Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda NeuroEngineer » 04/10/2021, 19:30

Va bene, allora ci organizziamo nella casella di posta. Non sapevo del "Chattone Mensile", se riuscissi a trovare del tempo mi piacerebbe farci un salto: ora che ci penso, il primo mercoledì del mese è dopodomani (06 Ottobre) o sbaglio?
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda Citrato » 05/10/2021, 11:07

Ti confermo che il chattone è domani. Volevo anche dirti che forse hai disabilitato la funzione di ricezione dei messaggi privati.
Sognatori di tutto il mondo unitevi!
Avatar utente
Citrato
 
Messaggi: 586
Iscritto il: 30/11/2013, 3:34
Ha  fatto 'Mi piace': 78 volte
'Mi piace' ricevuti:: 235 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda NeuroEngineer » 05/10/2021, 15:08

Ecco perché non mi inviava il messaggio! Grazie, non ricordavo di averlo disabilitato, rimedio subito (te ne ho inviato uno ieri sera, se lo ricevi poi ne parliamo in privato).
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda ipparcos » 06/10/2021, 18:39

Ciao NE, grazie per il tuo lungo intervento. Mi fa molto piacere leggere la tua esperienza da sognatore lucido "naturale". Noi profani ci sbattiamo a fare tante tecniche ma poi è solo tempo quasi sempre perso. Infatti dopo un iniziale entusiasmo del neofita nel praticare, ecco che i risultati tardano ad arrivare o sono pochi e ciao ciao sogni lucidi, arriva la demotivazione e si abbandona tutto. Sopratutto poi se bisogna praticare tecniche notturne che ti spezzano il sonno. Dopo la seconda/terza notte infruttuosa si manda tutto a quel paese e ci si gira dall'altro lato a dormire. E' un pò come all'università, molti si iscrivono e pochi si laureano... basta vedere questo forum, chi dice di impegnarsi in qualche tecnica poi lo vedi che sparisce perchè si è stufato sia della tecnica che dei sogni lucidi!
Ecco perchè mi è piaciuto il tuo approccio a lasciare da parte le tecniche, sia perchè non ne hai bisogno, sia perchè le persone devono dormire! "dormire tanto, con una fase REM ben duratura, dove io possa non solo sognare ma anche riposarmi" come dici tu...
E poi è molto bello quello che dici "Ciò che rende possibile il processo di "lucidazione" del sogno è l'allenamento della consapevolezza durante la veglia". La famosa ADA in pratica (che ho provato ma forse fatta male, non come la fai tu, con un approccio più naturale e non da ennesima tecnica).
Le parole chiave che ci indichi quindi sono: creatività, consapevolezza, dormire.
Avatar utente
ipparcos
 
Messaggi: 98
Iscritto il: 05/04/2017, 12:45
Ha  fatto 'Mi piace': 7 volte
'Mi piace' ricevuti:: 12 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda NeuroEngineer » 07/10/2021, 16:23

Sono davvero contento che il mio intervento ti sia risultato utile.
Non posso dire di comprendere a pieno ciò che si prova con la "frustrazione dell'inutilità delle tecniche", considerando che non la ho vissuta in prima persona, ma paragonandolo ad altre tipologie di frustrazione simili riesco a capirlo...
Ognuno è più che libero di usare qualunque tecnica egli voglia, ma non è detto che essa funzioni su di lui: un determinato individuo ha delle determinate caratteristiche e di conseguenza delle determinate necessità.
Ci sono dei tratti comuni tra tutti gli esseri umani e per questo, come esposto qui in uno degli ultimi post (viewtopic.php?f=7&t=12887), penso sia possibile sviluppare una tecnica di induzione "universalmente valida".
Una delle "tecniche" che si avvicina di più a una funzionante per tutte le persone è l'ADA, ovvero quella della consapevolezza quotidiana. Non conosco tutte le caratteristiche dell'ADA, ma comunque sì: Le parole chiave che ci indichi quindi sono: creatività, consapevolezza, dormire.
Se si vuole qualcosa di molto efficace, bisognerebbe lavorare a livello non solo del conscio (consapevolezza), ma anche dell'inconscio: ma questa è un'altra storia e riguarda la tecnica a cui sto lavorando (non per utilizzarla personalmente quanto per questioni di ricerca). Se ci saranno novità, le scriverò.

Ora, al di là che esista una tecnica più efficace delle altre, la questione è proprio quella della necessità o meno delle tecniche. Il problema sta alla radice, non in superfice.
Per capire meglio cosa intendo, la questione ha a che fare proprio con la risposta ad una domanda che hai fatto tu e a cui ho dato una risposta oggi stesso: ti invio il link per comodità viewtopic.php?f=4&t=12890

Comunque, così come ho detto in quella risposta, ti dico: non disperare e non abbandonare tutto. La facoltà di fare sogni lucidi si può ottenere, se ricercata in modo sano e rispecchiando ciò che sei tu e le tue necessità.
Ci sono persone che per "costituzione" non sono in grado di farli, ma non credo che sia il tuo caso, considerando che li hai già sperimentati in passato e sei qui su questo forum a parlarne.
Quindi, sappi che un modo di tornare a farli c'è: lo devi solo scoprire. Se le tecniche non funzionano: lascia perdere. Ciò genera solo problemi, non solo di frustrazione ma in alcuni casi anche di salute mentale.
Equivarrebbe a dare un integratore di vitamine E a chi necessita vitamina C.
Tu "necessiti" (o meglio, vorresti) di una vitamina che è il sogno lucido: ma stai prendendo l'integratore sbagliato. Devi comprendere quale è il più adatto a te: non è una tecnica, forse è uno stile di vita, forse è altro.
Ora farò un paragone che potrà sembrare fuori luogo ma serve per spiegare una questione fondamentale: uno scrittore di cui ho letto molti libri parla del tema della felicità e afferma che essa non può essere colta se la si cerca. Quando si smette di cercarla con affanno, la si ottiene. Sembra un paradosso, ma con me ha funzionato e se ci si pensa su ha molto senso.
Allo stesso modo, non bisogna cercare affannosamente di diventare onironauti: solo quando smetterai di cercare di raggiungere il tuo obiettivo forzatamente e quando comprenderai che l'onironauta si risveglia quando anche tu ti risvegli (dopotutto, la tua mente è il sognatore lucido), allora otterrai ciò che cerchi.
Se non funzionano le tecniche (con alcuni potrebbero funzionare e altri no), solo una volta che si è in grado di accettare e rendersi consapevole del proprio legame con i sogni lucidi, una volta che si comprende che il sogno lucido non è la destinazione ma il viaggio, una volta che si comprende che non ha senso cercare qualcosa che è già dentro di sé pronta ad attivarsi quando stimolata nel modo più naturale/sincero/sano e tranquillo possibile, solo allora ciò che prima era un traguardo lontano ora si materializza direttamente davanti a sé.
La ricerca di determinate cose, soprattutto se astratte (ispirazione, creatività, facoltà artistica, sogni lucidi, felicità, tranquillità, il tempo), porta al fallimento se non si comprende che le si possiede già: non ha senso ricercare qualcosa che hai o che sei. Bisogna solo aspettare il momento giusto, continuando a migliorare il proprio stato psico-fisico, fino al momento in cui non arriverà lo stimolo giusto capace di sbloccare il tutto: così come un fotografo che aspetta il momento giusto dello scatto, dopo aver precedentemente migliorato la propria fotocamera.
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda NeuroEngineer » 22/10/2021, 17:29

UPDATE SULLA RICERCA DEL MASSIMO POTENZIALE DEI SOGNI LUCIDI:

Questi giorni, soprattutto la notte appena passata, sono stati momenti molto fruttuosi sia dal punto di vista onirico che della ricerca (dopotutto, i due vanno in parallelo).
Senza dilungarmi troppo dal punto di vista discorsivo, stilerò una lista delle esperienze che ho fatto in questi giorni (nei sogni lucidi) o comunque le conseguenti informazioni che ho potuto trarre.
I sogni lucidi hanno ancora MOLTO, MOLTO da offrire: e, fino a questa notte, non sapevo che si potesse raggiungere un livello talmente elevato di coscienza/livello di potenziale del mondo onirico.
Ecco tutti i dati principali derivanti dalle mie recenti esperienze (e al sogno lucido che ha raggiunto il livello 10 nella scala di consapevolezza, accade rare volte e si comprende di essere arrivati all'apice solo quando lo si prova in prima persona):

-) RECORD DI DURATA PERCEPITA (quanto tempo ho vissuto) DEL SOGNO LUCIDO: 72 ore (3 giorni), in sole 2 ore di fase REM
-) Possibilità di rallentare il tempo o velocizzarlo a proprio piacimento;
-) Possibilità di fare salti temporali sia verso il futuro sia verso il passato: un determinato evento onirico può essere rivissuto più volte come se si viaggiasse indietro nel tempo, agendo quindi in modo diverso ogni volta, oppure al contrario è possibile saltare interi decenni arrivando direttamente al futuro del mondo onirico che si sta vivendo;
-) Possibilità dell'inconscio (reso volontariamente) di comporre musica: è possibile, con uno schiocco di dita (solamente pensandolo), creare un'intera orchestra che suoni una determinata musica, sia esistente realmente (il cervello la ripesca dalla memoria) oppure inesistente (l'abilità creativa è ottimizzata nei sogni lucidi, vengono fuori delle musiche inventate davvero strabilianti, andrebbero registrate). Tale musica/canzone/soundtrack (o altro) è possibile renderlo una tipologia di audio "spazialmente localizzato" (nel senso che la fonte del suono è proveniente da un oggetto fisico) oppure di un audio immaginario (si sente la musica come se si stessero indossando delle cuffie).
-) L'intera gamma di rumori e suoni è completamente presente nel sogno lucido al suo massimo potenziale: lo strofinio dei vestiti, il verso degli animali, le auto che passano, il rumore del vento, il tintinnio delle campane, il tintinnio metallico, il digitare sulla tastiera, l'urtare contro qualcosa, la foglia che cade, l'esplosione, ecc. Ogni singolo fenomeno è accompagnato dalla sua relativa emissione logica sonora, dal fenomeno più stupido e di cui non ci si fa caso al più epocale.
-) E' possibile guardarsi allo specchio, osservare il proprio corpo: esso è letteralmente identico a quello reale, le sensazioni e i movimenti sono identici, mettendo una mano sul cuore si sente il battito, guardandosi allo specchio le pupille si muovono, i capelli non sono perfettamente ordinati, se li si strofina forte cadono alcuni capelli (cosa che accadrebbe nella realtà). Insomma, ogni aspetto è perfettamente realistico, ci sono tutti i dettagli.
-) E' possibile, al contrario, trasformarsi in altro (fare una metamorfosi del proprio aspetto): in un animale, in un vegetale, in un essere mitologico, in un robot, in un essere fantastico, in un personaggio di cartoni animati/film, in un essere umano dalla determinate caratteristiche a scelta, in un alieno, ecc. Qualsiasi cosa, eccetto negli oggetti. E' anche possibile diventare invisibili, far scomparire il proprio corpo e deformarlo.
-) E' possibile creare dal nulla oggetti colmi di dettagli e pressoché perfetti: basta un pensiero o un gesto per costruire intere città (a scelta o pre-costruite inconsapevolmente dalla mente, quindi tutte da esplorare), evocare animali (anche in enorme quantità) o esseri viventi immaginari come draghi giganti, generare un'auto e guidarla (gli interni sono perfetti) come una Lamborghini, inventare tecnologie futuristiche non realmente esistenti o immaginate fino ad ora (un'auto che vola, uno skateboard che si muove alla velocità della luce, una sfera di dyson, delle fortezze aliene sospese nel cielo, dei labirinti tecnologici, dei dispositivi particolari, ecc.). E' possibile creare qualsiasi cosa, non solo immaginabile ma anche inimmaginabile, sia di cui si è consapevoli (la si costruisce secondo la propria volontà, a scelta), sia di cui si è inconsapevoli (se si vuole testare il potere del proprio inconscio, che si è dimostrato capace di generare interi pianeti totalmente dettagliati). E' possibile evocare persone singole o folle intere di persone, tutte dettagliate (espressione facciale, faccia, fisiognomica, ecc.) e diverse tra loro, sia che non si è mai visto prima oppure che si conoscono realmente.
-) E' possibile attraversare portali, cambiare luogo a scelta in ogni momento;
-) E' possibile leggere, scrivere, guardare l'ora, guardarsi le mani;
-) E' possibile fare qualsiasi azione, come volare, attraversare pareti, correre supervelocemente, farsi spuntare 5 braccia controllabili, trasformarsi in una palla capace di rotolare velocemente, evocare fulmini, far esplodere pianeti, generare galassie, creare tsunami, sputare fuoco, creare getti d'acqua dalle mani, fermare un treno in corsa, trasformare un grattacielo in un robot gigante, entrare in un buco nero, entrare in una dimensione totalmente bianca e vuota (infinita), ecc.
-) E' possibile nuotare percependo con il "tatto" l'acqua, sentendo la pressione, ma potendo respirare;
-) E' possibile immergersi nella lava senza nessun effetto collaterale, non si vede quasi nulla (tutto "rosso"), ma si percepisce il forte calore e la pressione ben più densa dell'acqua;
-) E' possibile percepire tutti e 5 i sensi, udito, vista, tatto, gusto ed olfatto. L'olfatto e il gusto sono più difficili da percepire, ma si può fare.
-) E' possibile percepire la temperatura, il caldo ed il freddo;
-) I personaggi onirici o gli "animali onirici" hanno un loro comportamento peculiare e una determinata psicologia ben precisa, tanto che (soprattutto al livello 10) si fa fatica a credere che essi non siano esseri viventi indipendenti da noi;
-) Il tatto è percepibile in tutte le sue funzionalità: si sente il metallo, il tessuto, il liscio, il ruvido, il caldo, il freddo, il "peloso" (come una pelliccia o il pelo del cane), la pelle, il legno, la cellulosa, ecc. Ogni cosa è percepibile;
-) Si possono creare anche mondi e ambientazioni che non si conoscono e che non ci sarebbero mai venute in mente;
-) E' possibile percepire la gravità, sia quella realistica che quella alterata (o più pesanti o più leggeri);
-) E' possibile vivere ogni tipo di emozione e piangendo (o per gioia o per tristezza) si sentono le lacrime scendere sul volto;
-) Si può decidere di sbattere volontariamente le palpebre, ma generalmente non avviene in automatico;
-) Si sente la tensione dei muscoli, il dolore fisico, lo sforzo, se lo si desidera;
-) Nel mondo onirico, a scelta, è possibile vivere in un universo in cui tutte le leggi della fisica valgono oppure no;
-) Schiacciando una lastra di vetro, si sente il rumore del vetro infrangersi, calpestando i pezzetti di vetro si sente con il tatto e con l'udito ciò che si sentirebbe nella realtà e il modo in cui tale lastra si rompe è perfettamente logico e veritiero;
-) E' possibile interfacciarsi con ambienti paradossali e non euclidei;
-) E' possibile dormire nel sogno lucido, ma solo "per finta" (non si dorme realmente, ci si riposa e basta);
-) La pioggia è percepita in ogni sua sfaccettatura;
-) La propria voce e quella delle persone che conosciamo (o meno) sono perfettamente identiche a quelle reali, ma volendo le si possono alterare;
-) E' possibile trasformarsi in un gigante (RECORD ALTEZZA: circa 120m circa);
-) E' possibile costruire un razzo in ogni suo dettaglio anche senza starlo a progettare manualmente (è già pronto);
-) E' possibile interfacciarsi con creature mitologiche (donne-minotauro, alberi dalle due "teste" che possiedono una faccia, draghi, scheletri, ecc.);
-) E' possibile giocare in uno stadio una partita di qualsiasi sport, con spalti gremiti di persone (il tifo) e una squadra dalle alte capacità e prestazioni, ognuno con una propria psicologia e modo di giocare differente;
-) E' possibile far diventare una statua > un soprano (eh già, ci ho provato, è ben intonato quel leone di marmo! ahahah);
-) RECORD DI PERSONAGGI ONIRICI (TUTTI DIVERSI TRA LORO, SIA CHE CONOSCO REALMENTE SIA NO) NELLO STESSO POSTO: circa 2000;
-) E' possibile guardare in faccia ogni persona (sembra un'affermazione banale ma non lo è, nei sogni normali la faccia o non la si nota oppure è deformata oppure ancora non visibile);
-) E' possibile sfruttare un sogno lucido per passare all'OBE;
-) E' possibile percepire il momento esatto (intendo al millisecondo, quando non si esce/entra di fretta involontariamente ma quando si esce/entra con calma e volontariamente dal mondo onirico): in cui si entra nel sogno (risultato: allucinazione ipnagogica/ipnopompica) oppure si esce (risultato: il mondo onirico e la visione del proprio io-onironauta si allunga e si accorcia come una molla fino a compattarsi in un punto, che poi porta all'allungamento percepito del proprio corpo che è in paralisi del sonno nella realtà, che scompare dopo 20 secondi);
-) Quando si ha tutto sotto controllo, quando il sogno lucido ha la durata percepita aumentata, quando si è allo stadio 10: è possibile rimanere fermi e muoversi con tutta calma (nei sogni lucidi, fateci caso, o si rimane involontariamente immobilizzati oppure non si sta un attimo fermi, si è sempre in movimento), prendere coscienza di ogni oggetto onirico che si ha di fronte e prenderlo in mano, come se si "meditasse". Se si attua questo procedimento, ovvero quello di presa di consapevolezza in modo tranquillo e controllato, si inizierà a percepire la realtà onirica e il proprio corpo talmente bene che si fatica davvero a credere che quello che si vive non sia reale. Quando facciamo un qualsiasi sogno lucido in qualsiasi stadio, tutto ci sembra reale in quel momento, ma quando ci svegliamo non lo sembra più: si avverte subito la differenza. Al contrario, in un sogno lucido al suo livello massimo (10), anche al risveglio non si riesce a capire la differenza tra la percezione della realtà vera da quella illusoria: ciò che cambia è ESCLUSIVAMENTE il contenuto, ovvero ciò che accade e che caratterizza il mondo in cui ci troviamo.
-) E' possibile creare e interagire (o diventare) un dinosauro, dai più piccoli ai più grandi;
-) E' possibile studiare nel sogno lucido;
-) E' possibile ricordare ogni cosa che è accaduta nella realtà precedentemente all'ingresso nel sogno (memoria totalmente attiva) e ricordare ogni cosa sia avvenuta nel sogno lucido anche al risveglio;
-) E' possibile vivere in una realtà che non ha la "grafica/fattezza" reale, ma anche quella di un videogioco o altro: una realtà-LEGO, anime, ecc.
-) E' possibile usare Internet e vedere un video su Youtube nel sogno lucido: essi saranno veramente ed eccessivamente realistici, ciò che cambia è ovviamente il contenuto delle informazioni. Ma ciò che si vede sul monitor è uguale a quello reale;
-) E' possibile giocare ai videogiochi su una consolle o sul pc nel sogno lucido, sia da "esterni" (si gioca con il controller normalmente) oppure da "interni" (si ci immerge letteralmente nel videogioco diventando il protagonista in prima persona). Il videogioco può essere realmente esistente oppure no;
-) E' possibile fare una partita di scacchi sensata dall'inizio alla fine;
-) E' possibile percepire il peso delle cose;
-) E' possibile immaginare e vivere e interfacciarsi e interagire con ogni singola cosa sia immaginabile o meno (è impossibile elencarle tutte, quindi non ha senso provarci, semplicemente nei sogni lucidi è possibile fare TUTTO);
-) E' possibile leggere un libro, andare in bagno (senza espellere concretamente liquidi o altro nel letto reale, per fortuna!) e mangiare sentendosi pieni;
-) E' possibile vivere esperienze erotiche nel sogno;
-) E' possibile bere qualsiasi tipo di bevanda;
-) E' possibile incontrare persone realmente esistenti ma che non si ha avuto la fortuna di incontrare, come Elon Musk, Leonardo da Vinci, personaggi famosi, ecc.
-) Se si visita una chiesa, essa sarà perfetta in ogni dettaglio, degna del miglior pittore/architetto/scultore/progettista. RECORD RAGGIUNTO: Imitare la basilica di San Pietro e i suoi affreschi, alcuni anche inventati;
-) I negozi sono i luoghi più colmi di dettagli: oggetti perfetti (descrizione del prodotto, tatto, qualità e quantità) in ogni aspetto;
-) E' possibile parlare con una copia fisica di se stessi;
-) E' possibile visitare altre dimensioni o mondi, come per esempio il Purgatorio/Inferno Dantesco;
-) E' possibile visitare luoghi pubblici e monumenti realmente esistenti (Piramidi, Torre Eiffel, Colosseo, Torre di Pisa, ecc.);
-) La propria casa, ormai consolidata nella memoria, è perfettamente ricreata in ogni dettaglio;
-) E' possibile pilotare qualsiasi mezzo, anche un aereo;
-) E' possibile vivere in mondi sotterranei (come tane di animali o grotte), oppure guardare dall'alto il panorama (a 500m di altezza, si vede tutto);
-) Lo spazio del sogno lucido è infinito;
-) I villaggi, soprattutto quelli medioevali, sono fitti di case, di persone, di animali, di profumo (come pane e fiori), di dettagli interni, ecc;
-) E' possibile utilizzare armi, armature, tute tecnologiche;
-) E' possibile incontrare personaggi delle storie (libri/film/anime/fumetti/videogiochi) ricreati nella realtà;
-) E' possibile viaggiare nello spazio;
-) E' possibile comandare un'intelligenza artificiale che esegue ogni comando;
-) Accade di vivere esperienze terrificanti e orribili ma altamente realistiche (persone squartate da assassini, robot che trafiggono e inseguono gli esseri umani, ecc.);
-) E' possibile raggiungere una consapevolezza più alta di quella reale;
-) E' possibile entrare in un sogno lucido saltando la fase non-REM, creando e "focalizzando" piano piano un impulso visivo nel buio della vista;
-) E' possibile visitare il mondo astrale (OBE) direttamente dal sogno lucido, ma senza iniziare l'OBE stessa (senza la vibrazione delle orecchie e sensazione di sdoppiamento);
-) E' possibile staccare parti del proprio corpo;
-) E' possibile diventare un cyborg;
-) E' possibile correre talmente veloce che il tempo rallenta intorno a sé;
-) E' possibile fare una battaglia tra fazioni;
-) E' possibile fare tiro con l'arco;
-) E', infine, possibile fare esperienza di uno stato mentale a dir poco indescrivibile a parole durante lo stadio 10, si è talmente consapevoli/lucidi e si ha un controllo tale di sé e del mondo onirico che non si può descrivere cosa si prova.
-) E' possibile usare l'omega device nel sogno lucido, inducendo un loop di sogni lucidi;
-) E' possibile vivere un sogno lucido che è talmente realistico che inizialmente non si capisce sia un sogno, ma poi (anche dopo qualche ora) si capisce che effettivamente è un sogno (si capisce di poter volare, per esempio).
-) E' possibile vivere avventure molto complesse e dalla durata molto lunga; RECORD DELLA DURATA (NON durata percepita, semplicemente quanto è durata LA TRAMA) DI UNA STORIA: 1 secolo; Tali avventure possono essere di vario genere, molto belle, dettagliate e che hanno un inizio e una fine (o un bel finale o uno tragico). E' questo l'elemento che più amo dei sogni lucidi, le storie fantastiche che si creano e che siamo portati a vivere, senza essere a conoscenza di come andrà a finire.

Sono solo alcuni dei punti che ho avuto l'opportunità di testare personalmente nel mondo dei sogni lucidi, ma sono i principali.
Sono sicuro di non essere riuscito a trasmettere la stessa sensazione di viverli in prima persona (solo allora si capisce davvero cosa si prova), soprattutto se appunto al livello massimo (10 per convenzione).
Dopo questa nottata (durata 2 giorni percepiti e mai così tanto consapevole) sono ancora più convinto del fatto di voler (e dover) creare un dispositivo come l'omega device per potenziare ancora di più il fenomeno (non oso pensare quale sia il livello raggiungibile) e per far vivere a ogni essere umano delle esperienze del genere. Ormai li faccio ogni notte e mi durano tanto, è vero, ma per essere totalmente appagato voglio non essere "solo": voglio condividere questo fenomeno capace di portare felicità (in un sogno lucido recente ho proprio pianto per la gioia) e di donare alla vita/universo (quelli reali!) un valore aggiunto, in altre parole, interfacciarsi con tutta la realtà usando una prospettiva/chiave interpretativa diversa.
Credo fermamente, ora più di prima, che trovare una "sovrapposizione" tra realtà onirica e realtà vera possa donare all'umanità uno strumento rivoluzionario: è talmente potente, tuttavia, che bisogna solo capire come svilupparlo e, una volta ottenuto, come utilizzarlo correttamente.
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda NeuroEngineer » 10/11/2021, 17:39

ANNOTAZIONE: Ho notato che leggendo dei libri prima di andare a dormire (direttamente quando si è nel letto), la probabilità e il grado di consapevolezza dei sogni lucidi aumenta, in alcuni casi anche di molto.
Ero solito leggere libri di divulgazione scientifica o di scrittori che ragionavano su diverse tematiche e non avevo lo stesso effetto.
Invece, quando eccezionalmente leggevo (e come sto facendo anche da una settimana a questa parte) dei romanzi o delle storie, i sogni lucidi duravano di più ed erano più consapevoli.
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda NeuroEngineer » 13/11/2021, 12:53

RECORD AGGIORNATO: 7 Sogni Lucidi in 1 Notte (Alternanza di mondi onirici e pattern ricreati, sonno > fase REM > semi-risveglio > fase REM 2 Lucida > semi-risveglio > fase REM 3 Lucida > ecc. > risveglio definitivo).
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda DayDreamer » 27/11/2021, 0:36

Benvenuto sul nostro pianeta! Spero in pace...
Scherzi a parte, sei un onironauta anomalo, forse unico nel suo genere. Lucidi come se piovessero e senza usare tecniche classiche.

Quindi ne approfitto e voglio fare un gioco con te ...posso proporre un paio di task? Ti avanzerà mezzo minuto tra tutte le ore di lucidità che hai per notte...
Non ho letto tutte le tue prodezze ma sembra che hai già provato quasi tutto l'immaginabile, quindi propongo 3 task che spero siano abbastanza inusuali.
Se le hai già provate, racconta, altrimenti... buona incubazione. Tempo massimo: una settimana. (solo se ti va!)

- Intendi di incontrare ciò che temi di più, senza pensare o decidere a priori a qualcosa di specifico. Lascia che la tua paura venga a te, sai che sta arrivando. Forse la incontrerai svoltato l'angolo. O la troverai aprendo un armadio, una porta, un cassetto.
- Tuffati nel pavimento con l'intenzione di uscire dal sogno. Braccia dritte in avanti, salta di testa verso il pavimento, occhi chiusi e... salta trattenendo la certezza di andare oltre il sogno. Poi nuota.
- Rivolgiti al cielo con voce forte e chiara: "Voglio sperimentare il mio sè superiore!" Lo so, suona cringe ma all'inconscio piace. Non serve concordare o decidere cosa si intende per "sè superiore".
IMHO
"WILDs always happen in association with brief awakenings (sometimes one or two seconds long) from the immediate return to REM (rapid eye movement) sleep. The sleeper has a subjective impression of having been awake." (S. Laberge)

"I’ve learned how to have lucid dreams at will, so I know that it can be done, and I also know that it’s easy
— once you know how." (S. Laberge)
Avatar utente
DayDreamer
 
Messaggi: 3350
Iscritto il: 23/01/2008, 19:32
Ha  fatto 'Mi piace': 168 volte
'Mi piace' ricevuti:: 381 volte

Re: Diario di NeuroEngineer: Ω Project e Sogni durati Giorni

Messaggioda NeuroEngineer » 27/11/2021, 14:18

-)
Benvenuto sul nostro pianeta! Spero in pace...

Grazie, anche se già ci siamo belli che salutati : greeting :
Vengo per sovvertire l'ordine mondiale e far cadere le povere anime di codesti onironauti nel Chaos più totale; quindi sì, vengo in pace.

-) Lucidi come se piovessero e senza usare tecniche classiche.
Diciamo che è stata più una necessità compensata lentamente, che una "dote naturale". Da piccolo confondevo realtà e sogno molto spesso, perché ero lucido in entrami i casi...capire la differenza e prendere il controllo cosciente su entrambi i mondi (reale e astratto/mentale/onirico) divenne una necessità. Mettendomi ora nei panni del me stesso infante, era ovvio che non capissi la differenza: se nei primi anni di vita si vivono dei fenomeni del genere quasi quotidianamente, è normale che li si interpreti come normali e sullo stesso piano.
Comunque non sempre sono super-lucido, molte volte per esempio mi trovo a cercare di ricordare cosa dovessi fare (mi segno degli obiettivi) in quel sogno e non riesco a ricordare. Dopotutto, la zona del cervello preposta alla memoria non è molto attiva durante la fase REM. I ricordi si riorganizzano durante le fasi non-REM, usualmente.
Credo che ci siano diverse gradazioni di sogno lucido, a seconda del livello di dettaglio dei pattern cerebrali (non so se hai letto il punto in cui ne parlavo) e a seconda della consapevolezza/memoria.

-) Non ho letto tutte le tue prodezze
Tranquillo, di esperienze oniriche ne avrò scritte si e no cinque o sei sparse nelle varie sezioni del forum...Non mi è mai interessata davvero l'idea di un Diario, di solito mi segno solo un "titolo" di quelli più particolari. Tra l'altro, per il mio problema dello scrivere troppo e dei sogni lucidi troppo frequenti, dovrei scrivere pagine e pagine ogni giorno :sleep:

-) Se hai altre Task, magari! Di solito mi metto a fare test ed esperimenti direttamente sul "campo" utili alle mie ricerche, se hai delle idee fammi sapere. Purtroppo devo dirti che quelle tre task le ho già eseguite in passato :(

La prima che hai menzionato è stata anche la prima che cronologicamente parlando è accaduta/ho fatto avvenire (ormai molti anni fa). Quando scelgo qualcosa di specifico, compaiono ragni (sono aracnofobico). Quando invece lascio incarnare le mie "paure" in qualcosa senza deciderlo (da sogno lucido si passa quindi a "incubo" lucido), per qualche motivo spuntano (di notte) dei grandi guanti bianchi allungati e deformati dalle prese elettriche della stanza in cui mi trovo. Non chiedermi perché. Tali guanti mi inseguono e cercano di afferrarmi. Non ho mai dato una spiegazione a questa idea: ciò che so è che, soprattutto durante l'infanzia, accadeva spesso. Proprio dei grandi guanti di lattice vuoti che si allungano e si muovono in maniera caotica partendo dai buchi delle prese elettriche. Non ho avuto traumi che lo possano spiegare, anche perché, ripeto, da piccolissimo mi capitava spesso e mi faceva timore (e stavo bello felice a quei tempi : Chessygrin : ).

Non so come ti sia venuta in mente questa idea specifica, ma mi è venuta anche a me durante un sogno lucido di circa un mesetto fa (abbastanza recente). Mi sono proprio tuffato nel pavimento di una casa, le mattonelle sono diventate di una consistenza tra il plasma e il fluido e trapassandole mi sono ritrovato in un luogo spazialmente infinito e totalmente bianco. Non c'erano rumori o suoni, non c'erano oggetti, non c'era nulla: tutto bianco. L'unica cosa presente era il mio corpo da onironauta, guardando in alto non c'erano più le mattonelle ma anche lì si propagava la dimensione bianca.
Ho notato che il punto che avevo trapassato lasciava intravedere ancora la stanza della casa in cui ero poco prima, ma piano piano (come una melma), quel buco si è chiuso facendolo diventare bianco come il resto.
La mia intenzione era quella di uscire dallo schema dell'intero sogno, di guardare "dietro le quinte". Lo spazio bianco, nonostante fosse ovviamente qualcosa generato dal mio inconscio/preconscio, mi soprese alquanto.
Poi ho provato a volare all'interno di tale dimensione per vedere se fosse davvero infinita, ma l'atto di volare si trasformò involontariamente in un "nuotare" spinto dal flusso di una corrente inesistente.
Non c'era nulla, non accadeva nulla e quindi ho deciso di risalire: mi sono ritrovato in tutt'altro luogo e da lì è continuato il sogno lucido. Devo però ammettere che non avevo gli occhi chiusi, li avevo ben aperti durante l'immersione nel pavimento.

Di solito, dato che effettivamente suona molto cringe :lol: , mi sono inventato una parola che nella realtà non uso mai. E' una parola composta inglese, probabilmente neanche esiste. Però racchiude in sé la mia filosofia di vita, i miei sogni, l'utopia in cui credo, il mio Io superiore... e per questo ho deciso di pronunciarla solo nei sogni lucidi, dando a tale parola pronunciata (o meglio, urlata) una determinata conseguenza pratica.
Urlandola, funge da "formula magica" per far succedere qualunque cosa io voglia: cambiare luogo, fermare il tempo, far comparire oggetti anche di dimensioni titaniche, far comparire persone, andare idealmente nel passato e nel futuro, cambiare aspetto e acquisire superpoteri, ecc. Diciamo che funge da catalizzatore per quelle abilità onironautiche a volte difficili da controllare.
Identifico il mio IO superiore con chi voglio essere, con chi sono davvero e con i miei desideri/speranze. Identifico il mio IO superiore come il tassello mancante che mi aiuterebbe a comprendere meglio la Realtà in cui mi trovo immerso: di solito, quando lo faccio, mi vengono idee creative e innovative da usare durante la veglia e il giorno successivo.
Per esempio, recentemente sto ragionando sulla tematica dei Frattali: nel sogno lucido, urlando o pensando quella parola (che non pronuncio per non rompere questa "sensatezza inconscia"), la Natura stessa si è manifestata palesemente come un grande frattale. Sono riuscito a scorgerne le strutture di base, la matematica...Ho visto ciò che studiavo come modello ideale e rappresentativo concretizzarsi all'ennesima potenza.
So che i frattali rappresentano strutture naturali realmente esistenti, ma in questo caso letteralmente Tutto è divenuto un frattale.
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti