Indice Ai confini dei Sogni Esplorare la mente > Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Tecniche di meditazione e di rilassamento, indirettamente utili per la pratica onirica. Domande ed esperienze, test psicologici e discussioni sulla mente in generale.

Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda LuKe94 » 23/10/2021, 17:26

Dopo una ricerca sul forum non ho trovato nessun post che ne parla, nel caso mi fosse sfuggito mi scuso e chiedo di linkare qui sotto la discussione già aperta.
Ho trovato però molte citazioni a questa presunta energia mentale (o come la si vuole chiamare) necessaria per avere in primis sogni, poi i sogni lucidi o obe, e per ultimo il controllo di prolungato di essi.
Questa cosa l'avevo ipotizzata già dai miei primi lucidi.
E addirittura riuscivo a percepire che il sogno stava per finire, anche se non so esattamente come.
Però nei lunghi sogni lucidi sentivo che il tempo stava per esaurirsi. E infatti poi il sogno gradualmente svaniva.
A favore di questa teoria c'era anche il fatto che tra un sogno lucido e l'altro passavano mediante due settimane. Quindi ho iniziato a pensare che al mio stato attuale mi serviva quel tempo per ricaricare le batterie.
In seguito ho visto che alcune scuole di pensiero supportavano già questa idea.
Alcuni sostengono che azioni come volare (citando il post di Cetaceon sul mio diario) consumino molta energia.
Ma da cosa dipende questa energia?
Io credo dipenda molto dal nostro stato mentale.
Se siamo molto stresati, se siamo circondati da persone sbagliate (chiamati non a caso vampiri energetici), e se in poche parole non siamo in equilibrio con noi stessi e abbiamo troppi pensieri queste energie diminuiscono, e non riusciamo a sognare come vorremmo.
Ecco un post che ho trovato:
fcm19 ha scritto:
Ma quello che "mangia" in assoluto più energia per sognare sono i pensieri (il dialogo interiore)...è una cosa che ho notato sia io che altri utenti: nei giorni in cui c'è piena identificazione coi pensieri sognare lucido diventa praticamente impossibile, e i ricordi onirici sono pochi e qualitativamente scarsi. Quando invece si riesce a tenere a bada il dialogo interno (con appositi esercizi di consapevolezza durante la giornata), i sogni della notte successiva appaiono fin da subito molto più vividi, e la lucidità più scattare in modo del tutto spontaneo da un momento all'altro.
Quindi per sognare lucido bisogna saper incanalare al meglio le proprie energie e non dissiparle inutilmente...



@NeuroEngineer spero di essere stato esaustivo nella spiegazione ;)
A livello personale questa ipotesi mi sembra ancora non da escludere.
Diciamo che spiegherebbe il perché in alcuni periodi le tecniche funzionano e in altri no.
E fatalità nei periodi peggiori io faccio sempre più fatica.
Però non credo sia qualcosa di mistico, ma qualcosa che realmente centra con il funzionamento del cervello.
Cito anche Orlac, credo che c'è una correlazione con quello che ha scritto:
ho la fortuna di sognare lucidamente da circa un anno e quasi tutte le settimane. in particolare mi accade quando un senso di creatività e libertà comincia a prevalere nella vita ordinaria, quando comincio a fare scelte fidandomi del mio intuito e lascio cadere la routine e le azioni ripetitive.e ovviamente quando non mi identifico nelle situazioni.
Get chance and luck!
Avatar utente
LuKe94
 
Messaggi: 273
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 26 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda olrac » 26/10/2021, 8:53

mi infilo nella discussione per quanto riguarda 'il volo'...dicendo che volare in sogno lucido assorbe molta energia semplicemente perchè generalmente non c'è un obiettivo preciso e allora l'azione perde di stabilità, oltretutto non essendoci in volo oggetti da toccare, la stabilità è ancora più a rischio.
In volo inoltre il corpo onirico è ancora più soggetto a variazioni di rotta e interferenze dovute agli stati emotivi interni che determinano le caratteristiche del paesaggio esterno. Infine ho notato più volte che elementi naturali come nubi, elettricità nell'aria e vento forte o pioggia fanno sì che i voli solitamente durino molto poco..
olrac
 
Messaggi: 625
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 818 volte
'Mi piace' ricevuti:: 435 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda LuKe94 » 26/10/2021, 13:09

In effetti volando si perde il contatto con la pseudo materia, che è uno stimolo utile per mantenere la lucidità.
Ma equivale più a una distrazione che a una perdita di energia (?) inoltre l'obbiettivo almeno per me c'è quasi sempre quando prendo il volo.
E non mi spiego perché facevo dei voli lunghi mentre ora decollo e mi sveglio. L'unica cosa che mi viene in mente è l'energia bassa. E quindi si ritorna al punto di prima : Chessygrin :
Get chance and luck!
Avatar utente
LuKe94
 
Messaggi: 273
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 26 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda NeuroEngineer » 27/10/2021, 20:05

In realtà, per esperienza personale, posso affermare che il volo non consuma tanta "energia", anzi, alcune volte rende ancora più consapevole/dettagliato/controllabile il sogno.
E' una delle capacità degli onironauti che, con l'allenamento, si possono ottimizzare e utilizzare nel modo più stabile possibile.
La teoria dell' "energia" non mi pare molto corretta, o meglio: più che di "energia disponibile" parlerei di elementi necessari a causare l'immersione in un sogno lucido.
Bisogna avere, come correttamente avete detto voi, il giusto stato emotivo e psico-fisico. Ma non c'è una "batteria" che si scarica: è questione o di abitudine o di elementi mancanti.
Almeno, questo è il mio parere.
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda olrac » 28/10/2021, 8:59

NeuroEngineer ha scritto:In realtà, per esperienza personale, posso affermare che il volo non consuma tanta "energia", anzi, alcune volte rende ancora più consapevole/dettagliato/controllabile il sogno.
E' una delle capacità degli onironauti che, con l'allenamento, si possono ottimizzare e utilizzare nel modo più stabile possibile.
La teoria dell' "energia" non mi pare molto corretta, o meglio: più che di "energia disponibile" parlerei di elementi necessari a causare l'immersione in un sogno lucido.
Bisogna avere, come correttamente avete detto voi, il giusto stato emotivo e psico-fisico. Ma non c'è una "batteria" che si scarica: è questione o di abitudine o di elementi mancanti.
Almeno, questo è il mio parere.


qui entra in gioco la pratica. io ad esempio non sono un sognatore lucido naturale, il mio sistema si sintetizza così: se mi esercito, ottengo risultati, tramite sforzi coscienti.
Con questa pratica ho la netta sensazione durante il giorno di accumulare energie che vanno a stimolare l'attività onirica. la sensazione è proprio quella di ricaricare una barra di energia interna che vado a scaricare durante la notte attraverso sogni lucidi, obe, paralisi ecc.
Gli elementi esterni invece potrebbero essere la mancanza di stress, la buona alimentazione, un ambiente confortevole e un buon materasso. Ma ripeto,nel mio specifico caso, che equivale ad altri casi simili, senza sforzi coscienti le possibilità di avere esperienze significative diminuiscono notevolmente.
O almeno questo è il mio attuale Sistema di Credenze...
olrac
 
Messaggi: 625
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 818 volte
'Mi piace' ricevuti:: 435 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda NeuroEngineer » 28/10/2021, 20:17

-) Con questa pratica ho la netta sensazione durante il giorno di accumulare energie che vanno a stimolare l'attività onirica. la sensazione è proprio quella di ricaricare una barra di energia interna che vado a scaricare durante la notte attraverso sogni lucidi, obe, paralisi ecc.
Molto interessante...non facendone esperienza in prima persona non so cosa si provi nello specifico, nel caso più tardi posso farti qualche domanda in merito? :?:
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda olrac » 30/10/2021, 15:15

NeuroEngineer ha scritto:-) Con questa pratica ho la netta sensazione durante il giorno di accumulare energie che vanno a stimolare l'attività onirica. la sensazione è proprio quella di ricaricare una barra di energia interna che vado a scaricare durante la notte attraverso sogni lucidi, obe, paralisi ecc.
Molto interessante...non facendone esperienza in prima persona non so cosa si provi nello specifico, nel caso più tardi posso farti qualche domanda in merito? :?:


Si, certo
olrac
 
Messaggi: 625
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 818 volte
'Mi piace' ricevuti:: 435 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda NeuroEngineer » 31/10/2021, 20:37

Grazie della disponibilità olrac!

-) Allora, prima di tutto volevo chiederti: hai detto che non essendo un sognatore lucido naturale, hai bisogno di sforzi coscienti per ottenere risultati e, attraverso questo comportamento, hai la sensazione di "accumulare energie". Potresti farmi un esempio? Un esempio di "sforzo cosciente" e della conseguente sensazione che ti provoca.

-) Ti è mai capitato, di notte, di sentire questa "batteria" scaricarsi fino all'ultimo? Cosa succede in quel caso, quando si conclude l'energia disponibile? Finisce il sogno o succede altro?

-) Questo sentirsi "caricati" è qualcosa di puramente astratto o equivale a un rinvigorimento mentale? Nel senso, credi di "caricare l'energia" oppure senti concretamente che la tua mente sia stata "caricata"?

Per ora mi bastano queste informazioni :)
But - just like the power of perspective itself - it will have been as real as you believed it to be
Avatar utente
NeuroEngineer
 
Messaggi: 193
Iscritto il: 26/08/2021, 17:53
Ha  fatto 'Mi piace': 17 volte
'Mi piace' ricevuti:: 36 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda olrac » 01/11/2021, 22:10

NeuroEngineer ha scritto:Grazie della disponibilità olrac!

-) Allora, prima di tutto volevo chiederti: hai detto che non essendo un sognatore lucido naturale, hai bisogno di sforzi coscienti per ottenere risultati e, attraverso questo comportamento, hai la sensazione di "accumulare energie". Potresti farmi un esempio? Un esempio di "sforzo cosciente" e della conseguente sensazione che ti provoca.

-) Ti è mai capitato, di notte, di sentire questa "batteria" scaricarsi fino all'ultimo? Cosa succede in quel caso, quando si conclude l'energia disponibile? Finisce il sogno o succede altro?

-) Questo sentirsi "caricati" è qualcosa di puramente astratto o equivale a un rinvigorimento mentale? Nel senso, credi di "caricare l'energia" oppure senti concretamente che la tua mente sia stata "caricata"?

Per ora mi bastano queste informazioni :)


Sforzi coscienti: azioni compiute allo scopo di aumentare lo stato generale di consapevolezza. Affermare internamente 'io sono qui' è un classico esempio, ce ne sono a centinaia. Io sono partito dagli esercizi alla gurdjieff, poi li ho modificati, personalizzati, in base al mio sentire, e per i miei scopi (lucidare).
Nel mio caso, e spero che non sia del tutto soggettivo, ci sono segnali, durante la giornata, che gli esercizi stanno funzionando: suoni acuti alle orecchie (simili ad acufeni ma nel mio caso estremamente piacevoli), leggere vibrazioni su tutto il corpo, dalle gambe al corpo fino alla testa. Sensazione di stimolazione del 4 chackra, sensazione di leggerezza e fluidità nella testa (non saprei come altro dirlo), emotività accentuata, sensazione generale di aumento di lucidità.
Quando si scarica questa batteria semplicemente il lucido decade, come un'onda che si scarica sulla spiaggia.
La ricarica non è assolutamente mentale, anzi cerco di non pensare né usare il ragionamento mentre immagazzino queste energie perché con l'interferenza del cervello il processo inevitabilmente rallenta e si interrompe. Ho provato molte volte...il cervello va controllato senza farlo entrare troppo nel procedimento, che è creato soprattutto da elementi emozionali.
Ovviamente queste pratiche non sempre danno risultati, non è che se faccio esercizi lucido subito ma direi che in media l'intero processo di immagazzinamento e carica dura circa due-tre giorni dopo i quali, quasi sempre qualcosa accade.
Ti ho risposto?
Ultima modifica di olrac il 02/11/2021, 21:22, modificato 1 volta in totale.
olrac
 
Messaggi: 625
Iscritto il: 07/06/2014, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 818 volte
'Mi piace' ricevuti:: 435 volte

Re: Teoria sull'energia necessaria per controllare e fare SL

Messaggioda LuKe94 » 02/11/2021, 15:41

Interessante questo post... In particolare il riferimento a cosa senti a livello fisico con queste pratiche.
Questi segnali che senti durante la giornata avvengono anche in momenti che stai facendo tutt'altro?
A me capitava con il sesto chakra, terzo occhio. Una pressione come quella che mi sforzavo di percepire quando meditavo.
Mi andrò a vedere Gurdjieff nel dettaglio anche se ho già dato un occhio su wikipedia :)
Get chance and luck!
Avatar utente
LuKe94
 
Messaggi: 273
Iscritto il: 25/02/2011, 13:34
Località: Colli Euganei
Ha  fatto 'Mi piace': 26 volte
'Mi piace' ricevuti:: 26 volte

Prossimo

Torna a Esplorare la mente

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti