Indice Ai confini dei Sogni Esplorare la mente > Meditazione e periodi di difficoltà

Tecniche di meditazione e di rilassamento, indirettamente utili per la pratica onirica. Domande ed esperienze, test psicologici e discussioni sulla mente in generale.

Meditazione e periodi di difficoltà

Messaggioda Nightmare94 » 25/04/2016, 17:26

Io medito da un paio di anni ormai, ma solo da poco ho "potenziato" la meditazione soprattutto grazie ai metodi di Thich Nhat Hanh, che mi hanno aiutato moltissimo a espandere la meditazione anche nella quotidianità, tramite la continua attenzione sul respiro e le camminate consapevoli. Ho avuto ottimi risultati sia nello stato mentale e nel benessere, che nei sogni, che sono cambiati parecchio. Sono diventati più lunghi, dettagliati e la trama era lineare e consistente invece di essere una serie di cose bizzarre buttate a caso come al solito. Ho avuto anche qualche ottimo sogno lucido. Tuttavia, nonostante la mia dimistichezza con la meditazione continua, nonostante i benefici che ne ho tratto e lunghi periodi di andamento liscio e indisturbato, ci sono anche periodi, giorni interi in cui all'improvviso non riesco a fare più niente. Fatico dannatamente nella meditazione da seduto (ne faccio 15 minuti al giorno) e anche durante il giorno, nonostante per settimane intere avevo imparato a essere perfettamente presente e incentrato sul momento. In questi periodi che vanno da qualche giorno a una settimana, torno esattamente com'ero prima di cominciare a meditare, completamente in balia di mille pensieri e distratto, anche se non è successo nulla di particolare che ha causato preoccupazioni. I miei sogni tornano ad essere futili e mal ricordati come prima, e i lucidi diventano molto rari. Da un lato penso di essere in vantaggio visto che i periodi di benessere sono più lunghi degli altri. Ma volevo chiedere agli esperti: Questi periodi di frustrazione e improvvisa perdita della meditazione coltivata sono normali? Esiste qualcosa che si può fare per far tornare il periodo di produttività anche in questi momenti? Oppure bisogna solo aspettare che passi?

Una volta scoperta la meditazione e imparato a meditare, usufruito dei mille benefici, è veramente frustrante e fastidioso trovarsi improvvisamente e senza alcun motivo preciso incapace di meditare e gettato nel caos mentale tipico dell'uomo occidentale. Esiste un rimedio? Si può vivere un flusso continuo di meditazione senza questi odiosi periodi di stallo? Grazie.
Nightmare94
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 18/01/2014, 23:14
Ha  fatto 'Mi piace': 3 volte
'Mi piace' ricevuti:: 6 volte

Re: Meditazione e periodi di difficoltà

Messaggioda PK2 » 26/04/2016, 8:35

Non siamo costanti, ma mutevoli, come tutto nell'universo. Ci sono cicli di attenzione e di energia, e normalmente per mantenere la costanza di un impegno dobbiamo, in particolari momenti, fornire uno sforzo maggiore. E' tutto naturale, pretendere che non sia così è innaturale!
Perciò accetta tranquillamente che tu non sia sempre centrato sullo scopo, questo può essere materia di osservazione, di comprensione del livello di meccanicità che ci sommerge. Non fare diventare l'obiettivo un ulteriore attaccamento, accetta tutto quello che viene senza particolari aspettative. Nessuna aspettativa, nessuna frustrazione.
« Gli invisibili unicorni rosa sono esseri dotati di grande potere spirituale. Questo lo sappiamo perché sono capaci di essere invisibili e rosa allo stesso tempo. Come tutte le religioni, la fede negli invisibili unicorni rosa è basata sia sulla logica che sulla fede. Crediamo per fede che siano rosa; per logica sappiamo che sono invisibili, perché non possiamo vederli. »

Sogni lucidi lucidosi
Avatar utente
PK2
 
Messaggi: 1340
Iscritto il: 15/09/2012, 9:11
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 384 volte

Re: Meditazione e periodi di difficoltà

Messaggioda Nightmare94 » 26/04/2016, 13:55

Grazie! Però non ho ben capito, quindi devo solo accettare e osservare oppure fare uno sforzo maggiore per tornare allo stato migliore?
Nightmare94
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 18/01/2014, 23:14
Ha  fatto 'Mi piace': 3 volte
'Mi piace' ricevuti:: 6 volte

Re: Meditazione e periodi di difficoltà

Messaggioda Viaggiatore » 02/05/2016, 12:34

http://www.visionealchemica.com/il-rico ... -esercizi/
dice che i cicli di perdita energetica capitano
e lo dice anche lo sfidante
si chiama attacco e occultamento
attacco è la fase dove la mente è piena di pensieri occultamento è la fase dove mediti e la mente arretra



Nightmare94 ha scritto:Grazie! Però non ho ben capito, quindi devo solo accettare e osservare oppure fare uno sforzo maggiore per tornare allo stato migliore?



non fare come me osserva i pensieri
il fatto di volere uno stato è un desiderio causato da un pensiero da neutralizzare e dietro il desiderio c'è la paura di abbandonarsi
Viaggiatore
 
Messaggi: 371
Iscritto il: 12/11/2010, 18:16
Ha  fatto 'Mi piace': 2 volte
'Mi piace' ricevuti:: 30 volte

Re: Meditazione e periodi di difficoltà

Messaggioda PK2 » 04/05/2016, 6:40

Il vero progresso si nasconde nello sforzo, non nel raggiungimento del risultato. Se tutto filasse liscio, se non ci fosse contrasto, allora non ci sarebbe neppure cambiamento. E' l'attrito costante, quotidiano, con ciò che siamo, che giorno dopo giorno, impercettibilmente, ci porta alla purificazione.
« Gli invisibili unicorni rosa sono esseri dotati di grande potere spirituale. Questo lo sappiamo perché sono capaci di essere invisibili e rosa allo stesso tempo. Come tutte le religioni, la fede negli invisibili unicorni rosa è basata sia sulla logica che sulla fede. Crediamo per fede che siano rosa; per logica sappiamo che sono invisibili, perché non possiamo vederli. »

Sogni lucidi lucidosi
Avatar utente
PK2
 
Messaggi: 1340
Iscritto il: 15/09/2012, 9:11
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 384 volte

Re: Meditazione e periodi di difficoltà

Messaggioda Viaggiatore » 05/05/2016, 11:39

PK2 ha scritto:Il vero progresso si nasconde nello sforzo, non nel raggiungimento del risultato. Se tutto filasse liscio, se non ci fosse contrasto, allora non ci sarebbe neppure cambiamento. E' l'attrito costante, quotidiano, con ciò che siamo, che giorno dopo giorno, impercettibilmente, ci porta alla purificazione.


come fare per non farsi distrarre dai risultati?
Viaggiatore
 
Messaggi: 371
Iscritto il: 12/11/2010, 18:16
Ha  fatto 'Mi piace': 2 volte
'Mi piace' ricevuti:: 30 volte

Re: Meditazione e periodi di difficoltà

Messaggioda PK2 » 05/05/2016, 14:22

Viaggiatore ha scritto:
PK2 ha scritto:Il vero progresso si nasconde nello sforzo, non nel raggiungimento del risultato. Se tutto filasse liscio, se non ci fosse contrasto, allora non ci sarebbe neppure cambiamento. E' l'attrito costante, quotidiano, con ciò che siamo, che giorno dopo giorno, impercettibilmente, ci porta alla purificazione.


come fare per non farsi distrarre dai risultati?


Non è importante
« Gli invisibili unicorni rosa sono esseri dotati di grande potere spirituale. Questo lo sappiamo perché sono capaci di essere invisibili e rosa allo stesso tempo. Come tutte le religioni, la fede negli invisibili unicorni rosa è basata sia sulla logica che sulla fede. Crediamo per fede che siano rosa; per logica sappiamo che sono invisibili, perché non possiamo vederli. »

Sogni lucidi lucidosi
Avatar utente
PK2
 
Messaggi: 1340
Iscritto il: 15/09/2012, 9:11
Ha  fatto 'Mi piace': 22 volte
'Mi piace' ricevuti:: 384 volte


Torna a Esplorare la mente

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


cron