Indice Il Mondo Onirico Discussioni generali sul sonno e i sogni > problema con le tecniche: controproducente

Sezione in cui discutere del mondo onirico oltre l'ambito lucido. Letteratura, teoria, domande sui sogni in generale, oltre ai fenomeni del nostro corpo quando sta per addormentarsi o svegliarsi.

problema con le tecniche: controproducente

Messaggioda matteobottero » 18/03/2020, 13:27

Ciao a tutti : Chessygrin : , ho un problema alquanto fastidioso e strano: in pratica sto facendo tecniche di induzione tutti i giorni, ma in questo periodo non ricordo neanche i sogni, nonostante le tecniche.

Da quando siamo in quarantena ho iniziato a usare diverse tecniche quotidianamente: ho fatto la M.I.L.D. per molti giorni di fila, sto praticando la A.D.A da diversi giorni, ho persino avuto un principio di W.I.L.D. (non sono mai riuscito a farla sul serio) l'altro giorno! Ma per i sogni nulla, nonostante io dedichi h24 al mondo onirico in questi giorni non solo non riesco a "lucidare", ma neanche mi ricordo i sogni...
E' come se in questo periodo la mia mente non volesse permettermi di sognare.
Già di mio mi sono reso conto che ci sono periodi in cui sono più predisposto a sognare e altri meno, ma non mi è mai capitato tanto quanto in questi giorni.

Avete qualche consiglio? Chiedo consigli a chi legge e a chi magari ha già avuto lo stesso problema.
Grazie di aver letto : Chessygrin :

stai sognando?
matteobottero
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 14/07/2018, 17:04
Ha  fatto 'Mi piace': 4 volte
'Mi piace' ricevuti:: 7 volte

Re: problema con le tecniche: controproducente

Messaggioda DreamOwl » 18/03/2020, 13:49

Ciao matteo, se di solito non hai problemi a ricordarli credo sia solo una questione di eccessivo stress.
Anche a me capita sempre così: medio stress = niente lucidi, tanto stress = nemmeno sogni normali.
Questa situazione di quarantena già non aiuta, è comunque una condizione che destabilizza di suo. Ti consiglio di continuare con le tecniche ma prendila più alla leggera, non importelo come un dovere o un lavoro, rilassati di più.
E ovviamente...non mollare! : Thumbup :
'Cause every night Ι lay in bed, Τhe brightest colors fill my head, Α million dreams are keeping me awake,
Ι think οf what the wοrld could be, Α vision οf the one Ι see, Α million dreams is all it's gοnna take...
Avatar utente
DreamOwl
 
Messaggi: 49
Iscritto il: 10/02/2020, 16:15
Ha  fatto 'Mi piace': 25 volte
'Mi piace' ricevuti:: 56 volte

Re: problema con le tecniche: controproducente

Messaggioda Ambra » 18/03/2020, 22:04

Ciao Matteo ^^
Ascoltami, non lasciare che questa tua frustrazione di non riuscire a ricordarti i sogni dall'inizio alla fine o di prendere una lucidita`, si trasformi in ossessione. E` normale non riuscirci e a volte si puo` avere pure dei periodi in cui la tua testa non vuole saperne di farti sognare e fidati che anch'io apena mi sveglio e mi rendo conto che non ho alcun ricordo vago di quello che ho sognato mi trovo a sbuffare di disapprovazione ;)
Una tecnica molto semplice che mi sono resa conto di usare molto spesso e` quella di coricarmi col pensiero convinto che Stanotte Voglio Sognare.

Buona Fortuna con stanotte!
It's not just a Dream, it's your Life.
~~~
E che i miei sogni possano influenzare i vostri.
Avatar utente
Ambra
 
Messaggi: 90
Iscritto il: 17/03/2020, 16:16
Ha  fatto 'Mi piace': 5 volte
'Mi piace' ricevuti:: 11 volte

Re: problema con le tecniche: controproducente

Messaggioda matteobottero » 19/03/2020, 1:28

Ciao DreamOwl e grazie della risposta : Thumbup :
Tu dici che continuare con le tecniche come se nulla fosse porterà risultati in questa situazione?

Comunque provo e proverò di più a evitare stress mentale: più allenamento (casalingo) per distrarmi e continuo con la meditazione mattutina che ho iniziato da qualche giorno : Chessygrin :
:)
Grazie : Chessygrin :
matteobottero
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 14/07/2018, 17:04
Ha  fatto 'Mi piace': 4 volte
'Mi piace' ricevuti:: 7 volte

Re: problema con le tecniche: controproducente

Messaggioda matteobottero » 19/03/2020, 1:31

Ciao Ambra grazie :) ho cercato di staccare un po' e domani riprenderò : Chessygrin :
matteobottero
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 14/07/2018, 17:04
Ha  fatto 'Mi piace': 4 volte
'Mi piace' ricevuti:: 7 volte

Re: problema con le tecniche: controproducente

Messaggioda IlBagatto » 20/03/2020, 18:12

matteobottero ha scritto:nonostante io dedichi h24 al mondo onirico in questi giorni non solo non riesco a "lucidare", ma neanche mi ricordo i sogni...
E' come se in questo periodo la mia mente non volesse permettermi di sognare.
Già di mio mi sono reso conto che ci sono periodi in cui sono più predisposto a sognare e altri meno, ma non mi è mai capitato tanto quanto in questi giorni.

Ciao Matteo,

Ho iniziato ad interessarmi al mondo dei sogni una dozzina di anni fa. Durante questi anni non ho mai riscontrato una relazione lineare tra impegno/dedizione/disciplina e sogni, piuttosto il contrario: la psiche è altamente nonlineare. Impegno e dedizione aiutano a sviluppare un certo stato mentale e trasporlo nei nostri sogni, ma sono a mio avviso un fattore secondario.

Questa riflessione m'invita a domandarmi: quali sono i fattori primari che facilitano il sognare? Qual è la fonte del sognare? È una ricerca lunga, profonda e personale - non credo sia possibile dare una risposta concisa. Ho imparato che ci sono delle attività che mi portano un senso di brio, leggerezza, apertura, pienezza, concentrazione gioiosa per il mondo che mi circonda. Credo che questo stato sia qualcosa di naturale che ogni essere umano sperimenta in momenti d'intensità e che, tra le altre cose, stimoli molto l'attività onirica.

Il modo in cui ci arriviamo è molto soggettivo. Scrivere poesia, dipingere, luoghi naturali, danza, sport, meditare, pregare, gli elementi, cucinare, piante maestre, arte, scienza... Come consigliava Joseph Campbell: follow your bliss (che può essere tradotto come 'segui la tua felicità', ma è un'approssimazione grossolana - bliss è uno stato emotivo complesso, con elementi di gioia, brio ed estasi).

Lavorare con i sogni in maniera creativa è un'altro modo di comunicare alla nostra psiche che vogliamo sognare! Per esempio, disegni/racconti/poesie ispirate ai sogni, o meditare su simbologie oniriche che posseggono una carica emotiva forte e che quindi ci rimangono impresse. In mancanza di sogni recenti, puoi usare anche 'vecchi' sogni che ti sono rimasti impressi.
Ma io vorrei essere un'aquila, vedere il piano del mondo che inclina verso di noi, e le leggi che s'inchinano,
Lanciarmi a inseguire il tuo deserto, e i saperi solenni, e le porte dorate... Cominciare di nuovo il viaggio.
Avatar utente
IlBagatto
 
Messaggi: 206
Iscritto il: 24/08/2019, 17:08
Ha  fatto 'Mi piace': 90 volte
'Mi piace' ricevuti:: 111 volte

Re: problema con le tecniche: controproducente

Messaggioda matteobottero » 29/03/2020, 16:57

IlBagatto ha scritto:
matteobottero ha scritto:nonostante io dedichi h24 al mondo onirico in questi giorni non solo non riesco a "lucidare", ma neanche mi ricordo i sogni...
E' come se in questo periodo la mia mente non volesse permettermi di sognare.
Già di mio mi sono reso conto che ci sono periodi in cui sono più predisposto a sognare e altri meno, ma non mi è mai capitato tanto quanto in questi giorni.

Ciao Matteo,

Ho iniziato ad interessarmi al mondo dei sogni una dozzina di anni fa. Durante questi anni non ho mai riscontrato una relazione lineare tra impegno/dedizione/disciplina e sogni, piuttosto il contrario: la psiche è altamente nonlineare. Impegno e dedizione aiutano a sviluppare un certo stato mentale e trasporlo nei nostri sogni, ma sono a mio avviso un fattore secondario.

Questa riflessione m'invita a domandarmi: quali sono i fattori primari che facilitano il sognare? Qual è la fonte del sognare? È una ricerca lunga, profonda e personale - non credo sia possibile dare una risposta concisa. Ho imparato che ci sono delle attività che mi portano un senso di brio, leggerezza, apertura, pienezza, concentrazione gioiosa per il mondo che mi circonda. Credo che questo stato sia qualcosa di naturale che ogni essere umano sperimenta in momenti d'intensità e che, tra le altre cose, stimoli molto l'attività onirica.

Il modo in cui ci arriviamo è molto soggettivo. Scrivere poesia, dipingere, luoghi naturali, danza, sport, meditare, pregare, gli elementi, cucinare, piante maestre, arte, scienza... Come consigliava Joseph Campbell: follow your bliss (che può essere tradotto come 'segui la tua felicità', ma è un'approssimazione grossolana - bliss è uno stato emotivo complesso, con elementi di gioia, brio ed estasi).

Lavorare con i sogni in maniera creativa è un'altro modo di comunicare alla nostra psiche che vogliamo sognare! Per esempio, disegni/racconti/poesie ispirate ai sogni, o meditare su simbologie oniriche che posseggono una carica emotiva forte e che quindi ci rimangono impresse. In mancanza di sogni recenti, puoi usare anche 'vecchi' sogni che ti sono rimasti impressi.



Ciao! Grazie della tua risposta, la trovo molto utile.
Sto iniziando ad accorgermi anch'io che la dedizione non è fondamentale per Lucidare, o per lo meno non è l'unica cosa indispensabile;
dai giorni scorsi in cui come ho detto dedicavo h24 all'argomento ho fatto un attimo di stop, e ora sto seguendo una sfida del mio maestro di apnea che riesce annche a "distrarmi" dall'argomento:
tutto questo mi ha aiutato molto! Ricordo molti sogni, addirittura sono tornato a ricordarmi, a volte, come passo da un sognoall'altro. Quindi ringrazio tutti per i consigli : Chessygrin : , continuo le tecniche, respiro, e mi rilasso.


sei in un sogno?
matteobottero
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 14/07/2018, 17:04
Ha  fatto 'Mi piace': 4 volte
'Mi piace' ricevuti:: 7 volte


Torna a Discussioni generali sul sonno e i sogni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


cron