Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Diaro di Franzayber

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda Lucky144 » 14/04/2012, 18:57

Sono convinto che fermarsi e dire "che bello poter volare" sia un messaggio molto forte per l'inconscio perchè contiene l'emozione che proveresti.
Stato attività:
Spoiler:
Stato: In sperimentazione.
Obbiettivo: Indurre sogni lucidi tutte le notti.

Diario dei sogni lucidi

Gioia
Riconoscenza
Gioco...


Dovresti pensare che dove ora sei tu io ci sono già stato, tu invece qui non ci sei ancora arrivato.........
Cerchi un programma per tenere traccia dei tuoi sogni ?...http://www.sognilucidi.it/forum/viewtopic.php?f=4&t=4528
Avatar utente
Lucky144
 
Messaggi: 1757
Iscritto il: 19/12/2011, 18:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 210 volte

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 11/06/2012, 10:56

Forti scosse di terremoto, la casa oscilla sempre di più, alla fine cade, ma non crolla, rimane intera ma piegata in obliquo (tipo torre di Pisa). Ci siamo io e mia madre, ci muoviamo agitati per capire come uscire dalla casa, guardo dalla finestra, ma è altissima dunque non si può uscire da lì. Mi viene in mente di vedere se è un sogno, faccio il test di realtà del palmo, il dito non lo perfora, lo rifaccio per sicurezza concentrandomi di più: funziona, il dito trapassa il palmo (anche nella realtà lo faccio più volte se mi accorgo che non mi sono concentrato abbastanza). ACQUISTO LUCIDITA'.

Provo un forte sollievo nello scoprire che è solo un sogno, e entusiasta lo comunico anche a mia madre per rassicurarla, e le faccio vedere la mano perforata, anche lei si tranquillizza. (Come spesso accade ho difficoltà a concepire il fatto che anche i personaggi onirici sono frutto della mia mente come tutto il resto: infatti nel sogno penso dentro di me che forse lei al risveglio non ne saprà niente essendo il mio sogno, ma poi penso che forse sì dato che è stata per lei una forte emozione (non c'entra niente, la forte emozione influenza il fatto di sognare la notte la cosa che l'ha provocata).
Provo a fare delle quest, ricordo solo di essere davanti a un muro bianco, chiudere gli occhi e concentrarmi per farlo apparire rosso, ma non sono riuscito. Ricordo poi di aver provato una sensazione di addormentamento. Non ricordo altro.
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda Seafarer » 11/06/2012, 17:14

Hai usato qualche tecnica d'induzione?
Avatar utente
Seafarer
 
Messaggi: 62
Iscritto il: 30/05/2012, 18:11
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 12/08/2012, 13:12

Seafarer ha scritto:Hai usato qualche tecnica d'induzione?

no, appunto, durante il sogno ho fatto il test di realtà del palmo perforato e son diventato lucido
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 12/08/2012, 13:15

Notte 10/8/2012

SOGNO LUCIDO
Acquisto lucidità dopo il test di realtà del palmo perforato, che eseguo più volte, si tratta di un sogno abbastanza lungo, che passo a far vedere che sono lucido in un sogno ai personaggi onirici che mi circondano, che sono vari, amici e sconosciuti, o comunque persone che non ricordo.
Faccio, o provo a fare, numerose quest, degne di nota sono:

-Muro gommoso: voglio poter inserire la mano nel muro in modo che sia gommoso e non più duro, provo, all'inizio non riesco, poi mi concentro e penso all' idea di molle, di gommosità, continuando a fissare il muro, e provando lentamente a spingere sul muro con la mano, mi accorgo soddisfatto che questa volta il muro è appunto molle e la mano spinge senza problemi la parte che tocca. Mi abbandono alle particolari sensazioni che provo.

-Oggetto levitante: voglio far levitare un oggetto (non ricordo quale ma era abbastanza grande) appoggiato sulla mia mano a palmo aperto e all' insù, all'inizio non riesco, allora mi concentro sull'idea di leggerezza, estrema leggerezza, continuando a fissare l'oggetto, poi mi concentro sull'intento di volerlo far levitare, e così avviene, l'oggetto inizia ad alzarsi dal mio palmo.

-Attira-cose: puntando la mano aperta contro un oggetto, provo, e riesco, ad attirarlo a me, alla mia mano. E' il meccanismo della pistola gravitazionale di Doom 3 e di Half Life 2. Ho fatto più volte questa quest durante il sogno.

-Accendi-sigaretta: c'è una ragazza che ha una sigaretta in bocca e sta prendendo l'accendino per accenderla, prima che lo possa fare punto la mano col palmo aperto verso la sigaretta (stesso gesto della quest "attira-cose") ed essa si accende. Mi sento molto figo, tiro solo io. Lol.

-Materializza-cose in mano: provo a materializzare un oggetto, che non ricordo bene, sul mio palmo, tenendolo chiuso a pugno davanti a me e aprendolo piano concentrandomi sul voler trovare, una volta aperto, l'oggetto pensato. Non ci riesco, non materializzo alcunché, forse per la scarsa concentrazione, forse perché non è una modalità di materializzazione funzionale al massimo, forse perché non ero così deciso e concentrato.
(Quest' ultima è stata la mia prima quest -escludendo il volo del primo sogno lucido-, realizzata nel mio secondo sogno lucido, e funzionò (materializzai uno specchietto, in cui poi mi specchiai; tutto questo mentre stavo sorvolando un bosco)

COMMENTI:
E' stato un sogno positivo, era da molto che non avevo sogni lucidi, e questo è stato lungo e soprattutto finalmente ho ricominciato a riuscire a fare quest, anche se pure stavolta, come negli ultimi sogni lucidi, le facevo via via che mi venivano in mente senza aver qualcosa di premeditato da fare o di particolarmente "profondo", però è stato importante perché ho riappreso la modalità di fare quest, come il "linguaggio" da usare per l'interazione col sogno, la giusta concentrazione, e mi son divertito con quest strane e divertenti. Continuo a considerare i personaggi onirici come persone reali e non come parte del sogno come tutto il resto e questo ultimamente mi porta a voler far vedere a tutti che sono in un sogno.
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 31/08/2012, 15:17

Notte 23/8/2012

SOGNO LUCIDO---------------------------------------
Siamo al mare, è l'ultimo giorno e quindi siamo al mare anche se è in arrivo un temporale, come ci ha detto una vecchietta che abbiamo incontrato io e mia nonna, che ci ha chiesto dove fossero le ciliegie (stavamo camminando accanto a vasi ortofrutticoli). Siamo nella parte di spiaggia più lontana. Arriva un'onda enorme, ci spaventiamo, arriva fin dove ci siamo noi che ci alziamo e usciamo dalla spiaggia. Io guardo il mare e penso se potrebbe essere un sogno. Capisco che lo è.


Cammino sul lungomare, ho buste e le butto in terra non essendo nella realtà, corro e mi lancio. Inizio a fluttuare velocemente. A un certo punto qualcuno mi grida qualcosa tipo offesa scherzosa, sempre fluttuando faccio inversione a u e trovo il trevor e un alltro ci salutiamo poi siccome nel frattemlo ero tornato sui piedi corro e mi slancio nuovamente per fluttuare. Finisco in un bar. Rubo una pasta attraversando il vetro con le mani. Poi per scappare passo da una seconda uscita ma intravedo una tipa prima della porta d'uscita e allora.... ci inizio a parlare, poi mi sveglio.
-------------------------------------------------------------
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 31/08/2012, 15:28

Notte 30/8/2012


SOGNO LUCIDO---------------------------------------
Son con la mia ragazza, mentre ci andiamo stiamo entrando in una stanza intenti a fare cose... Capisco che è un sogno, mi chiedo se continuare facendo finta di nulla e fare cose o se dirglielo, scelgo la seconda perché di cose se ne fanno tante nella realtà, che è ancor più soddisfacente che in sogno, mentre nella realtà è più difficile riuscire a volare e far tutte quelle cosette da sogno lucido che sappiamo.
Dunque le dico che siamo in un sogno, tutto contento perché nella realtà abbiamo parlato spesso di sogni lucidi e questa volta ci ritrovavamo tutti e due in un sogno lucido*.
Usciamo dalla porta, siamo su un pianerottolo rialzato da terra, proviamo a spiccare il volo insieme tenendoci per mano. Caschiamo di sotto come due imbecilli. :angel:
Nessuna sensazione di dolore. Ricordo che forse riprovando le indico dei monti innevati che sono sullo sfondo, molto belli, e le dico di puntare verso quelli durante il salto per appunto concentrarsi sulla volontà di tendere verso l'alto. Per ritentare proviamo ad andare in un posto più aperto, perché il cortile è circondato da alberi, quindi facciamo una salitina per uscire dal cortile della casa.
Durante la salita guardo prima il palmo, che vedo avere una parte molle in mezzo, poi faccio il test di realtà del palmo perforato, perché mi ricordo che più volte da sveglio mi son detto di guardarmi ogni tanto il palmo e fare test di realtà per consolidare e rinnovare la consapevolezza di trovarmi in un sogno.
Mentre finiamo la salita stanno arrivando un uomo e una donna. Lei inizia a dire di tornare dentro, io le dico che non c'è motivo, che non importa. Anche il tipo ci dice di tornare, lui è tipo il coordinatore del campo che si stava svolgendo in quella casa di in quel cortile a cui anche noi partecipavamo. E non si poteva uscire dal cortile, ma a me non fregava, essendo un sogno lucido non aveva molto senso in quel momento tener conto dell'ambientazione.
Continuavo a dire no anche al tipo che ci diceva di tornare e lui minacciosissimo mi si avvicina. Io penso a qualcosa per difendermi ma non mi viene in mente molto se non la materializzazione di un'arma dalla tasca che però non faccio perché vorrei trovare altre tecniche perché quella ha fallito più volte in sogni precedenti. Il tipo estrae qualcosa e lo butta in terra intento ad andarsene. È un minuscolo pezzo di qualcosa di nero. Ho per un po' la paura che sia una specie di bomba invece il tipo dice che son le chiavi di qualcosa. Ipotizzo che l'avessimo vinta noi.
Mi sveglio.

COMMENTI:
Devo pensare e scoprire qualche tecnica di difesa da usare in casi di minacce.
*Continuo a considerare i personaggi onirici come personaggi reali con cui condivido il mio sogno lucido, anche in questo sogno appena scopro che è un sogno lo dico subito alla Mati.
Non "siamo" riusciti a volare penso perché il fatto che fossimo in due era un elemento di distrazione.
-------------------------------------------------------------

In un sogno successivo racconto a una tipa del sogno lucido con la mia ragazza. Passando accanto a una ringhiera penso proprio che ora nella realtà buttarmi fa molta impressione e infatti mi metto lontano dalla ringhiera. Mi sveglio..
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Precedente

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti