Indice Il Mondo Onirico Diario dei sogni comuni > Diario di jaki

Sogni o incubi, unici o ricorrenti. Sogni particolarmente emotivi o bizzarri che volete condividere e su cui volete sentire commenti e associazioni degli altri utenti.

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 27/07/2011, 11:05

Oggi addirittura 3 sogni

Mercoledì 27 luglio 2011, ore 2:30 circa :sleep:
Tecnica utilizzata: DILD

-Ero a casa mia con mio fratello e un mio amico. Saranno state le 2 di notte e stavamo caxxeggiando al pc :lol: . Passa molto tempo e allora decidiamo di stare svegli fino a mattina. Il sogno continua così... era lungo ma niente di particolare.

*Breve risveglio*

-Il secondo sogno è il + difficile e complesso. Di quelli che dici "Cosa scriverò sul mio diario? Non ci ho capito niente!". Praticamente, vi racconto solo cosa c'era perchè non saprei ricomporre bene tutti i tasselli. C'erano tanti ragazzi compreso me. C'erano palline colorate, serpenti, zaini di scuola pieni ti palline colorate, un timer che quando finiva alcuni morivano. Era abbastanza strano....

*Breve risveglio*

-Il terzo è stato il + dettagliato, forse perchè dopo mi sono svegliato. Ero su un rettilineo che esiste davvero, e si trova a qualche chilometro dalla mia casa. Con me c'era mio fratello e un mio amico. Questo mio amico incomincia a raccontarci riguardo a un gioco online che gli piaceva molto... e parla fino a fine rettilineo. Lì notiamo che c'è il classico mercato, quello che viene soltanto un giorno nei paesi. Passiamo vicino ad una bancarella e salutiamo una signora, che ricambia.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 29/07/2011, 10:55

Venerdì 29 luglio 2011, ore 2:40 circa

Ero ad una festa, dove ho incontrato anche un mio amico, ma visto che non c'era niente da fare chiamo mia mamma che viene a prendermi per portarmi a casa, anche mio fratello e il mio amico vengono con me.
Prima portiamo a casa l'ospite. In verità non era una casa, sembrava uno stadio da calcio in rovina. Molte famiglie ne avevano un pezzo e anche la sua. Io lo conosco e non abita li ma non ci ho fatto caso. Poi decidiamo di partire per casa. Mentre viaggiamo, mia mamma mi dice di dare uno sguardo al volantino di Gardaland sotto il sedile. Io lo prendo e comincio ad aprirlo, aprirlo e aprirlo. Diventa enorme, così grande che per non coprire la vista a mia mamma che sta guidando devo uscire col braccio fuori dal finestrino. Ci saranno stati un settantina di sponsor e, in basso più piccola, la cartina del parco.
Poi non mi ricordo bene, c'era un altro sogno e altri particolari, ma non riesco a unirli.
Mi ricordo poi di aver fatto un test di realtà contandomi le dita delle mani, fallito :angry: . Ultimamente mi tappo il naso, perchè il mio subconscio si sta adeguando sul fatto delle dita, quindi aspetto che si "dimentichi" per un po di tempo, per poi riutilizzarlo.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 01/08/2011, 18:31

domenica 31 luglio, ore imprecisata.

Il primo sogno è stato davvero lungo, in pratica avevano costruito nel mare questa "giostra". Era alta circa 20 metri e una decina di diametro. Ma non mi ricordo + di tanto. Dentro c'erano come delle discotece.... bah!

Falso risveglio: Convinto di essermi svegliato chiedo a tommy se avesse fatto lo stesso sogno, e mi risponde di si... stiamo parando di sogni, penso di essermi appena svegliato e non mi viene in mente di fare un test di realtà : WallBash :

Anche il secondo sogno è stato molto lungo. In pratica ero a casa di un mio amico, che però era immensa, nel senso che ci si perdeva per colpa del grande numero di stanze e scale. Assieme a me c'era mio fratello e alcuni miei amici. Girando qua e la scendiamo per una scala e finiamo parcheggio sotterraneo, come quello dei supermercati. Li troviamo degli altri ragazzi che stanno parlando. Ci facciamo amicizia e decidiamo di organizzare una festa. Arriva molta altra gente *parte molto sfuocata, non ricordo molto* ... mi ricordo che ero uscito con un bambino di 2/3 anni in braccio, però sapeva parlare come uno di 5. Mentre passeggiavamo siamo passati vicino a dei tassisti, il bambino che avevo in braccio aveva chiesto ad uno di loro quanto era la multa se... (non ricordo il se) e lui gli aveva risposto 600 €.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 07/08/2011, 0:29

Sabato 4 agosto, orario imprecisato.

Ero in una città, per l'esattezza a Ferrara. Stavo passeggiando. Ad un certo punto incontro una entità divina che mi dice che se sconfiggerò satana, che risiede in una chiesa sconsacrata li vicino, verrò in possesso dei suoi poteri divini. Io accetto e vado verso quella chiesa. Non è molto alta e non sembra proprio una chiesa, ha la facciata bianca davanti con alcune finestre di vetro. Inizio a gridare "Forza Satana, hai paura!" "Che tu sia maledetto" e altre cose del genere. Più gridavo e più si avvicinavano zanzare a me, fino a che non mi accorgo di esserne ricoperto. Me le scrollo di dosso e mi allontano dalla chiesa di una decina di metri. Vedo dove ero io un piccolo cerchio verde fluo. Proprio in quel momento passa una signora molto elegante. Il cerchio, che scopro non essere un cerchio ma un piccolo buco, si allarga e diventa un enorme baratro del diametro di 5 o 6 metri. Il bordo è sempre verde fluo e non di riesce a vedere al suo interno perchè è troppo scuro. Dalle viscere del buco spunta una mano gigantesca pelosa e nera, con artigli accuminati. Afferra la signora e se la porta dentro. Il cerchio si restringe e si sposta + vicino a me. Io scappo, ma il cerchio mi insegue e quando incontra altre persone si ingrandisce e la mano le prende per portarsele con se. Fino a che l'entità divina di prima si mette a parlare con il cerchio. Poi si rivorge verso le persone e dice di aver trovato un accordo. Si farà questo gioco, durante il quale alcune persone potranno morire. Comunque vada a finire questo gioco satana se ne andrà. Bisogna dividersi in coppia. Uno della coppia lo si aggancia al guinzaglio che tiene l'altro. Quest'ultimo dovra fare un salto per superare sia la prima persona (che sta accucciata) sia un muretto alto circa 70 cm. Comunque... per fortuna io e mio fratello ce la facciamo, invece le persone + anziane e bambini no, si raggruppano tutti in un unico gruppo. Ma per adesso sono ancora vive... io e mio fratello ci allontaniamo, non faccio in tempo a pensare "forse dopotutto satana è buono, non ha neanche ucciso quelle persone" che il cerchio verde si piazza sotto il gruppo che avevano formato, si allarga come prima ma ne esce un enorme muso di un cane con pelliccia nera. Tutte le persone scivolano nella sua bocca. Quando sono entrate tutte, satana la chiude e escono molti schizzi di sangue delle persone al proprio interno.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 13/08/2011, 19:22

Mercoledì 10 agosto 2011, ora imprecisata.

Ho fatto tanti sogni, ma ricordo solo questo. Stavo scappando dalla mafia giapponese. Ero in un parcheggio, dietro una macchina accucciato per evitare che mi vedessero. Erano in 3, uno con la maglietta rosa e + magro, uno con la maglietta azzura di corporatura media e uno con una t-shirt gialla, baffi e un po cicciottello, era il capo, lo sapevo. Riesco stranamente ad aprire lo sportello dell'auto. Allora decido di fare finta di cercare qualcosa sul tappetino del sedile di guida, per confondere i tre loschi tipi. Fingendo di frugare trovo, però, sotto il sedile una vera pistola!! Potrei proteggermi, ma non vorrei incominciare una sparatoria. Mi raggiungono, io faccio ancora fina di cercare "qualcosa" che avevo perso. Mi viene vicino quello con la maglietta azzura. Mi giro per osservarlo e studiarlo. Mi chiede se avesse visto uno correre (Ero di sicuro io, ma probabilmente non mi avevano riconosciuto), io rispondo di no. Intanto vedo che non aveva nessun tipo di arma. Mi giro per guardare gli altri due, e noto che gli altri due impugnavano delle pistole. Non avrebbe avuto senso ucciderne uno per beccarmi comunque una pallottola in testa. Quindi cerco di assecondarlo dicendo (Idea stupida tra 3, 2, 1) "Questa pistola deve essere sua" , lui "ah, si grazie". Un attimo di pausa. Lui la carica.
"Non mi ucciderà vero?" chiedo, "No" risponde. Alza la pistola ad altezza della fronte e mi spara. Tutto nero. Cado per terra, sento l'asfalto e mi sento caldo. Fine.

ODDIO RAGAZZI NON CI CREDO! E' SUCCESSA UNA COSA INCREDIBILE. Mio fratello tommy06 ha fatto un sogno praticamente identico qualche giorno prima!!!
Il suo aveva dei dettagli I-DEN-TI-CI che non penso siano per caso, ad esempio anche lui era in un parcheggio, anche da lui un cinese (probabilmente anche il suo mafioso) impugnava una pistola, ed anche il suo sogno finisce con un morto (solo che nel mio ero io, nel suo nostra madre). Non è affatto una coincidenza! Nel sogno di mio fratello, il cinese prima di sparare a nostra madre ha detto "Non dimenticare!".
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 17/09/2011, 10:25

è da tantissimo che non scrivo niente :o devo riprendermi senò addio ai lucidi!

sabato 17 settembre 2011, ore 00:30
Sono in un campo dove pascolano le pecore, è mattina. Un pastore per qualche motivo vuole far uscire dal recinto una pecora, con tantissima lana. Lei però non ne voleva sapere, era come se si spaventasse appena metteva una zampa fuori dal recinto. Le altre pecore, per darle coraggio, escono loro. *Cambio di scena* sono sdraiato vicino ad un trattore, assieme a me c'è mio fratello e due contadini. Il trattore non aveva una ruota, dovevamo montarla noi. Questa è una scena che avevo già visto in un sogno. *Altro cambio di scena* Siamo a casa nostra. Tommy aveva intrappolato sotto una sedia un leone :o . Lui diceva che non sarebbe mai uscito da li, ma non ne ero convinto. Infatti riuscì a liberarsi e si scagliò contro tommy, visto che era stato lui ad imprigionarlo. Ero spaventatissimo, prendo la sedia dove era intrappolato e comincio a sbatterla contro il leone. Quest'ultimo si era seduto vicino a dove era seduto tommy, e aveva cominciato a minacciarlo. Si, il leone parlava, ed era seduto come un umano..... una cosa abbastanza normale per non fare un test di realtà : WallBash : . Tommy capisce che se non fosse scappato lo avrebbe sbranato, allora sfrutta il fatto che io sto distraendo il leone e esce di casa. Inizialmente sembra avere la meglio il leone contro le mie sediate, ma poi con una mossa agile e veloce pianto una gamba della sedia nell'occhio sinistro del leone e la estraggo rapidamente. Tutto questo senza guardare perchè non ne avevo il coraggio. Esco di casa e chiudo la porta.

Già... sono abbastanza insulsi
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 18/09/2011, 8:59

Sogni troppo lunghi e troppo complicati! :angry:

domenica 18 settembre 2011, ore 00:20
Ero in una piscina alta si e no 40cm. Ero li per fare una partita di pallamano in questa piscinetta. Gli avversari erano delle nostre amiche. Io sto in difesa assieme ad un mio amico, altri due in attacco e mio fratello portiere. Gli fanno subito qualche goal. Poi decido di andare io in attacco e cambia completamente l'esito della partita : Wink : .

Ero in una casa sopra una montagna, che era alta poco + delle chiome degli alberi attorno. Assieme a me c'è un mio amico. Mi porta in una altra stanza della casetta. Non era proprio una stanza, era un corridoio buio senza pavimento. Al posto del pavimento c'era un buco profondissimo. Sarà stato largo 2 metri il corridoio e lungo una decina. Per andare dall'altra parte c'erano attaccate al soffitto che pendevano verso il basso delle poltrone tipo quelle che dondolano fuori dei giardini. In pratica facendo attenzione dovevamo camminare sopra questi dondoli cercando di non cadere. Arrivati alla fine del corridoio c'è una porticina piccola. La apre e ci entriamo, dentro ci sono 5 o 6 ragazzini di 8 anni. Il mio amico mi dice che quei ragazzi sono nella sua classe nella scuola alberghiera (?). Ovviamente non mi viene in mente di fare un test di realtà dato che il mio amico viene a scuola con me... e non vado all'alberghiera.

Ho fatto qualche giorno fa l'esame teorico per la patente per il 125 (sono passato : Thumbup : ) ma comunque in questo sogno mi ritrovo a farla. Inizialmente mi dicono che sono passato, poi vado a scuola guida a ritirare il foglio rosa, e facendo un rapido controllo della scheda d'esame (anche se l'avevo fatto al pc) mi fa notare che avevo saltato molte domande, e mi dice che gli errori in totale erano 6. Io non ci posso credere, ero arrabbiatissimo. Così arrabbiato che mi sveglio.

Ce ne erano molti di + ma non me li ricordo
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 02/10/2011, 10:31

Domenica 2 ottobre 2011, ore 1:30 circa
Sto provando a fare una wild, come sveglia uso un lettore mp3 che dopo 4 ore fa partire una canzone (le ore adesso sono cambiate). Nel caso non mi svegliassi sarebbe interessante vedere cosa accade nel sogno combinato con la musica. Oggi questo tentativo è fallito. Sono andato a letto troppo tardi e quindi le mie fasi rem erano tutte sballate. Oltretutto 4 ore non bastano, proverò con 5.

Ero con un mio amico su una strada in mezzo alla campagna. Era notte. Ai lati della strada gli alberi non permettevano di vedere i campi. Io e questo mio amico incominciamo a lanciarci un cd come un freesbee (o come si scrive). Ci allontaniamo sempre un po di più. Ad un certo punto lui mi fa segno di venire. Corro verso di lui e vedo che gli alberi sul lato destro della strada si interrompono per far passare una strada di terra e sassolini che porta a una grande casa. Lui mi dice che c'era una festa la, allora corriamo per dare una controllata. Si entrava dal retro. C'era una scala che portava al piano -1. Qui c'erano alcuni ragazzi, non c'era musica, non c'era quasi niente. Siamo rimasti un po delusi perchè con una casa così possono fare delle feste fantastiche, ma questa volta non l'avevano sfruttata al massimo. Siamo rimasti un po li a parlare.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda dixit » 02/10/2011, 11:22

Anche 6 ore secondo me ;)
Avatar utente
dixit
 
Messaggi: 4524
Iscritto il: 31/01/2008, 14:01
Località: Italia
Ha  fatto 'Mi piace': 123 volte
'Mi piace' ricevuti:: 611 volte

Re: Diario di jaki

Messaggioda jaki11 » 03/10/2011, 22:41

stasera provo con 5 ore... comunque ieri sera sempre con 4 ore mi sono svegliato, non mi ricordavo niente, e se non sbaglio non è neanche partita la canzone, quindi mi sono svegliato prima. Se inizio a svegliarmi in automatico alla stessa ora sarebbe fantastico, così posso provare molte altre tecniche.
I'm in a lucid DREAM
Immagine
Avatar utente
jaki11
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 09/01/2011, 16:42
Ha  fatto 'Mi piace': 0 volta
'Mi piace' ricevuti:: 4 volte

PrecedenteProssimo

Torna a Diario dei sogni comuni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite