caso esortativo. Gli autori ed il sito non si assumono alcuna responsabilità riguardante le conseguenze derivanti l’adozione delle seguenti sostanze da parte dell’utente.

Esistono varie sostanze che possono essere usate per facilitare, e magari anche indurre, lo stato di sogno lucido. Una prima classificazione puo’ essere tra sostanze naturali e sostanze chimiche.


Sostanze naturali

Calea Zacatechichi

È una pianta usata dagli indigeni Chontal dello stato messicano di Oaxaca per pratiche Oniromantiche, ovvero di divinazione tramite il sogno. È dimostrato scientificamente che aumenta il tempo di reazione, la frequenza e il ricordo dei sogni, rispetto al placebo e al diazepam (Psychopharmacologic Analysis of an Alleged Oneirogenic Plant Calea zacatechichi).

Sembra anche riesca ad aumentare il livello di realismo dei sogni; questo sembra essere dovuto al fatto che rende più continua la memoria, rendendo più difficile che in un sogno si passi tutto a un tratto da uno spazio/tempo ad un altro senza volerlo.

Per ottenere questi effetti, vi sono vari metodi di assunzione.

Si può preparare una sigaretta spezzando le foglie e mischiandole con del tabacco, e fumarla prima di coricarsi.

Si può preparare il tè. Per fare ciò si parte da un dosaggio di circa 3 grammi di foglie, lasciate in infuso in acqua calda, ma non in ebollizione, per circa 15 minuti. L’infuso risultante è comunque estremamente amaro.

Si possono svuotare delle capsule di integratori dietetici, riempirle con circa un grammo di foglie tritate, e assumerne 2-3 mezzora prima di coricarsi.

Si può creare un estratto resinoso. Per fare ciò, si prende una bottiglia di alcol puro (95%), si mette la quantità di foglie desiderate a bagno e si lascia riposare per tre giorni nella pentola chiusa. Si filtrano via le foglie (mettete una calza da donna sopra una pentola e lentamente rovesciate il contenuto sopra, in modo che passi il liquido ma non le foglie). Lasciate evaporare l’alcol, per fare questo o si mette al sole o si scalda a fuoco basso, stando REALMENTE ATTENTI perché l’alcol è infiammabile. Dovrebbe rimanervi sul fondo della resina. Prendetela, mettetela in capsule secondo il metodo precedente. Partite con una dose più bassa perché questo estratto è molto più potente delle foglie secche. Un grammo dovrebbe bastare per iniziare.

Ultimo metodo, meno potente della resina ma più potente del tè. Prendete una bottiglia di vodka liscia. Mettete in un recipiente due parti di vodka per ogni parte di alcol. Lasciate a bagno per una settimana agitando la soluzione una volta al giorno. Anche qui scaldate a fuoco basso, sempre con attenzione. L’alcol evaporerà lasciando l’acqua e i principi attivi. Imbottigliate il tutto.

Silene Capensis

La Silene Capensis, o African Dream Root (radice dei sogni), è una pianta nativa del Sud Africa. È considerata pianta sacra dal popolo di Xhosa, da cui la radice viene usata per indurre sogni lucidi, vividi e profetici durante l’iniziazione sciamanica. La si prepara in due modi. Il primo consiste nel mischiarne mezzo cucchiaino da tè con un bicchiere d’acqua e di berlo al mattino presto. Il secondo metodo consiste nel mischiarne una quantità maggiore con mezzo litro d acqua e mischiandola in un mixer fino a quando non si forma una poltiglia. La poltiglia ottenuta va succhiata prima di coricarsi.

Queste due piante, specialmente la Silene, difficilmente portano risultati immediati. E consigliabile portare avanti l’assunzione per una o due settimane prima di valutarne gli effetti. Nel caso della Silene, avrete notato che si consiglia di prenderla al mattino nel caso del primo metodo. Questo perché gli alcaloidi contenuti all’interno sono assorbiti molto lentamente dal corpo e possono metterci un po’ a fare effetto.


Sostanze chimiche

Possiamo ottenere un miglioramento nella nostra capacità di sognare attraverso 2 metodi. Volendo i due metodi possono essere combinati, perchè funzionano in modo complementare.

La prima classe di sostanze va ad agire sull’acetilcolina. L’acetilcolina è un neurotrasmettitore che caratterizza la fase di veglia e la fase REM del sonno, quella in cui si sogna.

La seconda classe di sostanze esaminate provoca un effetto chiamato REM rebound, ovvero ritorno REM. Sappiamo che durante la notte passiamo attraverso vari cicli del sonno, a loro volta divisi in dormiveglia, sonno profondo, sonno REM, ecc. Questi cicli in media sono 4-5 per notte. Queste sostanze funzionano facendoci avere un lungo periodo di sonno profondo all’inizio della notte portando il corpo, per compensazione, ad avere una più lunga fase REM nella seconda metà della nottata. Vi sarà chiaro come questo può essere utile: sogni più lunghi, più facilità nell’individuare la fase REM per applicare le varie tecniche WILD, WBTB etc.

Sostanze con azione sulla Acetilcolina

Galantamina

La galantamina è probabilmente la sostanza più efficace nel provocare sogni lucidi, e la sua efficacia è ormai stata dimostrata da vari studi. È un alcaloide estratto artificialmente da varie piante, quella usata negli integratori per i sogni lucidi viene principalmente estratta dalla Lycoris Radiata (red spider lily). La galantamina è un inibitore della colinesterase. Cosa significa? La colinesterase è un processo mediante il quale un enzima distrugge l’acetilcolina nel cervello. Inibendo l’azione di questo enzima, si aumenta la durata di azione dell’acetilcolina. Ma non è tutto qua. La galantamina ha anche un’attività di modulazione dei recettori nicotino-colinergici, aumentando il rilascio oltre che la durata dell’acetilcolina. Per stimolare il sogno lucido, data la sua velocità d’azione, il momento ideale per assumere la Galantamina è prima di una fase REM in WBTB. Il dosaggio è di 4 mg. Per massimizzare la produzione di acetilcolina attraverso la galantamina, si può abbinare anche l’assunzione di Colina (200 mg), un aminoacido precursore nella sintesi dell’acetilcolina.

Huperzina-A

L’huperzina-a è un alcaloide estratto dalla pianta Huperzia Serrata. Come la galantamina è un inibitore della colinesterase. È usata come integratore per migliorare la memoria, come dimostrato da uno studio su giovani studenti in salute (“Zhongguo Yao Li Xue Bao. 1999 Jul;20(7):601-3. Le capsule di Huperzine-A migliorano la memoria e le abilità di apprendimento in 34 coppie di giovani studenti”). Presa singolarmente, sembra non aumentare significativamente le possibilità di sogno lucido. Questo perché a differenza della galantamina, manca di un’azione sui recettori nicotino-colinergici. Successivi studi in abbinamento alla nicotina hanno dimostrato infatti un effetto simile a quello della galantamina. L’assunzione quindi, sempre in WBTB, va abbinata all’uso di cerotti per fumatori. Nel caso di non fumatori verrà usato il cerotto più piccolo. Nel caso di fumatori, quello più grande.

Nicotina

La nicotina da sola invece, al contrario dell’huperzina, ha dimostrato di provocare sogni più vividi, lunghi, e in alcuni casi anche lucidi. Qui il meccanismo di azione è un po’ diverso. Come abbiamo visto, nel nostro cervello ci sono questi recettori nicotino-colinergici. Sono chiamati cosi, appunto, perché vengono eccitati sia dall’acetilcolina, sia dalla nicotina. La nicotina ha quindi un azione acetilcolino-simile, mima cioè il funzionamento dell’acetilcolina. In questo modo, introducendo nicotina non abbiamo bisogno di tutta l’acetilcolina che normalmente servirebbe a garantire un sogno lucido. Stesse dosi dell’abbinamento con huperzina: cerotto piccolo per i non fumatori, cerotto grande per i fumatori. Fumare una sigaretta in WBTB non funziona: al contrario dei cerotti, che hanno un rilascio stabile di nicotina, la sigaretta oltre a fare più male, provoca un picco nei livelli di nicotina, di breve durata (ecco perché le sigarette danno dipendenza, si sente il bisogno di riportare i livelli di nicotina a quel picco).

Altre sostanze

Quelle trattate fino ad ora sono alcune tra le più potenti sostanze con azione sull’acetilcolina. Ve ne sono altre, che danno risultati meno significativi. Le elenco brevemente:

  • Alpha-GPC: una forma più potente di colina da abbinare alla galantamina. Purtroppo anche il prezzo è più elevato e probabilmente non rapportato alla maggiore efficacia.
  • DMAE: sostanza legata alla colina, precursore nella produzione dell’acetilcolina. Sembra che lo DMAE venga metilato per produrre colina nel cervello. È sicuro che venga processato nel fegato e trasformato in colina; meno sicuro è il fatto che la colina cosi prodotta riesca a passare nel cervello. Studi a corto termine hanno comunque dimostrato un aumento di vigilanza e attenzione attraverso un supplemento di DMAE. Personalmente, ho sperimentato lo DMAE e ho notato un aumento nel ricordo dei sogni. Questa cosa è stata notata anche da altre persone interessate ai sogni lucidi.
  • Centrofenoxina: è un composto di DMAE e Parachlorophenoxyacetato. E più potente dello DMAE e sembra che qui la colina prodotta riesca a passare nel cervello. Ha effetti anti-invecchiamento, aumenta la memoria, migliora i processi cognitivi.

Sostanze che provocano REM rebound

Melatonina

È un ormone naturale importante nella regolazione dei ritmi circadiani dell’uomo. È anche un potente antiossidante, con un forte ruolo di protezione del DNA. È prodotta nella ghiandola pineale e la sua produzione è inibita dalla luce e favorita dal buio. Generalmente la produzione endogena ha il suo picco circa a metà notte, per poi gradualmente diminuire nella seconda metà della notte. Assumendo un integratore di melatonina, ci si addormenta più facilmente in uno stato di sonno profondo e ristoratore. Questo porta nella seconda parte della notte ad un aumento della durata della fase REM, con sogni più lunghi e vividi.

5-HTP

Aminoacido naturale precursore della serotonina. Venduto in forma pura come farmaco antidepressivo o come estratto di griffonia simplicifolia come integratore. Come la melatonina causa REM rebound. Da non assumere se si stanno usando farmaci MAOI che inibiscono la ricaptazione della serotonina, perché potrebbe portare ad un aumento vertiginoso della serotonina con conseguente sindrome serotoninergica (cosa per niente simpatica).

Si può abbinare un integratore per il REM rebound preso prima di dormire con uno per la stimolazione dell’acetilcolina per massimizzare gli effetti sui sogni lucidi: incremento dell’attenzione in sogno, e prolungata fase REM.

Lascia un commento