Indice I Sogni Lucidi Diario dei Sogni Lucidi > Diaro di Franzayber

Raccontateci i vostri sogni lucidi e confrontatevi con quelli degli altri: una importante fonte di idee e ispirazione. Potete tenere un diario personale con i sogni che ritenete rilevanti.

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 15/03/2012, 17:38

SOGNI LUCIDI "STRANI" e FALSO RISVEGLIO

Notte 14/3/2012

-SOGNO LUCIDO che non ricordo. (non pensavo fosse possibile non ricordare un sogno lucido) :angry:

-FALSO RISVEGLIO: Scendo dal letto, arrivo nell' ingresso, sento mia madre che mi chiama e allora torno a letto facendo il giro dalla cucina, di soppiatto per non farmi sentire, e mi rimetto a letto. PARTE UN SOGNO LUCIDO:

-Sto camminando per la strada con un amico. Provo a fare delle quest, anche se non so bene che fare, allora provo a far cadere dal cielo "diecimila canne" :roll: (dico proprio così, stupidamente perché è assurdo dare un numero esatto così alto per ovvi motivi), riprovo guardando il cielo sopra di me e "piove" una canna che cade sul marciapiede e la raccolgo. (prendo anche l'accendino dalla tasca ma non ricordo bene poi che succede).
C'è parecchio vento e voglio fermarlo, allora provo a dire "stop vento" e robe simili cercando di concentrarmi nell' intento, ma non riesco e dopo un po' desisto.
Passa un' aquila con un becco grande, siccome so di star sognando e non so bene che fare le tiro un pugno, : Blink : lei come fosse un corpo immobile si sposta omogeneamente e poi torna e mi tira delle beccate fastidiose, non dolorose. Mi sveglio.


NOTE: è stato strano il fatto che io non considerassi il mio amico come un personaggio onirico creato dalla mia mente come tutto il resto, ma proprio come se fossimo insieme in quel sogno, e ridevamo insieme del fatto che era caduta la canna per esempio. (non ricordo cose dette da lui, perlopiù rideva e mi appoggiava) Stessa cosa è successa nel penultimo sogno lucido con un altro mio amico personaggio onirico che non consideravo come tale. Credo che questi personaggi onirici minino alla mia lucidità, e per questo questa volta, avendoci passato tutto il sogno insieme, non ho fatto quest intelligenti o ho fatto cose senza troppo senso magari.

Poi mi riaddormento e faccio un sogno non lucido che finisce così:

"[...]Quindi io sono rimasto preda del ragazzino che mi afferra il braccio sinistro e non riesco a liberarmene. Mi sveglio. Forse un istante prima del risveglio completo, capendo che era un sogno ho visualizzato di ribaltare la situazione dicendo "tu sei solo frutto della mia mente!" e urlandogli contro liberandomi. "

Stessa cosa era successa in un sogno mesi fa:

"Ma lui continua ad afferrarmi; passa un amico e gli chiedo di aiutarmi, ma lui, imbarazzato, va via impaurito. mi sveglio.
NOTA: forse appena sveglio, probabilmente in fase ipnopompica, ho immaginato (ma in modo quasi automatico, non volontario) di continuare il sogno con io che strangolavo quello che nel sogno mi stava afferrando prepotentemente. E' stata come una liberazione, un poter finalmente vendicarmi."
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda dixit » 15/03/2012, 19:10

Non ricordare sogni lucidi? Purtroppo succede, a volte solo frammentari. Questo accade perché i sogni lucidi, son pur sempre sogni e la mente lavora allo stesso modo.
Se la corteccia cerebrale presenta oscillazioni elettriche lente durante la fase rem, si ricordano i sogni appena prima del risveglio. Se queste oscillazioni lente con una frequenza da 5 a 7 Hz, chiamate onde theta, sono presenti sulle aree frontali mediali, al successivo risveglio i sogni saranno ricordati e questo è lo stesso meccanismo che si riscontra anche per la cosiddetta memoria episodica durante lo stato di veglia.
Avatar utente
dixit
 
Messaggi: 4718
Iscritto il: 31/01/2008, 14:01
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 145 volte
'Mi piace' ricevuti:: 680 volte

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 19/03/2012, 16:23

dixit ha scritto:Non ricordare sogni lucidi? Purtroppo succede, a volte solo frammentari. Questo accade perché i sogni lucidi, son pur sempre sogni e la mente lavora allo stesso modo.
Se la corteccia cerebrale presenta oscillazioni elettriche lente durante la fase rem, si ricordano i sogni appena prima del risveglio. Se queste oscillazioni lente con una frequenza da 5 a 7 Hz, chiamate onde theta, sono presenti sulle aree frontali mediali, al successivo risveglio i sogni saranno ricordati e questo è lo stesso meccanismo che si riscontra anche per la cosiddetta memoria episodica durante lo stato di veglia.

interessante! Tralaltro proprio pochi giorni fa mi è capitato di svegliarmi senza ricordare assolutamente di aver sognato, poi pensandoci mi è venuto in mente di aver sognato qualcosa, e sforzandomi ho piano piano fatto riaffiorare alla mente il sogno, che alla fine son riuscito a ricordare.
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 19/03/2012, 16:24

SOGNO LUCIDO - DILD. 17/3/2012

Sono nella palestra di scuola durante ed. fisica. A un certo punto tutto inizia a tremare, come fosse un terremoto, io cerco di uscire dalla porta, che però è chiusa a chiave, provo ad aprirla ma non riesco, vedo che gli altri non si preoccupano di niente, forse questo mi fa sospettare di essere in un sogno, allora provo a far passare il dito attraverso la porta, e ci passa, e allora provo a passare con tutto il corpo attraverso la porta per uscirne, ci riesco.
Mi trovo in un posto poco luminoso, faccio il test di realtà della mano perforata (è la seconda volta che lo faccio di proposito in un sogno lucido) e sento per la prima volta la percezione tattile (e non solo visiva) della mano sinistra perforata dal dito. Mi guardo il palmo della mano, è incredibile, la parte centrale si muove e in generale è stranissimo e bellissimo, per i colori, per la lucentezza e per la stranezza (anche le dita sono strane). Guardandomi la mano il sogno diviene stabilissimo: fermo, nitido, e ancora più lucido.

Provo a volare ma non riesco, (come purtroppo ormai da tempo mi succede nei sogni lucidi dopo aver letto sul forum di tante persone che non riuscivano a volare, mentre prima credevo fosse facilissmo e banale e ci riuscivo perfettamente), provo anche sbattendo le braccia "a uccello" ma mi fermo a mezz'aria con difficoltà. Provo lo spinning, ma non mi pare di aver cambiato luogo, anche se forse l'ho fatta per troppo poco tempo e senza pensare a un luogo in cui mi sarei voluto ritrovare, e senza sconcentrarmi totalmente da riferimenti spaziali. Ricordo poi di aver camminato lungo la strada (era sera) sulle macchine, da un all'altra, quindi con enormi salti e con molta forza (mi pare in Matrix ci sia una scena simile), e anche saltando sui muri lateralmente (tipo prince of persia). Poi ricordo di trovarmi davanti a una finestra enorme e di pensare se provare di nuovo a volare buttandomi da lì, ma non ho avuto il coraggio di farlo (per paura di precipitare e quindi di sentire sensazioni sgradevoli e magari svegliarmi per l'impatto).

Cambia la scena, ora sono fuori, mi dico che ora sono sveglio e non è più un sogno, per fortuna guardo di nuovo la mano e nonostante i dubbi iniziali (anche se il palmo si muoveva anche questa volta nel punto centrale, quindi era palesemente un sogno), alla fine riacquisto la lucidità che stavo perdendo. E' sera tardi e cammino, e vedo una donna, e mi ricordo di tenere a mente che i personaggi che vedo sono frutto della mia mente e quindi mi ricordo di non considerarli come fossero reali (come invece mi è capitato negli ultimi sogni lucidi), scherzo con la donna- questa parte non la ricordo bene-.
Sono con un'altra tipa che ho incontrato, e stiamo andando a casa mia, mi accorgo di aver sbagliato strada, per non perdere tempo prezioso, penso a voler ritrovarmi in casa con lei, e così succede.

Perdo lucidità, dopo poco il sogno finisce.
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 29/03/2012, 16:46

23/3/2012
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------
SOGNO LUCIDO - DILD
Sono a una manifestazione, ho gli occhiali infilati in testa e gli stessi occhiali in mano, me ne rendo conto, dico a un mio amico lì accanto: "questo è una tipica cosa che ti fa capire che sei in un sogno!".
Provo esperimenti di smeterializzazione: c'è una folla e ci passo attraverso (sento il mio amico fare degli urlettini come se anche lui stesse provando ma senza riuscirci), salto su una macchina da davanti, volendo oltrepassare il parabrezza per mettermi con le mani sul sedile del guidatore, lo faccio, c'è una donna al volante, urlo per spaventarla, lei si spaventa e urla tantissimo (sono divertito).

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Nella stessa notte ho fatto un altro sogno (non lucido) in cui raccontavo al mio amico di prima di aver fatto un sogno lucido in cui c'era anche lui e glielo racconto, (lui però va avanti e non sembra interessato) (è proprio il sogno lucido appena fatto. Non ricordo di essermi svegliato dopo quel SL)

---QUASI OBE----
Mi risveglio dal sogno precedente sotto PARALISI. Mi sento LEVITARE, sento un rumore (forse reale), allora mi viene l'idea di alzare una mano e muoverla per dire di non svegliarmi (mi preoccupava l'idea che qualcuno venisse e disturbasse la possibile OBE), la visione è confusa, simile a come si vedrebbe attraverso un caleidoscopio, vedo però la mano alzata che sto muovendo. Ero anche un po' inquietato dalla cosa e quindi mi sono mosso troppo, ho ripreso coscienza, scoprendo che avevo le coperte tirate su fino al collo e che quindi quella non era la mia "vera mano".


28/3/2012
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------
SOGNO LUCIDO - DILD (breve)
-E' sera, sono con membri della mia famiglia. Passeggiamo, mia sorella dice che in uno scenario del genere avrebbe fatto non so cosa (non ricordo bene), questa sua frase mi fa capire che è un sogno, allora siccome me l'ero ripromesso da sveglio, provo a volare perchè da tempo non riuscivo; provo guardando un punto in alto nel cielo, cercando quanto più possibile convinzione e intento: ci riesco, anche troppo bene perchè non mi fermo e volo altissimo (sensazione forte ma molto bella, emozionante), sento i familiari dire cose come "wow!" oppure "eh sì, si può fare". Volo così in alto che il sogno si spegne.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

---QUASI OBE----
Mi risveglio in PARALISI. Mi sento RISUCCHIARE VERSO IL BASSO. Apro gli occhi e vedo (e continuo a sentire) il mio corpo che scende verso il basso, di fianco al letto, muovo le mani, e le vedo tutte e due muoversi, questa volta considero subito che non sono le mie vere mani, dopo l' ultima esperienza del 23/3/2012, ho un po' di paura ma riesco a non muovermi di scatto e accettare questa sensazione inquietante di risucchio, anche se un po' già mi sono mosso, finisce ma mi ritrovo nel letto normalmente, non è partita la fatidica OBE. E' stato emozionante e inquietante, sono contendo di esser finalmente riuscito ad accettare (quasi totalmente) la sgradevole fase di transizione, la prossima volta spero sia quella buona.
Ultima modifica di franzayber il 30/03/2012, 15:52, modificato 1 volta in totale.
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Diaro di Franzayber

Messaggioda davidiust » 29/03/2012, 21:04

Sgradevole? Io ho trovato fantastica la sensazione di uscita dal corpo! E anche il rientro... Tutto ciò di strano e anomalo che mi riserva la mente lo trovo meravigliosamente affascinante!
La religione è un narcotico con cui l'uomo controlla la sua angoscia, ma ottunde la sua mente.

(23:03:59) Gli unici sogni che al mattino ti fanno essere di buon umore sono i lucidi. Gli incubi ti fanno chiaramente stare male, e i bei sogni ti fanno rimpiangere la vita onirica. (cit. ddsx)
Avatar utente
davidiust
Autore wiki
 
Messaggi: 2559
Iscritto il: 04/03/2012, 14:41
Località: Fiumicello
Ha  fatto 'Mi piace': 195 volte
'Mi piace' ricevuti:: 166 volte

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 30/03/2012, 15:45

davidiust ha scritto:Sgradevole? Io ho trovato fantastica la sensazione di uscita dal corpo! E anche il rientro... Tutto ciò di strano e anomalo che mi riserva la mente lo trovo meravigliosamente affascinante!


bè, sgradevole perché son le prime volte che mi accade ed essendo così vivida (più di un sogno lucido), e al tempo stesso sapendo che non è invece reale, mi è stata un po' inquietante.. poi certo è anche emozionantissima per gli stessi motivi!

Potresti consigliarmi su cosa fare in questa situazione? Intendo dire per uscire completamente dal corpo.. perchè io non ho fatto niente di speciale se non, per intenderci, muovere le braccia del corpo astrale (che appunto ho visto) e aspettare, ma alla fine ho ripreso coscienza ritrovandomi nel letto. Devo forse spingermi in avanti come a voler uscire con un colpo di reni?

(ho cercato informazioni a giro ma non mi è molto chiara la cosa)
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Diaro di Franzayber

Messaggioda davidiust » 30/03/2012, 19:00

Io mi sono quando ho sentito le sensazioni tipiche ho solo pensato ad uscire e mi sono alzato fino quasi al soffitto. Poi ho deglutito per sbaglio e sono delicatamente sceso fino a rientrare. Non ho fatto nulla di speciale, solo pensato di uscire. Pensato di andare in alto. Non muoverti... Io non ne avevo idea e mi è venuto naturale :-)
La religione è un narcotico con cui l'uomo controlla la sua angoscia, ma ottunde la sua mente.

(23:03:59) Gli unici sogni che al mattino ti fanno essere di buon umore sono i lucidi. Gli incubi ti fanno chiaramente stare male, e i bei sogni ti fanno rimpiangere la vita onirica. (cit. ddsx)
Avatar utente
davidiust
Autore wiki
 
Messaggi: 2559
Iscritto il: 04/03/2012, 14:41
Località: Fiumicello
Ha  fatto 'Mi piace': 195 volte
'Mi piace' ricevuti:: 166 volte

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 04/04/2012, 17:44

davidiust ha scritto:Io mi sono quando ho sentito le sensazioni tipiche ho solo pensato ad uscire e mi sono alzato fino quasi al soffitto. Poi ho deglutito per sbaglio e sono delicatamente sceso fino a rientrare. Non ho fatto nulla di speciale, solo pensato di uscire. Pensato di andare in alto. Non muoverti... Io non ne avevo idea e mi è venuto naturale :-)


Spero di aver presto altre occasioni per provare, credo di essere stato a un passo!


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------


SOGNI (più o meno) LUCIDI (strani) - DILD
-C'è come un prologo narrato da una voce: una nave affonda, muoiono tutti, alcuni da drogati, sopravvive solo Gesù (io). (forse associazione di idee con acqua perché gesù cammina su acque?)

Gesù (io) entra in chiesa islamica, osservo riti nell'entrare da persone davanti a me, temendo di non seguirli e di essere per questo oggetto di malconsiderazione più o meno pesante. (uno dei riti è di abbassarsi sulle ginocchia mettendo un piede a circa un metro di distanza dall'altro lateralmente.)
Mi trovo con altri ragazzi in fondo alla chiesa, ora non sono gesù, ma un ragazzo che chiacchera con loro durante la messa, in particolare faccio numerose quest, tipo chiedo a un ragazzo che tipo di cioccolato gli piace, e faccio apparire il cioccolato nella mia mano e glielo passo. (all'inizio ciò che appare è un quadratino minuscolo che vedendo meglio è un telefono in miniatura e non cioccolato, ma poi vedo che nell'altra mano c'è un grande pezzo di cioccolata e con un' altra quest faccio tornare normali le dimensioni del telefono). Oppure fare alzare un telone che era appeso al soffitto dai quattro angoli.

A un certo punto il sogno è visto come un sogno indotto da altri, che lo modificano parlandoci mentre dormiamo o simile, ci sono infatti interventi surreali di persone surreali, che non ricordo. (è come un sogno lucido di una realtà finta)

Ci sono fasi di lucidità (vera e propria anche se debole) miste a fasi di non lucidità.
NOTA: E' stato un sogno molto lungo e particolare, mi duole non ricordarlo bene.

-Siamo per sentieri, faccio cadere in discesa un pallone, ma viene recuperata.
Più avanti c'è un sistema di scale per salire in alto (non sopra qualcosa, ma in alto, verso il vuoto), saliamo, è difficile e sempre più pericoloso, a un certo punto le scale si muovono come cedendo al peso e si riformano, siamo altissimi, sospesi nell'aria attaccati alle scale, DIVENTO LUCIDO, lascio la presa e volo, prendo troppa velocità, mi sveglio.

NOTA: Adesso il problema col volo sembra essere quello di non riuscire a dosare la velocità, che mi porta a svegliarmi perché è eccessiva e incontrollabile. Quando ricapiterà, proverò guardandomi la mano.
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

Re: Diaro di Franzayber

Messaggioda franzayber » 14/04/2012, 17:21

Notte x/4/2012
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------
SOGNO LUCIDO - DILD
- DA AGGIORNARE (non l' ho trascritto sul diario e non ho qui gli appunti, lo posterò a breve)
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Notte 13/4/2012
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------
SOGNO LUCIDO - DILD

Sono in un posto forse rialzato, ma non guardo verso il basso(cosa che nei sogni mi fa diventare lucido quando sono su un punto molto alto), bensì guardo il cielo, e mi immagino di volare (cosa che ho fatto anche nella realtà ultimamente più di una volta), e mi dico "sarebbe bello fosse un sogno per poter volare davvero" (cosa che mi sono detto anche le volte successe nella realtà) a un certo punto mi rendo conto che quella visualizzazione mentale non è tale ma è qualcosa di più: stavo davvero volando nel cielo, quindi capisco che effettivamente è un sogno e prendo lucidità. Ho volato tutto il tempo qua e là, due volte ho perso il controllo e stavo prendendo sempre più velocità (cosa che succede ultimamente nel volare, -vedi ultimi SL del diario-), ma come mi ero ripromesso da sveglio, questa volta ho provato a contrastare questa velocità sempre maggiore (che mi avrebbe portato al risveglio) guardandomi il palmo di una mano (che tralaltro, come noto, è un' esperienza sempre sorprendente nei sogni). Come sperato, funziona (tutte e due le volte), e rallento.

NOTE:
-Sono soddisfatto anche se spero di riuscire a volare senza problemi di alcun tipo per cui dover correre ai ripari.
-Involontariamente forse ho "creato" un mio test di realtà: il guardare il cielo (amo farlo) e l' immaginarmi (e quindi esprimere l'intento) di volare.
-Al risveglio non ricordavo il sogno, l'ho ricordato dopo un po', per questo non ricordo i particolari purtroppo.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Ultima modifica di franzayber il 15/04/2012, 18:09, modificato 1 volta in totale.
Mio diario di sogni lucidi: /viewtopic.php?f=10&t=4094
franzayber
 
Messaggi: 35
Iscritto il: 10/01/2012, 17:09
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 0 volta

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei Sogni Lucidi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti