Indice I Sogni Lucidi Discussioni sui Sogni Lucidi > Relativamente lucido

Dialoghi sulle varie teorie scientifiche e spirituali, riflessioni sulla letteratura, le vostre domande e curiosità relative ai sogni lucidi.

Relativamente lucido

Messaggioda Amazzon » 05/01/2021, 12:28

Allora, ho scritto poco fa nella presentazione che sono un 66enne con la testa di un ventenne, in pratica. Un vecchio immaturo.
Ero in un hotel, piuttosto buio, con pareti di legno, con molto caos, disordine, un pò malandato. Simile a un hotel dove vado ogni tanto per lavoro, ma non credo che c'entri.
In quello reale poi non c'è confusione, sono uno dei pochi ospiti.
Questo hotel del sogno in realtà è una sorta di ospedale. Mia moglie è ricoverata lì, ma sta abbastanza bene. Dormiamo insieme nella camera d'albergo. (Nota: mia moglie è stata malata, ora sta relativamente bene, fa tutto, lavora, con qualche disturbo. Facciamo l'amore una volta all'anno e la cosa mi pesa moltissimo, perchè a parte l'aspetto sessuale, vedo la morte. La mia, e la sua.).
Non si capisce mai quando la dimetteranno....secondo me lei può uscire, ma non hanno ancora deciso. Ogni giorno rimandano.
A posteriori, mi sembra una situazione kafkiana. Ogni giorno io vado dal portiere dell'albergo (sempre quello, che ha sempre da fare ed è sbrigativo anche se cortese, portiere che si muove tra valige, mobili che stanno spostando, telefoni....) e gli dico che mi fermerò ancora un giorno perchè mia moglie ancora non la dimettono, lui mi dice va bene nessun problema.
Gli chiedo per mia informazione il conto fino a quel momento, e lui me lo dice. La cifra non era per me un problema, non era alta, ma non mi ero neppure posto il problema che potesse esserlo, volevo solo sapere. Questo è accaduto per diversi giorni, nel sogno.
Poi finalmente pare che mia moglie la dimettano davvero (nel sogno), il giorno dopo.
VAdo per pagare il conto. C'è un pò piu casino del solito, il portiere mi sta girando le spalle mentre fa altre cose.
"buongiorno, allora sembra che domani ce ne andiamo, se vuole pago subito il conto". Il portiere si gira: è un altro, non è il solito. Sono perplesso e mi blocco un'attimo: questo non sa niente della mia storia, non mi conosce. Mi dico che sicuramente sono professionali,che non ci sono problemi, che ha tutti i dati, anche se mi spiace non salutare l'altro.
E come al solito, finisce cosi.
Amazzon
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 05/01/2021, 11:57
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Torna a Discussioni sui Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


cron