Indice Condivisione Esperienze Diario dei sogni lucidi > Diario di Luke

Raccolta dei propri sogni lucidi condivisa con gli altri sognatori.
La parte di testo dove il sognatore è lucido viene colorata di blu.

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 16/12/2021, 10:46

16/12/2021
83° Sogno Lucido - Centro Del Mondo
Prologo: qualche giorno fa ho scritto in ordine i miei dreamsign frequenti e ci ho ''meditato'' su, per poterli riconoscere alla seguente occasione.
Questo è stato molto utile, abbinato a RC non eccessivi ma ragionati, e in questo caso a una WBTB.
Purtroppo a rovinare in parte questa esperienza ci hanno pensato i rumori esterni (camion soprattutto).


(...) gli eventi del sogno mi portano a una tavolata in famiglia, fatta in una stanza mal arredata che doveva essere una camera da letto.
Partecipavo alla conversazione in modo totalmente inconsapevole. C'era mio papà, che è mancato da circa due anni. Ma è spesso presente nei sogni che faccio.
Ricordo la mia preparazione su tali avvenimenti e divento lucido.
[slpc]Quando l'ho riguardato sembrava più vecchio, ma non m'importava. D'istinto gli dico ''finalmente ci rivediamo!'' e lo abbraccio.
Però lui non sembrava stupito dal rivedermi, e mi ha detto qualcosa che non ho capito.[/slpc]

Ho avuto un breve risveglio, accompagnato dal fischio nelle orecchie che precede le obe.
Però non avevo voglia di andare in astrale quindi lo ignoro e continuo a dormire.


Inizia un altro sogno normale. Ero nel campo dietro alla mia vecchia casa, e ho visto che i vicini avevano una gabbia con un animale feroce dentro (non ricordo quale).
Poi vedo che per i campi girava una tigre libera. Si avvicina alla gabbia del vicino, e cerca di attaccare l'animale al suo interno. Ma la rete li separa, quindi se la va a cercare con un grosso uccello blu scuro simile a un dodo.
Il dodo però era cosi combattivo che non si è tirato indietro e ha spaventato la tigre (...)
Lo scenario è un po' mutato e c'è una casa accanto alla mia che ha bisogno di manutenzione al tetto.
Dovevo pulire e sistemare tutti i coppi insieme a un amico di mio fratello, che conosco bene.
Lui era già sul tetto, e per venire un attimo giù è saltato afferrando un cimice che gli ha rallentato la caduta.
Sarebbe stato anche divertente... se non fosse che quando è atterrato, il cimice è caduto a terra con violenza e mi ha schizzato addosso roba verde puzzolente : Frown :
(...) In qualche modo il sogno è tutto collegato ma non ricordo come.
Ho parcheggiato l'auto in un parcheggio di Vicenza, o almeno così identificavo il posto.
Era buio e ho fatto a piedi una stradina acciottolata in salita leggera.
Sapevo che stavo andando a Monte Berico, dove c'era un evento importante.
Mi accorgo di avere una cassetta fatta di fili metallici in mano. Probabilmente da usare come sedia all'evento.
Alla mia sinistra c'era un prato in salita. E già li era pieno giovani appostati con dei teli da picnic.
Continuo a camminare per la stradina, e non ero più solo perché tanta altra gente camminava con me.
Mi accorgo che dietro di me c'era una mia amica e ci scambio due parole.
Ormai si vedeva il panorama che era totalmente diverso da quello che ci si aspetterebbe.
Sembrava ci fosse uno sconfinato parco di un ristorante, con tante luci, palme, e fontane enormi.
Più in lontananza c'era anche una larga struttura moderna e il pianeta Saturno faceva da sfondo all'orizzonte.
Ho fatto un RC... Non so se per il pianeta, o per la chiesa del mio paese (ricollocata all'apice del monte), o per semplice abitudine.
[slpc]Comunque ho tappato il naso e respiravo. Mi sono diretto al mega ristorante e in brevissimo tempo mi ci sono ritrovato dentro.
Là ho ritrovato mio padre, che aveva le sue normali sembianze e sembrava stare meglio di prima.
Era impegnato ad accompagnare i numerosi clienti ai tavoli, come avrebbe fatto un titolare.
Ho provato a salutarlo ma anche sta volta era insolitamente disinteressato. Faceva finta che non ci fossi e si limitava a fare il suo lavoro.
Non mi sono lasciato distrarre dalla cosa e ho provato ad attuare la task di dicembre.
Mi sono fermato e ho iniziato a contare arrivando fino a dieci.
Mi guardavo intorno nella sala del ristorante e mi concentravo sulle sensazioni.
Sembrava che iniziassi a percepire cose che prima non sentivo. Sensazioni tattili sopratutto.
Ma ero disturbato dal rumore del sogno. C'era la gente che parlava ad alta voce dentro.
Ho provato ad uscire da una porta vetrata nel giardino estivo.
Volevo concentrarmi meglio là, ma c'era una musica dance tamarrissima e ripetitiva che diceva continuamente:
''Centro del mondoooo....il centro perchè!'' ''Centro del mondooooo...il centro è per te!
Mi sembra facesse così :lol: era simile a L'Ombelico del mondo di Jovanotti.[/slpc]
Poco dopo mi sono ritrovato dai festoni anni '90 a camera mia.
Svegliato da un via vai di auto e camion... che passano di mattina presto quando posso dormire :censored:
La prossima volta devo ricordarmi i tappi.
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda DayDreamer » 16/12/2021, 15:47

Proud of you!
Ottimo che ti sei ricordato subito della task... è comune la difficoltà ad accedere alla memoria nei lucidi.
Sogno caotico certamente influenzato dai rumori esterni reali.
E allora proposta task personale: se ti ricapita, prova a gridare a voce alta e con fermezza: "SILENZIO!" Questi personaggi effimeri devono imparare le buone maniere.
Mentre lo dici suggerisco anche di non fissare le fonti di disturbo nel sogno per dargli meno attenzione e renderle più malleabili alla modifica intenzionale.

Sembrava che iniziassi a percepire cose che prima non sentivo. Sensazioni tattili soprattutto.
Feedback prezioso: l'obiettivo è rendere questi 10 secondi così utili da diventare l'inizio perfetto per ogni lucido, e non solo una task una tantum.

qualche giorno fa ho scritto in ordine i miei dreamsign frequenti e ci ho ''meditato'' su
Piccola precisazione: il metodo base secondo un certo pdf non è focalizzarsi sui dreamsign più frequenti ma sulle categorie di dreamsign più frequenti. Differenza sottile quanto enorme!
Se invece stai provando a sperimentare metodi personali allora ignora questo mio appunto e go for it! Cavalcare sempre l'onda dell'intraprendenza emotiva ovunque ci porti.
IMHO
"WILDs always happen in association with brief awakenings (sometimes one or two seconds long) from the immediate return to REM (rapid eye movement) sleep. The sleeper has a subjective impression of having been awake." (S. Laberge)

"I’ve learned how to have lucid dreams at will, so I know that it can be done, and I also know that it’s easy
— once you know how." (S. Laberge)
Avatar utente
DayDreamer
Amministratore
 
Messaggi: 3166
Iscritto il: 23/01/2008, 19:32
Località: Oniria
Ha  fatto 'Mi piace': 182 volte
'Mi piace' ricevuti:: 385 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 16/12/2021, 21:49

In effetti ragiono ancora in maniera troppo realistica in certe situazioni scomode.
Se c'è rumore mi allontano io come farei nella realtà. Invece la cosa più immediata sarebbe rendere l'ambiente più silenzioso.
Grazie della dritta, dovrò tenerlo a mente se voglio fare un salto di qualità.
Riguardo i dreamsign ho agito personalizzando un po' la cosa. Ma mi sembrava il metodo che si adattava di più a me.
Vedo se continua a funzionare bene, nel caso lo modifico :)
Aggiungo una spiegazione migliore per ''migliori sensazioni tattili''. In quel momento mi sono reso più consapevole del mio corpo onirico.
Ho iniziato a percepire meglio le parti del corpo. Il tocco sugli indumenti. Il peso sui piedi.
Sicuramente un minuto e più di concentrazione aprirebbero ad una qualità di effetti fuori dalla norma.
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 18/12/2021, 15:45

Scusa il ritardo ma solo ora rientro nel forum...congratulazioni per i progressi!!! :cool:

Grazie :D spero che risultati continuino. Il mio record è di 8 sogni lucidi e obe nell'arco di un mese, nel 2011. Ora voglio battere quel punteggio.

Parlando dell'accesso ai ricordi della veglia sono fortunato, perché sono sempre stati abbastanza accessibili per me
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 02/03/2022, 12:41

2/3/2022
86° Sogno Lucido - La ragazza cosplayer
Prologo: nessuna tecnica, però è da tre giorni che prendo delle gocce di passiflora che mi fanno dormire veramente bene.
L'altro giorno ho avuto anche un mini lucido dal risveglio istantaneo, credo che la cosa potrebbe essere collegata.
Buona parte di questo sogno lucido non lo ricordo, perché dopo il risveglio ho continuato a dormire e ne ho ricordato solo le parti principali.


Mi trovavo nella piazza del mio paese, almeno credo. Poco prima avevo sognato del crollo del campanile (dream sign frequente) e forse quell'evento mi ha scaturito la lucidità successivamente.
[slpc]Ricordo di essermi contato le dita e di aver subito ricordato la mia task per trovare un personaggio di un anime.
Mi sono spostato di là con una corsa velocizzata per arrivare in un luogo meno aperto, in modo da far apparire il personaggio da dietro un angolo.
Non avevo in mente un personaggio in particolare anche se da sveglio avevo scelto alcune possibili apparizioni, ma ho lasciato fare alla mia mente.
Dopo un tentativo fallito ho girato l'angolo di un palazzo e mi è apparsa una ragazza sulla 20ina con i capelli lunghi e viola.
Non mi ricordava nessun personaggio anime che conosco ed era realistica. Nel senso che era un cosplay e non era caratterizzata da una grafica diversa dalla realtà.[/slpc]
Qualche istante dopo mi sono svegliato. Peccato...quasi una vittoria.
Ho trovato un immagine di una ragazza che le assomiglia abbastanza:
https://img.bestdealplus.com/ae04/kf/H4 ... 6173bP.jpg
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 04/03/2022, 13:37

Hai ragione e pensando normalmente l'avrei fatto, ma in in quel momento è probabile che avevo molte cose per la testa e poco tempo per elaborare. Ultimamente i sogni lucidi durano pochissimo e non riesco nemmeno a renderli stabili. Sarà un periodo (spero) passeggero.
Ora rimedio in parte scegliendo un personaggio già da sveglio così facilito le cose.
In più mi rivedrò un po' di foto durante la prossima wbtb e cercherò di immaginare come può essere incontrare un personaggio disegnato. La parte più difficile è far accettare una nuova idea di PO alla mia mente lucida.

Ho aggiornato il link della foto
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 18/04/2022, 12:41

Era da tempo che ci pensavo, ed ora con calma ho deciso di portare avanti questo lavoro. Arricchirò il mio diario con una serie di sogni lucidi e obe memorabili, che non ho mai scritto al di fuori dei miei diari.
Ne scieglierò uno o due per anno, prendendo i migliori in assoluto, e cercando di dare una motivazione della scelta. Quindi se volete leggere le mie esperienze inedite migliori soffermatevi nei post contrasegnati con ESPERIENZA STORICA.

[slpc]Sogno Lucido[/slpc]
Sogno a lucidità blanda
Esperienza extra-corporea
Sogno normale
Prologo e commenti personali
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 18/04/2022, 13:03

ESPERIENZA STORICA
29/3/2012
23° Sogno Lucido - Il risveglio difficile
Ad oggi questo è ancora il mio sogno lucido più lungo in assoluto. Non sono riuscito a rendere a pieno la sua interezza sia per il mio modo leggermente sbrigativo nel descrivere le situazioni, sia per il mancato ricordo di una miriade di pezzi. Al mio risveglio ho stimato come tempo percepito circa 3 ore. Ma la caratteristica particolare di questo sogno è il gran numero di sensazioni tipiche delle obe all'interno di esso. Numerosi fischi, paralisi, e cambi di scenario. Riporto nel diario che è stato difficile ricostruire le situazioni anche cronologicamente

Ho avuto un'esperienza di sdoppiamento durante la notte in cui mi sono sentito uscire dal corpo e fluttuare nella camera da letto.
Come in tutte le prime esperienze non vedevo nulla e ho provato invano a chiedere chiarezza. La voce era debole e gradualmente mi veniva a mancare. Quindi ho deciso di riallinearmi al corpo (...)
Per un attimo non ricordo nulla, poi mi sono trovato in un posto sconosciuto con nuove sensazioni di sdoppiamento. Volevo solo svegliarmi e cercavo di muovermi senza successo.
Poi la situazione cambia di nuovo.

Mi ritrovo in classe con i miei compagni di scuola e uno dei professori. Non ricordo molto , ma sono capitate molte cose e c'era un'aria tesa.
Vicino alle finestre c'era un congelatore dei gelati con all'interno alcuni gusti che non avevo mai visto, come il gelato della Nippon. Uno dei miei compagni più fastidiosi mi chiede se gli prendo un gelato. Solo che il congelatore a pozzetto era alto, quindi per entrarci ho dovuto posarmi con la pancia sul bordo e andare dentro con la parte alta del corpo. Quasi istantaneamente mi sono congelato e non riuscivo più a venire fuori, potevo muovere solo le gambe.
[slpc]Di nuovo parte una sensazione di sdoppiamento con forti fischi alle orecchie (...)
La scena si riavvolge in qualche modo, e mi ritrovo sempre in classe al punto di partenza. Il compagno fastidioso stavolta mi sfotteva. E io consapevole che fosse un sogno inizio a prenderlo pugni senza freno arrivando a sfigurarlo.
Ridotto in fin di vita, volevo buttarlo giù per le scale, ma la prof di inglese mi ha fermato dicendomi di non finirlo perché secondo lei "c'era ancora qualche possibilità", cosi ha detto. Non ho capito se si riferiva alla possibilità di non farlo morire o alla possibilità che diventasse una persona migliore (...)

In seguito ero uscito correndo o volando basso per la strada di un paese. Due ragazze hanno preso paura al mio passaggio perché correvo velocissimo (...)
Sono passato per una via bellissima lungo il mare di sera, dove c'erano alcune casupole costruite sopra l'acqua. Sono entrato dentro a una di queste casette rotonde e c'era mia sorella che stava dormendo in un grande letto al centro della stanza singola. Entrando l'ho svegliata e c'è stata una breve conversazione in cui ricordo solo che le dicevo di essere dentro ad un sogno (...)

Mi sono ritrovato nuovamente in classe, sentendo nuovamente una fase di sdoppiamento con i suoi classici segnali. Ho provato a svegliarmi perché probabilmente la situazione non mi piaceva. Ma non ci riuscivo. Mi sono contato le dita ed erano più di 5 e contorte. Consapevole di essere dentro un sogno mi tranquillizzai e trovai la motivazione di fare qualcos'altro.
Sono andato a parlare con la ragazza che più mi piaceva della mia classe, e le ho chiesto di venire con me in privato, vi lascio immaginare il perché... :wyn: le sensazioni seguenti sono state molto realistiche anche se con una lucidità non perfetta causata da una perdita di concentrazione. (...)

Uscito da una stanza dei personaggi che non conoscevo visibilmente pieni di soldi mi hanno provocato con delle minacce. Mi limitai ad insultarli calorosamente e a proseguire per la mia strada in esplorazione dell'edificio, che in quel tratto era un corridoio di un centro commerciale.
Mentre camminavo della gentaglia mi ha attaccato dal nulla con bastoni e probabilmente anche coltelli.
Appena uno di questi mi è arrivato vicino l'ho scaraventato via semplicemente alzando una mano come i Jedi.
In risposta mi hanno attaccato in più persone insieme, almeno una decina in una volta. Per loro ho usato una maniera molto simile, scaraventandoli via con un solo colpo più forte che ha fatto scoppiare le vetrine dei negozi.
Il corridoio era stato devastato da dall'onda d'urto generata, come se fosse scoppiata una bomba. Tra vetri rotti e corpi stesi a terra me ne sono andato intoccato.
Ha catturato la mia attenzione il mio riflesso su una teca ancora intatta al centro del corridoio. La mia immagine proiettata mi ha mostrato come quando avevo 10 anni. Stringendo un pugno ho fatto esplodere in mille pezzi anche quel vetro.
Andando avanti è cambiato di nuovo lo scenario (...)
Sono sceso per una scala di mattoni sospesa altissima nel cielo. Intorno a me c'era un paesaggio pazzesco... c'erano degli enormi edifici di mattoni antichi sospesi nel vuoto come isole. Se non ricordo male assomigliavano a grandi ville vittoriane in rovina. Grondanti di piante e muschi che ne sbiadivano il colore. Non erano molto distanti da me, e riuscivo a vedere che in alcuni punti i mattoni si erano staccati ed errano caduti verso terra.
Mi ha raggiunto un mio amico mentre ero fermo sul ciglio dell'enorme edificio su cui mi ero recato, mentre guardavo quelle costruzioni fluttuanti.
Lui studiava per diventare geometra quindi con la sua solita parlantina ha iniziato farmi dei discorsi che non ricordo su come erano stati costruiti quegli edifici.
Poi è cominciata un'altra fase di sdoppiamento (...)

Mi sono ritrovato in qualche modo nell'incrocio principale di un paese vicino al mio, ed ero insieme ad un mio amico e compagno di classe.
Osservavamo questo paese distrutto che sembrava così da tanto tempo in seguito ad una guerra, ed era tutto deserto sotto una luce rossastra del tramonto.
I guardrails della strada erano arruginiti dal tempo e la strada dissestata. La sensazione che accompagnava il tutto non era buona, la vista di quel paesaggio era deprimente se non inquietante.
Ero leggermente spaventato per quello che stavo vivendo perché mi rendevo conto di essere dentro un sogno da molto tempo ormai, troppo. Non ero nemmeno sicuro di essere in un sogno a dire il vero perché iniziavo a percepire l'ambiente circostante come ''un'altra realtà'' e sospettavo di non potermi più svegliare nel nostro mondo (...)[/slpc]
Mi sono ritrovato in una stanza simile alla classe delle scene precedenti. Ero steso sopra un divano e mi sono alzato credendo di essermi finalmente svegliato.
Ho fatto i test della mano e dell'orologio, tutti negativi...
Credevo di essere sveglio quindi sono andato in una cucina dove ho trovo i componenti della mia famiglia a tavola che mangiavano.
Mi hanno detto molto tranquillamente che ero caduto in un sonno profondo e non riuscivano più a svegliarmi.
Volevo raccontare tutto quello che avevo vissuto, ma prima di poterlo fare mi sono svegliato veramente.

Non ho usato una tecnica in particolare, ma prima di dormire ho praticato una meditazione profonda descritta nel libro di Brian Weiss "Messaggi dai Maestri" che avrebbe dovuto avere lo scopo di provare a far riaffiorare dei ricordi di una vita passata
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 21/04/2022, 21:58

ESPERIENZA STORICA
18/12/2012
SL non conteggiato - Finire, o andare avanti
Tecnica: wbtb di mezz'ora.
[slpc]Mi trovavo in un prato in salita su una collina. Ero già vividamente lucido e mi sembra che il sogno cominciasse direttamente da là. In alto c'era un lungo muro medievale grigio-bianco, più giù un palazzo fiabesco con particolari blu come i tetti a punta, e oltre c'era il mare da dove proveniva l'unico rumore che c'era, quello delle onde.
Vicino al palazzo c'era un piccolaa baita dove abitavano due anziani.
Mi sono soffermato a guardare il cielo di un blu intenso e pulito. Ho visto un enorme satellite artificiale passare lentamente a bassa quota, dove ad una distanza di poche centinaia di metri erano visibili i pannelli solari sulle due ali.
Ho visto anche la luna passare da destra a sinistra, ma era velocissima e in pochi secondi è sparita all'orizzonte.
I due anziani, un uomo e una donna, mi hanno raggiunto con calma risalendo il rilievo. Se non sbaglio erano vestiti in modo tipicamente medievale e fiabesco, forse come dei maghi.
L'anziano saggio mi ha parlato con una certa confidenza, come se già mi conoscesse da tempo. Ciò che mi ha detto è che non mi trovavo nella mia realtà ma in un'altra. Le parole che ha usato erano esattamente queste, senza usare la parola sogno. Io credo di non aver mai detto niente.
L'uomo ha proseguito dicendomi che tutto stava per volgere al termine e mi ha chiesto fare una scelta.
Mi ha dato un telefonino simile a un nokia N75 con due tasti appositi per questa scelta: ''finire'' a sinistra verde ''andare avanti'' a destra rosso
Ha aggiunto con un tono tranquillo: ''Non ti diciamo cos'è meglio fare...potrebbe essere uno, o l'altro...''
Avendo la sensazione che mi sarei svegliato veramente a breve ho premuto d'istinto il tasto ''andare avanti'.
Tutto ha iniziato ad oscurarsi e io mi sono sollevato da terra. I due anziani erano dispiaciuti e l'uomo ha esclamato ''Nooo! Era meglio se sceglevi l'altro![/slpc]
Mi sento dissolvere e inizio un sogno in terza persona. Poi...
(forse dopo un risveglio)
Mi sono ritrovato dentro il palazzo che ho sognato prima, in una biblioteca antica con grandi vetrate e numerosi libri.
Ne ho aperto uno per provare a leggerlo. Non ho capito cosa c'era scritto ma era visibilmente scritto in latino.

Il sogno non ha proseguito e credo di essermi semplicemente svegliato.

Ricordo una puntata di Radio Sogni Lucidi in cui Citrato parlava di personaggi onirici che sembrano saperne più del sognatore stesso. Ebbene questo era uno di quei casi.
Non credo che mi sia più ricapitato che qualcuno venisse a dirmi che mi trovavo in un sogno o in un altra dimensione..
Spero di poterci tornare in quel posto bellissimo. Mi piacerebbe chiedere agli anziani che significato aveva al suo tempo quella scelta.
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

Re: Diario di Luke

Messaggioda LuKe94 » 28/05/2022, 15:56

ESPERIENZA STORICA
14/01/2014
38°SL - Wild usata per sbaglio
Ho avuto un risveglio spontaneo verso 0:30 e ho pensato di voler fare un sogno lucido. Ma poi i miei pensieri sono divagati su quello che dovevo fare quella mattina tra qualche ora. Dovevo fare un lungo viaggio in macchina, ma non so perché ho immaginato che avrei preso il treno invece. Così ho visualizzato quella situazione mentre ero in uno stato di semi-veglia.
Ho pensato al treno e all'improvviso, senza che me ne accorgessi subito, i rumori dei binari e i paesaggi dai finestrini si sono materializzati.

Dopo quei cinque secondi di inconsapevolezza [slpc]mi sono reso conto che mi trovavo dentro un sogno. Ero in piedi al centro del vagone che avevo creato e mi sono spostato verso un altra zona del treno.
Il mezzo diventa una di quelle corriere che prendevo per andare a scuola alla mattina quando andavo le superiori.
Lì c'erano altre persone della mia età. Ho notato che tutti avevano un telefonino uguale al mio.
Vedo una ragazza già presente in diversi altri lucidi che ho fatto, mi sono seduto vicino a lei per parlarle.
Voleva baciarmi e io l'ho assecondata volentieri :) è stato veramente realistico.
Aveva cambiato taglio di capelli e le avevo chiesto come mai. Però lei mi ha risposto che erano sempre gli stessi da cinque anni (...)
Una nuova scena riprende da un parco che non esiste davanti casa mia. Era il giardino del mio vicino che era diventato un parchetto.
Era notte e io e la ragazza di prima stavamo seduti su una panchina. O forse era una di quelle giostrine che girano e ti fanno perdere l'equilibrio quando smonti.
Il cielo era pieno di stelle. Mi sono alzato in piedi e le ho osservate con il contorno dei colli. Alcune vagavano nel cielo in formazione, altre brillavano a luminosità variabile cambiando colore. Uno spettacolo che andava oltre la bellezza della natura.
"È un sogno" mi dico, e conto 13 dita.
Mi viene in mente un amico a cui ho insegnato a lucidare, che ha fatto un unico sogno lucido e ne ha contate 30.
Spostandoci da là entriamo dentro il laboratorio di un panificio. C'erano tutti i macchinari spostati a caso.
Lei trova una specie di trattorino per tagliare l'erba e lo fa partire come niente fosse per divertirsi. In quel momento stavo perdendo la lucidità però la scena era divertente.
Successivamente abbiamo camminato per le vie del paese facendo una discussione interessante che non ho segnato nel diario (non so perché). Poi probabilmente il sonno non ha proseguito e mi sono svegliato.[/slpc]
Ad eccezione di un mini lucido simile, questo caso rimane unico nel suo genere ancora oggi. La Wild non mi è mai riuscita, ma quella notte mi è riuscita per sbaglio.
“Professore, è vero tutto questo? O sta accadendo dentro la mia testa?”
“Certo che sta accadendo dentro la tua testa, Harry! Dovrebbe voler dire che non è vero?”
Avatar utente
LuKe94
Amministratore
 
Messaggi: 896
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 206 volte
'Mi piace' ricevuti:: 208 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei sogni lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 48 ospiti


cron